Principale Anatomia

Quali test devono passare per controllare i reni?

Un esame del sangue e analisi delle urine aiuta a studiare la condizione di tutti gli organi e il sistema escretore. Altri test, compresi test funzionali e renali, metodi strumentali di esame, possono essere controllati anche dai reni. Tutti i metodi mostreranno un quadro completo della condizione degli organi, in quanto i risultati sono necessari per assegnare un regime di trattamento efficace.

Indicazioni per la ricerca

Vengono eseguiti tutti i tipi di test per determinare la diagnosi corretta. Innanzitutto, la diagnostica è necessaria per le persone che abusano di alcol, tabacco e assumono farmaci in modo incontrollabile. I pazienti che soffrono di sovrappeso o diabete dovrebbero preoccuparsi del lavoro degli organi. L'esame dei reni dovrebbe avvenire in persone che hanno sintomi caratteristici dello sviluppo della patologia. Pertanto, i test aiuteranno a determinare la causa della malattia. Un rene malato indica problemi con i seguenti sintomi:

  • salti regolari della pressione sanguigna;
  • frequenti solleciti in bagno;
  • un aumento o diminuzione del volume di urina che il corpo produce;
  • spasmo renale che si verifica nella regione lombare;
  • scolorimento delle urine, comparsa di impurità di sangue e un forte odore;
  • mancanza di respiro;
  • dolore durante la minzione;
  • sete e mancanza di appetito;
  • mal di testa.

Il sintomo principale della malattia è il gonfiore, che è localizzato sul viso e sulle gambe. Se si riscontrano sintomi, devono essere eseguiti esami del sangue e delle urine, deve essere eseguito un esame strumentale dei reni.

Quali test prendere nella malattia renale: tipi

Analisi delle urine

Controllo delle caratteristiche chimiche dell'urina, esaminandolo al microscopio per le impurità patologiche: il metodo OAM. I test delle urine possono determinare il numero di cellule del sangue buoni, i leucociti, nonché il colore, l'acidità e la trasparenza del fluido biologico. Questo tipo di esame rivela anche impurità patogene. L'analisi delle urine viene effettuata per diagnosticare la pielonefrite, la glomerulonefrite, l'ICD e l'uretrite. Grazie a questo metodo, i seguenti indicatori sono controllati nei pazienti:

Analisi del sangue generale

I test possono rilevare anomalie nella malattia del fegato e dei reni. Gli studi sono efficaci per la rilevazione di disturbi nei sistemi muscolo-scheletrico ed endocrino. Gli esami del sangue sono anche usati per diagnosticare la malattia renale. I composti del metabolismo dell'azoto sono derivati ​​da organi appaiati. Un livello piuttosto alto indica che i reni non affrontano il lavoro e il medico diagnostica l'insufficienza. In questo è aiutato da emocromi o test speciali. La biochimica per malattie renali esamina attentamente la composizione dei componenti per determinare il grado di processi, infiammazioni e patologie croniche nei reni.

Test renali e funzionali, le loro prestazioni

Livello di creatinina

Il componente è considerato il prodotto finale del metabolismo delle proteine. Creatinina - una sostanza da azoto, che non è influenzata da stress fisico o psicologico, cibo. Con un buon stile di vita, il livello di materia nel sangue è costante e varia a seconda della massa muscolare. Le deviazioni possono parlare di disturbi nei processi metabolici, uso eccessivo di farmaci. I bassi indicatori della sostanza nel canale indicano l'uso di soli cibi vegetali e sono tipici per le persone con una mancanza di massa muscolare. Le modifiche nei risultati positivi provocano i seguenti fattori:

  • nutrizione squilibrata;
  • dieta;
  • sanguinamento;
  • disidratazione.
Torna al sommario

La quantità di urea

Si raccomanda di esaminare il livello del liquido non solo per scopi diagnostici, ma anche per studiare le condizioni dei reni e l'efficacia della terapia prescritta. L'urea è un prodotto di degradazione della proteina che viene generata dal fegato. I salti possono essere causati da vari fattori, tra cui la dieta, il sanguinamento e la filtrazione alterata dei reni.

Acido urico

I risultati dell'analisi indicano un indebolimento del lavoro degli organi appaiati. Elevati livelli di acido urico sono carichi di cristallizzazione dell'odato di sodio, quindi i reni danneggiano. Determinando il livello, è possibile identificare nefropatia e urolitiasi. Con un forte dolore, le procedure terapeutiche mirano a ridurre gli spasmi ed eliminare la causa dell'aumento di acido.

Test funzionali

I pazienti sono testati per la funzionalità renale. I medici raccomandano di campionamento Rehberg - Tareeva, di condurre uno studio sulla Zimnitskiy ed eseguire test per gli anticorpi allo strato basale della membrana glomerulare. I saggi sono condotti per controllare le funzioni degli organi accoppiati, e in grado di rilevare forma pielonefrite acuta, glomerulonefrite progressiva e insufficienza renale.

I campioni mostrano la capacità funzionale dei pazienti con reni, in modo che venga prescritta la terapia del sistema urinario.

Ulteriori ricerche

La diagnosi di laboratorio da sola non è sufficiente. Secondo i risultati dei test, il medico prescrive ulteriori studi strumentali. Questo è un buon modo per determinare con precisione la malattia. I metodi più comuni includono ultrasuoni, raggi X e scintigrafia. Ulteriori ricerche aiutano a condurre un esame per studiare la struttura del rene malato, varie neoplasie e problemi funzionali.

Medico di famiglia

Cosa mostra un emocromo completo per malattia renale?

Analisi del sangue generale Cosa significano gli indicatori del sangue? I leucociti (WBC) sono normali. Leucociti elevati (leucocitosi). Cos'è l'ESR? ESR è normale. Aumento della VES. I globuli rossi (RBC) sono normali. Conteggio dei globuli rossi aumentato e ridotto. Emoglobina (Hb, HGB). Piastrine (PLT). Eosinofili (granulociti eosinofili). Cambia la composizione elettrolitica del sangue.

Emocromo completo per malattie renali è uno dei principali strumenti per diagnosticare il quadro clinico della malattia. Molte malattie renali, in particolare nella fase acuta o esacerbazione in cronica, accompagnata da cambiamenti nel quadro ematico periferico e suoi parametri biochimici.

Cosa significano gli indicatori del sangue?

I globuli bianchi (WBC, globuli bianchi o leucociti) - sono responsabili per la neutralizzazione di infezione e l'immunità cellulo-mediata del corpo contro virus e batteri. Distinguere 5 tipi di leucociti: granulociti (neutrofili, eosinofili, basofili), monociti e linfociti.

Normalmente, il contenuto di leucociti nel sangue: (4-9) x 10 ^ 9 / l.

Un aumento del numero di leucociti (leucocitosi) è un segno di un processo infiammatorio.

Il cambiamento nel quadro del sangue bianco in un certo numero di malattie renali è espresso principalmente da un aumento del contenuto di leucociti.

Da moderata a marcata leucocitosi osservato in riacutizzazione di pielonefrite cronica e, in misura minore e in riacutizzazione di glomerulonefrite cronica, subacuta (extracapillare) nefriti, malattie renali con i pazienti secondarie con periarteritis nodosa, la febbre reumatica, emorragica kapillyarotoksikoz, l'artrite reumatoide e altri.

Allo stesso tempo, per il lupus nefrite (in pazienti con SLE - lupus eritematoso sistemico) è caratterizzata da leucopenia o dei globuli bianchi normale. Leucocitosi lieve o moderata è spesso osservata nell'insufficienza renale cronica di varie eziologie. Si è spesso accompagnata da un cambiamento alla formula leucocitaria sinistra, a volte - eosinofilia.

VES - tasso di sedimentazione degli eritrociti.

Un importante indicatore della presenza e dell'attività del processo infiammatorio nel rene è ESR. La velocità di eritrosedimentazione (ESR) è un indicatore non specifico dello stato patologico del corpo.

ESR normale in diverse categorie di pazienti:

  • neonati - 0-2 mm / h;
  • bambini sotto i 6 anni - 12-17 mm / h;
  • uomini sotto i 60 anni - fino a 8 mm / h;
  • donne sotto i 60 anni - fino a 12 mm / h;
  • uomini sopra i 60 anni - fino a 15 mm / h;
  • donne con più di 60 anni - fino a 20 mm / h.

L'aumento della VES indica infiammazione, infezione acuta o avvelenamento.

Può essere migliorato in tutte le lesioni renali primarie e secondarie. Inoltre, nei pazienti con malattie renali secondarie (ad esempio, diffondere malattie del tessuto connettivo, mieloma multiplo, e altri.) Un significativo aumento di ESR a causa della malattia sottostante. Un alto livello di VES viene raggiunto con la sindrome nefrosica di varia origine.

Eritrociti (RBC, globuli rossi) - elementi di sangue contenenti emoglobina, globuli rossi, che sono coinvolti nel trasporto di ossigeno ai tessuti del corpo e mantenere i processi biologici di ossidazione.

Conta dei globuli rossi normale:

La riduzione del numero di globuli rossi indica anemia (anemia). Leggermente o moderatamente grave anemia è comune tra i pazienti con pielonefrite cronica, sindrome nefrosica.

L'aumento (erythrocytosis) nel numero di erythrocytes avviene quando:

  • tumori;
  • idrope pelvica renale;
  • gli effetti dei corticosteroidi;
  • Malattia e sindrome di Cushing;
  • Vera malattia da policitemia;
  • trattamento steroideo.

Un piccolo aumento relativo del numero di eritrociti può essere associato a un ispessimento del sangue dovuto a ustioni, diarrea, apporto diuretico.

Si osserva una diminuzione del contenuto di globuli rossi quando:

  • perdita di sangue;
  • l'anemia;
  • la gravidanza;
  • hydremia (somministrazione endovenosa di una grande quantità di liquido, cioè terapia per infusione)
  • con deflusso di fluido tissutale nel flusso sanguigno con diminuzione dell'edema (terapia diuretica).
  • ridurre l'intensità della formazione di globuli rossi nel midollo osseo;
  • distruzione accelerata dei globuli rossi.

Emoglobina (Hb, HGB) - trasporta l'ossigeno dai polmoni agli organi e ai tessuti del corpo. L'emoglobina bassa indica anemia (anemia).

Emoglobina normale nel sangue:

  • uomini - 135-160 g / l (grammi per litro);
  • donne 120-140 g / l.

A poco a poco aumentando e raggiungendo, in alcuni casi, in gran parte caratterizzata da anemia cronica e insufficienza renale acuta, così come subacuta giada (extracapillare).

Una diminuzione del contenuto di eritrociti ed emoglobina nel sangue solitamente non è caratteristica del periodo iniziale di malattia renale.

L'aumento dell'emoglobina si osserva quando:

  • eritremia primaria e secondaria;
  • disidratazione (effetto spurio dovuto all'emoconcentrazione);
  • fumo eccessivo (formazione di HbCO funzionalmente inattiva).

Una diminuzione dell'emoglobina viene rilevata quando:

  • l'anemia;
  • iperidratazione (effetto spurio dovuto all'emodiluizione - "diluire" il sangue, aumentando il volume del plasma rispetto al volume dell'insieme degli elementi formati).

Le piastrine (PLT) - sono coinvolte nel processo di coagulazione del sangue. La diminuzione del numero di piastrine indica una scarsa coagulazione del sangue. Una diminuzione naturale dei livelli piastrinici si nota durante le mestruazioni e durante la gravidanza e un aumento dopo l'esercizio. Nei casi di malattie renali, il fattore di coagulazione del sangue deve essere considerato quando si prescrivono determinati farmaci che influenzano l'indice di protrombina.

Gli eosinofili (granulociti eosinofili) sono un tipo di globuli bianchi. Un aumento del contenuto di eosinofili può indicare malattie allergiche, la presenza di vermi.

Oltre all'analisi del sangue generale per le malattie renali, potrebbero essere necessari ulteriori studi, fornendo un quadro più completo del quadro clinico della malattia.

Come non specifici test di laboratorio riflettono il processo infiammatorio nel rene e il grado della sua attività nella diagnosi complesso utilizzato e tali parametri ematici biochimici come proteina C-reattiva, BPA-test, acidi sialici, fibrinogeno, colesterolo, proteine ​​totali e frazioni proteiche, che sono più pronunciati nella fase acuta della malattia o nel periodo della sua esacerbazione in un decorso cronico, così come nella sindrome nefrosica. La definizione di questi indicatori è effettuata con metodi generalmente accettati.

Cambiamento nella composizione elettrolitica del sangue

Nell'insufficienza renale acuta o cronica, così come nell'uso a lungo termine dei diuretici, è richiesto il controllo della composizione elettrolitica del sangue, in particolare, la concentrazione di ioni di potassio, sodio, calcio e cloro.

Normalmente, il siero contiene:

  • il potassio contiene 3,6-5,4 mmol / l,
  • sodio 130-150,
  • Calcio - 2.3-2.8,
  • magnesio - 0,7-1,1,
  • cloro - 90-110 mmol / l.

Il contenuto di questi elementi nel sangue può aumentare significativamente malattie renali accompagnate da oliguria (ridotta diuresi), così come insufficienza renale acuta in pazienti con glomerulonefrite acuta con grave, in pazienti con gravi esacerbazioni di glomerulonefrite cronica, sindrome nefrosica, subacuta nefrite (extracapillare) e altri danni ai reni.

Al contrario, poliuria (aumento del volume di urina) sono stati osservati nei pazienti con pielonefrite cronica in fase poliuricheskoy di insufficienza renale acuta nello sviluppo di insufficienza renale cronica, come pure la convergenza di edema spontaneamente o sotto l'influenza di diuretici può essere associata con iponatriemia, ipopotassiemia e hyposalemia.

Lo studio di tutti questi indicatori nell'analisi del sangue non è importante solo per la diagnosi della malattia renale, ma aiuta anche a valutare la gravità della malattia, a giudicare la prognosi e l'efficacia del trattamento.

Indicatori biochimici del rene

Lascia un commento 18.219

L'organo più importante legge i reni, quindi è estremamente importante monitorare la loro funzionalità. Per fare questo, le persone hanno bisogno di donare il sangue per l'analisi biochimica. Tale studio si riferisce al multicomponente, quindi, consente di determinare la condizione generale di tutti gli organi e sistemi corporei, e da alcuni indicatori e reni. I parametri biochimici del sangue permettono di giudicare la dinamica dei processi cronici che si verificano nei reni.

Informazioni generali e necessità di analisi

I reni sono un organo associato appartenente al sistema escretore del corpo. La funzione principale è l'eliminazione dei prodotti metabolici dal sangue attraverso la formazione di urina. Se le capacità di filtrazione dei reni sono disturbate, si verificano gravi malfunzionamenti nel lavoro dell'intero organismo. Problemi con i reni possono essere indicati da gonfiore sotto gli occhi, pressione alta, dolore nella regione lombare, decolorazione, chiarezza e odore di urina. La comparsa di tali segni è un'occasione per visite immediate dal medico che, dopo un esame e un'anamnesi, invierà esami di laboratorio (analisi delle urine, analisi del sangue biochimica).

testimonianza

Viene effettuato un esame del sangue per le malattie renali al fine di diagnosticare le patologie del sistema escretore. Con questo indicatore della biochimica del sangue, è stato possibile rilevare cambiamenti negativi nella salute non solo dei reni, ma anche delle malattie dei muscoli, delle articolazioni e dei cambiamenti negativi nel sistema endocrino nelle prime fasi delle malattie. Le basi per la determinazione dei parametri biochimici sono:

  • indicatori di controllo con insufficienza renale funzionale stabilita;
  • determinazione della possibile compromissione dei reni nei pazienti a rischio (ipertensione, diabete, obesità, perdita di peso drastica, ereditarietà, gravata da patologia renale);
  • periodi di gravidanza e allattamento.
Torna al sommario

Cosa è incluso nei test renali?

Quasi tutti i composti contenenti azoto delle reazioni metaboliche, normalmente devono essere escreti dai reni dal corpo. Se per qualche ragione questo non accade, il medico può dichiarare l'insufficienza renale. La biochimica standard per le condizioni patologiche dei reni comprende 3 indicatori del metabolismo dell'azoto:

  • livelli di creatinina;
  • la quantità di urea;
  • concentrazione di acido urico.
Torna al sommario

Livello di creatinina

Creatina anidride creatina (acido metilguanidinoacetico) è il prodotto finale del metabolismo delle proteine. La creatinina è una sostanza azotata persistente che non dipende dalla maggior parte degli alimenti, dallo stress fisico e psicologico. Il livello di questa sostanza nel sangue è costante, a seconda della quantità di massa muscolare. Pertanto, il contenuto di creatinina nelle donne è inferiore rispetto agli uomini e nei bambini dipende dall'età. La deviazione della creatinina dalla norma nella direzione di aumento è osservata negli atleti con una grande massa muscolare, con il trattamento di alcuni farmaci, con disturbi nei processi metabolici. Il paziente non sarà necessariamente diagnosticato con insufficienza renale se i livelli di creatinina nella biochimica del sangue sono aumentati. Le modifiche nei risultati possono portare a:

  • nutrizione squilibrata;
  • terapia dietetica a lungo termine;
  • sanguinamento interno;
  • disidratazione.

La quantità di creatinina nel sangue può diminuire in questi casi:

  • mangiare solo cibi vegetali;
  • gravidanza (nel 1o e 2o trimestre, un aumento del letto vascolare);
  • nei pazienti anziani;
  • in persone con una mancanza di massa muscolare.
Torna al sommario

Concentrazione di urea

L'urea è un prodotto di degradazione delle proteine ​​che contiene azoto. Generato dal fegato. Si raccomanda di determinare la concentrazione di urea nel flusso sanguigno per scopi diagnostici, per monitorare la malattia e valutare l'efficacia della terapia prescritta. I titoli di questa sostanza nel sangue possono cambiare non solo a causa della malattia renale, ma anche a causa di fattori fisiologici o dell'uso di droghe. La quantità di urea negli uomini è più alta che nelle donne. Nei bambini, il tasso di esami del rene è inferiore a quello degli adulti e nei neonati, il primo giorno di vita, il contenuto di urea è uguale a quello degli adulti.

Un aumento di questo indicatore può essere causato da:

  • dieta priva di sale, che porta alla mancanza di ioni di cloro;
  • la disidratazione;
  • assumere droghe tossiche;
  • compromissione della funzione di filtrazione renale.

La diminuzione dell'analisi biochimica della concentrazione di urea nel sangue è causata da:

  • periodo di gestazione;
  • dieta a basso contenuto proteico;
  • grave malattia del fegato;
  • l'assenza o la carenza di enzimi coinvolti nel ciclo di sintesi dell'urea.
Torna al sommario

Concentrazione di acido urico

L'acido urico si forma durante la scomposizione dei composti di purina e acido nucleico sotto l'influenza degli enzimi epatici. L'indebolimento della funzione renale, un aumento del contenuto di fruttosio nella dieta del paziente, porta ad un aumento della quantità di acido urico nel corpo. Con un aumento del contenuto di questo parametro nel sangue, inizia la cristallizzazione dell'urato di sodio. Le misure terapeutiche prescritte dal medico dovrebbero mirare non solo a ridurre il dolore, che si ottiene assumendo farmaci anti-infiammatori, ma anche a rilevare ed eliminare le cause del cumulo di acido urico. Per ridurre il contenuto di acido urico nel sangue, è necessaria una combinazione di terapia farmacologica con raccomandazioni generali:

  • consumo minimo di prodotti contenenti una grande quantità di purine;
  • bevi molta acqua;
  • perdita di peso.
Torna al sommario

Preparazione e tecnica del prelievo di sangue

La biochimica con test renali richiede le seguenti condizioni:

  • Al mattino a stomaco vuoto per venire in laboratorio.
  • 1 giorno esclude l'assunzione di alcol.
  • 1 ora prima della procedura è vietato fumare.
  • Dopo l'ultimo pasto, l'intervallo di tempo è 12 ore.
  • Prima di prendere il materiale è vietato l'uso di succo di frutta, tè, caffè.
  • Il sovraccarico psico-emotivo è escluso.
  • Esercizio eccessivo
Il rispetto di tutte le regole di preparazione per l'analisi darà il risultato più accurato.

Per l'analisi dei campioni renali è richiesto il sangue venoso. Quando si esegue la venopuntura, il paziente si trova in posizione sdraiata o seduta. Di norma, il sangue viene raccolto dalla vena cubitale immediatamente nella provetta. Si consiglia di utilizzare speciali tubi polimerici monouso per evitare la distorsione dei risultati della ricerca. Il siero è necessario per i test renali e si ottiene centrifugando sangue intero. Il materiale risultante viene analizzato su un'attrezzatura diagnostica speciale. Gli analizzatori di laboratorio sono diversi l'uno dall'altro, quindi i risultati possono essere forniti con diverse unità di misura. Solo un medico altamente specializzato con esperienza può interpretare correttamente i parametri biochimici del sangue.

Decodifica dei parametri biochimici dei reni: la norma

Le tabelle forniscono i possibili indicatori di riferimento dei campioni renali. Valori di creatinina:

Esame delle urine e del sangue per i test sui reni

I test di laboratorio svolgono un ruolo importante nella diagnosi della patologia renale. Rendono possibile valutare in modo affidabile lo stato funzionale degli organi urinari e persino giudicare la prognosi della malattia. Nella nostra recensione, cercheremo di capire quali test devi superare per poter controllare i reni e ottenere un quadro completo del loro lavoro.

Controllo dei reni a casa

È interessante notare che l'esame più semplice dei reni può essere fatto in modo indipendente. È sufficiente raccogliere l'urina del mattino in un contenitore bianco o trasparente pulito e valutarne trasparenza, colore e odore.

Urina di una persona sana:

  • trasparente, senza sospensioni estranee;
  • colore giallo paglierino;
  • ha un debole odore

Se viene rilevata schiuma, scaglie, sedimenti, il colore diventa marrone o rossastro e appare anche un forte odore, è obbligatorio sottoporsi a una visita medica. Sintomi di patologia del sistema urinario (mal di schiena, difficoltà a urinare, segni di intossicazione) - un'altra indicazione a scopo di test.

Test delle urine

Il principale metodo di diagnosi di laboratorio della malattia renale rimane lo studio delle urine. I test renali consentono di valutare il funzionamento complessivo del sistema urinario e di identificare i sintomi specifici della malattia.

Per rendere i risultati del test il più affidabili possibile, si raccomanda di passare l'urina dopo una piccola preparazione:

  1. 1-2 giorni esclusi i prodotti che possono colorare le urine (ad esempio, barbabietole, un gran numero di carote, carne affumicata, verdure sott'olio e frutta, dolciumi).
  2. Durante questo periodo, rinunciare all'alcool, caffè, complessi multivitaminici, diuretici.
  3. Se si assumono costantemente farmaci, informare il medico che ha fatto riferimento per l'analisi.
  4. 24-48 ore prima della visita al laboratorio, abbandonare pesanti sforzi fisici, visite al bagno, sauna.

L'urina del mattino, che si è accumulata nella vescica durante il sonno della notte, dovrebbe essere donata. Prima che valga la pena di fare una doccia, avendo effettuato l'igiene attenta di genitali esterni. Una porzione media di urina viene raccolta in un contenitore sterile (è meglio se si tratta di un contenitore monouso che viene venduto in farmacia): il paziente deve iniziare a urinare nella toilette e quindi raccogliere 50-100 ml nel contenitore senza toccare la pelle.

L'urina raccolta per l'analisi viene conservata per 1,5-2 ore in un luogo fresco. Più tardi il biomateriale è considerato inadatto allo studio.

Studio clinico generale delle urine

OAM è un metodo di esame standard che valuta le caratteristiche fisico-chimiche dell'urina raccolta, la presenza o l'assenza di impurità patologiche in esso.

Test di decrittografia presentato nella tabella seguente.

Prove renali - completare il conteggio ematico per valutare la funzione renale

I test renali sono uno studio completo del sangue condotto per diagnosticare le patologie renali, analizzare la funzionalità renale, identificare le malattie delle articolazioni, i muscoli, le ghiandole endocrine, monitorare la dinamica della malattia e monitorare l'efficacia della terapia.

Prove renali

Prove renali vengono prese per i tre principali indicatori determinati da un esame standard dei test renali - livelli di creatinina, urea e acido urico. Un rene malato non è in grado di rimuovere efficacemente queste sostanze, e quindi la loro concentrazione nel plasma aumenta, permettendo di concludere sullo sviluppo della patologia renale.

testimonianza

Un'analisi del sangue per i test renali è prescritta in caso di sviluppo delle seguenti malattie, sintomi o condizioni:

  1. Malattie renali di qualsiasi gravità e in qualsiasi stadio (pielonefrite, glomerulonefrite, insufficienza renale) - al fine di monitorare la salute dei reni.
  2. La presenza di sintomi come un regolare aumento della pressione sanguigna, dolore fastidioso nella regione lombare, mal di testa, salti termici, gonfiore del viso - al fine di eliminare il probabile sviluppo di infiammazione acuta.
  3. Diabete mellito - per identificare prontamente una complicazione - insufficienza renale.
  4. Patologia renale in parenti stretti - ai fini della diagnosi precoce di una possibile malattia ereditaria
  5. Gravidanza - per controllo obbligatorio, anche in assenza di sintomi di patologie renali.
  6. L'uso di droghe che danneggiano la sostanza del rene o violano il suo lavoro.

Cosa mostra?

Lo scopo dei tre campioni renali di base è la diagnosi precoce della malattia renale e l'insufficiente escrezione urinaria dei prodotti metabolici, che si osserva in molte malattie.

I tre metaboliti di base che sono gli oggetti di studio sono i seguenti:

  1. La creatinina è una sostanza che è di particolare importanza per lo scambio di energia cellulare nel tessuto muscolare, dove viene rilasciata dai miociti (cellule muscolari) e, essendo trasportata ai reni, dove viene escreta nella composizione delle urine. Con danni ai reni, la capacità di ritirare attivamente la creatinina si indebolisce e si accumula nel sangue. Poiché la quantità di una sostanza dipende dalla capacità dei reni di espellerla nelle urine, la loro condizione viene valutata in base al suo livello, diagnosticando lo sviluppo di un'infiammazione acuta.
  2. L'urea è un prodotto ottenuto dalla scomposizione delle proteine. Per la sua quantità nel sangue, vengono valutate le capacità escretorie dei reni. Le deviazioni indicano spesso la presenza di malattie che si manifestano a lungo.
  3. L'acido urico, completamente escreto nelle urine, è una sostanza che appare quando i nucleotidi complessi vengono scissi. Il suo aumento di sangue viene rilevato durante lo sviluppo di malattie che sono accompagnate da insufficienza renale.

Preparazione per l'analisi

Al fine di ridurre al minimo la probabilità di errori nei test renali, è necessario eliminare i fattori che possono influenzare il risultato e seguire determinate regole:

  1. 12 - 14 giorni prima del campionamento escludere i farmaci (Corticotropina, Cortisolo, Tiroxina, Metilprednisolone) e diuretici (Furosemidem, Lasix). Se tale condizione non è possibile, nella direzione di laboratorio, i campioni renali indicano il nome e la dose degli agenti farmacologici.
  2. 4 - 5 giorni prima del ricovero, seguire una dieta semplice, limitando piatti fritti e grassi pesanti.
  3. Per 1 - 2 giorni non fumare, alcol, stress fisico tedioso.
  4. L'intervallo tra il campionamento del mattino e il consumo è in genere da 10 a 12 ore. Allo stesso tempo è permesso bere acqua.
  5. Si consiglia di riposare per 15 minuti prima di donare il sangue.
  6. Prima del prelievo di sangue, i piccoli pazienti (fino a 5 anni) devono ricevere acqua non zuccherata (circa un bicchiere) in piccole porzioni per mezz'ora.

I campioni, in base alle capacità del laboratorio, vengono preparati in 24-36 ore.

Decodifica risultati

Campione di sangue renale - un tipo quantitativo di studio con l'emissione del risultato sotto forma di dati digitali presentati sotto forma di un intervallo di valori normali (riferimento).

norma

La gamma di valori digitali "norme" per campioni renali sono definiti in unità internazionali - micromoli per litro (μmol / l).

I seguenti indicatori sono considerati normali:

Dando esami del sangue per malattie renali

La terapia delle malattie dei reni e delle vie urinarie viene sempre eseguita dopo una serie di metodi diagnostici di laboratorio e strumentali che consentono al medico di identificare il minimo disturbo nel lavoro degli organi pelvici, effettuare una diagnosi finale, prescrivere il trattamento necessario. Importante nella formulazione della diagnosi finale sono i risultati delle analisi del sangue per la malattia renale, contribuendo a identificare la malattia, monitorare le sue dinamiche, l'efficacia della terapia.

In caso di malattie renali, gli indicatori più importanti sono un'analisi delle urine e un esame del sangue, che si raccomanda di prendere durante la visita iniziale dal medico e durante e dopo il trattamento. Per ottenere i risultati più precisi, eliminare la loro distorsione, è importante sapere quali test è necessario superare e come prepararli.

Prove renali: a cosa servono?

Si tratta di un esame del sangue completo che consente di diagnosticare patologie degli organi urinari, valutare il funzionamento degli organi interni e identificare anomalie. Includono esami del sangue generali e biochimici, determinando possibili processi infiammatori, il livello di tre indicatori principali: creatinina, urea, acido urico. Se c'è una malattia renale nella storia della persona, questi componenti saranno elevati o abbassati, il che consentirà al medico di condurre un esame più approfondito.

I reni malati non sono in grado di rimuovere queste sostanze dal corpo, quindi la loro concentrazione sarà aumentata. Quando gli organi sono danneggiati, i loro tessuti sono danneggiati, che sono responsabili della pulizia del sangue da composti tossici. Quando i processi patologici nel sistema urinario nei tessuti dei reni accumulano sostanze azotate:

Un esame del sangue generale, a differenza di quello biochimico, è meno informativo, ma i suoi risultati ci consentono comunque di diagnosticare i processi infiammatori nel corpo, per determinare la fase acuta o cronica della malattia.

Gli indicatori principali del numero totale di emocromi sono:

  • leucociti;
  • globuli rossi;
  • ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti).

Ciascuno degli indicatori è un indicatore del processo patologico nel corpo umano.

Un esame del sangue consente di identificare specifici enzimi nel plasma che hanno un impatto negativo sul lavoro dei reni e del sistema urinario. Una quantità eccessiva di enzimi è un segno di malattie renali che devono essere trattate come prescritto da un medico dopo una diagnosi finale.

Indicazioni per appuntamento

Le principali indicazioni per gli esami del sangue possono essere sia disturbi primari o malattie dei reni, o patologie croniche:

  1. Pielonefrite.
  2. Glomerulonefrite.
  3. Insufficienza renale.
  4. Corse di cavalli
  5. Dolore di diversa natura nella regione lombare o nell'addome inferiore.
  6. Gonfiore del viso, arti.
  7. Predisposizione genetica alle patologie renali.
  8. Periodo di gestazione
  9. Uso a lungo termine di potenti farmaci.
  10. Cambia colore e odore di urina.

Test di laboratorio di urina e sangue nelle patologie che colpiscono i reni sono uno dei principali e disponibili modi per diagnosticare una malattia, valutare le condizioni generali di un paziente e riconoscere patologie associate.

Come viene prelevato il sangue?

Il prelievo di sangue deve essere effettuato a stomaco vuoto dalla vena cubitale, quando si tratta di analisi biochimiche o dal dito quando si effettua l'analisi generale. Come eccezione in caso di situazioni di emergenza o di emergenza e condizioni gravi di un paziente, una recinzione può essere effettuata in qualsiasi altro momento della giornata, ma in tal caso vi sarà il rischio di distorsione dei risultati.

Nel processo di analisi usa un siero speciale ottenuto per centrifugazione di sangue intero. Il materiale biologico dopo la recinzione viene inviato al laboratorio per la ricerca su attrezzature speciali.

I risultati del test vengono trasmessi al medico curante, che sarà in grado di interpretare correttamente i parametri del sangue, riconoscere la frequenza o le deviazioni. Con un alto livello di urea, un aumento della creatinina, possiamo parlare di un'infiammazione che scorre nei tessuti dei reni o dell'insufficienza renale.

Come prepararsi per un esame del sangue?

Per ottenere i risultati più accurati, è necessario eseguire correttamente i test. È importante eliminare l'impatto di fattori avversi che possono influire sul risultato finale:

  1. 3-5 giorni prima dei test renali, rifiutare di assumere glucocorticosteroidi e farmaci diuretici. Se questo non è possibile, informa il medico della loro ammissione.
  2. Segui la dieta 4 giorni prima dello studio, rinuncia a cibi grassi, piccanti, fritti e alcolici.
  3. Per 4-5 giorni, limitare l'assunzione di cibi fritti, piccanti e grassi.
  4. Se possibile, escludere il fumo, lo stress fisico e psicologico.
  5. Analisi da passare a stomaco vuoto.
  6. Prima di lasciar riposare 10-15 minuti.

Con un'adeguata preparazione e la consegna di un esame del sangue, i risultati saranno indicativi, il che consentirà al medico di determinare eventuali irregolarità nel sistema urinario, riconoscere la malattia o monitorarne le dinamiche. I risultati dello studio saranno pronti in 24 ore. In caso di emergenza, la decodifica viene eseguita più rapidamente.

Interpretazione: norma e deviazione

Per i test renali, esiste una gamma di valori digitali della "norma" e "deviazione", misurati in unità speciali - micromol per litro (μmol / l).

Indicatori di tasso

  • urea: da 2,8 a 8,1 μmol / l;
  • creatinina - da 44 a 110 μmol / l;
  • acido urico - da 210 a 420 μmol / l.
  • urea - 2-6,5 μmol / l;
  • creatinina - 44-104;
  • acido urico - 140-350.
  • urea, 1,8-5,1 μmol / l;
  • creatinina - 27-88,
  • acido urico - 140-340.

Gli indicatori possono variare leggermente in ogni periodo di età in un bambino. In una persona sana, sono spesso spostati su un lato più piccolo o più grande, ma solo leggermente. Più spesso, tale spostamento è dovuto alla preparazione inadeguata per la procedura stessa.

Deviazioni dalla norma

Un grande cambiamento nel livello di creatinina è un segno di ICD, policistosi, processi infiammatori o il risultato di effetti tossici sul corpo. Le figure in diminuzione suggeriscono problemi con il fegato, la disidratazione o l'esaurimento del corpo.

Elevati livelli di urea indicano cirrosi epatica, tumori maligni e altre malattie gravi. Gli indicatori sono ridotti se vi è il rischio di sviluppare nefrite, anemia emolitica.

Elevato acido urico è presente nel 1 ° trimestre di gravidanza, nell'alcolismo cronico, con una dieta scorretta, un consumo eccessivo di cibi proteici e negli anziani. Gli indicatori sono abbassati - un segno di una forma acuta di tubercolosi, malattie del fegato o delle vie biliari.

Con patologie croniche dei reni, insufficienza renale nel plasma sanguigno, tutti gli indicatori saranno aumentati. Un medico dovrebbe esaminare la decifrazione del test del sangue, tenendo conto delle caratteristiche del paziente.

Le anormalità non sono sempre patologiche. Quando viene stabilita una diagnosi, il medico deve escludere dal paziente un aumento fisiologico degli enzimi plasmatici, che appare a causa di:

  • la gravidanza;
  • diete a base di carne;
  • carichi sportivi eccessivi;
  • assunzione di steroidi anabolizzanti;
  • vecchiaia;
  • pubertà nello sviluppo del bambino.

conclusione

Le malattie dei reni, il sistema urinario hanno una clinica diversa, la natura, l'intensità dei sintomi, quindi, al primo sospetto, dovresti consultare un nefrologo o un urologo. Consultazioni tempestive, i risultati degli studi di laboratorio e strumentali aiuteranno in tempo a riconoscere la malattia, a fermarne la progressione.

  • condurre uno stile di vita sano;
  • rifiutare di prendere alcol;
  • mangiare bene;
  • tempo di trattare le malattie concomitanti;
  • eseguire esami delle urine e del sangue una volta ogni 6 mesi;
  • migliorare l'immunità;
  • monitorare l'igiene personale.

La principale misura preventiva è il trattamento al medico ai primi segni della malattia. Non c'è bisogno di prendere analgesici da soli o essere trattati con rimedi popolari. L'automedicazione porterà alla perdita di tempo prezioso e processi irreversibili nei reni e in altri sistemi del corpo.

Tecnica di prova dei reni

Nel corpo c'è un organo essenziale che purifica il sangue e rimuove le sostanze nocive. Questi organi sono i reni. Problemi con questo organo comportano danni a tutto il corpo. Pertanto, è necessario sapere come controllare i reni, selezionare uno specialista che dovrebbe essere consultato e un elenco di test necessari.

Indicatori chiave della funzione renale compromessa

Se una persona nota uno di questi sintomi, deve contattare immediatamente un medico specialista:

  • la pressione sanguigna è in costante aumento;
  • nel processo di minzione, il paziente prende un odore sgradevole, il sangue appare spesso nell'urina stessa;
  • frequente necessità di svuotare la vescica. La frequenza più alta è osservata di notte;
  • la quantità di urina cambia marcatamente verso l'alto o verso il basso;
  • il dolore si avverte quando si svuota la vescica;
  • nella parte bassa della schiena si osservano regolarmente dolori acuti o tiranti;
  • in caso di problemi ai reni, si nota una condizione edematosa del viso e delle gambe;
  • l'appetito diminuisce ed è accompagnato da una sete inestinguibile;
  • la dispnea è registrata.

Se, al rilevamento di questi indicatori, si sottopongono immediatamente a una visita medica, il paziente sarà in grado di prevenire lo sviluppo di molte malattie e il loro reperimento precoce faciliterà una cura facile.

Ma c'è un altro motivo per pre-assistere alla consultazione con i medici - prendendo farmaci che influenzano il lavoro dei reni.

Gruppo di rischio - chi ha bisogno di monitorare il lavoro dei reni

Se una persona consuma spesso alcol, fuma o è costretta a prendere una varietà di agenti farmacologici, deve monitorare attentamente la salute del suo organo filtrante.

La comparsa di patologie nei reni è spesso causata da una dieta scorretta, dall'aspetto di eccesso di peso o diabete.

Controllo dei reni a casa

Le condizioni di casa non diagnosticano con precisione i problemi renali, ma alcuni modi per verificare la presenza di malattie renali. Inizialmente, è necessario ricordare se una persona ha avuto dolore acuto - un segno di colica renale o dolore dolorante (malattia prolungata).

Il primo metodo consiste nel raccogliere l'urina del mattino in un contenitore trasparente o bianco. Quindi deve essere attentamente esaminato - non ci dovrebbe essere nulla di estraneo nelle urine e sarà giallo. Se il colore cambia, dovresti andare immediatamente dal medico. L'urina rossa o marrone è il più alto livello di pericolo.

Il secondo metodo si basa sul conteggio della quantità di urina distribuita ogni giorno. È molto semplice da modificare: è necessario svuotare la vescica in un contenitore per tutto il giorno. Alla fine è necessario determinare l'importo.

Il volume normale di urina è di due litri. Con una deviazione notevole da questa figura, la poliuria è osservata in una grande direzione, e in una direzione più piccola - oliguria.

Se una persona ha anuria - i suoi reni non producono affatto urina. Ogni cambiamento di volume è richiesto per suggerire una visita anticipata dal medico.

L'edema facciale è un ulteriore sintomo della compromissione della funzionalità renale. Una faccia gonfia e le palpebre allargate sono definite come gonfiore. Questo sintomo si manifesta rapidamente in qualsiasi malattia, accompagnata da una pelle pallida. A volte appare in altre parti del corpo.

Analizza per verificare

Quali test devono passare per controllare i reni? Una corretta diagnosi comporta il superamento di una visita medica dei reni. I primi test saranno esami delle urine e del sangue.

Controlla l'urina

Infatti, tutte le persone sono tenute a sottoporsi a un test delle urine ogni sei mesi. Gli operatori di laboratorio considerano gli eritrociti e i leucociti e scoprono la massa delle caratteristiche associate. Un'altra urina viene controllata per le impurità nocive.

Per la diagnosi della malattia renale, non c'è solo un test delle urine generale:

  • Metodo di Nechiporenko - usato per determinare i processi di infiammazione;
  • Analisi della proteina Bens-Jones - rivela tumori maligni o altre formazioni.

Analisi del sangue generale

Per gli esami del sangue per le malattie renali, hai bisogno di sangue dal dito e dalla vena.

Il sangue del dito riflette la concentrazione di creatinina e la comparsa di acido urico e il sangue venoso determinerà la presenza e il livello di infiammazione.

Quali sono i requisiti per questa analisi? Il giorno prima della consegna, è necessario abbandonare completamente l'uso di bevande alcoliche e agenti farmacologici.

Devi anche ridurre lo sforzo fisico e non puoi mangiare prima di donare il sangue.

Cos'altro può essere analizzato?

Quali test devono essere superati se i risultati non sono sufficienti? In questo caso, lo specialista dirige ulteriori ricerche:

  • Ultrasuoni: un esame ecografico mostra cambiamenti strutturali nei reni, se presenti. Assolutamente sicuro, anche per i bambini.
  • Raggi X: rivela una varietà di formazione renale. A volte è necessaria un'urografia, che è inizialmente accompagnata dall'introduzione del contrasto.
  • Scintigrafia: rispetto agli ultrasuoni, rivela più parametri. In particolare, determina la dimensione e la funzionalità compromessa degli organi interni.

Frequenti malattie renali e loro segni

I reni hanno una lunga lista di varie patologie. Una piccola parte della patologia si verifica costantemente.

urolitiasi

Il segno principale della malattia è la colica renale. Appaiono per il fatto che la pietra esce dai reni nell'uretere, ferendone le pareti e interrompendo il normale flusso di urina. Il dolore copre l'intera regione pelvica e in alcuni casi arriva all'interno delle cosce.

Con la colica renale, il dolore non scompare mai. In urina particelle visibili di sangue, in casi rari - sabbia.

Processi infiammatori

Cistite e pielonefrite sono patologie comuni dei reni, che sono accompagnate da processi infiammatori nei reni o nell'uretere.

Con tali malattie, riparano la febbre, diminuiscono l'appetito e la letargia evidente. La regione lombare è costantemente sentita più pesante. Ci sono sindromi dolorose acute o dolorose.

C'è una costante voglia di urinare, accompagnata dal dolore. Un esame del rene in questo caso è richiesto immediatamente, contribuirà a preservare la salute degli organi e del tessuto renale stesso.

Per controllare i reni utilizzare tutte le tecniche esistenti, dà un risultato accurato. Pertanto, ogni persona deve sapere quali test passare per controllare il rene.

Medico di famiglia

Cosa mostra un emocromo completo per malattia renale?

Analisi del sangue generale Cosa significano gli indicatori del sangue? I leucociti (WBC) sono normali. Leucociti elevati (leucocitosi). Cos'è l'ESR? ESR è normale. Aumento della VES. I globuli rossi (RBC) sono normali. Conteggio dei globuli rossi aumentato e ridotto. Emoglobina (Hb, HGB). Piastrine (PLT). Eosinofili (granulociti eosinofili). Cambia la composizione elettrolitica del sangue.

Emocromo completo per malattie renali è uno dei principali strumenti per diagnosticare il quadro clinico della malattia. Molte malattie renali, in particolare nella fase acuta o esacerbazione in cronica, accompagnata da cambiamenti nel quadro ematico periferico e suoi parametri biochimici.

Cosa significano gli indicatori del sangue?

I globuli bianchi (WBC, globuli bianchi o leucociti) - sono responsabili per la neutralizzazione di infezione e l'immunità cellulo-mediata del corpo contro virus e batteri. Distinguere 5 tipi di leucociti: granulociti (neutrofili, eosinofili, basofili), monociti e linfociti.

Normalmente, il contenuto di leucociti nel sangue: (4-9) x 10 ^ 9 / l.

Un aumento del numero di leucociti (leucocitosi) è un segno di un processo infiammatorio.

Il cambiamento nel quadro del sangue bianco in un certo numero di malattie renali è espresso principalmente da un aumento del contenuto di leucociti.

Da moderata a marcata leucocitosi osservato in riacutizzazione di pielonefrite cronica e, in misura minore e in riacutizzazione di glomerulonefrite cronica, subacuta (extracapillare) nefriti, malattie renali con i pazienti secondarie con periarteritis nodosa, la febbre reumatica, emorragica kapillyarotoksikoz, l'artrite reumatoide e altri.

Allo stesso tempo, per il lupus nefrite (in pazienti con SLE - lupus eritematoso sistemico) è caratterizzata da leucopenia o dei globuli bianchi normale. Leucocitosi lieve o moderata è spesso osservata nell'insufficienza renale cronica di varie eziologie. Si è spesso accompagnata da un cambiamento alla formula leucocitaria sinistra, a volte - eosinofilia.

VES - tasso di sedimentazione degli eritrociti.

Un importante indicatore della presenza e dell'attività del processo infiammatorio nel rene è ESR. La velocità di eritrosedimentazione (ESR) è un indicatore non specifico dello stato patologico del corpo.

ESR normale in diverse categorie di pazienti:

  • neonati - 0-2 mm / h;
  • bambini sotto i 6 anni - 12-17 mm / h;
  • uomini sotto i 60 anni - fino a 8 mm / h;
  • donne sotto i 60 anni - fino a 12 mm / h;
  • uomini sopra i 60 anni - fino a 15 mm / h;
  • donne con più di 60 anni - fino a 20 mm / h.

L'aumento della VES indica infiammazione, infezione acuta o avvelenamento.

Può essere migliorato in tutte le lesioni renali primarie e secondarie. Inoltre, nei pazienti con malattie renali secondarie (ad esempio, diffondere malattie del tessuto connettivo, mieloma multiplo, e altri.) Un significativo aumento di ESR a causa della malattia sottostante. Un alto livello di VES viene raggiunto con la sindrome nefrosica di varia origine.

Eritrociti (RBC, globuli rossi) - elementi di sangue contenenti emoglobina, globuli rossi, che sono coinvolti nel trasporto di ossigeno ai tessuti del corpo e mantenere i processi biologici di ossidazione.

Conta dei globuli rossi normale:

La riduzione del numero di globuli rossi indica anemia (anemia). Leggermente o moderatamente grave anemia è comune tra i pazienti con pielonefrite cronica, sindrome nefrosica.

L'aumento (erythrocytosis) nel numero di erythrocytes avviene quando:

  • tumori;
  • idrope pelvica renale;
  • gli effetti dei corticosteroidi;
  • Malattia e sindrome di Cushing;
  • Vera malattia da policitemia;
  • trattamento steroideo.

Un piccolo aumento relativo del numero di eritrociti può essere associato a un ispessimento del sangue dovuto a ustioni, diarrea, apporto diuretico.

Si osserva una diminuzione del contenuto di globuli rossi quando:

  • perdita di sangue;
  • l'anemia;
  • la gravidanza;
  • hydremia (somministrazione endovenosa di una grande quantità di liquido, cioè terapia per infusione)
  • con deflusso di fluido tissutale nel flusso sanguigno con diminuzione dell'edema (terapia diuretica).
  • ridurre l'intensità della formazione di globuli rossi nel midollo osseo;
  • distruzione accelerata dei globuli rossi.

Emoglobina (Hb, HGB) - trasporta l'ossigeno dai polmoni agli organi e ai tessuti del corpo. L'emoglobina bassa indica anemia (anemia).

Emoglobina normale nel sangue:

  • uomini - 135-160 g / l (grammi per litro);
  • donne 120-140 g / l.

A poco a poco aumentando e raggiungendo, in alcuni casi, in gran parte caratterizzata da anemia cronica e insufficienza renale acuta, così come subacuta giada (extracapillare).

Una diminuzione del contenuto di eritrociti ed emoglobina nel sangue solitamente non è caratteristica del periodo iniziale di malattia renale.

L'aumento dell'emoglobina si osserva quando:

  • eritremia primaria e secondaria;
  • disidratazione (effetto spurio dovuto all'emoconcentrazione);
  • fumo eccessivo (formazione di HbCO funzionalmente inattiva).

Una diminuzione dell'emoglobina viene rilevata quando:

  • l'anemia;
  • iperidratazione (effetto spurio dovuto all'emodiluizione - "diluire" il sangue, aumentando il volume del plasma rispetto al volume dell'insieme degli elementi formati).

Le piastrine (PLT) - sono coinvolte nel processo di coagulazione del sangue. La diminuzione del numero di piastrine indica una scarsa coagulazione del sangue. Una diminuzione naturale dei livelli piastrinici si nota durante le mestruazioni e durante la gravidanza e un aumento dopo l'esercizio. Nei casi di malattie renali, il fattore di coagulazione del sangue deve essere considerato quando si prescrivono determinati farmaci che influenzano l'indice di protrombina.

Gli eosinofili (granulociti eosinofili) sono un tipo di globuli bianchi. Un aumento del contenuto di eosinofili può indicare malattie allergiche, la presenza di vermi.

Oltre all'analisi del sangue generale per le malattie renali, potrebbero essere necessari ulteriori studi, fornendo un quadro più completo del quadro clinico della malattia.

Come non specifici test di laboratorio riflettono il processo infiammatorio nel rene e il grado della sua attività nella diagnosi complesso utilizzato e tali parametri ematici biochimici come proteina C-reattiva, BPA-test, acidi sialici, fibrinogeno, colesterolo, proteine ​​totali e frazioni proteiche, che sono più pronunciati nella fase acuta della malattia o nel periodo della sua esacerbazione in un decorso cronico, così come nella sindrome nefrosica. La definizione di questi indicatori è effettuata con metodi generalmente accettati.

Cambiamento nella composizione elettrolitica del sangue

Nell'insufficienza renale acuta o cronica, così come nell'uso a lungo termine dei diuretici, è richiesto il controllo della composizione elettrolitica del sangue, in particolare, la concentrazione di ioni di potassio, sodio, calcio e cloro.

Normalmente, il siero contiene:

  • il potassio contiene 3,6-5,4 mmol / l,
  • sodio 130-150,
  • Calcio - 2.3-2.8,
  • magnesio - 0,7-1,1,
  • cloro - 90-110 mmol / l.

Il contenuto di questi elementi nel sangue può aumentare significativamente malattie renali accompagnate da oliguria (ridotta diuresi), così come insufficienza renale acuta in pazienti con glomerulonefrite acuta con grave, in pazienti con gravi esacerbazioni di glomerulonefrite cronica, sindrome nefrosica, subacuta nefrite (extracapillare) e altri danni ai reni.

Al contrario, poliuria (aumento del volume di urina) sono stati osservati nei pazienti con pielonefrite cronica in fase poliuricheskoy di insufficienza renale acuta nello sviluppo di insufficienza renale cronica, come pure la convergenza di edema spontaneamente o sotto l'influenza di diuretici può essere associata con iponatriemia, ipopotassiemia e hyposalemia.

Lo studio di tutti questi indicatori nell'analisi del sangue non è importante solo per la diagnosi della malattia renale, ma aiuta anche a valutare la gravità della malattia, a giudicare la prognosi e l'efficacia del trattamento.

Altri Articoli Su Rene