Principale Anatomia

Segni di malattia renale negli adulti

I segni della malattia renale negli adulti sono molto riconoscibili e semplici. Su di loro e sarà discusso in questo articolo, perché per il trattamento corretto e rapido è molto importante diagnosticare correttamente.

Per la malattia renale è caratterizzata da disturbi della minzione, dolore alla schiena, gonfiore. Per molte malattie può essere caratterizzata da febbre, mancanza di respiro, aumento della pressione sanguigna. L'aspetto del paziente sta cambiando. Spesso ci sono lamentele di natura generale.

Disturbi urinari

Riduzione delle urine

Ridurre la quantità di scarico delle urine (oliguria) o la completa assenza di minzione (anuria) può essere dovuta a insufficienza renale acuta a seguito di glomerulonefrite acuta.

Le cause di ritenzione urinaria acuta sono spesso l'ostruzione del tratto urinario (adenoma prostatico, urolitiasi). A volte l'anuria può essere causata da perdita di liquido extrarenale (febbre, sudorazione eccessiva nella stagione calda).

Una diminuzione della minzione in un paziente affetto da malattia renale cronica deve essere allertata sulla possibilità di transizione verso la fase terminale dell'insufficienza renale cronica, specialmente se la comparsa di oliguria è stata preceduta da un periodo di pesante minzione e sete.

Aumentare la quantità di urina

Un aumento della quantità di urina (poliuria) e un aumento secondario del volume di fluido consumato (polidipsia) può essere una conseguenza di disturbi tubulari pronunciati e danni ai tessuti dei reni (rene policistico, pielonefrite cronica).

Lo sviluppo della poliuria nei pazienti con glomerulonefrite indica la progressione della malattia.

La poliuria può svilupparsi a seguito di ipopotassiemia di varia genesi (ad esempio, l'uso a lungo termine di farmaci diuretici). L'appuntamento di farmaci di potassio in questo caso conduce alla normalizzazione della quantità di scarico di urina.

L'insorgenza di poliuria, frequente minzione notturna (nicturia), secchezza delle fauci può indicare lo sviluppo di insufficienza renale e richiede uno studio obbligatorio della creatinina plasmatica e dell'urea.

La poliuria e la polidipsia di origine renale devono essere differenziate da fenomeni simili nei pazienti con diabete. Con una normale concentrazione di glucosio nel sangue, poliuria grave e sete, è necessario escludere la presenza di diabete non zuccherino.

disuria

La presenza di rezie durante la minzione nell'addome e nell'uretra è il più delle volte il risultato di un'infezione del tratto urinario (cistite, uretrite). Tuttavia, questi fenomeni possono essere il risultato della separazione di piccole pietre o masse necrotiche nella tubercolosi renale. Si può verificare una minzione dolorosa in grave ematuria macroscopica durante il passaggio di coaguli di sangue nell'uretra. Fenomeni disurici costantemente ricorrenti possono essere le uniche manifestazioni della tubercolosi del tratto urinario.

Un cambiamento nel colore delle urine, l'aspetto del sangue nelle urine (ematuria) è più spesso osservato nella glomerulonefrite acuta, esacerbazione della glomerulonefrite cronica e infarto renale.

L'aspetto del sangue visibile nelle urine dopo un episodio di colica renale indica spesso l'urolitiasi. L'escrezione di una piccola quantità di sangue scarlatto nelle urine, combinata con frequente minzione dolorosa, è osservata nella cistite emorragica.

L'ematuria improvvisa indolore, che spesso può essere l'unica manifestazione di un tumore del tratto urinario, richiede un'attenzione speciale.

La presenza di sangue nelle urine non sempre indica la natura renale del sanguinamento. Solo l'escrezione urinaria di coaguli di sangue simili a vermi potrebbe indicare il rene come fonte di sangue nelle urine.

Lombalgia

Questo è uno dei frequenti disturbi della malattia renale. Con tutto il dolore nell'area del rene, è necessario uno studio di analisi delle urine. La lombalgia causata da malattie renali, sono per lo più noiose, di solito poco dipendenti dal movimento e dalla posizione del corpo del paziente.

Molto spesso, il dolore è osservato nella pielonefrite acuta o esacerbazione della pielonefrite cronica, così come nella tubercolosi e nei tumori renali.

La glomerulonefrite cronica nella maggior parte dei casi non è accompagnata da lombalgia, tuttavia, con le sue esacerbazioni (così come con glomerulonefrite acuta), che si verificano con ematuria, ci può essere dolore a breve termine che scompare simultaneamente con esso.

Intenso dolore nella zona renale può verificarsi con infarto della vena renale, nefrite apostematica, paranfrite.

L'insorgenza di mal di schiena al momento della minzione può essere osservata con reflusso vescico-ureterale, quando l'urina viene respinta dalla vescica negli ureteri.

Il dolore nella parte bassa della schiena, che si manifesta nella posizione eretta del corpo e scompare nella posizione prona, richiede l'esclusione del prolasso renale.

La presenza di dolore intenso nella parte bassa della schiena e nell'addome, costringendo il paziente a correre, non trova posto, spesso irradiato alla regione inguinale, basso addome, a volte all'ano, si osserva durante il movimento della pietra attraverso l'uretere. Dolori simili possono verificarsi se l'uretere è bloccato da masse necrotiche (tubercolosi renale, papillite necrotizzante) o coaguli di sangue.

febbre

La febbre è meno comune nella malattia renale. Con una distinta proteinuria (proteina nelle urine) o ematuria (sangue nelle urine), combinata con un aumento della temperatura, è necessario escludere una malattia sistemica (il più delle volte nefrite nel lupus eritematoso sistemico.

Molto spesso, un aumento della temperatura corporea nei pazienti nefrologici si verifica nelle malattie infiammatorie dei reni e delle vie urinarie (pielonefrite acuta e cronica, nefrite apostematica, ecc.).

Un aumento acuto della temperatura corporea fino a 39-40 ° C, che si verifica di solito sullo sfondo di assumere qualsiasi farmaco e, inizialmente, accompagnato da un breve periodo di aumento della minzione, seguito da una mancanza di urina, può essere una conseguenza della nefrite interstiziale acuta.

Aumenti improvvisi di temperatura con brividi, indipendentemente dall'assunzione di farmaci antibatterici, possono essere osservati con metastasi e decadimento di tumori renali.
Un aumento prolungato della temperatura a 37-38 ° C, combinato con i cambiamenti nei test delle urine, richiede l'esclusione della tubercolosi del tratto urinario.

Cambiamenti nell'aspetto del paziente

Nel debutto della glomerulonefrite acuta, così come nella nefropatia delle donne in gravidanza, che si verificano con un aumento della pressione sanguigna, l'agitazione può essere osservata con conseguente perdita di conoscenza, morso della lingua, minzione involontaria, seguita da improvvisa inibizione, sonnolenza.

La perdita di coscienza può verificarsi nei casi di sindrome nefrosica grave, così come nei pazienti con la cosiddetta sindrome della sotacause se sono privi di sale o come conseguenza della perdita di sodio extrarenale (con vomito).
I ganglioblocker e i saluretici (ad esempio la furosemide) sono farmaci che possono causare gravi attacchi di debolezza, fino a perdita di coscienza in posizione eretta.

Pallore della pelle può essere spesso visto in pazienti con normale emoglobina nel sangue. Quindi, nei pazienti con sindrome nefrosica, la pelle pallida è causata da uno spasmo di piccoli vasi. Il pallore anemico, la pelle secca, il suo ingiallimento moderato sono caratteristici dell'insufficienza renale cronica.

Le emorragie possono essere osservate in pazienti con glomerulonefrite.

gonfiore

L'edema renale deve essere differenziato da edema per insufficienza cardiaca, insufficienza del drenaggio venoso o linfatico, ed edema di origine allergica.

L'edema renale è morbido, pastoso, simmetrico, facilmente spostato. Pertanto, a letto il paziente deve essere controllato per la presenza di edema nel sacro.
Edema più denso, di solito localizzato su gambe e piedi, più caratteristico delle malattie cardiache, specialmente in combinazione con battito cardiaco frequente, mancanza di respiro, fegato ingrossato.

Il gonfiore isolato degli arti superiori è caratteristico delle reazioni allergiche. Gonfiore isolato sotto gli occhi può essere di origine renale, ma può essere associato alla struttura anatomica del tessuto sottocutaneo.

Mancanza di respiro

La dispnea e l'asfissia di notte sono osservate principalmente in pazienti con insufficienza cardiaca. Forse una sensazione di mancanza di aria nella grave sindrome nefrosica.
Se è impossibile fare un respiro profondo a causa del dolore, è necessario escludere la presenza di pleurite secca, che si verifica nell'insufficienza renale cronica.

Aumento della pressione sanguigna

L'ipertensione arteriosa richiede sempre l'eliminazione della patologia renale. L'ipertensione nella malattia renale di solito si verifica con una pressione diastolica (inferiore) più alta, non causa mal di testa e vertigini significativi nei pazienti, raramente accompagnati da crisi ipertensive.

L'ipertensione arteriosa persistente alta, che non provoca sensazioni pronunciate nei pazienti e scarsamente suscettibili alla terapia antipertensiva, fa sospettare il sospetto di arterie renali. Questa ipotesi è confermata da un'ecografia dei vasi renali.

Reclami generali

I pazienti con malattia renale hanno spesso lamentele di natura generale. Sono preoccupati per debolezza, stanchezza. I pazienti spesso lamentano mancanza di appetito e perdita di peso. La malattia renale può essere accompagnata da irritabilità, sonnolenza, mal di testa.

Tutti questi reclami possono essere i primi segni di una grave malattia renale. Quando appaiono, è necessario contattare un medico che prescriverà un test delle urine generale, nonché metodi aggiuntivi - analisi delle urine secondo Nechiporenko, Zimnitsky, ecografia dei reni. Se necessario, il paziente viene inviato per la consultazione al nefrologo.

Malattia renale

Lascia un commento 32,745

I reni umani sono l'organo più importante del sistema urinario. Quando funzionano male, una persona ha sintomi di malattia renale. La loro intensità e ampiezza dipendono da diverse lesioni. Alcune malattie sono asintomatiche o i sintomi sono lievi, mentre altre malattie hanno sintomi vividi che sono difficili da tollerare. I reni malati in una persona richiedono un trattamento tempestivo, perché se non vengono curati, la patologia diventa cronica e il paziente è a rischio di conseguenze pericolose.

Le principali cause e tipi di malattie

Le patologie renali croniche e acute si presentano per una varietà di ragioni acquisite o congenite. Le cause acquisite di malattia d'organo sono:

  • danno con conseguente integrità dell'organo danneggiato;
  • processo di scambio scorretto;
  • eccesso del livello stabilito di tossine nel sangue;
  • una malattia infettiva causata da batteri che sono entrati nella vescica nei reni;
  • malattie autoimmuni in cui il sistema immunitario si indebolisce e si verifica un'infiammazione.

Ciascuno dei motivi di cui sopra può influenzare il corpo di una donna, un uomo e un bambino. È importante conoscere i segni della malattia e notarli in tempo per prendere farmaci tempestivi.

classificazione

Le patologie renali si dividono in due categorie:

  1. La prima categoria comprende le malattie che colpiscono contemporaneamente due reni. In questo caso, le funzioni dell'organo si deteriorano significativamente, il che influenza il lavoro dell'intero organismo. Nefrite e nefrosclerosi sono patologie bilaterali dei reni.
  2. La seconda categoria comprende le malattie, a seguito delle quali la struttura cambia o la funzione di un solo organo viene disturbata. Questi includono tumori, malattia tubercolare renale e formazione di calcoli.
Torna al sommario

Malattie congenite ed ereditarie

I problemi renali sono spesso associati a anomalie congenite o ereditarie. Questo tipo di malattia è osservato in un quarto dei pazienti con patologie croniche dei reni. Le malattie ereditarie e congenite sono classificate come segue:

  1. Patologie anatomiche dei reni, che a loro volta si dividono in patologia quantitativa e deviazioni della forma degli organi.
  2. In caso di disembriogenesi istologica di un organo, la formazione di formazione cistica o altre anomalie renali è già possibile nel processo di sviluppo prenatale.
  3. La presenza di giada ereditaria.
  4. Tubulopatia primaria, secondaria o dismetabolica.
  5. Uropatia o nefropatia si sviluppano quando nella struttura sono presenti sindromi cromosomiche o monogeniche.
  6. Nei bambini, c'è spesso un tumore di Wilms, che si verifica anche nel periodo dello sviluppo intrauterino.
Torna al sommario

I sintomi della malattia renale

All'inizio, i sintomi della malattia renale possono essere assenti e la persona non sospetta nemmeno la presenza di patologia nell'organo. Con il progredire della malattia, compaiono i primi segni comuni di malattia renale:

  1. Dolore nei reni, che dà al lombare. Data la malattia e il suo grado, il dolore può avere una natura e un'intensità diverse. A volte si irradiano nell'area pubica, la cavità femorale e addominale. Tali dolori spesso indicano convulsioni di colica renale.
  2. Le impurità del sangue nelle urine sono caratteristiche della formazione di calcoli, pielonefrite cronica, infiammazione e tumori. L'urina può assumere un colore leggermente rosato e talvolta diventa scarlatta.
  3. L'insorgenza di edema, che dapprima dà fastidio esclusivamente al mattino e gonfiore compaiono solo sotto gli occhi. Nel tempo, gli arti inferiori e le braccia del paziente si gonfiano.
  4. Escrezione compromessa di urina, in cui una persona avverte dolore. I segni comuni di malattia renale sono anuria o oliguria, nel primo caso l'urina è assente, nel secondo la sua quantità giornaliera è significativamente ridotta.
  5. In caso di malattia renale, il paziente lamenta una cattiva salute, che è associata a una ridotta funzionalità dell'organo. I reni diventano difficili da rimuovere sostanze tossiche e scorie dal corpo. Questo influenza le condizioni di una persona, sperimenta una costante stanchezza, la sua capacità di lavorare diminuisce, ci sono dolori alla testa e nessun appetito. Nel tempo, ci sono malattie infiammatorie dei reni e intossicazione del corpo.

La malattia renale prolungata spesso causa al paziente di sviluppare ipotensione arteriosa, la pelle diventa pallida, la loro struttura cambia.

I sintomi dipendono dalla violazione

nefrolitiasi

I segni generali di malattia renale possono essere integrati, a seconda della patologia che ha colpito l'organo. Così, quando i nefrolitiasi si formano nell'organismo, in cui ci sono tali sintomi aggiuntivi:

  • dolore acuto, insopportabile;
  • nausea;
  • vomito;
  • segni di shock: una persona viene gettata in un sudore freddo;
  • pelle pallida;
  • il cuore batte più veloce.

Con un decorso lieve negli esseri umani, si verifica solo un leggero dolore. Va notato che la nefrolitiasi colpisce solo i reni, le pietre non si formano in altri organi del sistema urogenitale. Quando il calcolo entra nell'uretere e nella vescica, la membrana mucosa viene ferita, portando a ematuria.

glomerulonefrite

Una malattia in cui i tubuli e i glomeruli dell'organo si infiammano è chiamata glomerulonefrite. La malattia può provocare insufficienza e disabilità. La patologia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • manifestazione di mal di testa;
  • affaticamento, apatia;
  • gonfiore sul viso;
  • riducendo la quantità di urina;
  • disturbo del sonno;
  • irritabilità;
  • stato depresso.
Torna al sommario

pielonefrite

La pielonefrite, associata a un'infezione dell'organo, è la causa dell'infiammazione. In patologia, compaiono i seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura fino a 39 ° C;
  • sudorazione significativa;
  • ebbrezza;
  • dolore nella parte inferiore della schiena, nell'addome inferiore e nell'inguine;
  • torbidità delle urine.

Dato lo sviluppo della patologia, nel tempo, una persona si lamenta di un attacco di dolore che si preoccupa di notte. La patologia è caratterizzata dalla comparsa di edema sul viso. Se si sviluppa una forma permanente di patologia, i sintomi sono più deboli. A volte non ci sono segni di pielonefrite, la persona sente solo stanchezza costante e sudorazione durante la notte.

Malattia del rene policistico

Quando un organo di questo tipo è malato, le cisti si formano nei tessuti che contengono fluido all'interno. Innanzitutto, il policistico non è contrassegnato da alcun segno e viene rilevato casualmente durante l'esame. Man mano che la ciste cresce, compaiono i seguenti segni di patologia:

  • dolori del carattere lamentoso nella parte bassa della schiena e nella cavità addominale;
  • sangue periodico nelle urine;
  • perdita di peso, mancanza di appetito;
  • chiarificazione delle urine e aumento della sua quantità;
  • diarrea o stitichezza;
  • prurito della pelle.

Se il policistico non viene trattato, l'insufficienza renale si verifica nel tempo.

Nephroptosis

La nefroptosi non è una patologia congenita, sono necessarie cause specifiche per lo sviluppo della malattia. Esistono fattori di rischio per lo sviluppo della nefroptosi:

  • un forte aumento o diminuzione del peso;
  • danno d'organo esterno;
  • gravidanza e parto;
  • esercizio intenso

La malattia è caratterizzata da dolori dolorosi e tiranti nella colonna lombare, che scompare quando si prende una posizione prona. Nel corso del tempo, le sensazioni dolorose diventano più forti e non scompaiono quando la posizione del corpo cambia. Col tempo, il dolore alla testa aumenta, la persona si ammala, si verifica il vomito. Se il tempo non rivela una deviazione, allora devi fare l'operazione.

idronefrosi

La violazione in cui l'urina non è normalmente visualizzata e allunga le coppe e il bacino, ha il nome di idronefrosi. Nella maggior parte dei casi, si osserva nelle donne sotto i 40 anni di età. La malattia provoca dolore lombare, febbre, nausea e vomito. Se il tempo non rivela una deviazione, allora l'idronefrosi può portare a una rottura della pelvi, a seguito della quale l'urina cadrà nella regione addominale.

Formazione di tumori

Nei reni possono verificarsi tumori benigni e maligni. La deviazione è caratterizzata dalla proliferazione del tessuto organico, che consiste in cellule alterate. I tumori causano questi sintomi:

  • problemi di salute generale, debolezza e rapido affaticamento;
  • bocca secca, mucose secche;
  • dolore alla schiena, addome;
  • perdita di peso, perdita di appetito;

Le lesioni benigne sono meno comuni. Nelle malattie del rene di carattere maligno, si avvertono sintomi più luminosi. Nelle ultime fasi, il paziente è più spesso disturbato dalle metastasi, che vengono somministrate agli organi interni vicini. Di conseguenza, non solo i reni, ma anche tutti gli organi sono interrotti.

Insufficienza renale

Il fallimento è caratterizzato da parziale o completa mancanza di funzionalità renale. La deviazione associata a patologie secondarie provoca spesso conseguenze avverse ed è fatale. Dal momento che i prodotti di decadimento non vengono rimossi dal corpo e gradualmente avvelenarlo. Un segno caratteristico di fallimento è una diminuzione del numero o dell'assenza di urina.

diagnostica

La medicina moderna ha molti modi in cui qualsiasi malattia renale può essere identificata. La diagnosi completa è estremamente importante, che include:

  • test di laboratorio;
  • doppler vascolare;
  • ultrasuoni;
  • nefrostsintigrafiyu;
  • biopsia;
  • CT e RM.

È possibile trattare i reni dopo una diagnosi accurata. La terapia è prescritta dal medico curante, dati i sintomi e le controindicazioni associati.

trattamento

Il trattamento della malattia renale dipende dalla gravità della patologia e dalle complicanze presenti. Esistono procedure mediche di base:

  • assunzione di farmaci;
  • un intervento chirurgico;
  • Hepatology.

Se c'è un'infiammazione nei reni, viene indicato un trattamento farmacologico, che migliora il processo di rimozione delle urine ed elimina i sintomi spiacevoli. Di regola, i medici offrono questa lista di farmaci:

  • "No-spa";
  • "Papaverine";
  • "Canephron" e "Cyston", se la formazione di pietre si è unita.

Se le anomalie associate ai reni non possono essere eliminate con il metodo del farmaco, è indicato il trattamento chirurgico. L'operazione è necessaria per la formazione di un tumore, grandi pietre e nei casi in cui si sono verificate complicanze della malattia renale. Le malattie chirurgiche richiedono l'aderenza a una dieta postoperatoria e talvolta richiedono un trattamento più medico. L'emodialisi viene utilizzata in caso di insufficienza renale. Tale trattamento consiste nel purificare il sangue e il corpo dalle tossine attraverso l'apparato del "rene artificiale".

Trattamento di rimedi popolari

Se i reni sono malati, allora puoi provare a liberarti del problema dei rimedi popolari. La medicina tradizionale aiuta nei casi in cui vi è una leggera infiammazione o la malattia rimane in una fase precoce. I seguenti sono i nomi delle erbe che sono efficaci nel trattamento della malattia renale:

  • eterna;
  • foglie di betulla;
  • camomilla;
  • calendula;
  • menta piperita;
  • Erba di San Giovanni;
  • equiseto di campo;
  • ginepro;
  • rosa canina

Dei componenti di cui sopra preparano decotti, tinture e altri agenti terapeutici. Le erbe medicinali possono avere un effetto diuretico e rimuovere le tossine dal corpo. I brodi di ingredienti naturali eliminano i sintomi spiacevoli, hanno effetti antispastici. A volte i rimedi popolari vengono usati nel periodo postoperatorio o come prevenzione delle malattie renali.

prevenzione

La prevenzione delle malattie dei reni e delle vie urinarie riduce significativamente il rischio di patologie. Una persona dovrebbe mangiare bene e condurre uno stile di vita attivo. I medici raccomandano di stimolare i punti che migliorano il lavoro dei reni e dell'uretere. Bevi molti liquidi al giorno. Se si verificano i primi sintomi spiacevoli dovrebbe consultare un medico.

I sintomi della malattia renale nelle donne

I reni sono uno dei principali organi coinvolti nella regolazione dell'omeostasi chimica (l'ambiente interno permanente del corpo). Fanno parte del sistema urinario umano, hanno una dimensione di circa 10-11 cm di lunghezza e la forma dei fagioli di fagioli. Il peso di un rene in una donna può raggiungere 180-200 g, mentre il rene sul lato sinistro può essere più grande di alcuni millimetri rispetto al rene del lato destro. La parte principale del rene è il suo parenchima, che supporta il necessario equilibrio idrico-elettrolitico. L'accumulo di urina avviene con l'aiuto delle coppe del rene e l'eliminazione - con l'aiuto del bacino, che fluisce nell'uretere, che si collega alla vescica. All'esterno, la capsula renale è ricoperta da un film fibroso che non ha significato funzionale. In questo articolo, imparerai a conoscere i sintomi della malattia renale nelle donne.

I sintomi della malattia renale nelle donne

La malattia renale nelle donne può essere associata a danni a una qualsiasi delle sue parti. Ciascuna delle patologie ha sintomi specifici, che le donne devono essere a conoscenza di chi è a rischio di malattie del sistema urinario. Include donne con ridotta immunità, obesità, affette da varie dipendenze. Il gruppo a maggior rischio di malattia dell'arteria renale, a causa della quale si verifica l'apporto di sangue all'organo, comprende donne con disturbi fisico-fisici, malattie endocrine e vascolari.

Possibili cause

La malattia renale è una delle cause più comuni di dolore sordo e doloroso nella parte bassa della schiena nelle donne. Le sensazioni dolorose possono essere accompagnate da disturbi disurici (disturbi urinari), febbre, colica renale, deterioramento generale del benessere e debolezza. In caso di malattie infettive dei reni, ad esempio la pielonefrite, la sindrome del dolore può avere una localizzazione sfocata ed essere associata a segni di cistite o uretrite: minzione frequente e dolorosa, sedimentazione o comparsa di vene macchiate di sangue nel fluido urinario, torbidità delle urine.

Secondo le statistiche dei medici, il 4,5% della popolazione femminile russa soffre di problemi renali.

Con le cisti e i tumori maligni del rene, una donna può sentire un sigillo nell'area di proiezione dei reni, che nelle fasi iniziali può essere indolore, ma con il progredire della malattia, la sindrome del dolore assume un'intensità moderata o alta. Lo stesso quadro clinico può essere osservato in caso di prolasso renale (rene vagante) o displasia policistica.

Le cause di uno qualsiasi di questi sintomi, se sono associati a disturbi nel sistema renale, possono essere:

  • pielonefrite (comprese forme rare - pylonephritis xanthogranulomatous e enfisematoso);
  • glomerulonefrite;
  • malattia del rene policistico;
  • prolasso renale (rene omesso o vagante);
  • nephrosclerosis;
  • carcinoma a cellule renali.

Se una donna è preoccupata per il dolore grave nella parte bassa della schiena, che è accompagnata da febbre, febbre alta e disturbi urinari, si dovrebbe immediatamente cercare un aiuto medico, in quanto tali segni possono essere sintomi di piro- trosi - infiammazione purulenta dei reni. È inoltre necessario consultare un medico se una donna è preoccupata per i dolori alla schiena regolari di varia intensità, così come la sindrome dell'edema o i disordini disurici.

Per i problemi ai reni, il gonfiore sarà uguale in tutto il corpo.

Malattia del rene policistico

La prevalenza di questa malattia tra le donne in età riproduttiva è di circa il 17%. La malattia renale policistica è caratterizzata dalla displasia del parenchima renale e dalla formazione sulla sua superficie di escrescenze cistiche singole o multiple. Il numero più elevato di pazienti con questa diagnosi appartiene alla categoria di mezza età (da 30 a 45 anni), anche se nelle ragazze possono manifestarsi varie forme di displasia renale da 2 a 10 anni. La malattia policistica ha una natura genetica ed è associata a una compromissione della sintesi di alcune proteine, ad esempio la fibrocistina.

Patologia ereditaria che porta alla formazione di cisti renali

Fatto! Circa il 90% dei casi di danno al rene policistico sono forme ereditarie.

sintomi

La malattia renale policistica può essere asintomatica per diversi anni. Molto spesso, le donne non notano alcun sintomo mentre le cisti sono piccole e si trovano in uno stato non infiammatorio. Man mano che le formazioni crescono, appaiono dei segni specifici, ad esempio:

  • dolore acuto, tagliente o lancinante nella regione lombare dal processo patologico;
  • diminuzione della diuresi giornaliera;
  • deterioramento del benessere generale;
  • mal di testa;
  • sensazione di spremitura e diffusione nei reni;
  • consolidamento doloroso nella sede del rene interessato.

Il dolore durante la minzione con malattia renale policistica è solitamente assente. La temperatura corporea aumenta con l'infiammazione della cisti o riempiendo la sua cavità con contenuti purulenti.

È importante! Ci sono casi in cui il peso di un rene policistico ha raggiunto i 20-30 kg, quindi se si rilevano sintomi che possono indicare una malattia renale (anche con un decorso sfocato), è necessario consultare immediatamente un medico.

trattamento

Di grande importanza nel trattamento della malattia del rene policistico è la correzione dello stile di vita. Una donna deve limitare il consumo di sale da cucina, bevande contenenti caffeina e cibi (in particolare cioccolato, cacao e prodotti con glassa per dolciumi), cibi grassi che aumentano i livelli di colesterolo nel sangue. Anche la quantità di proteine ​​nella dieta è ridotta, poiché una quantità eccessiva di questi può causare ipertensione arteriosa e proteinuria. Ai pazienti con reni policistici è vietato trattare con ormoni, alcol, fumare.

Indicazioni e controindicazioni per l'emodialisi

Un compito importante nella complessa terapia della malattia del rene policistico è mantenere la pressione sanguigna normale. Per fare questo, applicare farmaci antipertensivi (Dopegit, Nifedipine, Metildopa). Se necessario, la terapia sostitutiva è prescritta emodialisi. Nei casi più gravi può essere necessaria la rimozione dei reni.

nephrosclerosis

La nefrosclerosi è una grave malattia renale, che viene comunemente chiamata "rene avvizzito". Questa patologia è stata chiamata perché il rene in nefrosclerosi è ridotto di dimensioni e la sua superficie diventa rugosa e nodulare a causa della sostituzione del tessuto parenchimale con fibre connettive. Le cause della malattia nelle donne possono essere diverse:

  • ipertensione arteriosa stabile;
  • aterosclerosi delle arterie renali, attraverso cui il sangue scorre alle cellule dell'organo;
  • malattie del sistema renale (pielonefrite, glomerulonefrite);
  • diabete mellito;
  • alcune infezioni gravi, come la sifilide o la tubercolosi.

Per la diagnosi di nefrosclerosi, è necessario sottoporsi a una serie di procedure diagnostiche: ecografia e radiografia degli organi addominali, angiografia dei vasi sanguigni, risonanza magnetica e TC con l'uso di agenti di contrasto. La diagnosi primaria include test di laboratorio su urina e sangue. Affinché un medico possa prescrivere correttamente gli esami necessari, è importante descrivere completamente i reclami e i sintomi esistenti.

sintomi

Uno dei principali segni di nefrosclerosi è un dolore doloroso costante alla schiena, che è localizzato non solo nella zona del rene interessato, ma può diventare fuoco di Sant'Antonio o diffuso. I dolori dolorosi possono essere sostituiti tirando sensazioni, formicolio. Nei casi più gravi sono possibili dolori da taglio o da pugnale, con una precisa localizzazione sul lato del processo patologico. Un sintomo tipico di questa patologia è anche un aumento della pressione: durante i periodi di crisi nefrosclerotica, le letture del tonometro possono salire a 160/110 e anche più in alto.

Rene con nefrosclerosi

Le donne possono anche avere un sintomo complesso di disturbi disurici, che di solito include i seguenti disturbi:

  • svuotamento incompleto della vescica;
  • dolore durante la minzione;
  • urina involontaria.

Altre manifestazioni e forme di disuria caratteristiche della nefrosclerosi sono riportate in tabella.

Tabella 1. Disuria con nefrosclerosi

Negli studi di laboratorio sulle urine, è possibile identificare varie forme di proteinuria (rilevamento di proteine ​​o di sue tracce nelle urine), nonché una bassa percentuale di fluido urinario.

trattamento

Il trattamento conservativo della nefrosclerosi è inefficace, pertanto, al momento di confermare questa diagnosi, a una donna verrà somministrata una nefrectomia - un'operazione per rimuovere il rene interessato o parte di esso. Il periodo di recupero dipende dal metodo scelto, dallo stato del sistema immunitario, dall'età del paziente e da altri fattori e può variare da 2 a 8 settimane.

A seconda dello stadio della malattia, può essere rimossa una parte del rene (nefrectomia parziale) o l'intero rene (nefrectomia semplice)

pionefrosi

Malattia grave, nella maggior parte dei casi, una complicazione del trattamento improprio o tardivo della pielonefrite cronica. Se l'infiammazione renale è passata nella fase terminale, la cavità renale è piena di pus, urina e elementi necrotici dell'organo.

Fusione purulenta del tessuto renale con la formazione di un ascesso

Un fluido infiammatorio (essudato) si accumula nelle pareti della pelvi renale, che porta a iperemia e gonfiore. Se la pironefrosi non viene diagnosticata in tempo, o il paziente rifiuta il trattamento che le viene offerto, può verificarsi una svolta del contenuto purulento nella cellulosa periofisaria, portando ad avvelenamento del sangue e allo sviluppo della sepsi urogenitale.

sintomi

La malattia nel decorso acuto ha sintomi pronunciati e specifici, che consentono al medico di sospettare immediatamente un possibile processo purulento-distruttivo e di prescrivere la corretta serie di diagnosi primarie. La principale lamentela con cui le donne arrivano alla reception dall'urologo è il dolore nella regione lombare. Il suo carattere può essere diverso, ma nella maggior parte dei casi, i pazienti descrivono il dolore come dolore noioso e dolente di media o alta intensità. Tali dolori possono aumentare con intenso sforzo fisico, ipotermia, prolungata permanenza in una posizione.

Ultrasuoni del rene con pyonephrosis

Se la malattia è in forma acuta, il paziente avrà manifestazioni pronunciate di intossicazione purulenta: forte mal di testa, febbre alta, sudorazione eccessiva, brividi, febbre. Altri sintomi caratteristici della pyonephrosis includono:

  • un aumento del rene infiammato e della sua mobilità limitata, che è determinata dalla palpazione;
  • torbidezza di urina con precipitazione nella forma di fiocchi densi;
  • la formazione di sedimenti purulenti sul fondo del serbatoio con urina;
  • pelle pallida;
  • astenia severa (affaticamento e affaticamento rapido).

In tutte le forme e stadi della pirofedosi nelle urine, aumenta il numero di eritrociti.

trattamento

Il trattamento della pyonephrosis è sempre chirurgico. Se una donna va in ospedale troppo tardi, viene utilizzata una nefrostomia prima dell'operazione - un catetere viene inserito attraverso la pelle per creare modi artificiali per rimuovere l'urina dal rene infiammato. L'installazione della nefrostomia viene eseguita utilizzando la puntura sottocutanea sotto controllo a raggi X o ultrasuoni.

Tubo per nefrostomia nella pelvi renale

pielonefrite

Questa è la più comune malattia renale nelle donne che può verificarsi a qualsiasi età. Il più spesso, le donne da 20 a 45 anni soffrono di pyelonephritis. Il processo infiammatorio primario nei tubuli renali ha quasi sempre un decorso acuto e in assenza di una terapia tempestiva diventa cronico. Nel 67% dei casi, la malattia è di natura batterica ed è causata da batteri del gruppo di stafilococchi, Escherichia coli e Pseudomonas aeruginosa. Questo spiega la fattibilità di prescrivere antibiotici ad ampio spettro e agenti antimicrobici per trattare varie forme di pielonefrite.

Infiammazione del rene - Pyelonephritis

La principale fonte di infezione del rene sono altri organi del sistema urogenitale: la vescica, l'uretra (uretra) e gli ureteri. Quando i batteri ematogeni infezione entrano nel rene attraverso il sangue da altri focolai, che possono essere doloranti denti, stomaco, intestino e altri organi interni.

I sintomi della pielonefrite sono piuttosto diversi, quindi non dovresti provare a diagnosticare te stesso, anche se la malattia non si verifica per la prima volta. I segni tipici dell'infiammazione del rene sono:

  • dolore parossistico nella regione lombare principalmente dal processo infiammatorio (in assenza di blocco con pietre e ossalati);
  • sindrome da intossicazione (mancanza di appetito, debolezza, mal di testa, febbre, febbre);
  • violazione del disordine urinario e diuresi (osservato con pielonefrite, complicata dall'infiammazione della vescica o dell'uretra).

Nelle donne anziane, il dolore può essere offuscato e localizzato nell'addome inferiore e non nella parte posteriore. Lo stesso quadro clinico è tipico per le ragazze di età compresa tra 5 e 12 anni, pertanto, con disturbi del dolore addominale, un'ecografia dei reni e della vescica viene eseguita per tutti i bambini.

Forme rare di infiammazione renale

Una delle rare forme di pielonefrite nelle donne è l'infiammazione enfisematosa (purulenta). Si sviluppa quando un rene è infetto da batteri che scompongono il glucosio in bolle di anidride carbonica e acido. La malattia procede con sintomi acuti e il trattamento viene sempre eseguito in ambiente ospedaliero e spesso richiede l'uso di metodi chirurgici (non è possibile effettuare trattamenti di conservazione degli organi in tutti i casi).

I sintomi della pielonefrite enfisematosa includono:

  • un forte aumento della temperatura fino a 40 ° sullo sfondo di un rapido aumento della sindrome da intossicazione (febbre, tremori nel corpo, sudorazione, mal di testa, nausea);
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • vomito indomabile;
  • stimolazione motoria;
  • dolore intenso nella parte bassa della schiena;
  • mucose secche della bocca;
  • debolezza muscolare e dolori articolari.

In alcuni casi, il dolore in caso di infiammazione enfisematosa dei reni può essere così grave che una donna viene portata in ospedale in uno stato di dolore profondo e shock tossico.

Un'altra rara forma di pielonefrite è l'infiammazione xantogranulomatosa, in cui un gran numero di microfaghe e linfociti si accumulano nel parenchima renale. Il trattamento della malattia è complicato dalla difficoltà di diagnosi, poiché anche con la presenza di moderne attrezzature la pielonefrite xantogranulomatosa è molto difficile da differenziare dal tumore al rene.

Trattamento della pielonefrite

Le basi della terapia conservativa del processo infiammatorio nei reni sono antibiotici. I pazienti con pielonefrite cronica devono essere consapevoli che solo i regimi di combinazione sono efficaci per il trattamento di questa patologia quando vengono utilizzati diversi farmaci antibatterici per il trattamento. Il più delle volte si tratta di combinazioni di fluorochinoloni con penicilline semisintetiche o cefalosporine. In alcuni casi, la combinazione di aminoglicosidi e penicilline diventa efficace, ma è consigliabile prescrivere un tale regime di trattamento solo dopo coltura batterica e determinazione del tipo di patogeno.

Le medicine devono essere prescritte da un medico.

Come metodi ausiliari, il cateterismo renale viene utilizzato per normalizzare il deflusso delle urine, stimolando la ginnastica renale con Furosemide o Lasix, così come la correzione farmacologica mirata ad aumentare la difesa antiossidante del corpo.

Carcinoma a cellule renali (carcinoma renale)

Questa è una grave malattia renale, caratterizzata dalla formazione di un tumore maligno epiteliale nella struttura parenchimale dell'organo. Nelle donne, il cancro del rene è 2 volte meno comune che negli uomini, tuttavia, l'incidenza di questa patologia è piuttosto elevata e la prognosi di sopravvivenza dopo la conferma della diagnosi è sfavorevole. I principali fattori che contribuiscono ai processi maligni nei reni sono:

  • malattia renale cronica (malattia policistica, displasia del tessuto renale parenchimale, insufficienza renale cronica, pielonefrite);
  • in sovrappeso;
  • dipendenza da fumo e alcol;
  • rimozione chirurgica dell'utero nella storia.

Fasi del cancro del rene

Una serie standard di misure diagnostiche viene utilizzata per diagnosticare il cancro del rene: risonanza magnetica o tomografia computerizzata, ecografia e esame istologico di materiale biologico. La radiografia per sospetto cancro del rene viene eseguita utilizzando un mezzo di contrasto (urografia endovenosa).

sintomi

Il principale pericolo del carcinoma a cellule renali è l'assenza di segni specifici che permettano di sospettare la patologia in una fase precoce. I sintomi gravi di solito compaiono dopo l'inizio del processo di metastasi, quindi le donne dovrebbero monitorare attentamente qualsiasi cambiamento nella loro salute e benessere e consultare un medico anche con un leggero deterioramento.

Le manifestazioni del tumore al rene 2-3 gradi includono:

  • aumento regolare della temperatura corporea e parametri basali fino a 37.2 ° -37.3 °;
  • l'aspetto del sangue nelle urine;
  • anemia grave associata a perdita di sangue permanente (se la donna non va in ospedale subito dopo aver rilevato i primi segni di ematuria);
  • dolore moderato nella parte bassa della schiena dal processo patologico;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • sigillo nella proiezione del rene interessato (trovato sulla palpazione).

Il sangue nelle urine in un linguaggio professionale è chiamato ematuria.

Una donna può anche notare sintomi clinici generali caratteristici di tutti i tipi di cancro: perdita di peso, mancanza di appetito, stanchezza cronica e progressiva diminuzione della capacità lavorativa.

Rene caduto

Il prolasso renale è una patologia piuttosto rara, che si esprime nella mobilità anormale dell'organo. Lo spostamento del rene si osserva principalmente nelle donne, poiché i nefrologi ritengono che il principale fattore eziologico sia l'indebolimento dei muscoli addominali e della giornata pelvica a seguito di numerose gravidanze. Il principale gruppo di rischio comprende principalmente le donne con una storia di tre o più gravidanze, così come i pazienti che hanno avuto una grande perdita di peso in un breve periodo di tempo.

Altre possibili cause del prolasso renale includono anche:

  • ferite e lividi lombari;
  • stitichezza cronica che richiede tensioni durante i movimenti intestinali;
  • trasporto giornaliero di pesi (ad esempio, pacchi pesanti dal negozio);
  • asma bronchiale, pertosse e altre malattie accompagnate da attacchi di tosse secca grave.

L'omissione del rene destro nelle donne è osservata 8 volte più spesso della sinistra.

È importante! Se una donna si trascina cercando un aiuto medico, possono svilupparsi gravi complicazioni: pizzicamento del rene o dell'ubriacea dell'organo.

sintomi

Rene omesso (errante) può passare inosservato a lungo. Una donna può essere disturbata da un dolore moderato nella regione lombare, nell'articolazione iliaca o nell'ipocondrio. Molte persone accusano questo dolore di stress o stanchezza fisica, quindi la maggior parte delle donne si rivolge al medico già sul palco quando lo spostamento raggiunge diversi centimetri. Segni distintivi di patologia in questa fase saranno i seguenti sintomi:

  • la scomparsa del dolore nella posizione supina;
  • individuazione di una formazione ispessita ed estremamente dolorosa sotto il bordo inferiore delle costole;
  • toni opachi con percussioni (tapping);
  • irritabilità e temperamento.

Il danno ai nervi causato dallo spostamento del rene, che li comprime, può causare lo sviluppo della sindrome isterica, che, insieme alle sensazioni dolorose, dovrebbe essere la ragione per l'esame diagnostico.

Il trattamento della patologia comporta l'uso di speciali fasce di fissazione e l'assunzione di farmaci sintomatici. In assenza dell'effetto del trattamento conservativo, vengono utilizzati metodi chirurgici per fissare il rene nella posizione anatomicamente corretta. Se necessario, la correzione della violazione viene eseguita contemporaneamente.

Riassumiamo

La malattia renale è un vasto gruppo di patologie che consiste nella distruzione del funzionamento di uno degli organi principali del sistema urinario. Il rischio di malattie renali nelle donne è significativamente più alto che negli uomini, quindi devono avere informazioni sui possibili sintomi e cause di queste malattie, oltre a essere in grado di differenziarle da altre patologie degli organi interni. Ciò ridurrà il rischio di complicanze, ridurrà il tempo delle misure diagnostiche primarie e inizierà immediatamente il trattamento necessario.

Malattie renali: tipi, cause, sintomi e pronto soccorso

I principali tipi di malattie renali che causano gravi preoccupazioni sono l'insufficienza renale acuta, la colica renale, l'ematuria e la ritenzione urinaria acuta. Con una di queste condizioni, l'aiuto a casa, sfortunatamente, non è sempre efficace. È preferibile se il paziente è ricoverato in ospedale in un istituto medico dove saranno adottate misure terapeutiche professionali.

Insufficienza renale acuta: cause e segni di malattia renale

Parlando di ciò che sono le malattie dei reni, prima di tutto è necessario considerare l'insufficienza renale acuta - una condizione pericolosa per la vita caratterizzata da un rapido, brusco declino della funzione renale a causa della loro carenza di ossigeno, danno tossico o immunitario.

Si manifesta con shock, emorragia massiva, grave disidratazione, forte diminuzione della pressione sanguigna, ustioni, intossicazione (con sali di metalli pesanti, aceto, funghi velenosi, ecc.) O sovradosaggio di farmaci (antibiotici, sulfonamidi), danno diretto al tessuto renale (con malattie rene), a seguito di violazioni del deflusso di urina. Inoltre, la causa dell'insufficienza renale acuta può essere il blocco del tratto urinario con coaguli di sangue, calcoli, formazioni tumorali.

L'insufficienza renale acuta (ARF) si sviluppa gradualmente. Innanzitutto, ci sono segni del principale processo patologico che ha causato l'ARF; ci può essere una diminuzione o, al contrario, un aumento della minzione. Quindi il paziente inizia a lamentarsi di debolezza; la sua pressione sanguigna aumenta, la sua temperatura corporea diminuisce.

Quali sono i sintomi della malattia renale in seguito? A poco a poco, la minzione diminuisce a 300-500 ml / die. (a volte fino a 50 ml / die.) Il sistema nervoso centrale inizia a soffrire (da uno stato di letargia o di eccitazione allo sviluppo del coma). Appare l'edema

Nella fase successiva, si verifica il recupero della minzione, ma la densità delle urine rimane molto bassa.

Nella fase di recupero, la funzione renale è normalizzata.

La condizione richiede supervisione medica e trattamento. Fornendo il primo soccorso per questa malattia renale, prima del ricovero, al paziente può essere somministrata una sorta di diuretico: furosemide o lasix (40-80 mg) per via endovenosa.

Colica renale: sintomi, che i farmaci aiuteranno con la malattia renale

Colica renale è una manifestazione classica di urolitiasi. La causa dei sintomi di questa malattia renale è più spesso un blocco dell'uretere con una pietra, meno spesso - una piega dell'uretere.

La colica renale inizia molto bruscamente, spesso senza alcun precedente malessere. Molto spesso, lo sviluppo di un attacco è provocato da sforzo fisico, sollevamento pesi, alcolismo, guida su una strada accidentata. Fattori di rischio: urolitiasi in un paziente o suoi parenti, malattie infettive, esercizio fisico, assunzione di alcool, farmaci poco solubili, una grande perdita di liquidi.

I primi segni di questa malattia renale sono il dolore improvviso nella regione lombare, che poi si diffonde allo stomaco, lungo l'uretere verso la vescica, il pene o la vagina. Taglio dolore, crampi, accompagnato da minzione frequente per urinare, taglio nell'uretra. I pazienti si precipitano, cercano di trovare una posizione comoda, si lamentano di nausea, vomito; ci possono essere svenimenti, ipertensione, battito cardiaco lento. Un altro sintomo di questa malattia renale è la necessità di urinare, ma la minzione stessa è difficile, spesso dolorosa e potrebbero esserci tracce di sangue nelle urine.

La colica renale può terminare da sola dopo che la pietra è passata nella vescica. Quali farmaci per questa malattia renale saranno più efficaci? Iniziare a fornire assistenza con l'introduzione di analgesici e antispastici: baralgina (5,0 ml per via intramuscolare), ketorolac (30 mg per via intramuscolare), ma shpy (40-80 mg per via intramuscolare), 0,2% platyphylline (1,0 ml per via sottocutanea) 0,1% atropina (1,0 ml per via sottocutanea). La nitroglicerina (0,25 mg) viene somministrata sotto la lingua. Se non vi è alcun dubbio che la diagnosi sia corretta, è possibile inserire una piastra elettrica sulla regione lombare o mettere il paziente in un bagno caldo.

Come si manifesta l'ematuria e come eliminare l'attacco

Ematuria è l'aspetto del sangue nelle urine. Le cause più comuni sono la formazione di tumori, calcoli, lesioni renali, malattie infettive delle vie urinarie, farmaci (analgesici, anticoagulanti, contraccettivi orali, ecc.). Ci sono:

  • microembruria - è determinata solo dall'esame microscopico;
  • ematuria macroscopica - determinata visivamente. L'ematuria può essere ripetuta o essere singola. Le lamentele dei pazienti riguardo allo scarico delle urine rosse sono tipiche, il dolore durante la minzione potrebbe non essere presente, che è un segno sfavorevole e richiede l'esclusione di un tumore.

Secondo la forma di coaguli di sangue nelle urine, puoi assumere la fonte di sanguinamento:

  • coaguli informi - sanguinamento dalla vescica;
  • coaguli a forma di verme - sanguinamento dal tratto urinario superiore, la formazione di coaguli si verifica nell'uretere.

Quali sono i segni di questa malattia renale con emorragia massiva? In questo caso, la ritenzione urinaria acuta è possibile e lo shock dovuto al dolore e alla perdita di sangue è meno comune.

A casa, puoi solo eliminare l'attacco doloroso. A tale scopo, analgesici non narcotici vengono somministrati per via intramuscolare, ad esempio, Ketorol (30 mg) o baralgin (5 ml). Se l'ematuria si manifesta in un contesto di cistite, con questa malattia renale, sarà efficace somministrare antibiotici ad ampio spettro con farmaci efficaci.

Malattia renale - Ritenzione urinaria acuta

Ritenzione urinaria acuta - l'accumulo di urina nella vescica a causa dell'impossibilità di auto-svuotarsi, che è accompagnato da un doloroso bisogno di urinare.

Cause di ritenzione urinaria:

  • meccanico - adenoma e cancro alla prostata, tumori delle basse vie urinarie, corpi estranei, prolasso dell'utero, ecc.;
  • funzionale - una disfunzione riflessa della vescica a basse temperature ambientali, forte dolore, stress;
  • neurogenico - gonfiore o trauma del sistema nervoso centrale, sclerosi multipla, ecc.;
  • droghe - assunzione di ipnotici, analgesici narcotici, antistaminici, ecc.

Nel processo di come si manifesta questa malattia renale, una persona è irrequieta, lamentando un forte dolore nella regione sovrapubica, la dolorosa voglia di urinare, una sensazione di distensione nell'addome inferiore.

Prima di procedere a manipolazioni più complesse, come la cateterizzazione della vescica, il catetere elastico, eseguire procedure che a volte alleviano lo spasmo per riflesso. Ad esempio, danno a un paziente da bere un bicchiere di acqua fredda, mettono una piastra riscaldante calda sul cavallo, imitano il suono di un flusso d'acqua che cade (versando acqua dal bicchiere nel bicchiere), eseguono un clistere purificante. Un effetto positivo è l'uso di candele con belladonna (hanno messo nell'ano).

Al fine di prevenire le malattie infiammatorie, vengono utilizzati antibiotici ad ampio spettro.

Altri Articoli Su Rene