Principale Tumore

Perché le proteine ​​appaiono nelle urine durante la gravidanza - patologia e fattori esterni. Trattamento di anomalie

Nel periodo di trasporto di un bambino, qualsiasi risultato di test che differisca dalla norma richiede una diagnosi immediata e un attento monitoraggio delle condizioni della donna. Elevate proteine ​​nelle urine durante la gravidanza sono un segnale allarmante per la futura gestante in ogni periodo di gravidanza. La comparsa di un tale sintomo spesso termina con l'ospedalizzazione e il trattamento di una donna incinta in un ambiente ospedaliero.

Quando è pericolosa la presenza di proteine ​​nelle urine di una donna incinta e come evitare l'insorgenza di una tale condizione?

Perché è importante prestare attenzione se hai trovato proteine ​​nelle urine durante la gravidanza?

Proteine ​​nelle urine - cosa significa?

Nell'uomo, tutto il fluido passa attraverso la filtrazione renale e penetra nel sedimento urinario. Pertanto, l'urina contiene normalmente una piccola quantità di proteine, globuli bianchi e globuli rossi.

Cosa significa proteine ​​nelle urine durante la gravidanza? Nelle donne in gravidanza aumenta il carico sui reni, aiutato dalla pressione dell'utero, un aumento del volume di sangue che passa attraverso i reni, ecc. Durante il periodo di gravidanza, il sistema urinogenitale funziona "per due" - rimuove sostanze tossiche e prodotti di decomposizione dalla madre e dal feto.

Durante la gravidanza, le donne possono sviluppare una lieve proteinuria (aumento delle proteine ​​nelle urine) sotto l'influenza di fattori fisiologici o come risultato dello sviluppo di gravi condizioni patologiche. Pertanto, eventuali deviazioni nei risultati dei test delle urine sono un motivo per un esame approfondito della donna incinta.

È importante! Un indicatore valido del livello di proteine, che non è patologico, è 0,033 g / litro. Queste sono le cosiddette "tracce di proteine ​​nelle urine", quando rilevate, una donna non dovrebbe avere paura per la sua salute.

La proteinuria è classificata in base alla gravità della condizione della donna incinta e ai motivi della comparsa della proteina:

  • Proteinuria funzionale Deviazioni insignificanti sono osservate (0,034-0,14 g / litro), indicando piccoli disturbi metabolici nella donna incinta. In questo caso, la donna non manifesta segni di malessere, durante la gravidanza passa normale. Gli indicatori proteici possono entrambi aumentare di periodi e tornare alla normalità in modo indipendente. La condizione è considerata benigna e viene regolata modificando la routine giornaliera e lo scopo della dieta.
  • Proteinuria patologica. Se il tasso di proteine ​​nelle urine durante la gravidanza supera il livello di 0,25 g / litro, allora stiamo parlando dello sviluppo di condizioni patologiche. Inizialmente, questa condizione è causata da infiammazione del sistema urogenitale e reni, disturbi del sistema cardiovascolare e tumori nelle ghiandole surrenali e nei reni. Questa è una condizione pericolosa che richiede un trattamento immediato.
  • Proteinuria falsa positiva Quando la proteina nelle urine durante la gravidanza è elevata, ma non sono stati identificati segni di malattia nella donna, questa condizione è differenziata come falsa proteinuria. I motivi sono: raccolta impropria di urina, scarsa igiene, infezioni nei genitali.

Nonostante la forma di proteinuria e le ragioni per l'aumento delle proteine ​​nelle urine, una donna con tali indicatori nell'analisi è a rischio e deve essere registrata con un nefrologo.

Durante la gravidanza, i reni della madre devono lavorare per due, quindi, a causa del doppio carico, sono possibili varie complicazioni che richiedono particolare attenzione.

Norme di proteine ​​nelle urine

Normalmente, le proteine ​​delle urine durante la gravidanza non dovrebbero essere presenti. L'aspetto nelle urine delle proteine ​​superiori al livello consentito è un segno pericoloso che indica una disfunzione dei reni. Pertanto, una donna viene sottoposta ad un esame approfondito e passa ulteriori test per diagnosticare la patologia nel tempo ed eliminare il suo impatto negativo sul bambino.

Proteine ​​nelle urine durante la gravidanza: normale, tabella

Se l'analisi giornaliera supera la norma, viene prescritta la raccolta di urina, si raccomanda di seguire le regole per la raccolta delle urine, regolare la dieta ed eliminare le situazioni stressanti prima dell'esame. Se il campionamento ripetuto del materiale mostra un'alta concentrazione di proteine ​​nell'analisi delle urine, la donna incinta è sottoposta a un esame del sistema urogenitale al fine di escludere o identificare possibili processi infiammatori.

Fai attenzione! Gli indicatori proteici possono crescere con la gravidanza a causa di un aumento dello stress sul corpo della madre. In alcuni casi (gravidanza multipla), un livello di 0,14 g / litro è considerato accettabile al 3 ° trimestre di gravidanza.

Deviazioni dalla norma:

  • Fino a 1 g / die - lieve proteinuria;
  • Fino a 3 g / giorno - il grado medio;
  • Oltre 3 g / giorno è un grado grave.

Con una proteinuria moderata e grave, una donna dovrebbe essere posta in condizioni stazionarie, da allora tale condizione rappresenta una minaccia per la sua salute e la vita fetale.

È importante prendersi cura della propria salute durante la gravidanza e ricordare che quando si visita una clinica prenatale, si dovrebbe essere testati per la presenza di proteine ​​nelle urine.

Come passare l'urina sulle proteine

Le proteine ​​giornaliere nelle urine determinano l'emocromo completo, che è incluso nella lista degli studi obbligatori durante la gravidanza.

  • In modo che il risultato non diventi falso-positivo, dovresti seguire le raccomandazioni speciali quando raccogli l'urina:
  • Alla vigilia dell'analisi, è necessario limitare il consumo di piatti salati, acidi, piccanti e di carne.
  • Prima di raccogliere l'urina, deve essere eseguita un'igiene accurata degli organi genitali.
  • Per la raccolta delle urine, è meglio acquistare un contenitore di plastica speciale in una farmacia.
  • Il contenitore deve essere riempito con una porzione media di urina: i primi secondi devono essere orinati nella toilette, quindi l'urina viene raccolta in un contenitore (circa 50 g).
  • Il materiale per l'analisi deve essere consegnato al laboratorio entro due ore dalla raccolta dell'urina.
  • Se sono presenti perdite vaginali, è necessario utilizzare un tampone di cotone per impedire l'ingresso nel contenitore di raccolta.

L'analisi della proteina viene effettuata ad ogni visita dal ginecologo.

Cause nelle proteine ​​delle urine in gravidanza

L'aspetto delle proteine ​​nelle urine non è una malattia, ma una conseguenza dello sviluppo di processi patologici nel corpo. Tuttavia, vari fattori di influenza esterna possono provocare proteinuria, che non sono associati all'insorgere di malattie e che possono essere facilmente eliminati cambiando le condizioni e lo stile di vita.

Cause fisiologiche non pericolose di proteinuria:

  • Raccolta errata delle urine (igiene personale, contenitore di raccolta non sterile).
  • Caratteristiche nutrizionali di una donna incinta - mangiare prima dell'analisi dei prodotti ad alto contenuto proteico (latte, ricotta grassa, carne di pollame, uova, ecc.). In genere, questa situazione si verifica nelle donne in gravidanza, organizzando "proteine" giorni di digiuno prima di raccogliere l'urina.
  • Eccessivo sforzo fisico (sovratensione, superlavoro, sonno inadeguato, riposo insufficiente) e natura psico-emotiva (eccitazione, stress, nevrosi).
  • Accettazione di alcuni farmaci che influenzano la composizione delle urine.
  • Eccesso di assunzione di liquidi (aumento del carico d'acqua sul fegato).

Le ragioni fisiologiche per la comparsa nell'urina delle proteine ​​è il solito processo di crescita dell'utero durante la gravidanza. Sulle vie urinarie e sui reni comincia a fare pressione sull'utero in crescita, che impedisce l'afflusso di sangue. Questa condizione non è pericolosa, ma richiede un monitoraggio costante da parte di un ginecologo.

Ci sono ragioni più serie per la comparsa della proteinuria, specialmente se vi sono percentuali costantemente elevate nella proteina delle urine. Queste possono essere patologie del sistema urogenitale, insufficienza cardiaca congestizia, ipertensione, diabete, gestus di varia gravità. Ognuna di queste condizioni patologiche richiede una diagnosi accurata e un trattamento specialistico immediato.

Affinché i risultati dei test delle urine siano affidabili, è necessario seguire le regole del test e non dimenticare l'igiene di base prima della procedura.

Cause patologiche delle proteine ​​delle urine:

  • Pielonefrite. Questa è una patologia infettiva dei reni, accompagnata da brividi, febbre, mal di schiena. Oltre alle proteine, eritrociti e leucociti possono essere rilevati nelle urine durante la gravidanza.
  • Cistite. Infiammazione della vescica, caratterizzata da minzione frequente.
  • Glomerulonefrite. Processo infettivo acuto nei reni. Nelle urine aumenta il contenuto di leucociti, proteine ​​ed eritrociti e l'urina stessa assume una tonalità leggermente rossastra.
  • Malattia del rene policistico. Una malattia genetica cronica, grave.

Nella tarda gravidanza, la proteinuria si manifesta per le stesse ragioni dei primi mesi di gestazione. Tuttavia, in questo momento vengono aggiunti a una condizione così pericolosa come la preeclampsia. Di solito si sviluppa dopo 34 settimane di gestazione, ma può anche verificarsi alla 20a settimana, che indica un decorso grave della malattia.

La gestosi è caratterizzata da un deterioramento dei reni, del cervello e dei vasi sanguigni di una donna incinta, dalla comparsa di proteine ​​nelle urine e dall'aumento della pressione sanguigna. Alla fine della gravidanza, un forte gonfiore delle estremità si unisce a questi sintomi.

È importante! La gestosi nei periodi tardivi viene diagnosticata nel 10-15% delle donne in gravidanza. Di solito la malattia si verifica in più gravidanze e prime gravidanze.

La preeclampsia grave può causare distacchi della placenta, convulsioni, anomalie nello sviluppo del feto e la sua morte.

Sintomi di proteinuria

Le manifestazioni di proteinuria dipendono dalla causa che l'ha provocata. Se la comparsa di proteine ​​è associata alla riproduzione della flora patogena e dei processi infiammatori nei reni, i seguenti sintomi possono manifestarsi nelle donne:

  • Debolezza cronica;
  • Dolore nei reni;
  • Capacità di lavoro ridotta;
  • Frequenza di minzione;
  • Attacchi affilati di vomito;
  • Aumento della pressione sanguigna

Con la preeclampsia, le condizioni di una donna peggiorano drammaticamente: nel terzo trimestre la preeclampsia può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • Disturbi del sistema nervoso;
  • Arti gonfiati;
  • Interruzione della produzione di ormoni;
  • convulsioni;
  • Compromissione dello sviluppo fetale.

Visivamente, le proteine ​​possono essere rilevate se ci sono fiocchi nelle urine e sedimenti pesanti quando si prende la porzione mattutina di urina.

Se hai comunque trovato proteine ​​nelle urine, non dovresti prendere il panico prima del tempo, perché il tuo ginecologo prescriverà un trattamento adeguato o suggerirà l'ospedalizzazione.

Rischio proteico urinario

Se si scopre che una donna incinta ha proteine ​​nelle urine, si consiglia alla donna di visitare regolarmente l'urologo, il ginecologo e il nefrologo. Il costante controllo medico aiuterà a prevenire gli effetti pericolosi della proteinuria.

Con la proteinuria, che è permanente piuttosto che temporanea, soprattutto se gli indicatori delle proteine ​​aumentano continuamente, la donna viene ricoverata e trasferita sotto costante osservazione a condizioni di degenza. In situazioni difficili, a una donna può essere chiesto di interrompere una gravidanza.

Cosa è pericoloso nelle proteine ​​urinarie nelle donne in gravidanza:

  • Insufficienza renale;
  • Malformazioni del bambino
  • Aggiunta di infiammazione purulenta;
  • Infezione del sangue;
  • Fame di ossigeno del bambino;
  • Infezione della placenta e del feto;
  • Nascita prematura

Qualsiasi disturbo accompagnato da un aumento delle proteine ​​urinarie in una donna incinta richiede cure mediche immediate, dal momento che costituiscono un pericolo per la salute e la vita del bambino e della futura mamma.

Molto spesso, per normalizzare il livello di proteine ​​nelle urine di una donna incinta, è sufficiente scegliere la dieta giusta, escludendo i sali e i prodotti contenenti umidità dalla dieta.

trattamento

Prima di iniziare il trattamento per la proteinuria, il medico determina la causa della presenza di proteine ​​nelle urine. Se la condizione non è associata a malattie, le misure terapeutiche vengono ridotte alla normalizzazione dello stile di vita:

  • L'osservanza di una dieta specifica che esclude il cioccolato, agrumi, tè forte, caffè, cibi grassi, affumicati, salati e piccanti.
  • L'inclusione di un gran numero di frutta, verdura, decotti alle erbe, bevande alla frutta nel menu.
  • Regola la quantità di fluido consumato: una quantità eccessiva di liquido provoca gonfiore e la comparsa di proteine ​​nelle urine.
  • Non permettere la perdita di liquidi in eccesso - non puoi essere esposto alla luce solare diretta per un lungo periodo di tempo o in una stanza molto calda.
  • Fare esercizio per scaricare il fegato - ogni giorno, non meno di 5-6 volte al giorno, assumere la postura del ginocchio-gomito per 10-15 minuti. Ciò riduce la pressione sugli organi del sistema urogenitale, che è particolarmente importante negli ultimi mesi di gravidanza.

Con l'aumento della pressione sanguigna al fine di prevenire la preeclampsia, una donna incinta dovrebbe avere un diario speciale, che registra la pressione sanguigna al mattino e alla sera, così come i motivi che causano (lavoro eccessivo, superlavoro, lavoro fisico o mentale).

Fai attenzione! Un leggero aumento delle proteine ​​non richiede il ricovero ospedaliero e gli interventi terapeutici vengono effettuati a casa. Con preeclampsia, è necessario mettere una donna in un ospedale.

Per prevenire la preeclampsia in una donna incinta vengono prescritte medicine a base di erbe - Fitosilina, Canephron, decotti di foglie di mirtillo rosso, mirtilli rossi, bacche di rosa canina, ecc.

In caso di patologie infettive dei reni, a una donna vengono prescritti rimedi a base di erbe anti-infiammatori e diuretici.

Nelle forme acute e croniche di glomerulonefrite e pielonefrite, gli antibiotici sono prescritti al paziente.

Elevate proteine ​​nelle urine (proteinuria) sono una condizione che richiede particolare attenzione, anche se il benessere generale della donna è soddisfacente e la donna incinta non fa alcuna lamentela. Nel periodo del trasporto di un bambino, l'analisi delle proteine ​​è un indicatore importante e qualsiasi deviazione dalla norma è un motivo per andare da un medico.

Aumento delle proteine ​​nelle urine durante la gravidanza: cosa significa

Nel primo trimestre di gravidanza, una donna è registrata presso la clinica prenatale, dove una delle osservazioni programmate obbligatorie è un test delle urine per le proteine. Normalmente, l'urina non contiene proteine ​​in una persona sana, quindi se si trova in una donna incinta, ciò significa che c'è una minaccia per la salute di lei e del bambino. Per prevenire lo sviluppo di gravi condizioni patologiche, è necessario individuarle e trattarle tempestivamente. Pertanto, la determinazione delle proteine ​​nelle urine è un metodo diagnostico importante e mirato.

Cosa significa?

Nel corso della gravidanza, spesso si verificano la cosiddetta gestosi o tossicosi. L'origine della preeclampsia è dovuta al fallimento dei processi di ristrutturazione del corpo femminile nelle nuove condizioni di funzionamento dovute allo sviluppo fetale. La tossicosi può essere rilevata già all'inizio della gravidanza - circa il 30% delle donne. Questa condizione piuttosto pericolosa ha diversi gradi di gravità e rappresenta una vera minaccia di morte per la madre e il suo bambino non ancora nato.

La preeclampsia può iniziare a svilupparsi in qualsiasi trimestre di gravidanza, ma nella maggior parte dei casi avviene dopo la ventottesima settimana di gestazione. La presenza di albumina nelle urine è uno dei marcatori del rilevamento della tossicosi nelle prime fasi del suo aspetto. L'albuminuria è una conseguenza di tali manifestazioni come la disidratazione dovuta al vomito frequente, all'eccessivo flusso di saliva e allo spostamento delle reazioni metaboliche dell'organismo.

Questi sintomi sono comuni a molte donne nelle prime dodici settimane di gravidanza, e alla quattordicesima settimana la loro condizione migliora, il corpo inizia gradualmente ad adattarsi a una nuova condizione per esso.

Le manifestazioni negative del corpo si basano sul conflitto immunitario del corpo femminile e il feto che si sviluppa in esso, di conseguenza - c'è infiammazione immunitaria dei reni e delle vie urinarie, la formazione di edema con fenomeni stagnanti nei tessuti. Con lo sviluppo della placenta aumenta il contenuto di specifici prodotti metabolici tra madre e feto, che aumentano la permeabilità dei capillari, dei vasi sanguigni e persino delle membrane cellulari. In questo contesto, il processo infiammatorio con edema è un fenomeno naturale.

Cosa è pericoloso?

Durante la gravidanza, mentre il feto cresce in modo intrauterino, aumenta il carico totale sull'intero corpo della madre. Prima di tutto, i cambiamenti sono avvertiti sui reni e sul sistema urinario, in quanto sono in prossimità dell'utero in crescita. Durante la gravidanza, il tratto urinario è spostato e leggermente compresso, sono stagnanti, che portano a processi infiammatori. Questo non può che influire sulla composizione delle urine - durante l'analisi in questa situazione, proteine, un gran numero di globuli bianchi, vengono rilevati globuli rossi.

Un'analisi del genere significa che i reni di una donna non riescono a far fronte alle loro funzioni, il che costituisce una vera minaccia per la salute e la vita sia della madre che del bambino.

La preeclampsia di qualsiasi gravità è la ragione per un esame completo e un attento monitoraggio di una donna incinta. Senza la correzione della droga, è estremamente pericoloso lasciare tali condizioni. Quando la tossicosi può verificarsi i seguenti cambiamenti di stato:

  • Funzionamento alterato del sistema renale e urinario sotto forma di pielonefrite, glomerulonefrite, cistite, nonché una condizione più grave - insufficienza renale acuta, che è una minaccia per la vita;
  • Disfunzioni del sistema cardiovascolare e respiratorio sotto forma di mancanza di respiro, edema polmonare, insufficienza coronarica;
  • Uno spasmo della rete vascolare e capillare porta a ischemia tissutale, la formazione di coaguli di sangue - coaguli di sangue, che è pericolosa dallo sviluppo di ischemia, gonfiore del tessuto cerebrale fino a quando non cade in un coma. Inoltre, la fragilità dei vasi sanguigni, di norma, durante il processo di nascita porta a un sanguinamento molto pesante dalla donna partoriente, che richiede la sostituzione del donatore della perdita di sangue;
  • La violazione delle ghiandole surrenali porta ad un persistente aumento della pressione sanguigna, una forma estrema di questa condizione può essere un ictus;
  • Il fallimento del lavoro fisiologico dell'apparato digerente è più spesso espresso in disfunzione epatica, vomito persistente e aumento della sbavatura. Ciò porta alla rottura dell'equilibrio del sale dell'acqua e alla diminuzione del volume del fluido circolante nel corpo. In rari casi, si verifica la distrofia del fegato - un processo che è irreversibile e porta a un risultato letale.

Le manifestazioni negative della preeclampsia si riflettono non solo nell'organismo materno - il feto ne soffre. La patologia più comune è il distacco prematuro della placenta dei bambini, la placenta, a causa della quale il feto non può svilupparsi completamente e muore. Nelle fasi successive della gravidanza, la distensione della placenta porta all'inizio del travaglio precoce, e spesso il bambino nasce non vitale.

Il rischio di morte di un bambino con tossicosi è superiore al 35% del numero totale di casi. Spesso i bambini sopravvissuti sono spesso in ritardo nello sviluppo, sono soggetti a malattie catarrali e si trovano a problemi ai sistemi respiratorio e cardiaco.

Gli effetti della preeclampsia possono manifestarsi anche dopo il parto. Se il corpo non è stato in grado di riprendersi nella norma fisiologica in un periodo di massimo due mesi, si può parlare di processi patologici cronici irreversibili che richiedono osservazione costante e terapia farmacologica.

In momenti diversi

La tossicosi delle donne in gravidanza può essere divisa per il tempo del suo sviluppo - nella prima o nella seconda metà della gravidanza. Nelle fasi iniziali dello sviluppo fetale (fino alla ventesima settimana), la preeclampsia è così comune che è considerata quasi la norma per ogni donna. Tuttavia, non si può parlare di alcuna norma. Un corpo sano non consente l'ingresso di elementi proteici dal sangue attraverso i tubuli filtranti dei reni nelle urine.

Come mostra la pratica medica, ogni seconda donna che richiede la registrazione presso la clinica prenatale, quando analizza l'urina, ha in sé una o l'altra quantità di proteine. Inoltre, la porzione mattutina di urina contiene più proteine ​​rispetto alla successiva.

Esiste un certo livello di contenuto proteico nelle urine di una donna incinta, che non provoca cambiamenti patologici per il suo corpo e uno sviluppo favorevole del feto. Pertanto, nel primo trimestre è ammesso un contenuto proteico fino a 0,033 g / l, il secondo trimestre consente fino a 0,4 g / le nel terzo trimestre non deve essere superiore a 0,5 g / l.

A 35 o 36 settimane di gestazione, la formazione del feto non è ancora completa. Tuttavia, il corpo femminile inizia a sperimentare un sovraccarico maggiore e spesso non riesce a far fronte alle funzioni assegnate. Un'analisi delle urine indica questo aumento dei livelli di proteine.

I dottori osservano tali donne incinte nelle condizioni di un ospedale per la possibilità di 24 ore su 24 di fornire l'aiuto necessario e salvare la vita di un bambino.

A 37 o 38 settimane, il feto è considerato praticamente formato e pronto per la vita autonoma. La presenza di tossicosi in una donna può essere accompagnata da edema, ipertensione, nefropatia. I medici chiamano questa condizione pre-eclampsia delle donne incinte. In questo caso, l'albumina nelle urine è molto diversa nella direzione di aumento dai valori normali. In questo momento aumenta il rischio di emorragia cerebrale dovuta all'ipertensione.

La pre-eclampsia è anche pericolosa perché in brevissimo tempo i sintomi aumentano, la pressione sanguigna aumenta e le convulsioni appaiono sullo sfondo della nefropatia, perdita di coscienza fino al coma. Quindi, la preeclampsia diventa una condizione molto pericolosa - l'eclampsia, che può finire in modo sfavorevole sia per la madre che per il bambino.

Pertanto, nelle ultime fasi della gravidanza - da 36 a 39-40 settimane, in presenza di segni di preeclampsia, è consigliabile interrompere la gravidanza attraverso un intervento chirurgico, il cosiddetto taglio cesareo, che viene fatto per salvare la vita della madre e del bambino. In tali termini tardi non influenzerà l'ulteriore sviluppo del bambino. Questa misura è necessaria ma necessaria.

Cause di

Ad oggi, il corso patologico della gravidanza ha più di 30 diversi razionali scientifici. L'aspetto delle proteine ​​nelle urine, come precursore della preeclampsia, è dovuto al livello iniziale di cattiva salute delle donne con alterazioni patologiche ovvie o nascoste, nonché alla presenza di cattive abitudini e fattori ambientali: disturbi endocrini, malattie dell'apparato genito-urinario e cardiovascolare, obesità, fumo, abuso di bevande alcoliche o a bassa gradazione alcolica, condizioni di lavoro dannose, situazioni di stress.

Ostetrici e ginecologi fanno riferimento al gruppo di rischio per tossicosi, durante il quale la proteina nelle urine aumenta, la seguente categoria di donne:

  • sperimentando l'esaurimento nervoso cronico e lo stress;
  • età della donna incinta fino a 18 anni o più di 35 anni;
  • gestosi che in precedenza si sono verificati in coloro che sono rimaste di nuovo incinta dopo un breve periodo di tempo;
  • fattore ereditario;
  • molti interventi falliti nella storia;
  • la presenza di malattie croniche o recenti infezioni gravi;
  • sviluppo insufficiente del sistema urogenitale (infantilismo);
  • cattive condizioni sociali - mancanza di un'alimentazione adeguata, eccessivo sforzo fisico, ambiente inquinato;
  • con più bambini;
  • per le donne con cattive abitudini (fumo, alcolismo, tossicodipendenza).

Molto spesso, la tossicosi compare durante la prima gravidanza, ma se si verifica in un'età riproduttiva appropriata e in buone condizioni, la preeclampsia può essere insignificante e la proteina nelle urine viene regolata dalla dieta e dai farmaci.

sintomi

Se un livello elevato di proteine ​​si trova nelle urine di una donna incinta, significa che il processo di gestosi nel suo corpo è già in corso. Di regola, la preeclampsia lieve è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • vertigini e cinetosi quando si viaggia in auto;
  • aumento della secrezione di saliva (fino a un litro e mezzo al giorno può essere rilasciato);
  • esacerbazione dell'odore e variazione delle preferenze di gusto nei cibi e nelle bevande;
  • nausea e vomito al mattino, dopo aver mangiato o anche dal suo odore;
  • instabilità dell'umore con improvvise gocce di eccitazione e inibizione;
  • sonnolenza eccessiva o disturbo del processo di addormentarsi.

Il grado medio di tossicosi, in aggiunta ai sintomi esistenti, si manifesta come segue:

  • il livello di proteine ​​nelle urine, così come i leucociti, aumenta gli eritrociti;
  • appare gonfiore degli arti superiori e più spesso inferiori, e successivamente il gonfiore può diffondersi a viso, collo e corpo;
  • ipertensione;
  • il vomito diventa persistente più volte al giorno, senza appetito.

La preeclampsia grave è caratterizzata da sintomi di preeclampsia o eclampsia, quando i sintomi descritti sopra sono associati a:

  • persistente crescita della pressione sanguigna;
  • edema interno ed esterno;
  • il vomito diventa invincibile, non porta sollievo;
  • l'urina si allontana con difficoltà, ha un colore torbido a causa di un'alta concentrazione di proteine ​​e globuli bianchi;
  • presenza di sindrome convulsiva, forte mal di testa;
  • disturbi del ritmo cardiaco, cianosi, mancanza di respiro;
  • spesso sviluppa un coma con completa perdita di coscienza.

Se, nello stato di preeclampsia, un aggiustamento di farmaci non ha effetto per 12 ore, la gravidanza viene interrotta dal travaglio artificiale.

Tasso ammissibile

I risultati di studi clinici di analisi biochimica delle urine di una donna incinta per il contenuto di proteine ​​in esso differiscono da quelli di una donna in assenza di gravidanza. Esistono tabelle appositamente progettate, in cui, a seconda dell'età della donna e della presenza o assenza di gravidanza, gli indicatori delle proteine ​​possono essere il massimo consentito. Queste tabelle sono utilizzate non solo da ginecologi e ostetrici, ma anche da altri specialisti.

Il fatto è che le proteine ​​nelle urine di una donna sana possono essere rilevate in alcune malattie ginecologiche, in presenza di processi infiammatori cronici che non comportano una minaccia per la vita, così come in caso di disturbi dell'igiene durante la raccolta delle urine per l'analisi.

In una donna sana, in assenza di gravidanza, la porzione mattutina di urina consente un contenuto proteico di 0,033 g / l in esso, e in un'analisi giornaliera - fino a 0,066 g / l. In presenza di gravidanza, il contenuto di albumina nell'analisi delle urine del mattino è consentito - da 0,33 a 0,1 g / l, e nell'analisi giornaliera - da 0,2 a 0,3 g / l.

Nelle fasi successive della gravidanza con gestosi, il livello di indicatori della disponibilità di proteine ​​aumenta con ogni settimana degli effetti della gravidanza sul corpo:

  • alla 27a settimana - 0,10 g / l;
  • alla 30a settimana - 0,15 g / l;
  • alla 34a settimana - 0,18 g / l;
  • alla 38a settimana - 0,20 g / l;
  • entro la fine della 40a settimana - fino a 0,23 g / l

Come potete vedere, le proteine ​​come la crescita del feto possono aumentare dai limiti della norma di 10 o più volte.

analisi

Quando si determina l'albumina nelle urine, la corretta raccolta di materiale biologico è molto importante, poiché anche la più semplice violazione delle misure igieniche provocherà tracce di frazioni proteiche, batteri, muco. Il test delle urine viene effettuato dalla porzione mattutina o raccolto durante il giorno. La raccolta delle urine del mattino prevede le seguenti misure:

  • dopo il risveglio, la donna conduce un accurato bagno igienico degli organi genitali esterni;
  • raccoglie l'intera porzione di urina del mattino in un contenitore pulito e asciutto;
  • quindi dalla capacità totale, è necessario prendere circa 150-250 millilitri di urina in un altro contenitore pulito e asciutto;
  • trasferire il materiale raccolto per l'analisi entro e non oltre 2 ore dal momento della sua raccolta.

Raccolta di urina giornaliera spendere un po 'diversamente:

  • preparare un contenitore pulito e asciutto fino a tre litri;
  • alle 9 del mattino, l'urina notturna deve essere inviata in bagno, non viene presa in considerazione in questa analisi;
  • tutte le parti successive devono essere raccolte in un grande contenitore da tre litri, che conserviamo in un luogo freddo;
  • tenere un registro della quantità di qualsiasi liquido bevuto durante il giorno;
  • alle 9 di mattina del giorno successivo raccogliamo la porzione finale di urina;
  • calcolare il volume registrato di fluido consumato al giorno, calcolare il volume di urina ricevuta al giorno;
  • dalla quantità totale di urina da assumere per analisi 150-200 millilitri in un contenitore pulito e asciutto;
  • inviare il materiale al laboratorio entro e non oltre 2 ore dopo aver raccolto la porzione finale di urina.

Se una donna incinta ha secrezioni vaginali, è necessario utilizzare un tampone o un tessuto per isolare questa zona durante la raccolta delle urine.

trattamento

Al fine di ridurre l'aumento del livello di albumina nelle urine di una donna incinta, vengono eseguite diverse misure terapeutiche in ambito ospedaliero. I principi di base su cui i medici si affidano per trattare la gestosi sono i seguenti:

  • Alle donne viene prescritto un riposo a letto o un riposo semi-letto, necessario per il trattamento delle sue condizioni e per la conservazione della gravidanza. Il periodo di tale regime protettivo può richiedere diversi mesi, fino al termine dell'intera gravidanza. Durante questo periodo, si raccomanda di rimuovere tutti gli stimoli psico-emotivi dall'ambiente della donna, per ridurre il tempo di veglia e aumentare il tempo di sonno. Se lo stato del sistema nervoso e della psiche lo richiede, il medico prescrive i sedativi;
  • L'organizzazione di un'alimentazione corretta ed equilibrata svolge un ruolo importante nella lotta contro la proteinuria. È necessario rimuovere le spezie, i forti brodi estrattivi, le carni affumicate e i sottaceti e lo zucchero dalla dieta. La quantità di fluido consumato deve essere moderata al fine di compensare la perdita di liquidi e prevenire la disidratazione. Il cibo è raccomandato ricco di fibre e componenti di vitamine e minerali. I pasti sono meglio trasportati sdraiati o semi-seduti, più volte al giorno in piccole porzioni. In caso di tossicosi grave, si consiglia di assumere cibi caldi o anche refrigerati piuttosto che caldi. Il cibo non dovrebbe avere un odore aspro;
  • I farmaci sono prescritti per il trattamento sintomatico al fine di mantenere la madre e il feto in uno stato fisiologico normale, nonché per ridurre il rischio di ipossia nel bambino. Al fine di eliminare l'edema, i diuretici, di norma, non vengono utilizzati, poiché possono provocare una diminuzione del fluido nel flusso sanguigno con la formazione di coaguli di sangue e inoltre alterare la circolazione placentare. Solo in caso di edema polmonare e anomalie cardiache è indicato l'uso di diuretici, ma in parallelo con essi è anche prescritta la somministrazione endovenosa di soluzioni fisiologiche per reintegrare il volume del fluido circolante.

Molto spesso alle donne vengono prescritti preparati vitaminici, circolazione del sangue e agenti riducenti della permeabilità vascolare, farmaci antipertensivi, farmaci antiemetici;

Con lo sviluppo di pre-eclampsia ed eclampsia, viene utilizzato un complesso di misure di emergenza o una consegna urgente viene effettuata in un modo o nell'altro che è più favorevole per la madre e il bambino.

Secondo le opinioni di ostetrici e ginecologi, la durata e l'intensità delle misure terapeutiche e protettive sono determinate sulla base del benessere generale della donna incinta e del feto. Solo nelle fasi iniziali della preeclampsia, possono essere eseguiti su base ambulatoriale. Tutti gli altri casi richiedono il trattamento ospedaliero senza fallo.

La diagnosi precoce di condizioni patologiche e misure efficaci riduce significativamente il rischio di sviluppare condizioni che minacciano la salute e la vita della madre e del bambino.

prevenzione

Grande importanza nella prevenzione della preeclampsia è data alla preparazione del corpo per la gravidanza in arrivo. Nella fase di pianificazione del concepimento di un bambino, si raccomanda a una donna di sottoporsi a una visita medica completa. Se viene trovata qualche patologia, è necessario eliminarla, poiché è molto più facile e più opportuno farlo in questa fase piuttosto che nel corso di una complicata gravidanza.

Inoltre, se una donna ha dipendenze sotto forma di fumo o di alcol, devono essere eliminate almeno sei mesi prima dell'inizio della gravidanza.

Nel periodo di gestazione, la prevenzione della preeclampsia e della proteinuria sono:

  • pieno giorno e notte dormire con una durata totale di almeno 10 ore al giorno;
  • limitare lo stress fisico, mentale ed emotivo;
  • condurre una serie di esercizi di respirazione e attività fisica moderata all'aria aperta;
  • l'esclusione di una donna incinta in un ambiente pieno di fumo, polveroso e soffocante, nonché il contatto con sostanze chimiche aggressive;
  • è necessario garantire un aumento del livello di emoglobina e di immunità, per evitare il contatto con i malati e l'ipotermia;

Da dove proviene la proteina nelle urine durante la gravidanza?

La gravidanza è un periodo bello e, allo stesso tempo, ansioso per ogni donna. Devono essere eseguiti tutti i tipi di esami per identificare eventuali problemi nelle fasi iniziali e, se possibile, provare a risolverli.

L'analisi più frequente quando accompagnata da una gravidanza da un medico è quella di raccogliere l'urina di una donna incinta. Sembrerebbe che potrebbe cambiare nel corpo di una donna in due o tre settimane? A volte capita che durante la gravidanza nelle donne ci sia un sacco di proteine ​​nelle urine, inoltre i leucociti possono essere elevati.

Tracce di proteine ​​delle urine - cosa significa?

Le donne incinte, in un ordine rigoroso, devono passare un'analisi delle urine (OAM), i test delle proteine ​​mostrano lo stato dei reni. Secondo i risultati di questa analisi, è possibile scoprire una certa malattia renale, sulla base di ciò, il medico ha già scritto una prescrizione per un efficace controllo della malattia.

Inoltre, oltre ai farmaci, lo specialista prescriverà una dieta rigorosa, cioè, per qualche tempo dovrai abbandonare l'uso di determinati prodotti specifici per ottenere una riduzione delle proteine ​​nelle urine.

Le persone sane non hanno tracce di proteine ​​nelle urine. La microparticella di una proteina è di dimensioni piuttosto grandi, per cui non è in grado di scappare dai corpi renali da sola.

Con una chiara manifestazione del contenuto di proteine ​​nell'analisi delle urine, uno specialista effettua un "verdetto" - proteinuria. Questo suggerisce che il paziente ha una patologia dei reni, questo è abbastanza serio, ma correggibile, se si seguono tutte le raccomandazioni del proprio medico. Dopo tali indicazioni dei risultati dell'analisi, sarà richiesta una diagnosi aggiuntiva del paziente.

Segni di

Molto spesso, la presenza di proteine ​​non dà segni per poter essere rilevata ad occhio nudo. Ma in rari casi si notano cambiamenti nel corpo, ad esempio, l'urina inizia a spumeggiare intensamente, a volte le proteine ​​elevate sono accompagnate da gonfiore degli arti e del viso, e la pressione può anche aumentare.

In caso di gonfiore, i sospetti di solito cadono su una reazione allergica del corpo, e non siamo abituati a prestare attenzione a tutti gli altri segni sopra menzionati, ma questo è inutile. In linea di principio è impossibile determinare in modo indipendente la posizione di una proteina in base al comportamento del tuo corpo.

La decisione giusta è di proteggere te stesso e ancora una volta superare i test delle urine.

Se una donna incinta ha inizialmente una patologia renale (questo, è meglio informare immediatamente il medico), il test delle urine viene eseguito continuamente e senza esito negativo. Inoltre, può essere necessaria un'ecografia dei reni. Solo sulla base di quanto sopra, sarà possibile trarre conclusioni e parlare dell'ulteriore lotta contro i problemi renali.

Perché la tariffa è stata superata?

Tutti sanno che il corpo della donna viene ricostruito durante la gravidanza, ci sono alcuni cambiamenti, e questo è considerato normale, inoltre, con periodi successivi, aumenta il carico su tutti gli organi e sistemi della futura mamma. Il carico sui reni non fa eccezione.

A poco a poco, il bambino cresce, con l'aumentare dell'utero di una donna incinta, in conseguenza di ciò, comprime e costringe l'uretere, peggiora solo la situazione.

Se i risultati dell'analisi mostrano nelle urine la presenza di alcune particelle che non sono caratteristiche di una persona normale (questa può essere la presenza di: proteine, globuli bianchi, cilindri, globuli rossi), allora può solo significare che i reni non sopportano l'intero carico sul corpo della donna incinta, a causa di ciò che si sviluppa la patologia.

La ragione di ciò potrebbe non essere rilevata fino ad ora malformazioni dei reni, eventuali processi infiammatori, ipertensione o malattie metaboliche.

In ogni caso, indipendentemente dai fattori che indicano una violazione dell'attività dei reni, è necessario identificare immediatamente con il medico la causa e trattare attraverso alcuni preparati e diete speciali.

Cosa è pericoloso?

Un aumento delle proteine ​​nelle urine di una donna può essere visto sia nelle prime settimane di gravidanza, sia nel secondo (a 37-40 settimane). Ciò può verificarsi a causa di una serie di motivi.

Cosa significa aumento di proteine ​​nelle urine, leggi il nostro articolo.

Questo può essere un processo naturale che si verifica nel corpo, per esempio - un aumento dell'utero (l'utero aumenta di dimensioni, interrompendo in tal modo il normale apporto di sangue ai dotti urinari e ai reni).

Malattie che provocano un eccesso di proteine ​​nelle urine nelle donne in gravidanza (vedere le norme ammissibili nella tabella seguente):

  • infezione dei dotti urinari;
  • policistico renale;
  • ipertensione;
  • malattie infettive dei reni (significato: glomerulonefrite e pielonefrite);
  • aumento di zucchero dovuto al diabete;
  • insufficienza cardiaca;
  • mellito.

Il fattore più pericoloso nella comparsa di tracce di proteine ​​nelle urine di una donna in una posizione "interessante" è una malattia, che viene chiamata gestosi.

Questa diagnosi può essere accompagnata da un forte gonfiore degli arti e del viso, che è molto probabilmente causato dall'aumento della permeabilità vascolare e dell'ipertensione cronica, e inoltre, il sintomo è acufene, forti capogiri, debolezza o affaticamento.

Di solito, la preeclampsia si manifesta nel secondo trimestre di gravidanza. Una tale malattia sconvolge il normale sviluppo della placenta, quindi un bambino che non è ancora nato è in pericolo. Il frutto non riceve la quantità necessaria di ossigeno e sostanze nutritive.

Tali fenomeni di solito provocano una nascita prematura, uno sviluppo fetale ritardato peggio.

Se il tempo non rivela la patologia e non inizia a intraprendere alcuna azione per il trattamento, il bambino potrebbe nascere morto.

Possono verificarsi gravi conseguenze e cause meno pericolose di proteine ​​urinarie, come la pielonefrite e la glomerulonefrite.

Il primo è caratterizzato da dolore e disagio nella parte bassa della schiena e nella vescica. Un indicatore del secondo è il colore insolito di urina - la presenza del colore di carnoso. Nella pielonefrite e nella glomerulonefrite, oltre alla presenza di proteine, la presenza di leucociti ed eritrociti si manifesta nelle urine.

La condizione di una donna incinta è di per sé caratterizzata dall'imprevedibilità. Una donna in una posizione "interessante" non può nemmeno immaginare eventuali irregolarità nel suo corpo, perché prima della gravidanza tutto era normale. Inoltre, dopo il parto, tutti i problemi che erano durante la gravidanza scompaiono.

La comparsa di proteine ​​dopo parto e taglio cesareo

L'analisi della presenza di proteine ​​nelle urine è importante non solo durante la gravidanza, ma anche dopo di essa. Se una proteina elevata viene rilevata nelle urine dopo la nascita, allora questo indica problemi nel corpo della donna, forse è l'infiammazione dei reni o l'infiammazione del sistema urinario.

Ogni donna in travaglio deve essere esaminata su base obbligatoria, solo così è possibile prevenire tutte le malattie con la salute, altrimenti tutto può finire in rovina. A causa di esami tardivi, si osservano le patologie più gravi associate all'insufficienza renale.

Non ci sono segni evidenti quando appare una proteina. Tutti i sintomi (mal di schiena, stanchezza, affaticamento, gonfiore) possono essere attribuiti al fastidio con il bambino. Le cause delle proteine ​​nelle urine dopo il parto sono le stesse della gravidanza.

Per eliminare i problemi renali, non devi trascurare i consigli e gli esami del medico.

Tariffe permissibili

Sono considerati gli indicatori proteici normali: proteine ​​del sangue totali 65 - 85 g / le albumina del sangue: 35 - 50 g / l.

Ci occuperemo di varie indicazioni di proteine:

  • 0,066 - 0,099. Queste indicazioni indicano una violazione delle funzioni dei reni, lavorano in tensione. Ciò può essere dovuto al consumo di grandi quantità di alimenti o carichi proteici. Molto probabilmente, il tuo medico curante richiederà di ripetere l'analisi.
  • 0,1 - 0,2. Tale testimonianza può parlare di raffreddori sofferti.
  • 0,25 - 0,3. Un altro sondaggio di questo tipo è necessario, potrebbe essere necessario passare un'analisi secondo Nechiporenko. Un'ecografia obbligatoria dei reni. Dopotutto, puoi già parlare della diagnosi esatta.
  • 0,3 - 1,0. Questo livello di proteine ​​indica una grave proteinuria. Le ricette sono scritte da un nefrologo esperto, poiché potrebbero esserci vari tipi di patologie renali.
al contenuto ↑

Perdita giornaliera

In una persona normale sana, le proteine ​​di basso peso molecolare sono filtrate attraverso la membrana del glomerulo renale. Dopo di ciò, una certa parte di essi viene assorbita nei tubuli dei reni.

Di conseguenza, la perdita giornaliera di proteine ​​insieme con l'urina durante la gravidanza è così piccola che, nell'analisi dei risultati, la proteina nelle urine non è, in linea di principio, visibile. Lo sviluppo della proteinuria si verifica a causa del danneggiamento della membrana dei glomeruli renali e del riassorbimento tubulare.

Il tasso normale di tasso di escrezione delle proteine ​​urinarie nell'immobilità è di 50-100 mg / die. La presenza di proteine ​​in una certa dose di urina, che viene raccolta durante l'intera giornata, può variare. Ad esempio, durante il giorno, c'è più proteine ​​che durante la notte.

L'incoerenza con la norma comporta la presenza di proteine ​​nelle urine, quindi viene nominata l'analisi giornaliera delle urine. Questo può aiutare a identificare patologie dei reni.

Proteina debole: meno di 0,5 g / die.

Proteinuria media - da 0,5 a 1 g / die.

Proteinuria esplicita - da 1 a 3 g / giorno.

Come ridurre le proteine ​​nelle urine o eliminarle per sempre?

La terapia e la dieta per ridurre le proteine ​​in gravidanza sono prescritte da un medico specializzato, in base all'esito dell'analisi del paziente. Per prima cosa è necessario identificare la causa, a causa della quale aumento delle proteine, quindi, in base ai risultati del sondaggio, per parlare di eliminazione dei disturbi nei reni.

Dato che una donna è in una posizione "interessante" e, allo stesso tempo, "imprevedibile", non sarà facile prescrivere un trattamento, perché non tutti i farmaci possono essere assunti durante la gravidanza.

Pertanto, l'auto-trattamento è severamente proibito!

Potrebbe persino richiedere il ricovero in ospedale perché la futura mamma sia sempre sotto la supervisione dei dottori.

Principalmente, gli esperti di solito prescrivono farmaci diuretici, perché sono eccellenti aiutanti per la rimozione delle proteine ​​dalle urine. In caso di una malattia infettiva dei reni, si consiglia di bere erbe: camomilla, germogli di betulla, timo e altre erbe anti-infiammatorie.

Se il sondaggio mostrava pielonefrite, dovrai usare antibiotici. Di solito, le donne incinte hanno paura della parola "antibiotici" - è invano. Ci sono antibiotici che non danneggiano in alcun modo il bambino, ma combattono efficacemente la progressiva malattia delle mamme.

Se hai la nefropatia, allora dovresti seguire una dieta rigorosa, che dovrebbe nominare solo uno specialista, che potrebbe consigliare di spendere e dei cosiddetti giorni di digiuno.

In nessun caso non automedicare, consultare il medico.

Se in tempo per trovare violazioni e in tempo per identificare la causa, puoi facilmente superare questa malattia invisibile, ma pericolosa. Allora il tuo bambino non sarà minacciato da nulla. Prenditi cura di te e della tua salute!

Quali medicine possono essere assunte durante la gravidanza, il Dr. Komarovsky dice nel video:

Proteine ​​nelle urine durante la gravidanza: norme e cause delle deviazioni

I parametri principali dell'analisi delle urine sono criteri molto importanti in base ai quali i medici possono determinare varie patologie della gravidanza nelle fasi iniziali. La comparsa di proteine ​​nel sedimento urinario durante la gestazione del nascituro è un sintomo piuttosto sfavorevole che richiede un attento monitoraggio. Questo articolo descrive quali valori normali esistono per questo indicatore, così come ciò che è considerato una patologia.

norme

La formazione delle urine avviene nei reni. La filtrazione del fluido avviene in speciali strutture anatomiche - tubuli renali. Queste formazioni microscopiche aiutano il corpo a liberarsi di tutti i prodotti metabolici tossici di cui non ha più bisogno.

Di particolare importanza è il lavoro dei reni durante la gravidanza. In questo caso, le formazioni tossiche attraverso i reni vengono secrete non solo dal corpo della madre, ma anche dal feto. I prodotti di scarto vengono anche filtrati attraverso i tubuli renali, poiché il sistema urinario del bambino si forma un po 'più tardi.

Normalmente, qualsiasi urina dovrebbe essere priva di qualsiasi proteina. L'aspetto di questa sostanza nel sedimento urinario dovrebbe essere la ragione del trattamento obbligatorio per il medico.

Abbastanza spesso, questa condizione sta passando, in questo caso è necessario condurre un test di laboratorio ripetuto. I ginecologi notano che durante la gravidanza le donne hanno spesso situazioni in cui compaiono tracce di proteine ​​delle urine. Un tale valore dell'analisi non indica affatto che si tratta di una patologia. I medici hanno persino proposto un termine speciale per questo stato - prolasso proteico transitorio o benigno.

Nelle prime fasi della gravidanza, il risultato dell'analisi delle urine di una donna non dovrebbe differire significativamente dai normali valori normali. In questo caso, non ci dovrebbero essere proteine ​​nel sedimento urinario. In alcuni casi, specialmente se la raccolta delle urine è stata effettuata nelle prime ore del mattino immediatamente dopo essersi alzati dal letto, nell'analisi possono comparire tracce di proteine.

I medici ritengono che il primo trimestre sia molto importante per lo sviluppo intrauterino del feto.

È durante questo periodo che un nascituro deporrà tutti i principali organi e sistemi. Il carico sui reni in una donna incinta in questo momento è minimo. Un aumento significativo delle proteine ​​nelle urine è già una conseguenza, di norma, delle malattie del tratto renale o del tratto urinario presenti nella madre.

L'aspetto della proteina nel valore di 0,066-0,33 di solito si verifica nel terzo trimestre. Lo sviluppo di questa situazione indica un carico decente sui reni. A 37-39 settimane di gravidanza, i tubuli renali filtrano l'urina già in modo intensivo. Le recensioni di giovani madri indicano anche che molti di loro avevano un tale fenomeno negli ultimi tempi del trasporto di neonati.

Alti tassi di proteine, che superano i 3 g / litro, i medici chiamano proteinuria. Questa è una condizione patologica. La proteinuria può essere permanente, ma molto spesso transitoria. In questo caso, dopo il parto, la donna può mostrare eventuali malattie dei reni o delle vie urinarie. Sono il risultato di una proteinuria persistente, che si è verificata nel periodo di gestazione del bambino.

Per facilitare la valutazione dei risultati dell'analisi delle urine, i medici usano tabelle speciali, che contengono i valori principali dei valori normali di questo test di laboratorio. Al fine di condurre una corretta interpretazione dei risultati, vengono valutati molti diversi indicatori clinici. Quindi, se la futura mamma sopporta gemelli o gemelli, in questo caso, ha spesso proteine ​​nelle urine a 0,15 g / litro.

Per chiarire la diagnosi, i medici possono prescrivere un'ulteriore analisi - determinazione delle proteine ​​giornaliere. Questo studio di laboratorio mostra in modo più preciso se ci sono problemi con la filtrazione delle urine nel corpo femminile. L'analisi giornaliera normale non supera 0,2 g / die. Per molte donne che hanno manifestazioni iniziali di filtrazione renale compromessa, i valori ottenuti sono 0,1 g / litro, e se l'indicatore mostra 0,3 g / litro o più, allora segnala la necessità di correggere questa condizione.

Un'analisi generale è uno studio piuttosto capiente. Nonostante la sua semplicità e routine, consente una valutazione molto completa del lavoro dei reni. Per escludere malattie concomitanti del tratto urinario, i medici conducono anche una valutazione quantitativa di alcuni indicatori:

  • I leucociti sono un importante marker di infezioni o patologie esistenti degli organi del sistema escretore. Nel corso normale della gravidanza, questo indicatore mostra meno di 10 unità in vista. Nella maggior parte dei casi, i leucociti sono 1-5 nella vista n / a. L'eccesso di questo indicatore dovrebbe essere un motivo per chiedere consiglio ad un urologo o terapeuta.
  • In una normale analisi generale, non ci sono anche batteri. Questo è solitamente contrassegnato con un "+" o "-" nella forma medica dello studio. La presenza di batteri è una condizione estremamente sfavorevole, soprattutto durante la gravidanza. La batteriuria può portare allo sviluppo di pericolose malattie infettive dei reni e delle vie urinarie.
  • I globuli rossi sono un altro importante indicatore del normale funzionamento dei reni. La combinazione di alto contenuto di proteine ​​ed eritrocituria è generalmente considerata una conseguenza della glomerulonefrite. Questa è una pericolosa patologia dei reni che si riscontra nella popolazione femminile abbastanza spesso. L'esacerbazione della pielonefrite durante la gravidanza è estremamente pericolosa. In questo caso, ci possono essere varie violazioni del flusso sanguigno placentare del feto.

Altri Articoli Su Rene