Principale Cisti

Litotripsia a distanza - un metodo sicuro per schiacciare calcoli renali

Una delle malattie urologiche comuni è l'urolitiasi. Si manifesta con la formazione di calcoli nei reni, nella vescica urinaria e negli ureteri.

Le pietre possono apparire per molte ragioni, le principali delle quali sono disturbi metabolici, anomalie e malattie renali, che interrompono il flusso di urina.

Per lo più le pietre sono calcio, ma ci sono anche specie miste, acido urico, cistina.

La litotrissia a distanza è un metodo progressivo per il trattamento della urolitiasi. La terapia non ha praticamente controindicazioni e durante l'intera procedura il paziente sperimenta un minimo di sentimenti negativi.

Qual è l'essenza del metodo

Il metodo si basa sulla frantumazione hardware delle pietre utilizzando un'onda d'urto (un impulso ad alta pressione a breve termine) mirata alle formazioni.

Dopo di ciò, loro stessi escono con urina. I frammenti possono andare diversi giorni o mesi.

A volte i pazienti hanno pietre molto dure e sono necessarie diverse procedure per schiacciarle.

Condizioni in cui la procedura è più efficace

La litotripsia a onde d'urto a distanza più efficace (ESWL) sarà in pazienti con calcoli renali fino a 2,5 mm.

Il trattamento è prescritto per il deflusso urinario libero sotto l'area di posizionamento delle pietre. È stabilito che l'effetto di schiacciare una pietra è associato alle sue dimensioni e alle proprietà fisico-chimiche.

L'ossalato di calcio e le pietre di acido urico sono meglio distrutte rispetto alle pietre di cistina e ossalato di calcio monoidrato.

Prima che l'operazione venga presa in considerazione:

  • la dimensione, la composizione chimica della pietra, il volume e la densità;
  • pervietà delle vie urinarie;
  • condizione renale;
  • la natura della disfunzione dell'organo e l'infezione delle vie urinarie;
  • livello di pervietà nel tratto urinario.

Restrizioni per la procedura

Le principali controindicazioni includono:

  • peso corporeo superiore a 130 kg;
  • altezza di una persona più di 2 m;
  • aritmie pericolose;
  • anomalie cardiache;
  • riduzione della funzionalità renale oltre il 50%;
  • disturbi nel sistema di coagulazione del sangue;
  • gravidanza, mestruazioni;
  • processi infiammatori acuti nelle vie urinarie (pielonefrite, cistite e uretrite);
  • insufficienza renale.

Preparazione del paziente

Prima della nomina della chirurgia, uno studio dettagliato del paziente viene eseguito in conformità con i dati della tomografia computerizzata, dei raggi X e dell'esame ecografico. Non c'è alcuna controindicazione al trattamento.

Inoltre, al paziente vengono prescritti esami del sangue per il gruppo, fattore Rh, analisi generale e biochimica. Un'analisi delle urine completa e un elettrocardiogramma.

Non meno di 5 giorni prima dell'intervento, i farmaci che fluidificano il sangue e ne bloccano il collasso vengono annullati (Warfarin, Aspirina, ecc.). In presenza di infezioni nella semina delle urine, gli agenti antibatterici vengono preliminarmente presi.

Progresso della procedura

La litotrissia a distanza di calcoli renali può essere eseguita a livello ambulatoriale, dopodiché il paziente viene rimandato a casa. Per migliorare le prestazioni e il comfort del paziente, la chirurgia viene eseguita con anestesia (con anestesia endovenosa o sedazione minore).

È possibile operare senza anestesia con l'uso di antidolorifici.

Il paziente viene posto sul lettino del litotritore, la pelle nella zona in cui è posizionato il fuoco è ricoperta da uno speciale gel, dopo di che le onde d'urto sono focalizzate sulla pietra con ultrasuoni o raggi X.

Dopo di che, con una certa forza e frequenza, si generano onde che distruggono la pietra. La durata della procedura di solito non supera i 60 minuti.

L'impatto degli impulsi viene effettuato sotto costante osservazione. Dopo l'intervento, il dolore sordo può comparire nella regione lombare, ma gradualmente la sua intensità diminuisce.

In alcuni casi, il dolore è colico ed è caratterizzato dallo scarico del calcolo.

Il sangue può anche essere osservato nelle urine per diverse settimane dopo l'intervento chirurgico.

A volte l'efficacia del trattamento utilizzato è dimostrata immediatamente dopo l'intervento chirurgico per modificare l'ombra di pietra sui raggi X. Ma fondamentalmente il risultato finale diventa noto solo dopo poche settimane.

È impossibile parlare di onde d'urto non traumatiche perfette, dal momento che il rene sta vivendo livido, stress, che viene eliminato per 5-7 giorni.

Possibili complicazioni

In alcuni casi, la litotripsia distributiva è associata ad alcune complicanze. Sono divisi nei seguenti tipi:

  • complicazioni dovute allo scarico di frammenti di pietra;
  • complicazioni dovute all'azione dell'onda d'urto nei tessuti circostanti.

La prima complicazione è l'ostruzione (ostruzione) dell'uretere da parte dei resti di una pietra danneggiata.

Quando la pietra è grande, i suoi grandi frammenti possono accumularsi nella parte principale dell'uretere, causando l'ostruzione delle vie urinarie.

In generale, l'ostruzione risultante sotto forma di dolore nella regione lombare è simile alla colica renale e richiede un intervento strumentale.

L'estrazione di calcoli dalle vie urinarie viene eseguita con un ureteroscopio o una frantumazione secondaria.

Complicazioni dopo ostruzione dei canali urinari, frammenti di pietra sono pielonefriti prima della comparsa di urosepsi, emorragie, emorragie nella cellulosa perrenale.

Ma tali complicazioni appaiono raramente e non riducono i benefici della tecnologia.

Ci hanno passato

Recensioni di pazienti che hanno eseguito con successo la litotripsia.

Ciao In ambulanza, sono stato portato in ospedale con una colica renale. Dopo una radiografia, un'ecografia e i test necessari, i medici hanno scoperto una pietra di 5 * 6 mm. È uscito dal rene e si è bloccato nella parte superiore dell'uretere.

Ho avvertito un dolore intenso, quindi gli antidolorifici sono costantemente pungolati. Ma la pietra stessa non è uscita e mi è stata assegnata la DLT.

Secondo i medici, era impossibile e pericoloso gestirmi. Poi ho trovato un reparto di litotripsia a distanza, dove mi hanno messo sul tavolo, mi hanno punzecchiato per un anestetico.

Le sensazioni non erano piacevoli, dopo di che il dottore prescrisse Canephron, antidolorifici e antibiotici. Non appena la pietra è uscita, l'ho inviata allo studio e, in base alla sua composizione, ho potuto scegliere la dieta ottimale.

Olga, 27 anni

Per circa 20 anni ho l'urolitiasi. In precedenza, le pietre crescevano piccole e si ritiravano da sole. Questo è stato accompagnato da coliche, ma gli antispastici e i bagni caldi hanno aiutato a sbarazzarsi di loro senza una visita dal medico.

Ma l'anno scorso è iniziata una forte colica e per molto tempo non è stato aiutato. Sono andato all'ospedale dove hanno fatto una foto con una pietra di 9 mm. Avevo paura di fare un'operazione, ma mi è stata prescritta la litotripsia. Un'iniezione intramuscolare è stata fatta e posta su un divano.

Attraverso una radiografia e un'ecografia, i medici hanno diretto l'apparato su una pietra. Le principali sensazioni erano lievi tremori. Ci sono volute 2 sedute, dopo di che la pietra si è divisa ed è uscita dopo pochi giorni con l'aiuto di fisioterapia e antispastici.

Marina, 50 anni

Costo di ESWL

La litotripsia dei calcoli renali deve essere eseguita in una clinica specializzata.

Un urologo qualificato identifica la dimensione e la posizione della pietra, che consente di eseguire l'operazione senza conseguenze in breve tempo.

Il prezzo medio della litotrissia a distanza a Mosca è di 50 mila rubli.

Litotrissia dei calcoli renali: indicazioni, controindicazioni, metodi

La litotripsia è un metodo minimamente invasivo per il trattamento della urolitiasi, che consente di schiacciare e rimuovere le pietre dal tratto urinario, senza ricorrere alla chirurgia a cielo aperto. Al giorno d'oggi, la litotripsia a onde d'urto remota è ampiamente usata in urologia, la considereremo in modo più dettagliato.

Fondamenti fisici

Tutti i moderni litotritori creano un impulso a onde d'urto, che colpisce la pietra e porta gradualmente alla distruzione della sua struttura e distruzione fino a una massa sottile, seguita da una scarica spontanea attraverso il tratto urinario. Solo in alcuni casi, i frammenti rimanenti sono più grandi o formano un cosiddetto "sentiero di pietra" (un accumulo di particelle di pietra nell'uretere, visibile sulla radiografia).

Con la litotrissia a onde d'urto remota, viene creata una scarica elettrica nell'ambiente acquatico. Durante lo scarico, attorno ad esso si forma una pressione estremamente elevata e dopo la sua attenuazione diventa negativa. Queste due quantità formano la base dell'impulso dell'onda d'urto. L'uso alternato ripetuto viola l'integrità del reticolo cristallino della pietra.

Va notato che le pietre miste sono più facili da schiacciare di quelle monostrutturali. È molto difficile distruggere le pietre di cistina in questo modo. Calcoli più grandi richiedono l'uso di impulsi ad alta energia e la divisione della procedura di frantumazione in più fasi.

A seconda dell'origine della generazione di impulsi, i litotrittori possono essere:

  • piezoelettrico;
  • elettro;
  • elettromagnetico.

Una condizione necessaria per una sessione di litotripsia efficace è la rimozione più accurata di una pietra nella zona focale sotto la guida a raggi X o ecografica. Riduce anche la possibilità di lesioni ai tessuti circostanti e riduce il rischio di complicanze.

Indicazioni e caratteristiche di utilizzo

L'indicazione per la litotrissia remota è la presenza di una pietra nei reni o nel tratto urinario in assenza di violazioni del deflusso di urina al di sotto della sua posizione. Le pietre con dimensioni fino a 20 mm sono considerate ottimali per la procedura.

La procedura di frantumazione può essere eseguita in più fasi, la cui necessità è determinata dal medico. In presenza di pietre più grandi, sono necessari stent aggiuntivi o una combinazione del metodo con altri tipi di trattamento. Nel caso delle pietre di corallo, la litotripsia viene eseguita gradualmente, la frantumazione inizia dalla periferia. La litotripsia a fasi viene anche utilizzata per più pietre nel tratto urinario, con una separazione pre-programmata della sessione in più parti. Negli intervalli tra le procedure è prescritto un trattamento conservativo attivo.

Dopo la litotripsia, si verifica il periodo più cruciale, su quali pazienti devono essere avvertiti in anticipo. La distruzione delle pietre porta allo scarico dei loro frammenti attraverso il tratto urinario. Questo può contribuire a interrompere a breve termine il passaggio dell'urina e la formazione di un "sentiero di pietra". In questo caso, il rene controlaterale prende il sopravvento sull'intero carico.

Se vi è una pietra nell'uretere, di solito si sviluppa colica renale o pielonefrite acuta ostruttiva, quindi il rene viene drenato per primo, il processo infiammatorio acuto viene interrotto e solo allora viene avviata la litotripsia.

L'efficacia della procedura è determinata da:

  • sufficiente formazione ed esperienza di uno specialista;
  • lo scopo corretto della litotripsia e l'osservanza delle regole per l'uso degli impulsi delle onde d'urto;
  • la struttura della pietra e la condizione dei reni;
  • la precisione dell'oggetto nella zona focale.

Controindicazioni

Il trattamento della litiasi con litotripsia può non essere possibile in tutti i pazienti, poiché vi sono controindicazioni:

  • l'impossibilità della completa rimozione del calcolo nel fuoco dell'onda d'urto dovuta al sovrappeso o alla deformazione dello scheletro;
  • la gravidanza;
  • patologia del sistema di coagulazione;
  • processi infiammatori attivi nelle vie urinarie;
  • restringimento degli ureteri sotto la posizione della pietra;
  • grave insufficienza renale;
  • gonfiore dei reni;
  • aneurisma dell'arteria aortica e renale;
  • malattie acute dell'apparato digerente;
  • patologia grave del sistema cardiovascolare.

Preparazione per la litotripsia

Per prevenire complicazioni nella fase di pianificazione dell'intervento, il paziente è pronto per questa procedura. Include:

  • studio clinico completo;
  • confronto di indicazioni e controindicazioni;
  • igiene delle vie urinarie;
  • preparazione dell'intestino (la nutrizione dietetica, un clistere purificante alla vigilia e il giorno della schiacciatura sono prescritti per ridurre la flatulenza);
  • terapia infusionale;
  • atteggiamento mentale positivo.

La litotripsia, come qualsiasi altro intervento chirurgico, causa un complesso di forti reazioni allo stress in un paziente. Al fine di minimizzare questo effetto, vengono applicati vari metodi di anestesia controllata. Una delle sue opzioni può essere neuroleptanalgesia.

Immediatamente prima che la procedura venga eseguita:

  • familiarizzazione del paziente con l'installazione;
  • sedie da allenamento individuali;
  • trattamento della regione lombare con vaselina o glicerina;
  • corretta installazione e fissaggio del paziente sulla sedia dell'installazione con il collegamento di speciali sensori sincronizzati con la respirazione e il battito cardiaco.

Nel periodo postoperatorio, tali pazienti sono assegnati a:

  • aumento del regime di bere;
  • dieta;
  • sufficiente attività motoria;
  • terapia antibatterica;
  • medicina di erbe;
  • esposizione a fattori fisici (correnti diatermiche, laserterapia, vibroterapia, ecc.).

Fattori che influenzano il risultato

I risultati della litotrissia dipendono da vari fattori:

  • la dimensione della pietra (con l'aumentare della dimensione della pietra, l'efficacia della litotripsia diminuisce);
  • la sua posizione e forma;
  • composizione e struttura chimica;
  • il tempo di residenza del calcolo nelle vie urinarie;
  • condizione iniziale dei reni.

E quest'ultimo è molto importante, poiché i reni con una funzione ridotta non sono sempre in grado di espellere tutti i frammenti del calcolo. Spesso, il tessuto di un organo a causa di processi sclerotici ha una maggiore densità, e quindi è più suscettibile al danno da impulsi di onde d'urto.

È meglio lasciare i frammenti della pietra distrutta, situata nella pelvi renale o nella coppa superiore, peggio - nella coppa inferiore.

Se la pietra è nell'uretere per molto tempo, allora questo porta a cambiamenti infiammatori nella sua parete, che impedisce la frammentazione e l'eliminazione dei suoi frammenti. In tali casi, vi è la necessità di ulteriori interventi.

complicazioni

A causa della sua specificità, questa procedura colpisce non solo i calcoli renali, ma causa anche varie complicazioni e reazioni indesiderabili nel corpo. Questi includono:

  • disturbi del ritmo cardiaco e cambiamenti della pressione arteriosa che si verificano immediatamente durante l'intervento;
  • ematuria;
  • colica renale;
  • pielonefrite acuta o esacerbazione cronica;
  • ecchimosi;
  • sanguinamento gastrointestinale;
  • ipertensione arteriosa.

L'ematuria è rilevata in quasi tutti i pazienti, la sua gravità è insignificante. Di solito finisce in un giorno.

Nello sviluppo della pielonefrite, una lunga permanenza di una pietra nell'uretere e una violazione del passaggio dell'urina, così come la formazione di un "sentiero di pietra", che può causare un'ostruzione parziale o completa delle vie urinarie, gioca un ruolo importante.

Spesso, il processo infiammatorio nel cotile e nel sistema di placcatura del bacino si sviluppa dopo un precedente intervento chirurgico ai reni. Questa complicanza può finire con un processo patologico ancora più serio - l'urosepsis.

L'insorgenza di ematomi intra- o perirenali è associata all'effetto dannoso dell'onda d'urto sul tessuto renale.

Nella maggior parte dei pazienti, la colica renale è osservata nel periodo di scarico dei frammenti di pietra.

Quale dottore contattare

Per la litotrissia a onde d'urto a distanza, è necessario contattare il proprio urologo. Inoltre, potrebbe essere necessario consultare un cardiologo, nefrologo, terapeuta per escludere possibili controindicazioni.

conclusione

Nonostante i buoni risultati, questa tecnica non elimina la ricorrenza della formazione di calcoli, poiché non influenza la causa della malattia. Pertanto, nel periodo postoperatorio è importante condurre un'adeguata terapia conservativa e un follow-up.

Litotripsia: indicazioni, metodi e comportamenti, risultati e complicazioni

L'urolitiasi è considerata una delle più frequenti malattie urologiche, che colpisce fino al 40% dei pazienti con questo profilo. Le operazioni di estrazione delle pietre sono molto traumatiche, quindi sono state sostituite da un nuovo metodo di trattamento: la litotripsia, che non richiede tagli grandi e una lunga permanenza in ospedale.

Al giorno d'oggi, l'urolitiasi sta diventando più comune, i pazienti sono di solito persone di età media e matura. Le influenze negative dell'ambiente esterno, il modo di vita e la natura del cibo di una persona moderna predispongono a una violazione dell'urodinamica, della composizione dell'urina e, di conseguenza, della formazione di calcoli. Le concrezioni possono essere diverse, in uno o entrambi i reni. Le pietre hanno una grande varietà di dimensioni, da quelle piccole fino a 2-3 cm e più, la loro composizione è diversa, la forma varia da reni tondi a bizzarri, a corallo che riempiono il bacino e le sezioni iniziali delle tazze.

Pietre relativamente piccole possono uscire dal flusso delle urine, mentre le pietre più grosse incontrano un ostacolo in spazi ristretti del sistema urinario, fermarsi lì, portando al paziente un dolore lancinante e insopportabile. Una manifestazione negativa di urolitiasi è la ri-formazione di pietre e il decorso recidivante, a causa del quale si ripetono gli attacchi di colica.

La violazione del deflusso di urina è irto di cambiamenti irreversibili nel rene sotto forma di rughe, processi infiammatori, idronefrosi. Oltre alle complicazioni pericolose, l'urolitiasi ha un quadro clinico caratteristico sotto forma di colica renale. Il dolore severo durante il movimento della pietra attraverso l'uretere o l'uretra spesso non viene eliminato anche da analgesici molto forti, ei pazienti sono costretti a sottoporsi a trattamento ospedaliero di volta in volta.

Relativamente recente, la chirurgia è stata il trattamento principale per l'urolitiasi. Data la posizione dei reni nello spazio retroperitoneale, era accompagnato da un grande trauma operativo, le complicazioni non erano rare. La questione è stata aggravata dal fatto che il processo di formazione di pietra non si è fermato dopo l'operazione. La ricerca di altri metodi di estrazione delle pietre, che sono più sicuri e, allo stesso tempo, molto efficaci, ha portato allo sviluppo di un metodo di litotripsia, quando le pietre frammentate escono naturalmente con l'urina.

Tipi di litotripsia

La schiacciamento dei calcoli renali durante la procedura di litotripsia avviene con l'aiuto di vari tipi di energia: laser, ultrasuoni, ecc. A seconda della via di esposizione alla pietra, si distinguono diversi tipi di procedura:

  • a distanza;
  • transuretrale;
  • Litotripsia percutanea (percutanea).

La scelta di una tecnica specifica è determinata dai parametri delle pietre: dimensione, composizione, posizione. Anche i desideri del paziente vengono presi in considerazione. L'indicazione principale per la litotripsia è la presenza di calcoli nel tratto urinario. Con pietre fino a 2,5 cm, la distruzione remota è possibile, le formazioni ad alta densità, le configurazioni complesse e le posizioni elevate vengono rimosse endoscopicamente mediante ultrasuoni o energia laser, ed è più sicuro estrarre grandi pietre a forma di corallo fantasia utilizzando un'operazione percutanea mini-invasiva.

La preparazione per la frantumazione delle pietre dipende dal metodo scelto. Gli effetti non invasivi non richiedono alcuna misura preparatoria significativa, mentre le operazioni minimamente invasive richiederanno un esame preliminare e il trattamento delle comorbidità, che potrebbe essere la ragione per limitare l'anestesia.

Tutti i pazienti sottoposti a litotripsia sottoposti a esami generali del sangue e delle urine, vengono esaminati per le infezioni, obbligatorio - coagulogramma, ECG, radiografia polmonare. Per determinare la posizione di pietre e cambiamenti nel rene, vengono mostrati l'ecografia, l'urografia escretoria e la TC.

Per la prevenzione delle complicazioni infettive, gli antibiotici sono quasi sempre prescritti, il medico consiglia un regime di bere, che è particolarmente importante nel periodo in cui emergono piccoli frammenti.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla scelta della clinica, perché il successo del trattamento dipende dalla qualità delle attrezzature utilizzate e dalle qualifiche del medico. Non è un segreto che la maggior parte delle complicanze e degli effetti negativi della litotripsia sono collegati con un basso livello di formazione medica e la mancanza di esperienza nelle procedure endoscopiche. Negligenza medica o errore in qualsiasi momento possono compromettere seriamente la salute e la vita del paziente.

Litotrissia a onde d'urto a distanza

La litotripsia a distanza è riconosciuta come il metodo standard per il trattamento della urolitiasi, ci sono dispositivi per la sua implementazione nella maggior parte degli ospedali urologici e gli urologi hanno accumulato una quantità sufficiente di informazioni riguardo alle indicazioni e alle possibili complicanze di questo tipo di litotripsia.

La base della frantumazione remota delle pietre è l'impatto di un'onda d'urto dall'esterno con l'aiuto di un apparato litotritore. Sotto il controllo dell'ecografia o della radiazione a raggi X, il medico concentra l'onda d'urto sull'area della pietra, che poi collassa in frammenti più piccoli che lasciano il tratto urinario per conto proprio. Non sono necessarie incisioni cutanee, la procedura può essere eseguita senza anestesia generale.

La limitazione all'uso della litotripsia da shock a distanza dei calcoli renali può essere la densità eccessiva e le loro dimensioni. In precedenza, gli urologi non schiacciavano pietre più di un centimetro e mezzo, ma i dispositivi moderni possono distruggere pietre più grandi - fino a 2-2,5 cm.

I vantaggi della litotrissia remota:

  • La possibilità non solo di un trattamento pianificato, ma anche di cure di emergenza per la colica renale;
  • Non c'è bisogno di incisioni cutanee;
  • La possibilità di utilizzo nella pratica pediatrica;
  • La procedura può essere eseguita senza anestesia generale;
  • Un breve periodo di riabilitazione, che non comporta una lunga degenza in ospedale;
  • Il metodo è più economico di circa un terzo;
  • La probabilità di complicanze è inferiore rispetto ai metodi operativi e minimamente invasivi di frantumazione delle pietre.

Come la maggior parte dei metodi di trattamento, lo schiacciamento a distanza dei calcoli renali non è privo di difetti, tra cui:

  1. La possibilità di danni al parenchima renale e ai tessuti circostanti, che si manifesta con ematuria (sangue nelle urine) in 9 pazienti su 10;
  2. La probabilità di ricorrenza con più pietre di grandi dimensioni;
  3. Bassa efficienza con pietre molto dense, pericolo di complicazioni se il loro diametro supera i 2-2,5 cm.

La litotrissia remota ha diverse controindicazioni:

  • Patologia dell'emostasi, che aumenta il rischio di sanguinamento, prendendo anticoagulanti;
  • mestruazioni;
  • L'incapacità di focalizzare accuratamente l'onda d'urto sul calcolo, che è probabile nell'obesità, scoliosi e altri disturbi del sistema muscolo-scheletrico;
  • Processi suppurativi in ​​altri organi, malattie infettive infiammatorie e infettive, compresa la tubercolosi;
  • Neoplasia del rene;
  • Esacerbazione delle malattie croniche dell'apparato digerente, in cui l'onda d'urto può danneggiare la parete intestinale già sofferente e causare sanguinamento abbondante.

Le persone con aritmie cardiache, scompenso cardiaco e insufficienza respiratoria, impiantate con un pacemaker non saranno in grado di ricevere la litotripsia da onde d'urto a causa dell'aumentato rischio di complicanze cardiache e polmonari. Questa controindicazione può essere considerata relativa, poiché i litotritori moderni, che consentono la frantumazione senza dolore e senza anestesia, possono essere applicati anche in questa categoria di pazienti.

Le donne incinte a causa del rischio di danni all'onda d'urto dell'utero e del feto in via di sviluppo, questo tipo di schiacciamento delle pietre è strettamente controindicato.

La litotrissia a distanza non richiede una preparazione specifica, ma, dati i probabili processi infiammatori, antibiotici, terapia infusionale e vitamine sono prescritti prima del trattamento.

La durata della litotripsia da onde d'urto è di circa un'ora, durante la quale il paziente riceve fino a 8mila "colpi". Per ridurre il dolore, la frammentazione inizia con ondate di minore intensità ea grandi intervalli, quindi aumentano la forza e la frequenza delle onde. I dispositivi moderni consentono di frantumare le pietre quasi senza dolore, ma molti sperimentano ancora disagio se esposti a un'onda d'urto sui tessuti molli e, soprattutto, sulle ossa. In alcuni casi, la terapia può essere eseguita in anestesia generale.

Le pietre schiacciate entrano nell'uretere e escono dall'uretra. Per facilitare il processo del loro movimento ed evitare forti dolori uretere può essere montato stent - un tubo cavo che si estende il gap e facilitando il movimento delle pietre.

La litotrissia a onde d'urto remota viene utilizzata ovunque e in modo abbastanza ampio, mostra risultati eccellenti di trattamento ed è ben tollerata da pazienti di età diverse, ma si verificano complicanze. I più frequenti sono:

  1. Emorragie nel tessuto renale - sotto l'azione dell'onda d'urto, si formano i vasi della rottura del parenchima e un ematoma renale, e i disordini della coagulazione del sangue, le mestruazioni e i processi infiammatori nel rene sono i prerequisiti per questa complicazione;
  2. L'aspetto del sangue nelle urine è piuttosto una manifestazione, piuttosto che una complicazione della procedura, che si osserva in quasi tutti i pazienti. La corretta tecnica di manipolazione riduce al minimo l'ematuria e il rilascio di sangue è limitato a una coppia di prima minzione;
  3. Blocco delle vie urinarie - frammenti di calcoli più piccoli si muovono lungo gli ureteri e possono causare ostruzione con l'arresto del flusso di urina. Il fenomeno più pericoloso è considerato il "sentiero di pietra" quando piccole pietre si accumulano nell'uretere e bloccano il passaggio dell'urina;
  4. Pietre residue nel rene, che non scompaiono dopo la litotripsia e possono essere una fonte di recidiva della malattia.

Schiacciamento di pietra transuretrale

La posizione della pietra e le proprietà fisiche non sempre consentono di essere frammentata da remoto, quindi vi è la necessità di metodi di trattamento minimamente invasivi, tra cui la litotripsia transuretrale, che viene anche chiamata contatto, poiché il dispositivo viene alimentato direttamente nella posizione del calcolo.

La tecnica endoscopica viene utilizzata per la litotripsia da contatto, che viene iniettata attraverso l'uretra, ma la tecnica non implica ulteriori tagli. La procedura è dolorosa, quindi richiede un'anestesia generale o spinale. Per facilitare lo scarico di frammenti di pietre negli ureteri installare gli stent per un massimo di una settimana.

La distruzione diretta dei calcoli renali avviene attraverso l'ureteroscopio, che porta una fonte di azione distruttiva: radiazione laser o ultrasonica. Usando strumenti endoscopici, il medico ha l'opportunità di avvicinarsi il più possibile al calcolo, ispezionarne la posizione, la forma e le dimensioni, distruggerlo in qualsiasi parte del tratto urinario, compresi i bacini pelvi e renali, ed estrarre i frammenti all'esterno.

Il vantaggio di schiacciare calcoli renali con un laser o con ultrasuoni è l'assenza di un effetto dannoso sui reni, sugli ureteri e sulle strutture circostanti, come nel caso della terapia ad onde d'urto. Inoltre, il metodo può essere applicato con qualsiasi proprietà delle pietre - la densità e le dimensioni non giocano un ruolo significativo, poiché l'energia potente agisce direttamente su di esse.

I calcoli renali con ultrasuoni sono un metodo di trattamento relativamente nuovo, in cui le pietre si rompono con un'onda ultrasonica a frammenti di circa 1 mm, e quindi vengono estratti frammenti. Lo svantaggio del metodo può essere considerato un potere di radiazione relativamente basso per pietre molto dense, nel qual caso rimarranno sul posto. Inoltre, la procedura può richiedere un lungo periodo di tempo con calcoli grandi e multipli. Allo stesso tempo, la litotripsia ad ultrasuoni è relativamente sicura, praticamente non traumatizza il tessuto circostante e consente di rimuovere immediatamente i frammenti attraverso un endoscopio.

I calcoli renali schiaccianti con un laser sono uno dei metodi più recenti utilizzati in urologia per l'urolitiasi. Il laser, fornito al calcolo da un endoscopio, lo distrugge letteralmente "in polvere". Il trattamento laser ha i suoi vantaggi rispetto alla frantumazione ad ultrasuoni:

  • Di regola, una sessione è sufficiente per rimuovere le pietre;
  • I concrementi anche della forma più bizzarra e dell'alta densità vengono distrutti, cosa che non è sempre possibile fare con gli ultrasuoni;
  • Indolore e non causa cicatrici;
  • Le piccole schegge non sono praticamente formate, il che può essere una fonte di ricaduta.

La preparazione per la frantumazione laser consiste nella prescrizione di farmaci antibatterici per la prevenzione delle complicanze infettive. Dopo il trattamento non è necessario rimanere in ospedale, quindi il paziente può lasciare la clinica il giorno successivo.

Rimozione della pietra percutanea

Con grandi pietre di corallo che riempiono la cavità della pelvi renale, i metodi sopra descritti possono essere inefficaci e persino pericolosi a causa del rischio di complicanze, quindi i medici ricorrono ai più radicali metodi di trattamento minimamente invasivi: la litotripsia percutanea.

Accesso al concrezioni tramite puntura dermica nella zona lombare, attraverso il quale per mezzo di strumenti endoscopici chirurgo raggiunge pietra e lo elimina. Questa manipolazione ha sostituito con successo gli interventi aperti ed è oggi riconosciuta come "gold standard" nel trattamento chirurgico delle pietre di corallo.

Rimozione della pietra percutanea

La litotripsia percutanea viene eseguita in anestesia generale, è necessario prescrivere antibiotici e follow-up. Le controindicazioni sono le stesse della frantumazione remota. Un'ostruzione può essere un alto grado di obesità, malattie concomitanti che complicano la condotta dell'anestesia generale.

Per ottenere il miglior risultato dopo la frantumazione delle pietre, gli urologi raccomandano di bere regime, bagni caldi ed esercizi che contribuiscono alla rapida uscita dei frammenti di calcolo. I liquidi possono essere consumati circa 2 litri al giorno, può essere linfa di betulla, composta o acqua normale, a causa del rischio di ricaduta, le bevande acide dovranno essere abbandonate.

Molti pazienti che stanno per avere litotrissia vogliono sapere come questa procedura ha avuto luogo negli altri. Le recensioni dei pazienti sono ambigue. La frantumazione di qualcuno non ha causato alcun disagio e una sessione è stata sufficiente, altri hanno sentito dolore, ma abbastanza tollerabile, e altri ancora hanno notato un aumento della pressione arteriosa dopo il trattamento.

Quasi tutte le recensioni hanno consigli urgenti per scegliere un medico altamente qualificato ed esperto e seguire i suoi consigli per rimuovere i resti di pietre. Quando decidi se andare per una procedura o rifiutare, non devi fare affidamento sulle opinioni degli altri, tutti individualmente, le pietre sono diverse, e anche i risultati del trattamento non possono essere assolutamente identici.

La procedura per frantumare le pietre può essere eseguita gratuitamente come parte della fornitura di cure ad alta tecnologia in molte cliniche governative. Per fare questo, è necessario contattare l'istituto medico dove è previsto il trattamento, fornire i risultati disponibili degli esami e iscriversi alla procedura. Potrebbe essere necessario attendere un po 'di tempo per il tuo turno.

È anche possibile un trattamento a pagamento. Il costo della litotripsia dipende dal numero e dalla dimensione delle pietre, dalla lista degli esami necessaria. In media, lo schiacciamento di una pietra costa 25-30 mila rubli, fino a 50 mila dovranno pagare per la rimozione di una grossa pietra di 1,5-2,5 cm, cioè più grande è il calcolo - più alto è il prezzo. Stenting concomitante degli ureteri costa circa 10 mila rubli.

La litotripsia è un metodo efficace ma non sicuro, le complicanze sono possibili, quindi vale la pena di prestare molta attenzione alla prevenzione della formazione di pietra, seguendo una dieta e visitando regolarmente un medico.

Litotrissia a onde d'urto a distanza (ESWL)

La litotrissia a onde d'urto remote o ESWL è un metodo non chirurgico per la distruzione di calcoli nel sistema urinario mediante onde ultrasoniche di azione direzionale. La litotripsia (dal greco lithos - "stone" e tribo - "crush") è letteralmente tradotta come "stone breaking". Gli impulsi penetrano liberamente attraverso i tessuti circostanti e il trasferimento di energia avviene solo nell'area di messa a fuoco, il "punto di lavoro". Ciò causa un graduale "allentamento" e distruzione del reticolo cristallino della pietra. Di conseguenza, una grossa pietra si divide in un numero di frammenti più piccoli, che possono essere naturalmente escreti con un flusso di urina.

Manipolazione, anestesia, degenza ospedaliera, farmaci e gestione del paziente dopo l'intervento.

Litotrissia a distanza - un metodo moderno per il trattamento della urolitiasi

Oggi la litotrissia a distanza dei calcoli renali è una procedura molto efficace. Quasi non causa complicazioni, e dura anche poco tempo, in contrasto con le tecniche che sono state fatte per rimuovere le pietre dai reni in precedenza.

Tutti questi vantaggi sono stati ottenuti mediante l'uso di litotritori tecnologici. Al giorno d'oggi, la litotrissia remota è molto comune.

Inoltre, il rischio di dover ripetere la procedura in questo caso è ridotto al minimo. Tutto dipenderà da quanto bene lo specialista esegue il lavoro.

Sintomi di urolitiasi

L'urolitiasi può apparire come risultato di vari fattori. Di grande importanza nel suo verificarsi è l'ereditarietà. Un'altra ragione è un disturbo metabolico.

Anche l'urolitiasi può causare le seguenti condizioni:

  • pielonefrite;
  • varie malattie infettive;
  • traumi;
  • ambiente - condizioni di lavoro e di vita, ecc.

La posizione delle pietre sono delle vie urinarie, il paziente presenterà i seguenti sintomi:

  • dolore lombare;
  • gonfiore;
  • colica renale;
  • nausea, vomito, ecc.
Se ti trovi con sintomi di urolitiasi, un bisogno urgente di consultare un medico.

Cos'è la litotrissia remota?

Questo metodo è finalizzato alla rimozione di pietre nel tratto urinario, a causa dell'effetto su di esse dell'onda d'urto.

Per eseguire la procedura, è necessario un apparecchio speciale. Dopo la sua riuscita implementazione, le pietre dei reni saranno espulse con le urine.

Spesso ci vorranno settimane o addirittura un mese fino a quando gli ultimi frammenti non verranno rimossi dal corpo.

Cosa è necessario per una procedura di successo?

Il processo di rimozione dei calcoli renali sarà efficace quando la loro dimensione non supera i 2,5 mm.

La litotripsia viene eseguita solo se il deflusso di urina al di sotto della posizione delle pietre non è disturbato.

L'efficacia di rimuovere le pietre dai reni dipenderà non solo dalle loro dimensioni, ma anche dalle loro proprietà.

I calcoli renali possono essere costituiti da diverse sostanze. Quindi, è stato scoperto che quelli che consistono in acido urico e ossalato di calcio sono meglio schiacciati, il che non è il caso con pietre che includono ossalato di calcio monoidrato e cistina.

Prima di eseguire l'operazione, è necessario considerare i seguenti indicatori:

  • quali sono le pietre;
  • le loro dimensioni, così come la densità e il volume;
  • la condizione dei reni stessi;
  • la presenza di disturbi nei reni;
  • la presenza di infezione;
  • se il passaggio attraverso il tratto urinario.

Come ogni procedura medica, la litotrissia ha sia indicazioni che controindicazioni.

Le indicazioni per la litotrissia a distanza sono:

  1. la presenza di pietre, la cui dimensione non raggiunge i 2,5 cm;
  2. La composizione chimica della pietra rende possibile romperla con un laser.

Quando una procedura è proibita:

  • la presenza di processi infiammatori nel corpo;
  • la presenza di malattie come, per esempio, prostatite e polmonite;
  • disturbi emorragici;
  • periodo di gestazione;
  • sanguinamento e mestruazioni;
  • stadio 3-4 obesità;
  • la tubercolosi;
  • oncologia;
  • il verificarsi di complicazioni dopo la precedente lipotripsia;
  • aumento della formazione di gas;
  • scoliosi e altri problemi con la colonna vertebrale;
  • patologia nel lavoro del sistema cardiovascolare.
Ci sono molte controindicazioni alla litotripsia. Solo un medico dopo un esame approfondito, durante il quale non ci saranno controindicazioni, dovrà nominarla.

Modi per

Ci sono diverse opzioni per la procedura, le differenze tra loro sono nella generazione di onde d'urto, che sono:

  • elettromagnetico;
  • piezoelettrico;
  • elettroidraulico.

L'obiettivo di ognuno di questi effetti è quello di distruggere le pietre dei reni di dimensioni tali da poter essere rimosse dal corpo.

Il medico che esegue la procedura dovrà usare una radiografia o un'ecografia sui calcoli renali e schiacciarli. In base alla distanza dell'onda d'urto, ci sono diversi modi per eseguire la procedura: contatto e remoto. Come sono?

Il metodo remoto di rimuovere le pietre dai reni ha iniziato a essere usato in medicina circa 30 anni fa. Il suo principale vantaggio è che rimuove efficacemente i calcoli renali e non causa ferite.

L'apparato, situato all'esterno, dirige le onde d'urto dove si trovano le pietre nei reni. Questo metodo è molto spesso utilizzato nella pratica medica. Gli vengono prescritti non solo gli adulti ma anche i bambini, il che è anche un vantaggio.

Tuttavia, il metodo remoto ha le sue controindicazioni, tra cui:

  1. l'incapacità di inviare un'onda d'urto alla posizione delle pietre;
  2. disturbi emorragici;
  3. patologie associate al tratto gastrointestinale, vi è il rischio di sanguinamento interno durante la procedura.

La litotripsia extracorporea ad onde d'urto è un'altra opzione per la rimozione di calcoli renali. La procedura viene eseguita utilizzando un apparecchio speciale - litotritore. Questo dispositivo può raccogliere un'onda d'urto in un raggio e quindi, usando la guida, la reindirizza direttamente al punto in cui si trovano le pietre.

Durante il corso, l'integrità dei muscoli e della pelle non è disturbata. Un altro vantaggio è che la litotripsia è completamente indolore e quindi non richiede l'anestesia. La sua durata è di circa 30 minuti.

Cosa può provare il paziente?

Spesso dopo la procedura, il paziente può manifestare alcuni sintomi. Preoccuparsi di questo non vale la pena, dal momento che tale manifestazione è assolutamente normale.

Sintomi che il paziente può avvertire dopo la litotripsia:

  • dolore addominale;
  • la presenza di sangue nelle urine;
  • minzione ritardata;
  • nausea e vomito;
  • ipertensione;
  • dolore durante la minzione;
  • costipazione;
  • febbre;
  • gonfiore.
I sintomi possono continuare fino a quando le pietre escono dal corpo. La durata di questo periodo non dovrebbe superare un mese.

I seguenti fattori avranno un ruolo nella durata di tali sintomi:

  • proprietà e dimensioni del ciottolo;
  • attività del paziente;
  • condizione renale;
  • quantità di fluido consumato.

Se il paziente sviluppa colica renale, allora in questo caso è necessario per lui avere una procedura di emergenza.

In caso di violazione dell'escrezione di urina, un anestetico deve essere prescritto al paziente.

C'è un altro modo per rimuovere concrezioni - contatto con la litotripsia laser dei reni. Recentemente, questa procedura è diventata più comune e l'attrezzatura necessaria per la sua implementazione è in molti ospedali urbani. La sua principale differenza è che durante la procedura, il dispositivo viene introdotto nel corpo umano.

L'efficacia della procedura

Molte persone sono interessate a quanto sia efficace la litotripsia, le cui recensioni possono essere lette su Internet.

Alcuni che hanno già seguito questa procedura sostengono che il metodo non li ha aiutati. Ciò può essere spiegato dal fatto che in ogni caso le pietre dei reni si dividono in modo diverso e sono anche espulse in modo diverso attraverso il tratto urinario.

In alcuni casi, è impossibile schiacciare le pietre dalla prima volta, quindi in questo caso sarà necessaria una seconda procedura.

Litotrissia a distanza, il cui prezzo in alcuni punti è di circa 8-10 mila rubli, è alto per alcuni. Il costo della procedura consiste in una serie di fattori diversi, tra cui il metodo di implementazione, la dimensione delle pietre, ecc.

Ma a differenza di altri metodi di rimozione di calcoli dai reni, la litotripsia lontana non causa quasi complicazioni, è praticamente indolore e il suo costo è molto più basso rispetto ad altre procedure. Un altro dei suoi vantaggi è che il corpo dopo la litotrissia si riprende piuttosto rapidamente.

La litotrissia a distanza non garantisce la ricomparsa dei calcoli renali. Pertanto, dopo la procedura, una persona deve monitorare attentamente la propria salute, mangiare bene e condurre uno stile di vita attivo.

Video correlati

Capiente e informativo sulla litotripsia a onde d'urto:

Pertanto, si può concludere che la litotrissia remota finalizzata alla rimozione dei calcoli renali è una procedura praticamente sicura. Contribuisce alla rimozione efficace delle pietre dal corpo. Inoltre, questo metodo di trattamento è volto ad eliminare le complicanze causate dalla urolitiasi.

Prima di eseguire la procedura, il paziente dovrebbe prepararsi per questo: passare attraverso una consultazione con un medico e anche superare i test necessari. Ciò consente di identificare la presenza di controindicazioni alla procedura, se presente. La procedura di litotripsia a onde d'urto distanti, il cui prezzo può variare in base a vari fattori, aiuta a migliorare il benessere dei pazienti e raramente causa la ricomparsa di calcoli renali.

Litotrissia a onde d'urto a distanza (ESWL)

L'aspetto della litotrissia a onde d'urto remote (ESWL) negli anni '80 del XX secolo ha cambiato radicalmente i principi del trattamento della urolitiasi. I moderni dispositivi ESWL (lithotriptors) sono integrati in installazioni radiologiche urologiche.

Oltre il 90% di tutti i calcoli può essere rimosso con ESWL. L'efficacia della litotrissia remota a onde d'urto dipende dal tipo di litotripter e dai seguenti fattori:

  • caratteristiche del calcolo (dimensione, posizione, composizione)
  • caratteristiche del corpo
  • caratteristiche del litotritore e caratteristiche della litotrissia remota ad onde d'urto (ESWL)

Controindicazioni per la litotrissia a onde d'urto a distanza (ESWL):

  • gravidanza
  • diatesi emorragica (richiede una compensazione preventiva)
  • infezione del tratto urinario avanzato (UTI)
  • grave obesità
  • aneurisma arterioso, accanto a un calcolo
  • ostruzione del tratto urinario sotto la posizione del calcolo (pietra)

Stenting prima della litotrissia a onde d'urto remota (ESWL):

Calcoli renali stenting

L'uso routinario dello stent non aumenta l'incidenza dei calcoli. JJ-stent riduce il rischio di colica renale e ostruzione, ma aumenta l'incidenza di pielonefrite ostruttiva.

Se la temperatura corporea del paziente aumenta e dura per diversi giorni, è necessaria la nefrotomia percutanea, anche se non è presente un'estensione della pelvi renale del sistema renale all'ecografia.

Stenting con calcoli ureterali

Lo stent routinario prima di condurre ESWL con calcoli ureterali non è raccomandato. Dopo aver installato un catetere dello stent ureterale nell'uretere, i pazienti spesso lamentano disuria, urgenza di urinare, minzione frequente e dolore nell'area sovrapubica.

Caratteristiche cliniche:

  • La presenza di un pacemaker paziente. La consultazione con un cardiologo è necessaria per i pazienti con pacemaker per eseguire la litotrissia a onde d'urto a distanza (ESWL).
  • Caratteristiche dell'onda d'urto. Secondo studi prospettici randomizzati, la frequenza ottimale dell'onda d'urto è di 1,0 Hz.
  • Connessione acustica È richiesto un buon contatto tra la testa del litotritore e la pelle del paziente. Le bolle d'aria nel gel di contatto riflettono il 99% delle onde d'urto. Le bolle per il 2% dell'area di contatto riducono l'efficienza del 20-40%. Pertanto, il gel deve essere applicato direttamente dalla bottiglia e non a mano.
  • Controllo sulla conduzione della litotrissia remota ad onde d'urto (ESWL).

È richiesto un attento controllo della procedura mediante fluoroscopia e / o ultrasuoni.

Litotripsia ad onde d'urto come metodo per il trattamento della urolitiasi

Il trattamento della urolitiasi è uno dei problemi più urgenti nell'urologia e nella medicina in generale. Esistono molti metodi conservativi e chirurgici per liberare una persona dai calcoli renali, ognuno dei quali ha i suoi vantaggi e svantaggi. L'obiettivo di uno di questi metodi è quello di garantire che la pietra venga rimossa dal tratto urinario il più rapidamente, senza dolore ed efficacemente possibile. Oggi, uno dei metodi più efficaci per trattare l'urolitiasi è la litotrissia a onde d'urto a distanza - la frammentazione non invasiva dei calcoli.

La litotrissia a onde d'urto remota rimuove i calcoli renali

La litotrissia a onde d'urto remota è oggi uno dei metodi più promettenti per il trattamento della urolitiasi. L'essenza della litotrissia remota è la frantumazione non invasiva delle pietre nel tratto urinario, cioè lo schiacciamento avviene senza contatto diretto con la pietra. Un calcolo che ha subito la litotripsia, in seguito senza problemi, si accompagna all'urina, senza provocare al paziente sensazioni dolorose e impedendo il verificarsi di complicazioni che possono svilupparsi quando si utilizzano altri metodi di trattamento dell'urolitiasi.

Litotrissia a onde d'urto a distanza:

- principali tipi di litotritori ad onde d'urto;

- indicazioni per litotripsia ad onde d'urto;

- controindicazioni per la litotripsia ad onde d'urto;

- metodi di litotripsia ad onde d'urto.

I principali tipi di litotritori ad onde d'urto

Ad oggi, nel mondo sono utilizzati più di 40 tipi di litotriptor, i più comuni dei quali sono i tre metodi principali per generare le onde d'urto:

  • I litotritori elettroidraulici formano onde d'urto come risultato di una scarica ad alta tensione in acqua tra coppie di elettrodi situati sullo scaricatore. L'induzione di un'onda d'urto viene eseguita sotto la guida dei raggi X o degli ultrasuoni. Tali litotritori consentono di ottenere una potente onda d'urto superiore a 1.300 bar;
  • I litotritori elettromagnetici consentono di formare un'onda d'urto in una speciale macchina di formatura e di focalizzarla su un calcolo utilizzando un sistema di lenti acustiche. La guida di un'onda su una pietra è anche controllata da radiografia o attrezzatura di ultrasuono;
  • I litotritori piezoceramici sono i più recenti fino ad oggi, hanno un meccanismo di struttura complessa e consentono una frantumazione assolutamente indolore delle pietre nel corpo del paziente. Allo stesso tempo, i litotritori piezoceramici non sono efficaci per pietre molto grandi e forti.

Indicazioni per la litotripsia ad onde d'urto

È possibile eseguire la litotrissia remota con onde d'urto se un paziente con urolitiasi presenta indicazioni per questa procedura. Ci sono indicazioni di base per la litotripsia ad onde d'urto:

  • calcoli renali singoli fino a 25 mm di dimensione, a condizione che non vi sia alcuna violazione del deflusso delle urine sotto la pietra;
  • più calcoli renali con una dimensione totale fino a 30 mm;
  • una o due pietre nella dimensione dell'uretere fino a 10 mm. in assenza di un'espansione pronunciata del tratto urinario superiore e della forma attiva di pielonefrite cronica;
  • calcoli renali di corallo con una dimensione totale di 40 mm.

Controindicazioni per la litotripsia ad onde d'urto

Ci sono anche controindicazioni all'esecuzione della litotrissia a onde d'urto a distanza, le principali delle quali sono:

  • l'impossibilità di visualizzazione e guida accurata della pietra sotto le onde d'urto;
  • ostruzione del tratto urinario al di sotto del livello di localizzazione della pietra;
  • grave deformità spinale;
  • disturbi della coagulazione del sangue;
  • la gravidanza;
  • violazioni gravi di attività cardiovascolare;
  • splenomegalia;
  • patologia del cancro;
  • processi infiammatori acuti nel corpo;
  • tubercolosi attiva;
  • sepsi;
  • pielonefrite acuta ostruttiva;
  • violazioni della funzione secretoria del rene a causa della formazione di rughe.

Metodi di litotripsia ad onde d'urto

La preparazione del paziente per eseguire la litotripsia ad onde d'urto è quella di pulire e ridurre la pneumtizzazione intestinale, che consente la migliore visualizzazione dei calcoli. Durante la procedura, il paziente deve essere sulla schiena o sull'addome. La frantumazione inizia con modalità a bassa energia - 500-600 impulsi, con inefficienza, il numero di impulsi aumenta. Le pietre schiaccianti della pelvi renale e dell'uretere si eseguono su uno stent preinstallato. Come risultato dell'impatto dell'onda d'urto sul calcolo, la sua scomposizione in piccoli frammenti avviene, che successivamente con l'urina del paziente lascia il corpo senza dolore. Per creare condizioni favorevoli per il passaggio di frammenti di pietra per 7-10 giorni dopo la procedura, si consiglia al paziente di assumere farmaci antispastici.

Altri Articoli Su Rene