Principale Pielonefrite

Febbre emorragica con sindrome renale

La febbre emorragica con sindrome renale (HFRS) o febbre di topo dovrebbe essere familiare a tutti i residenti in Russia.

Questa malattia è una pericolosa possibilità di gravi complicanze. Il numero di morti tra i pazienti in Russia raggiunge l'8%.

Quali sono le ragioni per la febbre emorragica con sindrome renale

L'HFRS è una malattia virale che colpisce principalmente i vasi sanguigni e i reni. L'agente eziologico della malattia è il virus Hantaan appartenente alla famiglia dei Bunyavirus.

Tra gli animali, questo virus è diffuso da morsi di pulci o zecche. Allo stesso tempo, i roditori sono portatori latenti del virus e lo espellono nell'ambiente con feci, urina e saliva.

Questo virus è caratterizzato da resistenza alle temperature negative e muore entro mezz'ora a una temperatura di 50 gradi. La particolarità del virus è che colpisce il rivestimento interno dei vasi sanguigni (endotelio).

Gli scienziati identificano due tipi di virus:

  1. Tipo orientale Questo tipo prevale in Estremo Oriente, i topi di campo della Manciuria stanno trasportando l'infezione.
  2. Il tipo occidentale è comune nella parte europea della Russia. L'ambulante è un'arpia rossa e rossa.

Si noti che il primo tipo è più pericoloso e causa dal 10 al 20% dei casi di esiti letali, mentre il secondo tipo causa fino al 2%. Ci sono diversi modi per infettare questa malattia.

L'infezione si verifica quando una persona entra in contatto con le secrezioni di roditori infetti per inalazione, alimentazione o quando colpisce la pelle danneggiata. La malattia è stagionale autunno-inverno.

Guarda i video su questo argomento.

I sintomi di questa malattia

Il corso di HFRS è diviso in diversi periodi.

A seconda dello stadio della malattia, il paziente manifesta uno o l'altro sintomi della malattia.

  1. Periodo di incubazione Questa fase dura circa 20 giorni. In questa fase, la malattia non si manifesta. Il paziente potrebbe non essere a conoscenza dell'infezione.
  2. Il periodo iniziale (febbrile) dura 3 giorni.
  3. L'oligoanurico dura circa una settimana.
  4. Poliuria (precoce convalescenza) - da 2 a 3 settimane.
  5. La reconvalescenza tardiva inizia approssimativamente dal secondo mese del decorso della malattia e può durare fino a 3 anni.

Lo stadio iniziale della malattia è caratterizzato da un salto significativo della temperatura corporea al mattino e al pomeriggio. Il paziente è accompagnato da insonnia, dolori muscolari, affaticamento, mancanza di appetito.

Inoltre c'è un mal di testa, una reazione dolorosa agli stimoli luminosi, congiuntivite. La lingua forma una fioritura bianca. Il rossore della parte superiore del corpo è osservato.

Tipico di questo periodo è il dolore nella parte bassa della schiena, che nella forma più grave della malattia può essere accompagnata da nausea, vomito e dolore doloroso nella parte addominale.

Produzione di urina ridotta A causa di ciò, aumenta il livello ematico di potassio e urea, mentre diminuisce il livello di calcio e cloruro.

Una piccola eruzione cutanea (sindrome emorragica) appare sulla pelle del paziente. L'area del torace, delle ascelle e delle spalle è più spesso interessata. Tutto questo può essere accompagnato da sanguinamento nasale e gastrointestinale.

Il sistema cardiovascolare del paziente fallisce: l'impulso diventa meno frequente, la pressione arteriosa in un breve periodo si sviluppa da bassa ad alta e viceversa.

Nella fase iniziale di recupero, il paziente si sente sollevato. Inizialmente, c'è un flusso abbondante di urina (fino a 10 litri al giorno), quindi la diuresi ritorna gradualmente alla normalità.

La reconvalescenza tardiva è caratterizzata da sintomi residui. Il paziente sente un malessere generale - vertigini, debolezza, aumento della sensibilità alle gambe, sete, aumento della sudorazione.

Caratteristiche di HFRS

Lo sviluppo dell'HFRS inizia in un paziente con un periodo di incubazione delle prime 2-3 settimane dal momento dell'infezione. L'infezione penetra nel corpo attraverso la membrana mucosa delle vie respiratorie o il sistema digestivo, meno spesso attraverso ferite aperte sulla pelle.

Quindi l'infezione entra nel flusso sanguigno e la sindrome da tossina infettiva comincia a manifestarsi nel paziente. Una volta nel sangue, il virus si deposita sull'endotelio.

In misura maggiore colpisce i vasi renali. Ciò è dovuto al fatto che il paziente lascia il corpo dell'infezione con l'urina.

In questo momento, il paziente può sperimentare insufficienza renale acuta. Segue la regressione e vengono ripristinate le funzioni del corpo. Il processo di recupero è piuttosto complicato e procede molto lentamente, questo periodo può durare fino a 3 anni.

Diagnosi di questa patologia

I primi sintomi della malattia sono molto simili all'ARVI, quindi il paziente spesso esita a chiedere aiuto a un istituto medico. È necessario prendere in considerazione alcune caratteristiche dei sintomi dell'HFRS nelle prime fasi della malattia.

Innanzitutto, la temperatura del paziente sale di sera con ARVI, mentre con l'HFRS si verifica principalmente al mattino. Un'altra caratteristica distintiva della febbre emorragica è il rossore della pelle della parte superiore del corpo umano, così come i bulbi oculari.

I sintomi più avanzati compaiono negli stadi successivi della malattia. Questo è un rash emorragico, diminuzione della produzione di urina, dolore nella regione lombare.

Al primo sospetto dello sviluppo della febbre emorragica dovrebbe consultare un medico. La diagnosi prende in considerazione il fattore stagionale, la probabilità che il paziente resti in focolai endemici e altre caratteristiche epidemiologiche.

Per effettuare una diagnosi accurata, vengono utilizzati diagnostici differenziali e di laboratorio. Durante i diversi metodi di ricerca gli specialisti escludono altre malattie, come la SARS, l'influenza, il mal di gola, la pielonefrite e così via.

I metodi diagnostici di laboratorio comprendono analisi delle urine, analisi generale e biochimica del sangue del paziente. Nell'HFRS, i globuli rossi freschi vengono rilevati nelle urine del paziente, il livello delle proteine ​​è significativamente ridotto.

Nel sangue aumenta il livello di urea e creatina e diminuisce il livello di emoglobina e globuli rossi. Nel siero aumenta la concentrazione di grasso e diminuisce il livello di albumina.

La diagnosi di HFRS è confermata dal rilevamento di anticorpi IgM e G nel corpo e per questo viene utilizzato un saggio immunoassorbente legato all'enzima.

Una caratteristica importante della diagnosi di questa malattia non è il fatto della ricerca e la loro frequenza.

Il paziente deve essere costantemente sorvegliato e la diagnosi viene fatta sulla base dei cambiamenti osservati nei risultati degli studi nel corso della malattia.

I metodi diagnostici strumentali (radiografia, tomografia computerizzata e altri) vengono eseguiti per identificare l'entità del danno agli organi interni.

Video utile sull'argomento

Trattamento efficace della malattia

All'atto di scoperta della malattia al paziente è mostrato il ricovero ospedaliero il più presto possibile. A causa del fatto che la malattia non viene trasmessa da persona a persona, il trattamento della febbre emorragica con sindrome renale viene effettuato non solo negli ospedali infettivi, ma anche in chirurgia e terapia.

Il paziente è raccomandato osservanza del riposo a letto, una dieta speciale. Durante la degenza del paziente in ospedale, vengono prese misure preventive per prevenire complicanze.

Il trattamento farmacologico della malattia include l'assunzione di farmaci antibatterici. Per risparmiare energia prescrivere soluzioni di glucosio con insulina.

Curantil e aminofillina normalizzano la microcircolazione. Per alleviare i sintomi della malattia, vengono usati farmaci antipiretici e analgesici.

Caratteristiche della dieta terapeutica

Una componente importante del recupero è una dieta rigorosa. Per i pazienti con HFRS, una dieta n. 4 su 15 sistemi di alimentazione terapeutica sviluppati dal medico sovietico M.I. Pevzner.

Il rispetto di questa dieta è raccomandato per i pazienti con varie patologie intestinali. La dieta ha lo scopo di ridurre il carico sul tratto gastrointestinale.

È necessario mangiare spesso e in piccole porzioni. Il cibo dovrebbe essere di media temperatura. Dalla dieta dovrebbero essere completamente esclusi i prodotti di fermentazione (cavolo, prugna, panna acida, formaggio).

La dieta numero 4 ha lo scopo di limitare la quantità di grassi e carboidrati. Pertanto, è difficile escludere gli alimenti che aumentano la secrezione dello stomaco.

  • pesce e carne grassi;
  • carne affumicata;
  • sottaceti;
  • salsicce;
  • salse;
  • cibo in scatola;
  • pasticcerie;
  • frutta secca;
  • bevande gassate;
  • dolci.

I piatti non dovrebbero essere speziati o speziati.

Carne e pesce bolliti a basso contenuto di grassi, fiocchi di latte magri, cracker di grano sono accettabili. Avena, riso, grano saraceno, semola sono raccomandati dai cereali, i brodi acidi di questi cereali sono particolarmente utili.

Frutta e verdura nella loro forma grezza non sono permesse. Le composte sono preparate da frutta, gelatine, gelatine e verdure utilizzate sotto forma di purè di patate.

Aiuta i rimedi popolari

È importante capire che un trattamento efficace della malattia è impossibile senza l'aiuto di specialisti qualificati.

Di norma, i medici raccomandano di assumere vari decotti volti a normalizzare il lavoro dei reni. Nella medicina erboristica ci sono molte piante medicinali, il cui uso ha un effetto diuretico e anti-infiammatorio.

I decotti più comuni usati per la malattia da HFRS:

  1. 1 cucchiaino di semi di lino e 200 ml di acqua devono essere portati a ebollizione. È necessario bere il brodo su 100 millilitri ogni 2 ore.
  2. 50 g di foglie di betulla giovani devono insistere per 5 ore in 200 ml di acqua calda, prendere 100 ml 2 volte al giorno.
  3. 2 cucchiai di foglie di mirtillo rosso aggiungono a 200 ml di acqua calda. Insistere il decotto in un bagno d'acqua per mezz'ora, è necessario prendere 100 ml 2 volte al giorno.
  4. 3 g di foglie secche di ortosiphon (tè del rene) aggiungere acqua bollente ad un bicchiere e far bollire per altri 5 minuti. Brodo insistono 4 ore e bevono 100 ml prima dei pasti.

Considerati le cariche più efficaci di erbe medicinali, di regola, sono già in proporzioni pronte sono disponibili in farmacia.

Nella maggior parte di queste collezioni vengono utilizzate foglie di uva ursina, che possono anche essere preparate separatamente come tè.

Le formulazioni di bearberry sono presentate di seguito:

  • foglie di uva ursina, radice di liquirizia, infiorescenze di fiordaliso in proporzione 3: 1: 1;
  • foglie di uva ursina, radice di liquirizia, frutti di ginepro in proporzione 2: 1: 2;
  • foglie di uva ursina, foglie di ortofotonia, foglie di mirtillo rosso in proporzione 5: 3: 2.

Un cucchiaio della collezione viene preparato in un bicchiere d'acqua. Porta il brodo a mezzo bicchiere 3 volte al giorno. Per normalizzare il lavoro del sistema cardiovascolare durante la malattia utilizzare il succo di ribes e un decotto delle radici del geranio profumato.

Il succo di ribes è preso 100 ml 3 volte al giorno. Radici di geranio (circa 4 pezzi) versare 1 litro di acqua e far bollire per 20 minuti. Hai bisogno di bere questo brodo sotto forma di calore ogni 20 minuti.

L'uso di rimedi popolari è possibile per alleviare i sintomi della malattia. Per abbassare la temperatura corporea, fare bagni con acqua fredda (circa 30 gradi) e bere decotti di lampone, caprifoglio e fragola.

Possibili complicazioni della malattia

È dimostrato che il più pericoloso in termini di insorgenza di complicanze è lo stadio oligoanurico della malattia. Di norma, questo periodo dura dai 6 ai 14 giorni di malattia.

Le complicazioni specifiche includono:

  • shock tossico contagioso;
  • Sindrome DIC (coagulazione vascolare disseminata);
  • gonfiore del cervello e dei polmoni;
  • insufficienza cardiovascolare acuta;
  • varie emorragie (nel cervello, ghiandole surrenali e altri) e sanguinamento;
  • rottura del rene.

Lo shock tossico-infettivo è caratterizzato da insufficienza circolatoria acuta. La pressione sanguigna del paziente diminuisce, causando una mancanza di organi interni.

Questa complicanza della malattia è la causa più comune di morte nella HFRS.

Nella sindrome DIC, c'è una violazione della normale circolazione del sangue in tutto il corpo del paziente. Ciò porta allo sviluppo di gravi cambiamenti distrofici.

L'ipocoagulazione si sviluppa - la capacità del paziente di coagulare diminuisce il sangue, la trombocitopenia diminuisce il livello delle piastrine nel sangue. Il paziente ha sanguinamento.

I pazienti che hanno avuto questa malattia sviluppano una forte immunità al virus. Questa affermazione è corroborata dal fatto che non ci sono stati casi di re-infezione in pazienti sottoposti a HFRS.

Pertanto, è molto importante diagnosticare tempestivamente la malattia, che fornirà un trattamento efficace e qualificato.

Prevenire un problema

Al fine di prevenire la febbre emorragica con sindrome renale, si raccomanda di seguire le regole di igiene personale.

Per proteggere le vie respiratorie dalla polvere che può portare un'infezione, è necessario utilizzare una benda di garza.

Le principali misure di prevenzione generale della malattia sono la distruzione della popolazione di roditori simili a topo nei fuochi HFRS.

È inoltre necessario garantire il miglioramento dei territori adiacenti a edifici residenziali, luoghi affollati, negozi di alimentari e simili. Non dovrebbe consentire la diffusione di erbacce e boschetti.

Febbre emorragica con sindrome renale (HFRS)

La febbre emorragica con sindrome renale (HFRS) è una malattia virale zoonotica (origine animale dell'infezione) diffusa in alcune aree caratterizzate da esordio acuto, lesione vascolare, sviluppo della sindrome emorragica, alterata emodinamica e grave danno renale con la possibile comparsa di insufficienza renale acuta.

L'HFRS è al primo posto tra le altre malattie focali naturali. L'incidenza è diversa - in media in Russia, l'incidenza di HFRS varia notevolmente nel corso degli anni - da 1,9 a 14,1 per 100 mila. popolazione. In Russia, i focolai naturali dell'HFRS sono la Bashkiria, il Tatarstan, l'Udmurtia, la regione di Samara e la regione di Ul'janovsk. Nel mondo HFRS è anche abbastanza diffuso: si tratta di paesi scandinavi (Svezia, ad esempio), Bulgaria, Repubblica ceca, Francia, oltre a Cina, Corea, Nord e Sud.

Questo problema dovrebbe essere prestato particolare attenzione, principalmente a causa del corso grave con la possibilità di sviluppare uno shock tossico-infettivo, insufficienza renale acuta con esito fatale. La mortalità nei pazienti con HFRS in media nel paese va dall'1 all'8%.

Caratteristiche dell'agente eziologico della febbre emorragica con sindrome renale

L'agente eziologico di HFRS è un virus che è stato isolato da uno scienziato sudcoreano H.W.Lee dai polmoni dei roditori. Il virus è stato chiamato Hantaan (dopo il nome del fiume Hantaan, che scorre nella penisola coreana). Successivamente, tali virus sono stati rilevati in molti paesi - in Finlandia, negli Stati Uniti, in Russia, in Cina e altri. L'agente patogeno HFRS appartiene alla famiglia dei Bunyavirus (Bunyaviridae) ed è diviso in un genere separato che comprende diversi sierotipi: il virus Puumala circolante in Europa (nefropatia epidemica), virus Dubrava (nei Balcani) e Seul (diffuso in tutti i continenti). Questi sono virus contenenti RNA fino a 110 nm, muoiono a una temperatura di 50 ° C per 30 minuti e a 0-4 ° C (la temperatura di un frigorifero domestico) vengono conservati per 12 ore.

Hantaan virus - agente patogeno HFRS

La particolarità del virus Hantaan: la tendenza a infettare l'endotelio (rivestimento interno) dei vasi sanguigni.

Esistono due tipi di virus HFRS:
Tipo 1 - Orientale (distribuito in Estremo Oriente), il serbatoio è un topo da campo. Il virus è altamente variabile, in grado di causare forme gravi di infezione con mortalità fino al 10-20%.
Tipo 2 - occidentale (circola nella parte europea della Russia), serbatoio - arvicola rossa. Provoca forme più lievi della malattia con una mortalità non superiore al 2%.

Ragioni per la diffusione di HFRS

La fonte di infezione (Europa) è rappresentata da roditori simili a topi della foresta (arvicola rossa e rossa) e, in Estremo Oriente, dal topo campestre della Manciuria.

Arvicola dai capelli rossi - portatore di HFRS

Il punto focale naturale è l'area di diffusione dei roditori (in formazioni climatiche temperate, paesaggi montuosi, zone pianeggianti della steppa-foresta, valli pedemontane, valli fluviali).

Modi d'infezione: polvere nell'aria (inalazione del virus con feci essiccate di roditori); fecale-orale (mangiare cibi contaminati da escrementi di roditori); contatto (contatto della pelle danneggiata con oggetti dell'ambiente esterno contaminati da secrezioni di roditori, come fieno, sterpaglia, paglia, mangime).

Nell'uomo, l'assoluta suscettibilità al patogeno. Nella maggior parte dei casi, caratterizzato dalla stagione autunno-inverno.

Tipi di morbilità:
1) tipo di foresta - si ammalano di una breve visita alla foresta (raccolta di bacche, funghi, ecc.) - l'opzione più comune;
2) tipo domestico - a casa nella foresta, vicino alla foresta, maggiori danni a bambini e anziani;
3) percorso di produzione (perforazione, oleodotti, lavori nella foresta);
4) tipo di giardino;
5) tipo di campo (riposo nei campi dei pionieri, case di riposo);
6) tipo agricolo - caratterizzato da stagionalità autunnale-invernale.

Caratteristiche di distribuzione:
• Spesso colpisce i giovani (circa l'80%), 18-50 anni,
• Più spesso, i pazienti con HFRS sono uomini (fino al 90% dei casi),
• L'HFRS dà morbilità sporadica, ma possono verificarsi epidemie: piccole 10-20 persone, meno spesso 30-100 persone,

Dopo l'infezione si forma una forte immunità. Le malattie ripetute in una persona non si verificano.

Come si sta sviluppando l'HFRS?

Il cancello d'ingresso dell'infezione è la mucosa dell'apparato respiratorio e il sistema digestivo, dove il virus muore (con una buona immunità locale) o il virus inizia a moltiplicarsi (che corrisponde al periodo di incubazione). Quindi il virus entra nel flusso sanguigno (viremia), che si manifesta in una sindrome infettiva-tossica in un paziente (più spesso, questo periodo corrisponde a 4-5 giorni di malattia). Successivamente, si deposita sulla parete interna dei vasi sanguigni (endotelio), interrompendo la sua funzione, che si manifesta in un paziente con sindrome emorragica. Il virus viene escreto nelle urine, quindi anche i vasi renali sono colpiti (infiammazione e gonfiore del tessuto renale), il successivo sviluppo dell'insufficienza renale (difficoltà a urinare). È allora che può verificarsi un risultato sfavorevole. Questo periodo dura fino a 9 giorni di malattia. Poi c'è una dinamica inversa - il riassorbimento delle emorragie, la riduzione dell'edema renale, la risoluzione della minzione (fino a 30 giorni di malattia). Il completo ripristino della salute dura fino a 1-3 anni.

Sintomi di HFRS

Il ciclo è caratterizzato dalla malattia!

1) il periodo di incubazione è di 7-46 giorni (in media 12-18 giorni),
2) l'iniziale (periodo febbrile) - 2-3 giorni,
3) periodo oligoanurico - da 3 giorni di malattia a 9-11 giorni di malattia,
4) il periodo di recupero precoce (periodo poliuretico - dopo l'11 ° - fino a 30 giorni di malattia),
5) tardiva reconvalescenza - dopo 30 giorni di malattia - fino a 1-3 anni.

A volte il periodo iniziale è preceduto da un periodo prodromico: letargia, aumento della fatica, diminuzione delle prestazioni, dolore agli arti, mal di gola. Durata non più di 2-3 giorni.

Il periodo iniziale è caratterizzato dalla comparsa di mal di testa, agghiaccianti, dolori e arti del corpo, articolazioni, debolezza.

Il sintomo principale dell'insorgenza dell'HFRS è un forte aumento della temperatura corporea, che nei primi 1-2 giorni raggiunge numeri elevati - 39,5-40,5 ° C. La febbre può durare da 2 a 12 giorni, ma il più delle volte è di 6 giorni. Funzionalità - il livello massimo non è la sera (come al solito con la SARS), ma nelle ore diurne e mattutine. Nei pazienti, altri sintomi di intossicazione aumentano immediatamente: la mancanza di appetito, la sete appare, i pazienti sono inibiti, non dormono bene. Mal di testa diffusa, intensa, maggiore sensibilità agli stimoli luminosi, dolore durante il movimento dei bulbi oculari. Nel 20% dei deficit visivi - "nebbia davanti ai suoi occhi". All'esame dei pazienti compare la "sindrome del cappuccio" (sindrome craniocervicale): iperemia del viso, del collo, della parte superiore del torace, gonfiore del viso e del collo, iniezione vascolare della sclera e congiuntiva (il rossore dei bulbi oculari può essere visto). La pelle è secca, calda al tatto, la lingua è ricoperta di bianco. Già durante questo periodo possono verificarsi dolore severo o doloroso alla schiena. Con febbre alta, lo sviluppo di un'encefalopatia tossica infettiva (vomito, forte mal di testa, rigidità del collo, Kernig, sintomi di Brudzinskiy, perdita di coscienza) e shock tossico-infettivo (rapido calo della pressione sanguigna, prima frequenza aumentata e quindi frequenza cardiaca) sono possibili. ).

Periodo oligurico È caratterizzato da una diminuzione pratica della febbre per 4-7 giorni, ma il paziente non diventa più facile. Ci sono dolori alla schiena persistenti di varia gravità - da doloranti a acuti e debilitanti. Se si sviluppa la forma grave di HFRS, dopo 2 giorni dal momento della dolorosa sindrome del dolore ai reni, il vomito e il dolore all'addome nella zona dello stomaco e l'intestino della natura dolorante si uniscono a loro. Il secondo sintomo sgradevole di questo periodo è una diminuzione della quantità di urina rilasciata (oliguria). Laboratorio - Riduzione della proporzione di urina, proteine, globuli rossi, cilindri nelle urine. Il sangue aumenta il contenuto di urea, creatinina, potassio, diminuisce la quantità di sodio, calcio, cloruri.

Allo stesso tempo appare anche la sindrome emorragica. Una eruzione emorragica puntata appare sulla pelle del torace, nella regione delle ascelle, sulla superficie interna delle spalle. Strisce di eruzioni cutanee possono trovarsi in certe linee, come da "ciglia". Emorragie nella sclera e congiuntiva di uno o entrambi gli occhi appaiono - il cosiddetto sintomo rosso ciliegia. Il 10% dei pazienti sviluppa gravi manifestazioni di sindrome emorragica, da sanguinamento nasale a gastrointestinale.

Eruzione emorragica con HFRS

Emorragia sclerale

La peculiarità di questo periodo di HFRS è un cambiamento particolare nella funzione del sistema cardiovascolare: una diminuzione dell'impulso, una tendenza all'ipotensione, un attenuarsi dei toni cardiaci. Su ECG - bradicardia sinusale o tachicardia, è possibile la comparsa di extrasistoli. Pressione sanguigna nel periodo di oligouria con ipotensione iniziale per andare in ipertensione. Anche entro un giorno di malattia, l'ipertensione può essere sostituita dalla bassa pressione e viceversa, che richiede un monitoraggio costante di tali pazienti.

Nel 50-60% dei pazienti in questo periodo si registrano nausea e vomito, anche dopo un piccolo sorso d'acqua. Spesso preoccupato per il dolore addominale nella natura dolorosa. Il 10% dei pazienti ha feci molli, spesso con sangue.

Durante questo periodo, un posto significativo è occupato dai sintomi del sistema nervoso: i pazienti hanno forti mal di testa, stupidità, delusioni, spesso svenimenti, allucinazioni. La ragione di tali cambiamenti è l'emorragia nella sostanza del cervello.

È durante il periodo oligurico che bisogna temere una delle complicazioni fatali: la struttura dell'insufficienza renale e dell'insufficienza surrenalica acuta.

Periodo di Polyurian. È caratterizzato da un graduale recupero della diuresi. Diventa più facile per i pazienti, i sintomi della malattia regrediscono e regrediscono. I pazienti secernono una grande quantità di urina (fino a 10 litri al giorno), di basso peso specifico (1001-1006). 1-2 giorni dopo l'inizio della poliuria, gli indicatori di laboratorio della funzionalità renale compromessa vengono ripristinati.
Dalla quarta settimana di malattia, la quantità di urina espulsa è normale. Un paio di mesi rimangono una leggera debolezza, una piccola poliuria, una diminuzione della proporzione di urina.

Reconvalescenza tardiva. Può durare da 1 a 3 anni. I sintomi residui e le loro combinazioni sono combinati in 3 gruppi:

• Astenia - debolezza, diminuzione delle prestazioni, vertigini, perdita di appetito.
• Compromissione della funzionalità dei sistemi nervoso ed endocrino: sudorazione, sete, prurito, impotenza, mal di schiena, aumento della sensibilità negli arti inferiori.
• Effetti residui del rene - pesantezza nella regione lombare, aumento della diuresi fino a 2,5-5,0 l, prevalenza della diuresi notturna durante il giorno, secchezza delle fauci, sete. Durata circa 3-6 mesi.

HFRS nei bambini

I bambini di tutte le età possono ferire, compresi i bambini. Caratterizzato dall'assenza di precursori della malattia, l'inizio più acuto. La durata della temperatura è 6-7 giorni, i bambini si lamentano di costante mal di testa, sonnolenza, debolezza, sono più a letto. Il dolore nella regione lombare appare nel periodo iniziale.

Quando devo vedere un dottore?

Elevata temperatura e gravi sintomi di intossicazione (mal di testa e dolori muscolari), grave debolezza, comparsa di "sindrome del cappuccio", rash emorragico sulla pelle e comparsa di dolore nella zona lombare. Se il paziente è ancora a casa, e ha una diminuzione della quantità di urina rilasciata, emorragia nella sclera, letargia - una chiamata di emergenza e ricovero in ospedale!

Complicazioni di HFRS

1) uremia azotemica. Sviluppa con grave HFRS. La ragione è la "scissione" dell'organismo dovuta a una grave compromissione della funzionalità renale (uno degli organi di escrezione). Il paziente appare nausea costante, vomito ripetuto, non porta sollievo, singhiozzo. Il paziente praticamente non urina (anuria), viene inibito e il coma si sviluppa gradualmente (perdita di coscienza). È difficile rimuovere un paziente da un coma azotemico e il risultato è spesso fatale.

2) Insufficienza cardiovascolare acuta. Entrambi i sintomi di shock tossico infettivo nel periodo iniziale della malattia sullo sfondo di febbre alta, o per 5-7 giorni della malattia sullo sfondo della temperatura normale a causa di emorragia nelle ghiandole surrenali. La pelle diventa pallida con una sfumatura bluastra, fredda al tatto, il paziente diventa irrequieto. La frequenza cardiaca aumenta (fino a 160 battiti al minuto), la pressione sanguigna scende rapidamente (fino a 80/50 mm Hg, a volte non rilevata).

3) Complicanze emorragiche: 1) capsula renale lacerata con formazione di emorragia nel tessuto renale (in caso di trasporto improprio del paziente con grave dolore alla schiena). I dolori diventano intensi e persistenti 2) La rottura della capsula del rene, che può provocare gravi emorragie nello spazio retroperitoneale. I dolori appaiono improvvisamente sul lato della rottura, accompagnati da nausea, debolezza, sudore appiccicoso. 3) Emorragia nella adenoipofisi (coma pituitario). Si manifesta con sonnolenza e perdita di coscienza.

4) Complicazioni batteriche (polmonite, pielonefrite).

Diagnosi di HFRS:

1) Nei casi di sospetta HFRS, vengono presi in considerazione i momenti come la malattia nei focolai naturali dell'infezione, l'incidenza della popolazione, la stagionalità autunno-inverno e i sintomi caratteristici della malattia.
2) Esame strumentale dei reni (ecografia) - cambiamenti diffusi nel parenchima, gonfiore pronunciato del parenchima, congestione venosa della corticale e del midollo.
3) La diagnosi finale viene effettuata dopo il rilevamento in laboratorio degli anticorpi IgM e G di classe utilizzando il saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA) (con un aumento del titolo anticorpale 4 volte o più) - siero accoppiato all'inizio della malattia e dopo 10-14 giorni.

Trattamento dell'HFRS

1) Attività organizzative e di regime
• Ricovero in ospedale di tutti i pazienti in ospedale, i pazienti non sono contagiosi con gli altri, quindi puoi essere trattato in ospedali infettivi, terapeutici e chirurgici.
• Trasporto escluso eventuali scuotimenti.
• Creazione di una modalità di protezione delicata:
1) riposo a letto - forma leggera - 1,5-2 settimane, medio pesante - 2-3 settimane, pesante - 3-4 settimane.
2) dieta - tabella numero 4 senza restrizione di proteine ​​e sale, non caldo, cibo non ruvido, pasti in piccole porzioni spesso. Liquidi in quantità sufficiente - acqua minerale, Borjomi, Essentuki numero 4, mousse. Bevande alla frutta, succhi di frutta con acqua.
3) igiene orale quotidiana - con soluzione di Furacillina (prevenzione delle complicanze), svuotamento intestinale giornaliero, misurazione giornaliera della diuresi giornaliera (ogni 3 ore la quantità di liquido consumato ed escreto).
2) Prevenzione delle complicanze: farmaci antibatterici in dosi abituali (solitamente penicillina)
3) Terapia per infusione: l'obiettivo è disintossicare il corpo e prevenire le complicanze. Le principali soluzioni e farmaci: soluzioni concentrate di glucosio (20-40%) con insulina allo scopo di fornire energia ed eliminazione di K extracellulare in eccesso, prednisolone, acido ascorbico, gluconato di calcio, lasix secondo le indicazioni. In assenza dell'effetto di "ammollo" (cioè un aumento della diuresi), la dopamina è prescritta in un dosaggio specifico, così come per la normalizzazione della microcircolazione - curantil, trental, aminofillina.
4) Emodialisi nella malattia grave, per determinate ragioni.
5) Terapia sintomatica:
- a temperatura - antipiretico (paracetamolo, nurofen, ecc.);
- con la sindrome del dolore, vengono prescritti antispastici (spazgan, take, baralgin e altri),
- in caso di nausea e vomito, inserire cerucal, ceruglan;
7) Terapia specifica (effetti antivirali e immunomodulatori): virazolo, immunoglobulina specifica, amixina, jodantipirina - tutti i farmaci sono prescritti nei primi 3-5 giorni di malattia.
L'estratto è ottenuto con un miglioramento clinico completo, ma non prima di 3-4 settimane di malattia.

Previsione per HFRS

1) recupero,
2) letale (in media 1-8%),
3) nefrosclerosi interstiziale (in luoghi di proliferazione emorragica del tessuto connettivo),
4) ipertensione arteriosa (30% dei pazienti),
5) pelonephritis cronico (il 15-20%).

Osservazione del dispendio del malato:

• Alla dimissione, un congedo per malattia è rilasciato per 10 giorni.
• Osservazione per 1 anno - 1 volta in 3 mesi - consultazione con un nefrologo, controllo della pressione sanguigna, esame del fondo, OAM, secondo Zemnitsky.
• Per 6 mesi di rilascio da attività fisiche, sport.
• Bambini per un anno: ritiro medico dalle vaccinazioni.

Prevenzione dell'HFRS

1. La profilassi specifica (vaccino) non è stata sviluppata. Al fine di prevenire lo schema yodantipirico prescritto.
2. La profilassi non specifica include la deratizzazione (controllo dei roditori), così come la protezione di oggetti ambientali, depositi di grano, fieno dall'invasione dei roditori e la loro contaminazione con le secrezioni.

Eziologia e patogenesi della febbre emorragica con sindrome renale

Una grave malattia di origine naturale colpisce non solo i reni, ma anche i vasi adiacenti.

Ha diversi nomi, il più importante dei quali è l'HFRS, che ha una trascrizione "febbre emorragica con sindrome renale". Il virus è diffuso nella parte europea della Russia e nel distretto dell'Estremo Oriente, così come in Siberia e Transbaikalia. La malattia è diffusa in tutto il mondo.

Che cos'è - la clinica della malattia

La gastrite della Manciuria, la febbre emorragica dell'Estremo Oriente, la nefrosonefrite emorragica, la febbre del Songo sono sinonimi della stessa malattia virale - febbre emorragica con sindrome renale (HFRS). La fonte dell'infezione è costituita da piccoli roditori malati, ad esempio un arvicola di topo. Nelle città, i ratti possono fungere da corrieri.

Nell'ICD-10, la nefrosonefrite emorragica è il codice A98.5. Qui la patologia ha una classificazione:

  • Febbre emorragica di Crimea A98.0;
  • Febbre emorragica di Omsk A98.1;
  • Malattia forestale di Kyasanur A98.2;
  • Malattia di Marburg A98.3;
  • Malattia da Ebola A98.4;
  • Febbre emorragica con sindrome renale A 98.5.

A sua volta, la febbre emorroidaria con sindrome renale è divisa in diversi tipi: Corea, Russia, Tula, epidemia scandinava.

Cause di infezione e trasmissione del virus

È noto che il virus della nefrosonefrite emorragica ha un diametro di circa 90-100 nm. La storia della malattia iniziò nel 1976, quando fu trovata per la prima volta nei polmoni dei topi. Poi venne dato il nome ufficiale: il genere Hantanaan della famiglia Bunyaviridae. E ora HFRS non ha perso la sua rilevanza.

Il virus è sufficientemente tenace e attivo: cessa di funzionare solo ad una temperatura di +50 ° C, ma anche in tal caso rimane vitale per quasi un'ora. E la temperatura ambiente di +20 ° C è generalmente la più comoda. Ecco perché il picco dei casi si verifica in estate. A zero gradi, i virus sono attivi per 13 ore.

Cosa è necessario sapere sulla febbre emorragica con sindrome renale:

  1. Metodo di trasmissione del virus all'uomo: roditori o meglio le loro feci. Le persone possono contrarre la malattia attraverso le goccioline trasportate dall'aria, cioè respirando l'aria polverosa contenuta nel virus.

Il rischio di trasmissione è presente attraverso il contatto diretto con i trasportatori, così come l'uso di cibo o acqua contaminati, così come attraverso articoli per la casa (ad esempio, mentre trascorrono del tempo in natura);

  • Chi è soggetto ad infezione: lavoratori agricoli, agricoltori, agricoltori, silvicoltori, cacciatori, semplici campeggiatori che trascorrono del tempo nella natura. Gli uomini dai 17 ai 40 anni sono più inclini a questa malattia;
  • C'è una tendenza alla natura stagionale della malattia: durante i mesi invernali il virus non è attivo e il rischio di infezione tende a zero. Dall'inizio dell'estate alla fine di ottobre, la probabilità aumenta più volte;
  • I principali punti focali dell'attività dei virus negli ultimi anni sono stati osservati nelle regioni di Samara, Saratov, Ulyanovsk, nonché in Udmurtia, Bashkiria e Tatarstan.
  • Da persona a persona, la malattia non viene trasmessa. Il paziente è completamente al sicuro per gli altri.

    Vale la pena notare che la malattia è sempre acuta. Il flusso cronico non avviene Dopo aver sofferto la malattia, si acquisisce l'immunità per tutta la vita.

    Sintomi e segni

    L'HFRS ha un periodo di incubazione piuttosto lungo. Può durare più di un mese - fino a 50 giorni. Ma il più delle volte l'agente patogeno inizia a mostrare la sua attività dopo due settimane. Il virus ha abbastanza tempo per rompere la difesa del corpo e entrare nel flusso sanguigno, piuttosto danneggiando i vasi sanguigni.

    Nella fase iniziale, i sintomi si sviluppano rapidamente e rapidamente:

    • La temperatura sale bruscamente a quote elevate - 39,5-40 С;
    • La persona è in una febbre e soffre di un forte mal di testa;
    • La vista è compromessa: dolore agli occhi, sensazione di svenimento, visione offuscata. Falso senso di vedere l'ambiente in rosso;
    • Con 3 giorni di malattia, la comparsa di uno sfogo di una tonalità rossastra nella bocca, nella zona della clavicola, sul collo e sotto le ascelle;
    • Nausea e poi vomito fino a 9 volte al giorno;
    • Dolore nella regione lombare durante il test di Pasternatsky, che suggerisce un possibile danno renale;
    • Sviluppo di congiuntivite;
    • Sensazione di secchezza, sia nella bocca che nel corpo;
    • oliguria;
    • La pressione sanguigna si abbassa, portando a possibili vertigini.

    Circa 9-10 giorni di malattia, la temperatura corporea diminuisce, ma il paziente non si sente meglio.

    Sintomi renali si uniscono: l'ipertensione arriva a sostituire l'ipotensione arteriosa, il paziente non riesce a trovare un posto per sé a causa del mal di schiena, e la quantità di urina aumenta, il sangue appare nelle urine e gli epistassi sono frequenti. È caratterizzato da feci molli, gonfiore del viso, aumento della coagulazione del sangue.

    A partire da 15-16 giorni di malattia, le condizioni del paziente iniziano gradualmente a tornare alla normalità: il vomito e la diarrea si fermano, il dolore si attenua e le condizioni generali migliorano. Anche i tassi di coagulazione del sangue stanno migliorando.

    In generale, il decorso della febbre emorragica con sindrome renale può essere suddiviso in diversi gradi: lieve, moderato e grave.

    Il più pericoloso è un grado grave, in questo caso è possibile lo sviluppo di un coma, che è pieno di morte.

    I pazienti di qualsiasi grado di gravità nel periodo di recupero per lungo tempo trattengono astenia, aumento dell'ansia, mancanza di respiro. Questo può portare allo sviluppo di ipocondria e nevrosi.

    Diagnostica differenziale

    Con l'insorgenza di HFRS acuta, un urgente bisogno di consultare un medico, perché i sintomi di questa malattia sono molto simili ad altre malattie altrettanto pericolose: febbre tifoide, influenza, pielonefrite, leptospirosi.

    Quali sono i sintomi della pielonefrite qui.

    Il medico raccoglie la storia del paziente e scopre di recente dove si trova. Questo è un elemento obbligatorio per sospetta HFRS, in quanto risulta quindi che è possibile contattare animali infetti.

    Difficile da diagnosticare sono forme cancellate e atipiche di HFRS.

    Innanzitutto, un esame esterno. Il medico richiama l'attenzione sulla recidiva persistente della malattia, sintomi caratteristici della febbre emorragica, come dolore muscolare, problemi alla vista, eruzioni cutanee, oliguria e altro ancora.

    Poi arriva il momento per la ricerca di laboratorio:

  • Esame del sangue generale e biochimico (avanzato);
  • RNIF con lo studio del siero (metodo sierologico);
  • Analisi delle urine;
  • La conta ematica completa nel primo periodo della malattia mostrerà la leucopenia e solo da 3-4 giorni si può notare un aumento pronunciato di ESR e leucociti;
  • Il metodo PCR consentirà al medico di rilevare il virus RNA che si scatena nel corpo.
  • Metodi speciali - saggio di immunoassorbimento enzimatico - ELISA, reazione di immunofluorescenza - RNIF, RIA - dosaggio radioimmunologico deve essere eseguito in dinamica. In effetti, l'azione degli anticorpi nell'HFRS non è costante e la loro concentrazione massima viene raggiunta solo dal 13 ° giorno della malattia.

    Il metodo RNIF deve essere applicato il più presto possibile e ripetuto dopo 6 giorni di attività della malattia. Sicuramente esattamente tale studio confermerà la diagnosi se i titoli anticorpali aumentano almeno 3 volte.

    Nei casi gravi e in presenza di complicanze, il medico prescrive ulteriori ricerche al paziente: EGD, ultrasuoni, raggi X o risonanza magnetica.

    Standard e linee guida per il trattamento clinico

    Dopo che la diagnosi ha ricevuto la sua formulazione, il trattamento della nefrosonefrite emorragica viene eseguito solo in ambiente ospedaliero. Di regola, è un ospedale per malattie infettive.

    Inoltre, una visita in ritardo a un medico o all'autotest può finire in lacrime.

    In ospedale, i medici conducono una terapia completa, che include:

    • Riposo a letto richiesto;
    • Rifornimento di perdite di liquidi e l'eliminazione di possibili disidratazione, nonché intossicazione: glucosio per via endovenosa, cloruro di sodio, soluzione salina;
    • Lotta contro il virus: la nomina di farmaci antivirali: "Vitaferon", "Grippferon", "Ingraverin" e altri;
    • Farmaci anti-infiammatori: "Nurofen";
    • Controllo della coagulazione del sangue: Aspirina, Tromboass;
    • In caso di sindrome renale, i diuretici sono prescritti: "Furosemide", "Tolvaptan";
    • Preparati vitaminici: qualsiasi;
    • Forse la nomina di agenti antibatterici: "Ceftriaxone", "Flemoksin", "Ampicillin";
    • Spasmodics: Ketorol, No-shpa;
    • Terapia anti-shock con shock tossico.

    Va ricordato che con lo shock non si possono usare antidolorifici, così come hemodez.

    Quando si verifica un danno renale marcato, viene eseguita l'emodialisi. La dialisi extracorporea viene utilizzata in una condizione molto grave del paziente, quando altri mezzi non aiutano.

    Se il virus HFRS viene rilevato nei bambini, quindi, di norma, viene stabilito un controllo speciale per tali pazienti, poiché il decorso della malattia in essi è particolarmente grave. I principi di terapia non differiscono dagli adulti, l'unica differenza è nell'adattamento delle dosi di farmaci.

    I pazienti hanno assegnato un numero di dieta obbligatoria 4. Il sale può essere preso e la carne nel periodo di poliuria è perfino necessaria. È necessario bere abbastanza liquidi, in particolare acque minerali utili (Essentuki, ecc.) Se l'oliguria è presente, è necessario escludere alimenti ad alto contenuto proteico.

    Nelle forme gravi della malattia, la tabella n. 1 è prescritta al paziente. Durante il periodo di recupero, è necessario anche seguire una dieta. Prova a mangiare completamente, limitare i prodotti fritti, salati e affumicati.

    Con un trattamento adeguatamente organizzato, il paziente si riprende completamente, sebbene gli "echi" della malattia possano persistere per qualche tempo.

    Complicazioni dopo la malattia

    La febbre emorragica con sindrome renale è una malattia grave che minaccia lo sviluppo di tali complicazioni come:

    • varie polmoniti,
    • insufficienza vascolare acuta
    • problemi ai polmoni
    • rottura del rene
    • sanguinamento,
    • insufficienza renale acuta e altri.
    al contenuto ↑

    Prevenzione delle infezioni

    All'inizio della stagione estiva, durante il periodo di attività del virus HFRS (maggio-ottobre), SanPin introduce il controllo sulle attività di singoli imprenditori, lavoratori agricoli, imprese agricole e altre organizzazioni che lavorano in agricoltura in un modo o nell'altro. Devono rispettare tutte le norme sanitarie ed epidemiologiche.

    Nei fuochi della distribuzione vengono prese misure per distruggere i roditori pericolosi.

    I residenti estivi e i turisti sono invitati a pulire a fondo la casa (sempre con guanti protettivi), fare attenzione quando si è all'aperto: lavarsi le mani accuratamente e nascondere il cibo, non toccare gli animali da campo con le mani!

    Se sospetti una febbre in via di sviluppo, devi immediatamente chiamare un'ambulanza!

    La febbre emorragica con sindrome renale è una malattia comune, ma ciononostante, il rischio di contrarla non è così grande. È importante, se possibile, non andare nelle aree in cui il virus è attivo e cercare di mantenere l'igiene personale.

    Come proteggersi da questo virus, impara dal video:

    Febbre emorragica con sindrome renale (glps)

    Malattia virale virale acuta, eziologia virale.

    Caratteristiche dell'agente eziologico della febbre emorragica con sindrome renale

    L'agente patogeno HFRS è classificato come una famiglia di Bunyavirus (Bunyaviridae) e isolato in un genere separato Hantavirus, che comprende diversi sierotipi: Puumala, Dòbrava, Seul, Hantaan. Questi sono virus contenenti RNA fino a 110 nm, muoiono a 50 ° C per 30 minuti e a 0-4 ° C (la temperatura di un frigorifero domestico) dura 12 ore Tropene a cellule endoteliali, macrofagi, piastrine, epitelio dei tubuli renali. Si lega alle cellule che hanno recettori specifici sulle membrane (integrine).

    Modi d'infezione: polvere nell'aria (inalazione del virus con feci essiccate di roditori); fecale-orale (mangiare cibi contaminati da escrementi di roditori); contatto (contatto della pelle danneggiata con oggetti dell'ambiente esterno contaminati da secrezioni di roditori, come fieno, sterpaglia, paglia, mangime).

    Nell'uomo, l'assoluta suscettibilità al patogeno. Nella maggior parte dei casi, caratterizzato dalla stagione autunno-inverno.

    Dopo l'infezione si forma una forte immunità. Le malattie ripetute in una persona non si verificano.

    Sintomi di GlFs La malattia ciclica è caratteristica!

    1) il periodo di incubazione è 7-46 giorni (12-18 giorni in media), 2) l'iniziale (periodo febbrile) è 2-3 giorni, 3) il periodo oligoanurico - da 3 giorni di malattia a 9-11 giorni di malattia, 4) periodo convalescenza precoce (periodo poliuretico - dopo l'11 ° - fino a 30 giorni di malattia), 5) recupero tardivo delle malattie - dopo 30 giorni di malattia - fino a 1-3 anni.

    A volte il periodo iniziale è preceduto da un periodo prodromico: letargia, aumento della fatica, diminuzione delle prestazioni, dolore agli arti, fenomeni catarrali. Durata non più di 2-3 giorni.

    Il periodo iniziale è caratterizzato dalla comparsa di mal di testa, brividi, mialgia, artralgia, debolezza.

    Il sintomo principale dell'insorgenza dell'HFRS è un forte aumento della temperatura corporea, che nei primi 1-2 giorni raggiunge numeri elevati - 39,5-40,5 ° C. La febbre può durare da 2 a 12 giorni, ma il più delle volte è di 6 giorni. Funzionalità: il livello massimo non è la sera, ma il pomeriggio e persino le ore del mattino. Nei pazienti, altri sintomi di intossicazione aumentano immediatamente: la mancanza di appetito, la sete appare, i pazienti sono inibiti, non dormono bene. Mal di testa diffusa, intensa, maggiore sensibilità agli stimoli luminosi, dolore durante il movimento dei bulbi oculari. Nel 20% dei deficit visivi - "nebbia davanti agli occhi", mosche lampeggianti, ridotta acuità visiva (edema di zinco, ristagno di sangue nei vasi). All'esame dei pazienti compare la "sindrome del cappuccio" (sindrome craniocervicale): iperemia del viso, collo, parte superiore del torace, gonfiore del viso e del collo, iniezione vascolare della sclera (a volte emorragie nella sclera, a volte interessano l'intera sclera - un sintomo di rosso ciliegia) e congiuntiva. La pelle è secca, calda al tatto, la lingua è ricoperta di bianco. Già durante questo periodo possono verificarsi dolore severo o doloroso alla schiena. Con la febbre alta, si può sviluppare lo sviluppo di un'encefalopatia tossica infettiva (vomito, forte mal di testa, rigidità dei muscoli del collo, Kernig, sintomi di Brudzinsky, perdita di coscienza) e shock tossico-infettivo. Periodo oligurico È caratterizzato da un calo pratico della febbre per 4-7 giorni, non vi è alcun miglioramento della condizione.. Compaiono dolori costanti nella parte bassa della schiena di varia gravità - da doloranti a acuti e debilitanti. Nella grave HFRS, dopo 2 giorni di sindrome renale dolorosa, il vomito e il dolore addominale nella regione dello stomaco e gli intestini della natura dolorante, l'oliguria, si uniscono a loro. Laboratorio - Riduzione della proporzione di urina, proteine, globuli rossi, cilindri nelle urine. Il sangue aumenta il contenuto di urea, creatinina, potassio, diminuisce la quantità di sodio, calcio, cloruri.

    Allo stesso tempo appare anche la sindrome emorragica. Una eruzione emorragica puntata appare sulla pelle del torace, nella regione delle ascelle, sulla superficie interna delle spalle. Strisce di eruzioni cutanee possono trovarsi in certe linee, come da "ciglia". Emorragie nella sclera e congiuntiva di uno o entrambi gli occhi appaiono - il cosiddetto sintomo rosso ciliegia. Il 10% dei pazienti sviluppa gravi manifestazioni di sindrome emorragica, da sanguinamento nasale a gastrointestinale.

    La peculiarità di questo periodo di HFRS è un cambiamento particolare nella funzione del sistema cardiovascolare: una diminuzione dell'impulso, una tendenza all'ipotensione, un attenuarsi dei toni cardiaci. Su ECG - bradicardia sinusale o tachicardia, è possibile la comparsa di extrasistoli. La pressione sanguigna nel periodo di oligouria con ipotensione iniziale può trasformarsi in ipertensione (dovuta alla ritenzione di sodio). Anche entro un giorno di malattia, l'ipertensione può essere sostituita dalla bassa pressione e viceversa, che richiede un monitoraggio costante di tali pazienti.

    Nel 50-60% dei pazienti in questo periodo si registrano nausea e vomito, anche dopo un piccolo sorso d'acqua. Spesso preoccupato per il dolore addominale nella natura dolorosa. Il 10% dei pazienti ha feci molli, spesso con sangue.

    Durante questo periodo, un posto significativo è occupato dai sintomi del sistema nervoso: i pazienti hanno forti mal di testa, stupidità, delusioni, spesso svenimenti, allucinazioni. La ragione di tali cambiamenti è l'emorragia nella sostanza del cervello.

    È nel periodo oligurico che si deve temere una delle complicazioni fatali: insufficienza renale acuta e insufficienza surrenalica acuta.

    Poliuria (o precoce convalescenza). È caratterizzato da un graduale recupero della diuresi. Diventa più facile per i pazienti, i sintomi della malattia regrediscono. I pazienti secernono una grande quantità di urina (fino a 10 litri al giorno), di basso peso specifico (1001-1006). 1-2 giorni dopo l'inizio della poliuria, gli indicatori di laboratorio della funzionalità renale compromessa vengono ripristinati. Dalla quarta settimana di malattia, la quantità di urina espulsa è normale. Un paio di mesi rimangono una leggera debolezza, una piccola poliuria, una diminuzione della proporzione di urina.

    Reconvalescenza tardiva. Può durare da 1 a 3 anni. I sintomi residui e le loro combinazioni sono combinati in 3 gruppi:

    • Astenia - debolezza, diminuzione delle prestazioni, vertigini, perdita di appetito. • Compromissione della funzione dei sistemi nervoso ed endocrino: sudorazione, sete, prurito, impotenza, aumento della sensibilità negli arti inferiori. • Effetti residui del rene - pesantezza nella regione lombare, aumento della diuresi fino a 2,5-5,0 l, prevalenza della diuresi notturna durante il giorno, secchezza delle fauci, sete. Durata circa 3-6 mesi.

    Febbre emorragica con sindrome renale

    La febbre emorragica con sindrome renale è un'infezione da hantavirus zoonotica caratterizzata da sindrome tromboemorragica e danno renale primario. Le manifestazioni cliniche comprendono febbre acuta, rash emorragico, sanguinamento, nefrite interstiziale e, in casi gravi, insufficienza renale acuta. Metodi specifici di laboratorio per la diagnosi di febbre emorragica con sindrome renale appartengono a FTA, ELISA, RIA, PCR. Il trattamento consiste nell'introduzione di immunoglobuline specifiche, preparazioni di interferone, detossificazione e terapia sintomatica, emodialisi.

    Febbre emorragica con sindrome renale

    La febbre emorragica con sindrome renale (HFRS) è una malattia virale virale naturale caratterizzata da febbre, intossicazione, aumento del sanguinamento e danno renale (nefrosonefrite). Sul territorio del nostro paese aree endemiche sono l'Estremo Oriente, la Siberia orientale, Transbaikalia, Kazakistan, territorio europeo, pertanto l'HFRS è conosciuta con vari nomi: coreano, estremo oriente, urale, yaroslavl, tula, febbre emorragica transcarpatica, ecc. Ogni anno in Russia viene registrato da 5 a 20 mila casi di febbre emorragica con sindrome renale. Il picco nell'incidenza di HFRS si verifica in giugno-ottobre; il contingente principale di pazienti malati (70-90%) sono uomini di età compresa tra 16 e 50 anni.

    Cause di HFRS

    Gli agenti causali della malattia sono agenti virali contenenti RNA del genere Hantavirus (Hantavirus) appartenenti alla famiglia Bunyaviridae. Per agenti patogeni umani 4 sierotipi di hantavirus: Hantaan, Dubrava, Puumala, Seoul. Nell'ambiente esterno, i virus rimangono relativamente stabili a temperature negative per un tempo relativamente lungo e sono instabili a 37 ° C. I virus hanno una forma sferica oa spirale, diametro 80-120 nm; contenere RNA a filamento singolo. Gli hantavirus possiedono il trofismo per monociti, cellule dei reni, polmoni, fegato, ghiandole salivari e si moltiplicano nel citoplasma delle cellule infette.

    I portatori di patogeni febbri emorragici con sindrome renale sono roditori: topi di campo e forestali, arvicole, topi domestici infetti gli uni dagli altri attraverso morsi di zecca e pulci. I roditori trasportano l'infezione sotto forma di infezione da virus latente, secernendo agenti patogeni nell'ambiente esterno con saliva, feci e urina. Il contatto di materiale infetto da secrezioni di roditori nel corpo umano può avvenire per aspirazione (per inalazione), per contatto (per contatto con la pelle) o per uso alimentare (mangiando cibo). Il gruppo di aumentato rischio di incidenza della febbre emorragica con sindrome renale comprende lavoratori agricoli e industriali, conducenti di trattori, conducenti che sono attivamente in contatto con oggetti dell'ambiente esterno. L'incidenza umana dipende direttamente dal numero di roditori infetti in una determinata area. L'HFRS è registrata principalmente sotto forma di casi sporadici; meno spesso - sotto forma di focolai epidemici locali. Dopo l'infezione rimane l'immunità permanente per tutta la vita; i casi di incidenza ricorrente sono rari.

    L'essenza patogenetica della febbre emorragica con sindrome renale è la panavascite necrotizzante, il DIC e l'insufficienza renale acuta. Dopo l'infezione, la replicazione primaria del virus si verifica nell'endotelio vascolare e nelle cellule epiteliali degli organi interni. A seguito dell'accumulo di virus, si verificano viremia e generalizzazione dell'infezione, che si manifestano clinicamente con sintomi tossici generali. Nella patogenesi della febbre emorragica con sindrome renale svolgere un ruolo importante autoanticorpi formate autoantigeni CEC fornendo azione kapillyarotoksicheskoe causando danni alle pareti dei vasi, alterata coagulazione del sangue, sviluppare la sindrome thrombohemorrhagic con danno renale e di altri organi parenchimatosi (fegato, pancreas, surrene, miocardio), CNS. La sindrome renale è caratterizzata da una massiccia proteinuria, oligoanuria, azotemia e compromissione della CRP.

    Sintomi di HFRS

    La febbre emorragica con sindrome renale è caratterizzata da un andamento ciclico con un successivo cambiamento di diversi periodi:

    • incubazione (da 2-5 giorni a 50 giorni - in media 2-3 settimane)
    • prodromico (2-3 giorni)
    • febbrile (3-6 giorni)
    • oligouric (dal 3-6 all'8-14 ° giorno di HFRS)
    • poliurico (da 9-13 giorni HFRS)
    • convalescente (precoce - da 3 settimane a 2 mesi, in ritardo - fino a 2-3 anni).

    A seconda della gravità dei sintomi, della gravità delle sindromi infettive tossiche, emorragiche e renali ci sono varianti tipiche, cancellate e subcliniche; forme leggere, moderate e gravi di febbre emorragica con sindrome renale.

    Dopo il periodo di incubazione, si verifica un breve periodo prodromico durante il quale si notano affaticamento, malessere, mal di testa, mialgia e febbre di basso grado. Il periodo febbrile si sviluppa in modo acuto, con febbre fino a 39-41 ° C, brividi e sintomi tossici generali (debolezza, mal di testa, nausea, vomito, disturbi del sonno, artralgia, dolori muscolari). Caratterizzato da dolore negli occhi, visione offuscata, "mosche" tremolanti, visione di oggetti in rosso. Nel bel mezzo di un periodo febbrile, le eruzioni emorragiche compaiono sulle mucose della cavità orale, sulla pelle del petto, sulle regioni ascellari e sul collo. Un esame obiettivo ha rivelato iperemia e gonfiore del viso, iniezione vascolare della congiuntiva e sclera, bradicardia e ipotensione arteriosa fino al collasso.

    Nel periodo oligiorico della febbre emorragica con sindrome renale, la temperatura corporea scende ai valori normali o subfebrilari, ma ciò non porta a un miglioramento delle condizioni del paziente. In questa fase, i sintomi di intossicazione sono ulteriormente migliorati e ci sono segni di danno renale: il dolore alla schiena aumenta, la diuresi diminuisce bruscamente e l'ipertensione arteriosa si sviluppa. Nell'uraguria delle urine, sono rilevate proteinuria, cylindruria. Con l'aumento dell'azotemia, si sviluppa uno scaricatore; nei casi più gravi, coma uremico. Nella maggior parte dei pazienti, vomito e diarrea indomabili. La sindrome emorragica può essere espressa in vari gradi e includere ematuria macroscopica, sanguinamento da siti di iniezione, sanguinamento nasale, uterino, sanguinamento gastrointestinale. Nel periodo oligouric possono svilupparsi gravi complicazioni (emorragie cerebrali, ipofisi, ghiandole surrenali) che causano un esito letale.

    La transizione della febbre emorragica con sindrome renale allo stadio poliurico è caratterizzata da miglioramenti soggettivi e oggettivi: normalizzazione del sonno e dell'appetito, cessazione del vomito, scomparsa della lombalgia, ecc. I segni caratteristici di questo periodo sono un aumento della diuresi giornaliera fino a 3-5 litri e isoipoinuria. Durante il periodo di poliuria, rimangono secchezza delle fauci e sete.

    Il periodo di convalescenza nella febbre emorragica con sindrome renale può essere ritardato per diversi mesi e persino anni. I pazienti con astenia post-infettiva a lungo termine persistono, caratterizzati da debolezza generale, riduzione delle prestazioni, rapida stanchezza e labilità emotiva. La sindrome di distonia vegetativa è espressa da ipotensione, insonnia, mancanza di respiro con sforzo minimo, aumento della sudorazione.

    Shock tossico-infettivo, emorragia in organi parenchimatosi, edema polmonare ed cerebrale, sanguinamento, miocardite, meningoencefalite, uremia, ecc. Possono essere complicanze specifiche di varianti cliniche gravi di HFRS Quando si attacca un'infezione batterica, si possono sviluppare polmonite, pielonefrite, violenze e infezioni oftalmiche., sepsi.

    Diagnosi di HFRS

    La diagnosi clinica di HFRS si basa sulla natura ciclica dell'infezione e sul cambiamento caratteristico dei periodi. Quando si raccoglie una storia epidemiologica, viene prestata attenzione alla permanenza del paziente in un'area endemica, possibile contatto diretto o indiretto con i roditori. Quando si esegue un esame non specifico, viene presa in considerazione la dinamica dei cambiamenti negli indicatori di analisi generale e biochimica di urina, elettroliti, campioni di sangue biochimico, CBS, coagulogrammi, ecc.. Per valutare la gravità e la prognosi della malattia, ecografia dei reni, FGDS, radiografia del torace, ECG, ecc.

    La diagnosi specifica di laboratorio di febbre emorragica con sindrome renale viene effettuata con metodi sierologici (ELISA, INIF, RIA) nel tempo. Gli anticorpi sierici compaiono alla fine della 1a settimana di malattia, entro la fine della 2a settimana raggiungono la massima concentrazione e rimangono nel sangue per 5-7 anni. Il virus RNA può essere isolato utilizzando gli studi PCR. L'HFRS è differenziata con leptospirosi, glomerulonefrite acuta, pielonefrite e infezione da enterovirus, altre febbri emorragiche.

    Trattamento dell'HFRS

    I pazienti con febbre emorragica con sindrome renale sono ospedalizzati in un ospedale infetto. A loro viene assegnato un rigoroso riposo a letto e dieta numero 4; controllo del bilancio idrico, emodinamica, indicatori del funzionamento del sistema cardiovascolare e dei reni. La terapia etiotrope della febbre emorragica con sindrome renale è più efficace nei primi 3-5 giorni dall'esordio della malattia e include la somministrazione di una specifica immunoglobulina anti-HFRS specifica per il donatore, la somministrazione di interferone, farmaci antivirali chemioterapici (ribavirina).

    Nel periodo febbrile, viene eseguita la terapia di disintossicazione per infusione (infusione endovenosa di glucosio e soluzioni saline); prevenzione della sindrome DIC (somministrazione di disaggregati e angioprotettori); nei casi più gravi vengono utilizzati glucocorticosteroidi. Nel periodo oligurico, la diuresi viene stimolata (somministrazione di dosi di shock di furosemide), correzione di acidosi e iperkaliemia e prevenzione del sanguinamento. Con l'aumento dell'insufficienza renale acuta, il paziente viene trasferito all'emodialisi extracorporea. In presenza di complicanze batteriche, viene prescritta una terapia antibiotica. Nello stadio poliurico, il compito principale è la reidratazione orale e parenterale. Nel periodo di recupero, viene eseguita terapia riparativa e metabolica; Si raccomandano nutrizione, fisioterapia (diatermia, elettroforesi), massaggi e terapia fisica.

    Prognosi e prevenzione dell'HFRS

    Nella maggior parte dei casi, le forme lievi e moderate di febbre emorragica con sindrome renale si concludono con il recupero. Gli effetti residui (astenia post-infettiva, mal di schiena, cardiomiopatia, mono- e polineurite) sono osservati da tempo a metà di quelli che sono stati malati. I campioni da ricognizione necessitano di osservazione trimestrale da parte di uno specialista di malattie infettive, nefrologo e oculista durante tutto l'anno. Una grave corrente è associata ad un alto rischio di complicanze; la mortalità da HFRS varia dal 7 al 10%.

    La prevenzione della febbre emorragica con sindrome renale consiste nella distruzione di roditori simili a topo in focolai naturali di infezione, prevenzione della contaminazione delle abitazioni, fonti d'acqua e cibo da secrezioni di roditori, disinfestazione di locali residenziali e industriali. La vaccinazione specifica contro HFRS non è stata sviluppata.

    Altri Articoli Su Rene