Principale Trattamento

Malattia renale

Le malattie renali si riflettono spesso nel lavoro dell'intero organismo, perché il compito principale di questo organismo è l'eliminazione di prodotti metabolici tossici che possono influire negativamente sui processi vitali. Maggiori dettagli sulle funzioni dei reni nel corpo umano possono essere trovati qui.

I reni sono un organo associato attraverso il quale l'apparato glomerulare passa il sangue ogni secondo. È lì che ha luogo la sua "purificazione" di tutte le scorie e dei componenti non necessari. Se il processo di filtrazione viene disturbato, le tossine non cadono completamente nelle urine, ma vengono distribuite dal flusso sanguigno attraverso il letto vascolare, raggiungendo i tessuti del cervello, del cuore, ecc.

Puoi saperne di più sulla struttura dei reni da questo articolo.

Le malattie renali occupano una delle posizioni di primo piano tra tutti i processi patologici riscontrati nella pratica medica. Molto spesso, il quadro clinico di queste malattie è abbastanza brillante, specialmente se entrambi gli organi sono colpiti contemporaneamente.

I sintomi della malattia renale possono manifestarsi in pazienti di qualsiasi età e sesso. Sono ampiamente distribuiti in tutto il mondo, quindi sono un problema urgente della medicina moderna. Circa le peculiarità della malattia renale negli uomini descritti qui.

Classificazione delle malattie renali

Prima di procedere allo studio delle principali malattie, è necessario acquisire familiarità con i criteri per la classificazione delle malattie renali e con quali processi patologici si verificano.

Sfortunatamente, non esiste una classificazione generalmente accettata. Ciò è dovuto al fatto che la gamma di possibili malattie dei reni è così ampia da non poter essere unite da criteri comuni.

In una forma semplificata, l'elenco delle malattie renali è il seguente:

  1. Glomerulopatii (malattie che colpiscono l'apparato glomerulare di uno o entrambi i reni). Sono congeniti e acquisiti, così come origine infiammatoria e non infiammatoria. Questi includono varie forme di glomerulonefrite e amiloidosi, glomerulosclerosi renale e diabetica, nefropatia membranosa, ecc.
  2. Tubulopatie (malattie che colpiscono le strutture tubulari). Sono divisi in congeniti e acquisiti, oltre che ostruttivi e necrotizzanti (a seconda dei processi patologici che dominano i tubuli dei reni). Questi includono la nefrosi necrotica, le fermentopatie congenite (ad esempio, la sindrome di Fanconi) e altre.
  3. Malattie della componente stromale (interstizio). Prima di tutto, stiamo parlando di diverse forme di pielonefrite.
  4. Malattie che colpiscono i vasi grandi e piccoli dei reni (aterosclerosi, trombosi o embolia, aneurisma e altri).
  5. Anomalie dello sviluppo di organi. Segni di malattia renale nel loro difetto congenito, di regola, appaiono in tenera età. Questi includono: rene accessorio, raddoppio, ipoplasia, distopia, aplasia di organi e altri.
  6. Organo ferito L'impatto sul rene dall'esterno può causare malattie come lividi, rottura della capsula renale e, nei casi più gravi, la completa cessione dell'organo.
  7. Processi oncologici nelle strutture del rene. Possono essere di origine benigna (fibroma, lipoma e altri) o maligna (ad esempio, sarcoma).

Le principali cause della malattia renale

Tra le principali ragioni che possono diventare "slancio" per l'insorgenza di alcuni processi patologici nei tessuti di uno o entrambi i reni, è necessario evidenziare quanto segue:

  • agenti infettivi (batteri, virus, funghi, parassiti) che invadono l'organo e causano l'infiammazione (spesso l'E. coli diventa la causa dell'infiammazione);
  • i processi autoimmuni, che determinano la produzione attiva di anticorpi contro le proprie cellule, formano immunocomplessi (ad esempio la sindrome antifosfolipidica);
  • disordini metabolici di diversa natura (diatesi di acido urico, ossalaturia e altri);
  • effetti sul corpo di vari veleni, tossine, sali di metalli pesanti, ecc.;
  • violazione del flusso sanguigno arterioso o venoso nel sangue;
  • un forte calo della pressione sanguigna, che si traduce in processi di filtrazione interrotti e si verifica la morte delle cellule renali;
  • malformazioni d'organo;
  • impatto traumatico sui reni dall'esterno, ecc.

sintomi

I sintomi della malattia renale dipendono dalla causa sottostante, che ha portato all'interruzione del loro lavoro. Di seguito consideriamo le malattie più comuni, così come i principali metodi di diagnosi.

pielonefrite

I cambiamenti infiammatori nell'apparato bicipite-pelvico di uno o entrambi i reni in medicina sono chiamati il ​​termine "pielonefrite". La malattia è associata all'esposizione ad agenti infettivi e può verificarsi a diverse età, incluso il danno renale durante la gravidanza (pielonefrite gestazionale).

La malattia è caratterizzata dai seguenti sintomi principali:

  • sensazioni di dolore di diversa gravità sul lato dell'organo interessato (causato dall'allungamento della capsula renale), che hanno la stessa intensità durante il giorno e non diminuiscono quando assumono una postura confortevole;
  • l'aumento della temperatura corporea, tutti i sintomi di intossicazione sono osservati (apatia, affaticamento, malessere, perdita di appetito, ecc.);
  • il colore del sedimento urinario cambia (diventa torbido, tracce di pus o sedimenti flocculanti sono visibili).

La diagnosi della malattia è lo studio del sangue e delle urine (clinica e campione secondo Nechyporenko). Inoltre, a tutti i pazienti viene prescritto un esame a raggi X (panoramica e urografia endovenosa), nonché un'ecografia dei reni.

glomerulonefrite

Quando il processo infiammatorio nel rene colpisce l'apparato glomerulare, si tratta di glomerulonefrite, che può essere di varie forme morfologiche. Il processo patologico si basa su processi autoimmuni e sulla formazione di anticorpi contro i propri tessuti di entrambi i reni.

I segni di malattia renale con glomerulonefrite sono i seguenti:

  • il paziente ha dolore dolorante o fastidioso nella regione lombare su uno o entrambi i lati;
  • i pazienti iniziano a lamentarsi di gonfiore persistente e irragionevole sul viso e sulle palpebre, che sono più intensi al mattino (subito dopo il risveglio);
  • una persona precedentemente in buona salute ha avuto salti di pressione acuti, a volte a valori molto alti;
  • se il processo non viene trattato in tempo, il liquido inizia ad accumularsi nelle cavità del corpo (pleura, pericardio e altri);
  • componenti patologici compaiono nelle urine (leucociti e proteine ​​in grandi quantità, cilindri e altri).

La diagnosi della malattia non è sempre facile. Oltre agli studi clinici generali su sangue e urina, vengono eseguiti esami radiografici ed ecografici degli organi urinari e della cavità addominale, se necessario, sono prescritti CT e RM.

urolitiasi

Sulla base del nome della malattia, diventa chiaro che la base della malattia è la formazione di pietre (pietre) nei reni o in altre strutture del tratto urinario (il più delle volte si tratta della vescica). Maggiori dettagli sui tipi di calcoli renali possono essere trovati in questo articolo.

L'urolitiasi si manifesta sotto l'influenza di diversi fattori contemporaneamente, sia esterni (dieta non sana, farmaci di diversi gruppi, ecc.) Che di origine interna (ad esempio, malformazioni renali, restringimento del lume dell'uretra). Insieme causano disturbi metabolici nel corpo del paziente.

ICD (Renal Colic Attack) è caratterizzato dai seguenti sintomi:

  • attacco acuto e intollerabile del dolore, che si verifica sullo sfondo del blocco del lume delle vie urinarie con grande calcolo;
  • violazione della minzione (diventa più frequente e doloroso);
  • all'apice del dolore, attacchi di nausea e vomito gravi che non apportano sollievo;
  • febbre, grave debolezza, malessere;
  • decolorazione del sedimento urinario (la comparsa di sangue in esso).

La diagnosi della malattia si trova nella radiografia e nell'ecografia (le pietre sono ben visualizzate dagli ultrasuoni, inclusa la "radiografia negativa"). Se necessario, eseguire la TC o la risonanza magnetica del sistema urinario.

Malattia del rene policistico

Questo processo patologico è di natura congenita di eventi ed è caratterizzato dalla rigenerazione di tessuto renale normale in cavità multiple (cisti). Maggiori informazioni su questa malattia sono descritte in questo articolo.

I sintomi della malattia possono essere osservati già durante l'infanzia, o i primi sintomi del processo compaiono un po 'più tardi. Negli adulti, la malattia non si sviluppa tanto rapidamente quanto nei bambini ed è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • dolore dolorante costante nella parte bassa della schiena o nell'addome, che non ha una chiara localizzazione (il paziente può avere un solo rene all'inizio, ma presto un altro organo è coinvolto nel processo);
  • diminuzione dell'appetito, aumento della stanchezza e debolezza generale;
  • con lo sviluppo di segni di insufficienza renale, appaiono secchezza delle fauci ed edema, aumento della pressione arteriosa, peggioramento del benessere generale;
  • nei test delle urine si osservano proteinuria persistente, eritrocituria e cilindruria (se si verifica un'infezione secondaria, compaiono numerosi globuli bianchi e batteri).

La diagnosi di malattia del rene policistico è uno studio strumentale (la preferenza è data a metodi moderni, come la risonanza magnetica o la scansione TC dei reni).

Processi oncologici

Non dimenticare che spesso la causa del danno renale diventa un processo tumorale di origine benigna o maligna. Di regola, i primi sintomi della malattia compaiono quando le dimensioni del focus oncologico raggiungono dimensioni piuttosto grandi.

  • perdita immotivata di forze "vitali", una costante sensazione di stanchezza e sudorazione durante la notte;
  • perdita di peso in un breve periodo di tempo (senza restrizioni nel cibo);
  • progressivo deterioramento del benessere generale;
  • dolore da trazione periodico nella regione lombare o nell'addome da un lato, che diventa permanente;
  • violazione della minzione (per esempio, un attacco di colica renale all'uscita del loro centro tumorale di un coagulo di sangue), ecc.

Maggiori informazioni sui sintomi del cancro del rene possono essere trovate in questo articolo.

La diagnosi del processo patologico è molto ampia, quindi è necessario determinare non solo la fonte principale della malattia, ma anche tracciare possibili metastasi. A tal fine, i pazienti sottoposti a ecografia dei reni, organi pelvici e cavità addominale, radiografia del sistema urinario e scintigrafia renale (un farmaco speciale viene somministrato per via endovenosa al paziente, che è sensibile alle cellule tumorali) e altri.

Gestione tattica dei pazienti con malattia renale

Il trattamento della malattia renale richiede un approccio individuale in ciascun caso, poiché la terapia è determinata dalla causa principale della malattia. Di norma, al fine di curare qualsiasi malattia renale, è necessario utilizzare contemporaneamente farmaci di diversi gruppi farmacologici che saranno efficaci nel combattere il fattore eziologico, oltre a essere in grado di bloccare i principali collegamenti di patogenesi.

Il principio di nutrizione del paziente

Questo oggetto ha un ruolo significativo, perché senza di esso qualsiasi trattamento non sarà altrettanto efficace. Prima di tutto, tutti i pazienti con malattie renali devono limitare il consumo di alimenti proteici, ma in nessun caso rifiutarli completamente, perché le proteine ​​sono una componente importante di tutte le strutture cellulari del corpo. Dettagli sulla nutrizione per le malattie renali possono essere trovati qui.

Grassi e cibi fritti, cibi affumicati, cibi pronti, bibite, alcol, caffè, ecc. Sono esclusi dalla dieta quotidiana. Tutto il cibo dovrebbe essere cotto a vapore, cotto senza olio o cotto. Hai bisogno di mangiare frazionario e spesso (in piccole porzioni, 4-5 volte al giorno).

Non è possibile abbandonare l'uso del fluido, in quanto contribuisce alla rimozione di microrganismi patogeni dal tratto urinario. È necessario bere almeno 2 litri di acqua (ad eccezione dei pazienti affetti da insufficienza renale).

Terapia farmacologica

In caso di malattia renale, è possibile utilizzare i seguenti gruppi di farmaci, che sono prescritti sotto forma di compresse o iniezioni:

  • antibiotici ad ampio spettro;
  • uroantisettici e antimicrobici;
  • agenti con effetto analgesico e antispasmodico;
  • farmaci diuretici;
  • farmaci in grado di dissolvere il calcolo e normalizzare i processi metabolici;
  • medicinali a base di erbe (contenenti solo ingredienti naturali) e altri.

A base di erbe e fisioterapia

La medicina di erbe ha ricevuto la sua ampia diffusione in una varietà di malattie del sistema urinario, grazie alla sua provata efficacia e alla sua assoluta sicurezza. Nel trattamento dei pazienti ha usato il tè del rene, le tasse basate su foglie e bacche di mirtillo rosso, rosa canina, fiori di camomilla, motherwort, semi di lino e altri. Maggiori informazioni sulle erbe con un effetto diuretico sono descritte qui.

Con una condizione stabile del paziente, è possibile condurre microonde, terapia magnetica, terapia ad ultrasuoni, ecc.

conclusione

Se i reni si ammalano improvvisamente o se si verificano sintomi spiacevoli per un certo periodo di tempo, contattare immediatamente uno specialista. Dopotutto, solo un medico qualificato sa come determinare i sintomi di una malattia, nonché cosa deve essere fatto per curare questa malattia. Puoi scoprire quale dottore sta trattando i tuoi reni da questo articolo.

Qualsiasi auto-medicazione a casa può non solo non avere l'effetto desiderato, ma anche peggiorare la salute e rendere più difficile la previsione della malattia.

Malattia renale

Lascia un commento 32,745

I reni umani sono l'organo più importante del sistema urinario. Quando funzionano male, una persona ha sintomi di malattia renale. La loro intensità e ampiezza dipendono da diverse lesioni. Alcune malattie sono asintomatiche o i sintomi sono lievi, mentre altre malattie hanno sintomi vividi che sono difficili da tollerare. I reni malati in una persona richiedono un trattamento tempestivo, perché se non vengono curati, la patologia diventa cronica e il paziente è a rischio di conseguenze pericolose.

Le principali cause e tipi di malattie

Le patologie renali croniche e acute si presentano per una varietà di ragioni acquisite o congenite. Le cause acquisite di malattia d'organo sono:

  • danno con conseguente integrità dell'organo danneggiato;
  • processo di scambio scorretto;
  • eccesso del livello stabilito di tossine nel sangue;
  • una malattia infettiva causata da batteri che sono entrati nella vescica nei reni;
  • malattie autoimmuni in cui il sistema immunitario si indebolisce e si verifica un'infiammazione.

Ciascuno dei motivi di cui sopra può influenzare il corpo di una donna, un uomo e un bambino. È importante conoscere i segni della malattia e notarli in tempo per prendere farmaci tempestivi.

classificazione

Le patologie renali si dividono in due categorie:

  1. La prima categoria comprende le malattie che colpiscono contemporaneamente due reni. In questo caso, le funzioni dell'organo si deteriorano significativamente, il che influenza il lavoro dell'intero organismo. Nefrite e nefrosclerosi sono patologie bilaterali dei reni.
  2. La seconda categoria comprende le malattie, a seguito delle quali la struttura cambia o la funzione di un solo organo viene disturbata. Questi includono tumori, malattia tubercolare renale e formazione di calcoli.
Torna al sommario

Malattie congenite ed ereditarie

I problemi renali sono spesso associati a anomalie congenite o ereditarie. Questo tipo di malattia è osservato in un quarto dei pazienti con patologie croniche dei reni. Le malattie ereditarie e congenite sono classificate come segue:

  1. Patologie anatomiche dei reni, che a loro volta si dividono in patologia quantitativa e deviazioni della forma degli organi.
  2. In caso di disembriogenesi istologica di un organo, la formazione di formazione cistica o altre anomalie renali è già possibile nel processo di sviluppo prenatale.
  3. La presenza di giada ereditaria.
  4. Tubulopatia primaria, secondaria o dismetabolica.
  5. Uropatia o nefropatia si sviluppano quando nella struttura sono presenti sindromi cromosomiche o monogeniche.
  6. Nei bambini, c'è spesso un tumore di Wilms, che si verifica anche nel periodo dello sviluppo intrauterino.
Torna al sommario

I sintomi della malattia renale

All'inizio, i sintomi della malattia renale possono essere assenti e la persona non sospetta nemmeno la presenza di patologia nell'organo. Con il progredire della malattia, compaiono i primi segni comuni di malattia renale:

  1. Dolore nei reni, che dà al lombare. Data la malattia e il suo grado, il dolore può avere una natura e un'intensità diverse. A volte si irradiano nell'area pubica, la cavità femorale e addominale. Tali dolori spesso indicano convulsioni di colica renale.
  2. Le impurità del sangue nelle urine sono caratteristiche della formazione di calcoli, pielonefrite cronica, infiammazione e tumori. L'urina può assumere un colore leggermente rosato e talvolta diventa scarlatta.
  3. L'insorgenza di edema, che dapprima dà fastidio esclusivamente al mattino e gonfiore compaiono solo sotto gli occhi. Nel tempo, gli arti inferiori e le braccia del paziente si gonfiano.
  4. Escrezione compromessa di urina, in cui una persona avverte dolore. I segni comuni di malattia renale sono anuria o oliguria, nel primo caso l'urina è assente, nel secondo la sua quantità giornaliera è significativamente ridotta.
  5. In caso di malattia renale, il paziente lamenta una cattiva salute, che è associata a una ridotta funzionalità dell'organo. I reni diventano difficili da rimuovere sostanze tossiche e scorie dal corpo. Questo influenza le condizioni di una persona, sperimenta una costante stanchezza, la sua capacità di lavorare diminuisce, ci sono dolori alla testa e nessun appetito. Nel tempo, ci sono malattie infiammatorie dei reni e intossicazione del corpo.

La malattia renale prolungata spesso causa al paziente di sviluppare ipotensione arteriosa, la pelle diventa pallida, la loro struttura cambia.

I sintomi dipendono dalla violazione

nefrolitiasi

I segni generali di malattia renale possono essere integrati, a seconda della patologia che ha colpito l'organo. Così, quando i nefrolitiasi si formano nell'organismo, in cui ci sono tali sintomi aggiuntivi:

  • dolore acuto, insopportabile;
  • nausea;
  • vomito;
  • segni di shock: una persona viene gettata in un sudore freddo;
  • pelle pallida;
  • il cuore batte più veloce.

Con un decorso lieve negli esseri umani, si verifica solo un leggero dolore. Va notato che la nefrolitiasi colpisce solo i reni, le pietre non si formano in altri organi del sistema urogenitale. Quando il calcolo entra nell'uretere e nella vescica, la membrana mucosa viene ferita, portando a ematuria.

glomerulonefrite

Una malattia in cui i tubuli e i glomeruli dell'organo si infiammano è chiamata glomerulonefrite. La malattia può provocare insufficienza e disabilità. La patologia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • manifestazione di mal di testa;
  • affaticamento, apatia;
  • gonfiore sul viso;
  • riducendo la quantità di urina;
  • disturbo del sonno;
  • irritabilità;
  • stato depresso.
Torna al sommario

pielonefrite

La pielonefrite, associata a un'infezione dell'organo, è la causa dell'infiammazione. In patologia, compaiono i seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura fino a 39 ° C;
  • sudorazione significativa;
  • ebbrezza;
  • dolore nella parte inferiore della schiena, nell'addome inferiore e nell'inguine;
  • torbidità delle urine.

Dato lo sviluppo della patologia, nel tempo, una persona si lamenta di un attacco di dolore che si preoccupa di notte. La patologia è caratterizzata dalla comparsa di edema sul viso. Se si sviluppa una forma permanente di patologia, i sintomi sono più deboli. A volte non ci sono segni di pielonefrite, la persona sente solo stanchezza costante e sudorazione durante la notte.

Malattia del rene policistico

Quando un organo di questo tipo è malato, le cisti si formano nei tessuti che contengono fluido all'interno. Innanzitutto, il policistico non è contrassegnato da alcun segno e viene rilevato casualmente durante l'esame. Man mano che la ciste cresce, compaiono i seguenti segni di patologia:

  • dolori del carattere lamentoso nella parte bassa della schiena e nella cavità addominale;
  • sangue periodico nelle urine;
  • perdita di peso, mancanza di appetito;
  • chiarificazione delle urine e aumento della sua quantità;
  • diarrea o stitichezza;
  • prurito della pelle.

Se il policistico non viene trattato, l'insufficienza renale si verifica nel tempo.

Nephroptosis

La nefroptosi non è una patologia congenita, sono necessarie cause specifiche per lo sviluppo della malattia. Esistono fattori di rischio per lo sviluppo della nefroptosi:

  • un forte aumento o diminuzione del peso;
  • danno d'organo esterno;
  • gravidanza e parto;
  • esercizio intenso

La malattia è caratterizzata da dolori dolorosi e tiranti nella colonna lombare, che scompare quando si prende una posizione prona. Nel corso del tempo, le sensazioni dolorose diventano più forti e non scompaiono quando la posizione del corpo cambia. Col tempo, il dolore alla testa aumenta, la persona si ammala, si verifica il vomito. Se il tempo non rivela una deviazione, allora devi fare l'operazione.

idronefrosi

La violazione in cui l'urina non è normalmente visualizzata e allunga le coppe e il bacino, ha il nome di idronefrosi. Nella maggior parte dei casi, si osserva nelle donne sotto i 40 anni di età. La malattia provoca dolore lombare, febbre, nausea e vomito. Se il tempo non rivela una deviazione, allora l'idronefrosi può portare a una rottura della pelvi, a seguito della quale l'urina cadrà nella regione addominale.

Formazione di tumori

Nei reni possono verificarsi tumori benigni e maligni. La deviazione è caratterizzata dalla proliferazione del tessuto organico, che consiste in cellule alterate. I tumori causano questi sintomi:

  • problemi di salute generale, debolezza e rapido affaticamento;
  • bocca secca, mucose secche;
  • dolore alla schiena, addome;
  • perdita di peso, perdita di appetito;

Le lesioni benigne sono meno comuni. Nelle malattie del rene di carattere maligno, si avvertono sintomi più luminosi. Nelle ultime fasi, il paziente è più spesso disturbato dalle metastasi, che vengono somministrate agli organi interni vicini. Di conseguenza, non solo i reni, ma anche tutti gli organi sono interrotti.

Insufficienza renale

Il fallimento è caratterizzato da parziale o completa mancanza di funzionalità renale. La deviazione associata a patologie secondarie provoca spesso conseguenze avverse ed è fatale. Dal momento che i prodotti di decadimento non vengono rimossi dal corpo e gradualmente avvelenarlo. Un segno caratteristico di fallimento è una diminuzione del numero o dell'assenza di urina.

diagnostica

La medicina moderna ha molti modi in cui qualsiasi malattia renale può essere identificata. La diagnosi completa è estremamente importante, che include:

  • test di laboratorio;
  • doppler vascolare;
  • ultrasuoni;
  • nefrostsintigrafiyu;
  • biopsia;
  • CT e RM.

È possibile trattare i reni dopo una diagnosi accurata. La terapia è prescritta dal medico curante, dati i sintomi e le controindicazioni associati.

trattamento

Il trattamento della malattia renale dipende dalla gravità della patologia e dalle complicanze presenti. Esistono procedure mediche di base:

  • assunzione di farmaci;
  • un intervento chirurgico;
  • Hepatology.

Se c'è un'infiammazione nei reni, viene indicato un trattamento farmacologico, che migliora il processo di rimozione delle urine ed elimina i sintomi spiacevoli. Di regola, i medici offrono questa lista di farmaci:

  • "No-spa";
  • "Papaverine";
  • "Canephron" e "Cyston", se la formazione di pietre si è unita.

Se le anomalie associate ai reni non possono essere eliminate con il metodo del farmaco, è indicato il trattamento chirurgico. L'operazione è necessaria per la formazione di un tumore, grandi pietre e nei casi in cui si sono verificate complicanze della malattia renale. Le malattie chirurgiche richiedono l'aderenza a una dieta postoperatoria e talvolta richiedono un trattamento più medico. L'emodialisi viene utilizzata in caso di insufficienza renale. Tale trattamento consiste nel purificare il sangue e il corpo dalle tossine attraverso l'apparato del "rene artificiale".

Trattamento di rimedi popolari

Se i reni sono malati, allora puoi provare a liberarti del problema dei rimedi popolari. La medicina tradizionale aiuta nei casi in cui vi è una leggera infiammazione o la malattia rimane in una fase precoce. I seguenti sono i nomi delle erbe che sono efficaci nel trattamento della malattia renale:

  • eterna;
  • foglie di betulla;
  • camomilla;
  • calendula;
  • menta piperita;
  • Erba di San Giovanni;
  • equiseto di campo;
  • ginepro;
  • rosa canina

Dei componenti di cui sopra preparano decotti, tinture e altri agenti terapeutici. Le erbe medicinali possono avere un effetto diuretico e rimuovere le tossine dal corpo. I brodi di ingredienti naturali eliminano i sintomi spiacevoli, hanno effetti antispastici. A volte i rimedi popolari vengono usati nel periodo postoperatorio o come prevenzione delle malattie renali.

prevenzione

La prevenzione delle malattie dei reni e delle vie urinarie riduce significativamente il rischio di patologie. Una persona dovrebbe mangiare bene e condurre uno stile di vita attivo. I medici raccomandano di stimolare i punti che migliorano il lavoro dei reni e dell'uretere. Bevi molti liquidi al giorno. Se si verificano i primi sintomi spiacevoli dovrebbe consultare un medico.

Segni di malattia renale negli adulti

I segni della malattia renale negli adulti sono molto riconoscibili e semplici. Su di loro e sarà discusso in questo articolo, perché per il trattamento corretto e rapido è molto importante diagnosticare correttamente.

Per la malattia renale è caratterizzata da disturbi della minzione, dolore alla schiena, gonfiore. Per molte malattie può essere caratterizzata da febbre, mancanza di respiro, aumento della pressione sanguigna. L'aspetto del paziente sta cambiando. Spesso ci sono lamentele di natura generale.

Disturbi urinari

Riduzione delle urine

Ridurre la quantità di scarico delle urine (oliguria) o la completa assenza di minzione (anuria) può essere dovuta a insufficienza renale acuta a seguito di glomerulonefrite acuta.

Le cause di ritenzione urinaria acuta sono spesso l'ostruzione del tratto urinario (adenoma prostatico, urolitiasi). A volte l'anuria può essere causata da perdita di liquido extrarenale (febbre, sudorazione eccessiva nella stagione calda).

Una diminuzione della minzione in un paziente affetto da malattia renale cronica deve essere allertata sulla possibilità di transizione verso la fase terminale dell'insufficienza renale cronica, specialmente se la comparsa di oliguria è stata preceduta da un periodo di pesante minzione e sete.

Aumentare la quantità di urina

Un aumento della quantità di urina (poliuria) e un aumento secondario del volume di fluido consumato (polidipsia) può essere una conseguenza di disturbi tubulari pronunciati e danni ai tessuti dei reni (rene policistico, pielonefrite cronica).

Lo sviluppo della poliuria nei pazienti con glomerulonefrite indica la progressione della malattia.

La poliuria può svilupparsi a seguito di ipopotassiemia di varia genesi (ad esempio, l'uso a lungo termine di farmaci diuretici). L'appuntamento di farmaci di potassio in questo caso conduce alla normalizzazione della quantità di scarico di urina.

L'insorgenza di poliuria, frequente minzione notturna (nicturia), secchezza delle fauci può indicare lo sviluppo di insufficienza renale e richiede uno studio obbligatorio della creatinina plasmatica e dell'urea.

La poliuria e la polidipsia di origine renale devono essere differenziate da fenomeni simili nei pazienti con diabete. Con una normale concentrazione di glucosio nel sangue, poliuria grave e sete, è necessario escludere la presenza di diabete non zuccherino.

disuria

La presenza di rezie durante la minzione nell'addome e nell'uretra è il più delle volte il risultato di un'infezione del tratto urinario (cistite, uretrite). Tuttavia, questi fenomeni possono essere il risultato della separazione di piccole pietre o masse necrotiche nella tubercolosi renale. Si può verificare una minzione dolorosa in grave ematuria macroscopica durante il passaggio di coaguli di sangue nell'uretra. Fenomeni disurici costantemente ricorrenti possono essere le uniche manifestazioni della tubercolosi del tratto urinario.

Un cambiamento nel colore delle urine, l'aspetto del sangue nelle urine (ematuria) è più spesso osservato nella glomerulonefrite acuta, esacerbazione della glomerulonefrite cronica e infarto renale.

L'aspetto del sangue visibile nelle urine dopo un episodio di colica renale indica spesso l'urolitiasi. L'escrezione di una piccola quantità di sangue scarlatto nelle urine, combinata con frequente minzione dolorosa, è osservata nella cistite emorragica.

L'ematuria improvvisa indolore, che spesso può essere l'unica manifestazione di un tumore del tratto urinario, richiede un'attenzione speciale.

La presenza di sangue nelle urine non sempre indica la natura renale del sanguinamento. Solo l'escrezione urinaria di coaguli di sangue simili a vermi potrebbe indicare il rene come fonte di sangue nelle urine.

Lombalgia

Questo è uno dei frequenti disturbi della malattia renale. Con tutto il dolore nell'area del rene, è necessario uno studio di analisi delle urine. La lombalgia causata da malattie renali, sono per lo più noiose, di solito poco dipendenti dal movimento e dalla posizione del corpo del paziente.

Molto spesso, il dolore è osservato nella pielonefrite acuta o esacerbazione della pielonefrite cronica, così come nella tubercolosi e nei tumori renali.

La glomerulonefrite cronica nella maggior parte dei casi non è accompagnata da lombalgia, tuttavia, con le sue esacerbazioni (così come con glomerulonefrite acuta), che si verificano con ematuria, ci può essere dolore a breve termine che scompare simultaneamente con esso.

Intenso dolore nella zona renale può verificarsi con infarto della vena renale, nefrite apostematica, paranfrite.

L'insorgenza di mal di schiena al momento della minzione può essere osservata con reflusso vescico-ureterale, quando l'urina viene respinta dalla vescica negli ureteri.

Il dolore nella parte bassa della schiena, che si manifesta nella posizione eretta del corpo e scompare nella posizione prona, richiede l'esclusione del prolasso renale.

La presenza di dolore intenso nella parte bassa della schiena e nell'addome, costringendo il paziente a correre, non trova posto, spesso irradiato alla regione inguinale, basso addome, a volte all'ano, si osserva durante il movimento della pietra attraverso l'uretere. Dolori simili possono verificarsi se l'uretere è bloccato da masse necrotiche (tubercolosi renale, papillite necrotizzante) o coaguli di sangue.

febbre

La febbre è meno comune nella malattia renale. Con una distinta proteinuria (proteina nelle urine) o ematuria (sangue nelle urine), combinata con un aumento della temperatura, è necessario escludere una malattia sistemica (il più delle volte nefrite nel lupus eritematoso sistemico.

Molto spesso, un aumento della temperatura corporea nei pazienti nefrologici si verifica nelle malattie infiammatorie dei reni e delle vie urinarie (pielonefrite acuta e cronica, nefrite apostematica, ecc.).

Un aumento acuto della temperatura corporea fino a 39-40 ° C, che si verifica di solito sullo sfondo di assumere qualsiasi farmaco e, inizialmente, accompagnato da un breve periodo di aumento della minzione, seguito da una mancanza di urina, può essere una conseguenza della nefrite interstiziale acuta.

Aumenti improvvisi di temperatura con brividi, indipendentemente dall'assunzione di farmaci antibatterici, possono essere osservati con metastasi e decadimento di tumori renali.
Un aumento prolungato della temperatura a 37-38 ° C, combinato con i cambiamenti nei test delle urine, richiede l'esclusione della tubercolosi del tratto urinario.

Cambiamenti nell'aspetto del paziente

Nel debutto della glomerulonefrite acuta, così come nella nefropatia delle donne in gravidanza, che si verificano con un aumento della pressione sanguigna, l'agitazione può essere osservata con conseguente perdita di conoscenza, morso della lingua, minzione involontaria, seguita da improvvisa inibizione, sonnolenza.

La perdita di coscienza può verificarsi nei casi di sindrome nefrosica grave, così come nei pazienti con la cosiddetta sindrome della sotacause se sono privi di sale o come conseguenza della perdita di sodio extrarenale (con vomito).
I ganglioblocker e i saluretici (ad esempio la furosemide) sono farmaci che possono causare gravi attacchi di debolezza, fino a perdita di coscienza in posizione eretta.

Pallore della pelle può essere spesso visto in pazienti con normale emoglobina nel sangue. Quindi, nei pazienti con sindrome nefrosica, la pelle pallida è causata da uno spasmo di piccoli vasi. Il pallore anemico, la pelle secca, il suo ingiallimento moderato sono caratteristici dell'insufficienza renale cronica.

Le emorragie possono essere osservate in pazienti con glomerulonefrite.

gonfiore

L'edema renale deve essere differenziato da edema per insufficienza cardiaca, insufficienza del drenaggio venoso o linfatico, ed edema di origine allergica.

L'edema renale è morbido, pastoso, simmetrico, facilmente spostato. Pertanto, a letto il paziente deve essere controllato per la presenza di edema nel sacro.
Edema più denso, di solito localizzato su gambe e piedi, più caratteristico delle malattie cardiache, specialmente in combinazione con battito cardiaco frequente, mancanza di respiro, fegato ingrossato.

Il gonfiore isolato degli arti superiori è caratteristico delle reazioni allergiche. Gonfiore isolato sotto gli occhi può essere di origine renale, ma può essere associato alla struttura anatomica del tessuto sottocutaneo.

Mancanza di respiro

La dispnea e l'asfissia di notte sono osservate principalmente in pazienti con insufficienza cardiaca. Forse una sensazione di mancanza di aria nella grave sindrome nefrosica.
Se è impossibile fare un respiro profondo a causa del dolore, è necessario escludere la presenza di pleurite secca, che si verifica nell'insufficienza renale cronica.

Aumento della pressione sanguigna

L'ipertensione arteriosa richiede sempre l'eliminazione della patologia renale. L'ipertensione nella malattia renale di solito si verifica con una pressione diastolica (inferiore) più alta, non causa mal di testa e vertigini significativi nei pazienti, raramente accompagnati da crisi ipertensive.

L'ipertensione arteriosa persistente alta, che non provoca sensazioni pronunciate nei pazienti e scarsamente suscettibili alla terapia antipertensiva, fa sospettare il sospetto di arterie renali. Questa ipotesi è confermata da un'ecografia dei vasi renali.

Reclami generali

I pazienti con malattia renale hanno spesso lamentele di natura generale. Sono preoccupati per debolezza, stanchezza. I pazienti spesso lamentano mancanza di appetito e perdita di peso. La malattia renale può essere accompagnata da irritabilità, sonnolenza, mal di testa.

Tutti questi reclami possono essere i primi segni di una grave malattia renale. Quando appaiono, è necessario contattare un medico che prescriverà un test delle urine generale, nonché metodi aggiuntivi - analisi delle urine secondo Nechiporenko, Zimnitsky, ecografia dei reni. Se necessario, il paziente viene inviato per la consultazione al nefrologo.

Trattamento della malattia renale

L'insorgenza di mal di schiena può indicare lo sviluppo di un processo patologico nel sistema urinario. I reni sono organi accoppiati direttamente coinvolti nella formazione e rimozione di urina dal corpo. Al fine di eliminare il funzionamento alterato dei reni, è importante consultare un medico in tempo se si presentano i sintomi caratteristici della malattia. Il successivo rispetto delle misure preventive eviterà il ripetersi della malattia e le sue complicanze associate.

I sintomi della malattia e il trattamento

La tattica del trattamento delle malattie del sistema urinario è determinata dai segni e dalla natura di una particolare patologia. Adeguate misure terapeutiche vengono eseguite dopo la diagnosi della malattia.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore regolare si è liberato dei problemi renali con un metodo efficace. Ha controllato su se stessa - il risultato è al 100% - completo sollievo dal dolore e problemi con la minzione. Questo è un rimedio naturale alle erbe. Abbiamo controllato il metodo e abbiamo deciso di consigliarlo a te. Il risultato è veloce. METODO EFFICACE.

In generale, la terapia delle patologie renali comprende le seguenti aree principali:

  • aiuto ai farmaci;
  • terapia dietetica;
  • medicina di erbe;
  • fisioterapia;
  • osservanza della modalità di risparmio.

Quando viene rilevata un'infezione batterica dei reni, l'uso di antibiotici diventa l'obiettivo principale del trattamento. In altri casi, possono essere prescritti farmaci dei seguenti gruppi:

  • diuretici (rappresentati da Canephron, Nefrosten, Veroshpiron, Furosemide e Aldactone);
  • antispastici, come No-shpa o Papaverin;
  • rimedi a base di erbe (medicinali popolari: Cystone e Fitolysin);
  • antipertensivi, per esempio, clonidina;
  • uroseptics, tra cui Furadonin, Nitroxolin e Furagin sono comuni.

Malattia renale maschile

La posizione fisiologica degli organi urinari di un uomo determina la gamma caratteristica di malattie. A causa del fatto che il canale di minzione è più lungo rispetto a quello femminile, il percorso verso l'alto dell'infezione appare raramente. A questo proposito, malattie come cistite e pielonefrite si verificano raramente. Di solito il processo infiammatorio è rappresentato da uretrite.

L'urolitiasi è comune tra gli uomini. Il suo sintomo principale è un forte dolore. L'attacco della malattia inizia improvvisamente, nei genitali c'è disagio durante la minzione. Sono presentate altre manifestazioni della patologia:

  • ipertensione;
  • nausea, vomito;
  • flatulenza;
  • sensazioni dolorose nell'area di concentrazione di pietre;
  • gonfiore.

Tra le altre malattie renali comuni negli uomini:

Malattia renale nelle donne

Patologie del sistema urinario sono più comuni nelle donne. Ciò è dovuto alla struttura dell'uretra. Se negli uomini è in media 20-22 cm, nelle donne la lunghezza dell'uretra è di 3-5 cm In questo contesto, si creano condizioni favorevoli per lo sviluppo della microflora patogena, che entra nei reni attraverso la vescica.

Un periodo pericoloso in termini di sviluppo di malattie renali nelle donne è osservato nella fase della gravidanza. L'aumento dell'utero è accompagnato da una maggiore pressione sugli organi che si trovano nella pelvi. Le difficoltà nella rimozione delle urine provocano lo sviluppo di un'infiammazione di natura infettiva.

In primo luogo, una donna preoccupata per il gonfiore. Poi c'è minzione frequente, ci sono sensazioni dolorose nella regione lombare. La maggior parte delle malattie renali si sviluppa in modo drammatico. Oltre ai sintomi caratteristici, c'è una diminuzione della pressione sanguigna, nausea, vomito, coliche, febbre, un cambiamento di appetito e una sensazione di sete.

Il trattamento della malattia renale nelle donne di solito include metodi conservativi. In assenza della loro efficacia, è richiesto un appello al chirurgo.

glomerulonefrite

La malattia è caratterizzata da una natura autoimmune e dallo sviluppo di infiammazione nei glomeruli dei reni. I fattori provocatori sono il processo infettivo streptococcico, l'ipotermia del corpo e l'esposizione a sostanze tossiche. Il decorso acuto della malattia si manifesta con dolore ai reni, gonfiore del viso, braccia, gambe, ipertensione arteriosa e febbre.

Per evitare la transizione della patologia alla forma cronica, è necessario iniziare un trattamento tempestivo. Si basa sull'uso di antipertensivi, farmaci diuretici e corticosteroidi. La durata della terapia è talvolta di diversi anni. Altrettanto importante è l'osservanza di una dieta rigorosa durante il trattamento della malattia.

pielonefrite

La malattia è causata da un'infiammazione che colpisce il parenchima renale, il calice e il bacino. La pielonefrite si verifica a seguito di infezione, si verifica durante la gravidanza. La persona malata ha i seguenti sintomi:

  • dolore sul lato del rene interessato;
  • febbre e segni di intossicazione;
  • decolorazione delle urine (presenza di pus o sedimento).

La mancanza di trattamento per la forma acuta della malattia porta a una transizione verso un decorso cronico. Di solito procede senza sintomi luminosi (la persona diventa apatica, è costantemente preoccupato per l'indisposizione, scarso appetito ed emicrania). In assenza di complicanze della malattia, viene prescritta una terapia conservativa, incluso l'uso di antibiotici, farmaci per la disintossicazione e dieta, con un livello ridotto di proteine ​​nei prodotti.

La presenza di una violazione del deflusso di urina richiede l'eliminazione di questo problema. Dopo questo, il trattamento antibatterico e l'immunoterapia sono effettuati. Secondo la testimonianza possibile intervento chirurgico.

Nephroptosis

La patologia è caratterizzata da una mobilità innaturale del rene nella posizione eretta del corpo e durante la respirazione forzata. La malattia si verifica a causa di una diminuzione del tono dei muscoli addominali, ipermobilità del tessuto articolare e disturbi scheletrici. La nefroptosi è caratterizzata dalla seguente clinica:

  • dolori fastidiosi che si estendono nello stomaco;
  • colica renale;
  • digestione alterata;
  • sviluppo di nevrastenia.

In assenza di sintomi luminosi della malattia, viene mostrata una terapia conservativa, basata sull'uso di una benda speciale, esercizi del ciclo ginnico e nutrizione potenziata. Una grave patologia richiede un intervento chirurgico - la nefropessi, la cui essenza si riduce al ritorno del rene nella sua posizione originale e alla sua successiva fissazione alle strutture vicine.

idronefrosi

Lo sviluppo del processo patologico è espresso nella persistente espansione delle cavità renali a causa delle difficoltà nel deflusso delle urine. La malattia è caratterizzata da un lungo periodo di latenza. La comparsa di sintomi luminosi dovuti alla formazione di calcoli renali o allo sviluppo di infezioni. Una persona è preoccupata per il dolore nella regione lombare e la presenza di sangue nelle urine.

Il trattamento dell'idronefrosi è conservativo e chirurgico. La priorità di una delle aree è determinata dal grado di sviluppo della patologia e della condizione umana. Il trattamento conservativo include l'uso di droghe dal seguente elenco:

  • antidolorifici;
  • anti-infiammatori;
  • farmaci che riducono la pressione sanguigna;
  • antibatterico.

Nella maggior parte dei casi, la chirurgia è indicata.

Insufficienza renale

La malattia è associata alla perdita completa o parziale della capacità renale di svolgere le sue funzioni. Vi è una violazione dell'equilibrio idrico ed elettrolitico e il ritardo nel corpo di sostanze nocive. Il decorso acuto dell'insufficienza renale è caratterizzato da tre stadi. A seconda di questo, i sintomi variano. Al primo stadio della malattia, viene presentato:

  • febbre, mal di testa e dolori muscolari - se si sviluppa un processo infettivo;
  • vomito e diarrea - con infezione intestinale;
  • anemia e ittero - con intossicazione;
  • confusione, bassa pressione sanguigna e polso filamentoso - con lo sviluppo di shock.

Al secondo stadio della malattia, si verificano sintomi quali una diminuzione (o cessazione) dell'escrezione di urina, l'azotemia, l'edema (inclusi gli organi interni) e l'accumulo di liquidi in varie cavità.

La fase terminale della patologia è caratterizzata da mancanza di respiro, tosse, espettorato schiumoso rosa, ematomi, sanguinamento, disturbi della coscienza, convulsioni e aritmia.

È necessario cominciare il trattamento del corso acuto di insufficienza renale con l'eliminazione della causa di radice. Per questo viene effettuato:

  • terapia antibiotica;
  • terapia di disintossicazione;
  • sostituzione fluida;
  • trattamento con pillole ormonali.

La specificità delle misure è dovuta alla specifica malattia che ha causato insufficienza renale. Dopo l'eliminazione delle manifestazioni luminose, viene effettuato un trattamento sintomatico. Nei casi avanzati, è richiesto un trapianto di rene.

urolitiasi

La patologia è associata alla formazione di calcoli non solo nei reni, ma anche in altre parti del tratto urinario. I seguenti segni indicano la presenza di urolitiasi:

  • sindrome da dolore acuto;
  • violazione della minzione;
  • febbre;
  • debolezza generale;
  • l'aspetto del sangue nelle urine.

A seconda del grado di abbandono della malattia renale, il trattamento può essere chirurgico o conservativo. In quest'ultimo caso, l'accento è posto sulla dieta (rifiuto della carne, in combinazione con alcolici pesanti), prendendo farmaci che sciolgono pietre, diuretici e nitrofurani.

La sindrome del dolore viene eliminata con la nomina di Baralgin, Platyfillin o Pantopon. La mancanza di effetto richiede la condotta di: uomini - blocco novocanico del cordone spermatico, donne - legamento rotondo dell'utero. La comparsa di colica renale regolare, lo sviluppo di pielonefrite, stenosi dell'uretere e altre condizioni potenzialmente letali sono indicazioni per la chirurgia.

Infezioni del tratto urinario

L'infezione delle vie urinarie è sempre associata alla diffusione della microflora batterica. I sintomi caratteristici della patologia sono presentati da:

  • cambiando il colore dell'urina;
  • minzione frequente;
  • sensazioni dolorose.

In alcuni casi, una persona può avere una condizione febbrile, nausea, vomito e un cambiamento nelle feci. Per eliminare questi o altri segni della malattia, determinare l'agente patogeno e la localizzazione del processo infettivo (tratto urinario superiore o inferiore).

La terapia si basa sull'uso di antibiotici, analgesici e altri metodi, come prescritto da un medico.

Malattia del rene policistico

La malattia è una malformazione dello sviluppo embrionale dei tubuli renali. La patologia è associata alla formazione di un gran numero di cisti nel parenchima renale. Lo sviluppo della malattia nei neonati è caratterizzato da una prognosi sfavorevole.

In un adulto, la malattia del rene policistico è lenta. Ci sono 3 fasi: compensate, subcompensate e scompensate. I sintomi sono più pronunciati nella seconda e nella terza fase dello sviluppo della malattia renale. Lo stadio subcompensato è caratterizzato dall'insorgenza di disagio nella zona lombare, dolore addominale e disturbi urinari. Con il passaggio al terzo stadio, si sviluppano i sintomi dell'insufficienza renale.
Il trattamento principale per la malattia del rene policistico è sintomatico. Nonostante la terapia, la conseguenza della patologia è lo sviluppo dell'insufficienza renale.

Processi oncologici

L'oncologia del sistema urinario è una seria minaccia per la vita umana. Ciò è dovuto al fatto che la diagnosi viene solitamente effettuata quando la dimensione della formazione patologica è abbastanza grande. Pertanto, viene data priorità all'attenzione di funzioni come:

  • affaticamento costante;
  • improvviso cambio di peso;
  • dolore lombare continuo, tirando carattere;
  • cambiamento nella minzione

L'unico metodo efficace per trattare un tumore maligno dei reni e di altri organi del sistema urinario è la chirurgia. L'intervento chirurgico è fatto ricorso a tutte le fasi del processo patologico. A causa di questo aumento l'aspettativa di vita di una persona e migliorare la sua qualità. Inoltre, conducono immunoterapia, chemioterapia e terapia mirata.

nefrolitiasi

La malattia è caratterizzata dalla formazione di calcoli direttamente nei reni. Il processo di movimento delle formazioni può essere accompagnato da colica renale, nausea, comparsa di sangue nelle urine, frequenti visite in bagno, gonfiore delle braccia e delle gambe, emicrania, febbre e pressione sanguigna.

Il trattamento della malattia renale richiede un approccio individuale in ciascun caso. I principi di base sono ridotti a:

  • terapia farmacologica;
  • dieta;
  • eseguire l'operazione.

Tubercolosi renale

Il secondo nome per la patologia è la nefrotubercolosi. È un'infezione extrapolmonare con danno al parenchima renale. La malattia è caratterizzata da un quadro clinico aspecifico: debolezza generale, febbre a livello subfebrilare, dolore nella regione lombare e disturbi urinari.
La terapia per l'infezione renale è un farmaco e una terapia combinata. La prima direzione è basata sull'applicazione:

  • farmaci anti-TB specifici;
  • angioprotectors;
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei.

L'ostruzione del deflusso delle urine richiede l'installazione di uno speciale stent o nefrostomia. In alcuni casi, è indicata la riabilitazione dell'area interessata o la resezione parziale del rene. La cessazione della funzione d'organo richiede la nefrectomia.

Dieta per malattie renali

Una delle direzioni di trattamento delle patologie del sistema urinario è la terapia dietetica. I suoi principi principali sono: ridurre la quantità di alimenti ricchi di proteine ​​e ridurre il dosaggio del sale consumato. È permesso di salare il piatto finito immediatamente prima di servire.
Sono presentati prodotti vietati per malattie renali:

  • carne grassa, carni affumicate;
  • cibo in scatola e cibi pronti;
  • prodotti con sale e conservanti aumentati;
  • marinate, sottaceti;
  • grassi animali;
  • tuorlo d'uovo;
  • formaggi a pasta dura;
  • funghi;
  • prodotti a base di cioccolato;
  • caffè;
  • salse grasse, ketchup;
  • bevande alcoliche;
  • bevande gassate dolci;
  • succhi confezionati.


Un'attenzione importante dovrebbe essere rivolta al regime di bere. La quantità minima di fluido è di circa 2 litri. È possibile utilizzare non solo acqua per bere, ma anche succo di frutta fatto in casa, decotto di rosa canina, composta.

La migliore opzione di nutrizione è seguire una dieta che combina prodotti lattieri e vegetali. Un menu di esempio può includere:

  • zuppe di verdure;
  • insalate, che includono verdure fresche e olio vegetale;
  • frutta;
  • latticini a basso contenuto di grassi;
  • varietà a basso contenuto di grassi di carne e pesce (fino a 3 volte a settimana);
  • verdure al vapore;
  • purè di patate;
  • porridge (migliore grano saraceno e farina d'avena).

La particolarità dei piatti di cucina è escludere la frittura. I prodotti possono essere in umido o bolliti. Non praticare il digiuno, poiché non ha sempre un effetto positivo sul funzionamento dei reni.

Antibiotici per la malattia

Il trattamento delle malattie renali comprende necessariamente la prescrizione di farmaci antibatterici. La medicina specifica e il dosaggio sono determinati dal medico. La priorità è data ai farmaci con un ampio spettro di azione: antivirale, antibatterico e antifungino.

I seguenti farmaci prescritti per le malattie renali sono i più comuni:

  1. Ofloxacina, che di solito è prescritto per la pielonefrite.
  2. Netilmicina, che ha un marcato effetto battericida.
  3. Amoxicillina, prescritta per grave infiammazione.
  4. Flemoklav Solyutab, indicato durante la gravidanza.
  5. Mezzi di cefalosporine serie, che sono farmaci naturali a bassa tossicità.

Nonostante la buona tolleranza di alcuni antibiotici, il loro appuntamento dovrebbe essere affrontato dal medico curante. L'autoterapia può portare a conseguenze negative e la formazione dell'adattamento della microflora patogena a loro. Di conseguenza, il re-trattamento richiederà l'uso di farmaci più potenti.

Medicina di erbe

Il trattamento della malattia renale viene effettuato secondo le indicazioni con l'uso di fitoterapia. È necessaria la consultazione preliminare del medico. La terapia a base di erbe viene presentata usando:

  • Equiseto.
  • Margherite.
  • Mint.
  • Prezzemolo.
  • Erba di San Giovanni.
  • Foglie di mirtillo rosso
  • Uva ursina.
  • Dente di leone.

Il rimedio popolare è preparato come segue: l'erba (1 cucchiaio) viene versata acqua bollente (200 ml) e infusa per 20 minuti. Prendi la medicina prima dei pasti per due settimane.

Prevenzione delle malattie

Altrettanto importante per il mantenimento della salute dei reni e di altri organi del sistema urinario è la prevenzione di malattie rilevanti. Si basa su un approccio integrato e include una serie di attività. Questi includono le seguenti azioni:

  • attività fisica, compreso esercizio moderato e danza;
  • nutrizione di alta qualità, ovvero ortaggi, frutta, pesce, succhi freschi e latticini;
  • visitare la sauna (migliora la capacità di filtrazione dei reni, la loro circolazione sanguigna);
  • regime di bere moderato (fino a 2,5 litri);
  • l'adozione di posture speciali (ad esempio, ginocchio-gomito), che migliorano i processi di circolazione sanguigna nei reni;
  • Evitare il consumo di grandi quantità di tè nero o caffè (è meglio sostituirli con tè verde o alle erbe e acqua minerale).

I farmaci usati per le malattie renali sono determinati direttamente dalla natura della patologia e dal grado della sua negligenza. Va ricordato che tutte le procedure devono essere eseguite sotto la supervisione di un medico, nonché la correzione della terapia. Solo il rispetto di tutti i regolamenti migliorerà le condizioni di una persona malata e restituirà la piena qualità della vita.

È possibile sconfiggere la malattia renale grave!

Se i seguenti sintomi ti sono familiari di prima mano:

  • mal di schiena persistente;
  • difficoltà a urinare;
  • violazione della pressione sanguigna.

L'unico modo è un intervento chirurgico? Aspetta e non agire con metodi radicali. Cura la malattia è possibile! Segui il link e scopri come lo specialista consiglia il trattamento.

Altri Articoli Su Rene