Principale Cisti

Metodi per rimuovere le pietre ureterali

La rimozione della pietra dall'uretere è una misura obbligatoria di trattamento, che è necessaria per prevenire lo sviluppo di gravi complicanze che possono insorgere a causa del blocco del dotto urinario.

Rimozione di pietre può essere urgente quando l'intero condotto è bloccato. Pertanto, affinché la procedura di trattamento sia meno traumatica per il paziente, si raccomanda di iniziare la terapia nelle prime fasi della malattia.

Metodi di rimozione della formazione di pietra

La rimozione di calcoli dall'uretere è possibile in diversi modi. Molto dipenderà dalla dimensione del calcolo e dalle condizioni del paziente. La chirurgia classica e il trattamento della malattia con l'aiuto di erbe - questi sono i due modi più antichi per rimuovere la formazione di calcoli.

Attualmente, la chirurgia classica è usata abbastanza raramente, perché durante la sua attuazione c'è un rischio abbastanza grande di complicazioni e il periodo di riabilitazione è lungo. Nella maggior parte dei casi, l'ureterolitotomia viene eseguita solo se il paziente ha problemi con la normale funzionalità di alcuni organi, la dimensione della pietra è troppo grande o viene diagnosticata una cistite grave.

Il metodo più ottimale per risolvere il problema è il trattamento conservativo. Il corso terapeutico consiste nell'uso di medicine speciali, che gradualmente schiacciano la pietra in modo che possa lasciare liberamente il corpo. Rimuovere l'intera pietra in una volta in modo naturale è difficile e pericoloso.

Tale trattamento può causare il blocco del dotto urinario. Pertanto, non è consigliabile cercare di sbarazzarsi delle pietre da soli. La possibilità di farti del male è molto più alta delle probabilità di successo del trattamento.

La pietra dell'uretere sarà rimossa nel modo più ottimale per il paziente. Per fare ciò, al paziente prima dell'operazione viene assegnato un numero di misure diagnostiche che consentono di conoscere la posizione esatta delle formazioni di pietra, il loro numero e la loro dimensione.

Oggi nella pratica medica sono ampiamente utilizzate tali opzioni per la rimozione di pietre dall'uretere:

  1. Il metodo remoto è indicato come tecniche minimamente invasive. L'impatto sulla formazione delle pietre viene effettuato con l'aiuto delle onde dell'apparato, che hanno un effetto distruttivo sul calcolo - lo schiacciano. Questa procedura è consentita per i pazienti con una piccola dimensione di formazioni di pietra - da 5 mm a 2 cm. Un altro prerequisito per la rimozione remota è una buona visualizzazione delle pietre sulla radiografia e l'assenza di complicanze. Cioè, al momento della procedura, il paziente non dovrebbe avere processi infiammatori che si verificano nei reni o nell'uretere e non dovrebbero esserci altri problemi associati alla presenza di formazioni di pietra (dolore grave, disturbi del normale flusso urinario, ecc.) Dopo che la terapia con onde d'urto è stata completata, le particelle di pietre frantumate vengono espulse indipendentemente dal corpo insieme all'urina.
  2. Il metodo di contatto viene eseguito utilizzando l'attrezzatura endoscopica. Attraverso l'uretra, al paziente viene somministrato un apparato speciale. Con il suo aiuto, un effetto distruttivo sulle pietre. Lo schiacciamento pneumatico delle pietre per contatto avviene sotto l'azione di un forte getto d'aria diretto verso di loro. I frammenti distrutti di pietre vengono rimossi attraverso una piccola incisione. Il metodo pneumatico non è adatto ai pazienti con neoplasie molto dense. L'intervento chirurgico nel corpo umano viene effettuato in anestesia generale.
  3. Il trattamento laser viene effettuato anche utilizzando attrezzature endoscopiche speciali e in anestesia generale. La rimozione con un laser consente di macinare anche i più densi concrementi alla polvere.
  4. Frantumazione ad ultrasuoni Il metodo di trattamento della formazione di calcoli negli ureteri con l'aiuto della frantumazione a ultrasuoni di contatto è adatto solo quando la densità del concremento è bassa.
  5. La tecnica percutanea (o percutanea) implica una piccola incisione sulla pelle, attraverso la quale verrà fornito l'accesso all'area problematica. Di norma, l'operazione di rimozione in questo modo è raccomandata per i pazienti nei quali la formazione di calcoli forma angoli acuti. Quando vengono rimossi dal corpo, possono verificarsi traumi alle vie urinarie.

Trattamento farmacologico

Durante il trattamento dei pazienti di urolitiasi con piccole formazioni di pietra, che per la loro composizione sono ben frantumate, viene prescritta una terapia farmacologica. Oltre ai farmaci prescritti ai pazienti allo scopo di sciogliere le pietre, ai pazienti vengono prescritti altri mezzi, il cui scopo è quello di facilitare il rilascio di formazioni di pietra dal corpo e prevenire lo sviluppo di complicanze.

Se durante l'esame viene rilevato lo sviluppo del processo infiammatorio, al paziente viene prescritta una terapia antibatterica. Prescrivere antibiotici dovrebbe essere solo un medico. L'uso indipendente di farmaci da questo gruppo è inaccettabile, in quanto può solo complicare il processo di trattamento e causare ulteriori danni all'organismo.

La durata del trattamento per ciascun paziente è individuale. Dovrebbe essere compreso che la rimozione medica dovrebbe essere effettuata con il permesso del medico. Inoltre, c'è una possibilità di complicazioni che possono richiedere un intervento chirurgico d'urgenza.

Intervento chirurgico

Se per qualche motivo non è possibile rimuovere un calcolo dall'uretere con uno dei metodi sopra elencati, al paziente viene raccomandata un'operazione classica. Viene eseguito in anestesia generale.
Molto spesso, la chirurgia è necessaria a causa dell'ostruzione dei dotti urinari, dell'adesione delle infezioni, dello sviluppo dell'infiammazione, degli attacchi frequenti e gravi del dolore.

Dopo che il paziente è stato immerso in anestesia, il medico esegue un'incisione strato per strato prima di raggiungere lo spazio retroperitoneale. Poi c'è un rilascio dell'uretere, in cui ci sono pietre. L'area del problema viene bloccata da due lati, il tessuto dell'uretere viene sezionato e il calcolo viene rimosso.

Successivamente, il medico è obbligato a controllare la pervietà dell'uretere e solo dopo che vi ha messo dei punti. In alcune situazioni, la formazione di calcoli viene spinta nella vescica e solo dopo viene eseguita la procedura di rimozione. In questo caso, la vescica viene tagliata, non l'uretere.

Periodo di riabilitazione

Dopo aver rimosso le pietre dagli ureteri, ai pazienti vengono prescritti agenti antibatterici che impediscono l'ingresso di infezioni. Indipendentemente dal metodo di rimozione, si consiglia al paziente di assumere diuretici e utilizzare una quantità di acqua sufficiente.

Un'attenzione particolare è rivolta alla dieta. È una violazione della corretta alimentazione è una delle cause frequenti della comparsa di pietre negli organi urinari. Pertanto, la correzione della dieta è raccomandata non solo per il periodo di riabilitazione. Il paziente dovrebbe riconsiderare la sua posizione per alcuni piatti e ridurre il consumo al minimo.

Quando la formazione di calcoli viene rimossa remotamente o endoscopicamente, il periodo di recupero del corpo viene significativamente ridotto. Nella chirurgia classica, il tempo di riabilitazione dipenderà da molti fattori. In ogni caso, indipendentemente dal metodo di trattamento scelto, per evitare la probabilità di complicanze, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico.

Rimozione della pietra ureterale

Quando a un paziente viene diagnosticata l'urolitiasi, il compito principale dei medici è quello di rimuovere le pietre dai reni.

Se si ritarda con la rimozione di pietre, è possibile prevenire gravi complicazioni. Una di queste complicazioni è la sovrapposizione del canale urinario.

La chirurgia per rimuovere le pietre può essere effettuata urgentemente, quando le pietre si sovrappongono completamente al dotto urinario. Tale operazione è considerata traumatica e per prevenire questo è necessario iniziare il trattamento nelle prime fasi della malattia.

I sintomi di urolitiasi iniziano con un blocco del deflusso di urina dai reni. Quando l'uretere è parzialmente bloccato, il paziente avverte un dolore sordo nell'angolo costovertebrale. Quando l'uretere si sovrappone completamente, il paziente ha un attacco di dolore acuto nell'ipocondrio e nella parte bassa della schiena. Il dolore può essere dato ai genitali (le donne feriscono le labbra e negli uomini lo scroto).

Inoltre, la formazione di pietre porta a:

  • disturbi gastrointestinali. Manifestata sotto forma di stitichezza regolare, nausea, vomito e aumento della formazione di gas;
  • minzione frequente, che sono accompagnati da dolore. Non è raro notare le impurità del sangue nelle urine.
  • deterioramento delle condizioni generali del paziente. Il paziente sperimenta debolezza, mal di testa e secchezza della mucosa nella bocca;
  • il verificarsi di un processo infettivo-infiammatorio: pielonefrite, uretrite e altri. La temperatura corporea aumenta.

Perché si formano i calcoli renali?

Nelle pietre dell'uretere cadono dalla pelvi renale. Alcune cause di urolitiasi sono:

  • malattia infettiva e infiammatoria;
  • metabolismo compromesso;
  • cambiamento dell'equilibrio acido-base delle urine;
  • stato colloidale disturbato di urina;
  • diminuzione della capacità di dissoluzione dell'urina;
  • struttura anormale del bacino e dei reni.

Diagnosi di urolitiasi

Tutti i pazienti che sono sospettati di urolitiasi, i medici prescrivono:

  • esame ecografico Con esso è possibile determinare la dimensione e la posizione delle pietre;
  • rivedere l'urografia dei reni. Questo metodo di ricerca per determinare il calcolo a raggi X;
  • urografia endovenosa, che determinerà con maggiore precisione la dimensione e la posizione delle pietre, nonché determinerà se il deflusso della produzione di urina è disturbato
  • biochimica e emocromo completo;
  • analisi delle urine;
  • microscopia di sedimenti nelle urine per chiarire le caratteristiche strutturali delle pietre;
  • semina batterica delle urine.

Inoltre, secondo la testimonianza, i medici possono prescrivere ulteriori ricerche sotto forma di:

  • pielografia retrograda o anterograda;
  • stsintografii;
  • tomografia computerizzata;
  • ricerca biochimica di urina.

Rimozione della pietra

La rimozione urgente di calcoli dall'uretere è indicata per i pazienti con:

  • continua dolore cronico causato da un trattamento improprio;
  • colica renale ricorrente;
  • deflusso disturbato di urina, che può causare insufficienza renale;
  • localizzazione bilaterale di pietre;
  • una combinazione di urolitiasi con un processo infettivo-infiammatorio;
  • il rischio di fusione purulenta di tessuto renale e infezioni urinarie.

In medicina, ci sono diverse tecniche per rimuovere la pietra dall'uretere. Il dottore sceglie il metodo di ricerca. Di norma, la scelta della dimensione e la posizione delle pietre. Il medico può prescrivere:

  • terapia conservativa;
  • litotripsia a distanza;
  • contattare la litotrissia;
  • intervento chirurgico

Una tecnica conservativa è prescritta se le pietre sono piccole e si trovano nel canale urinario. La dimensione consentita per il trattamento conservativo è di 2-3 mm di diametro. Nel trattamento di farmaci prescritti con effetto anestetico e diuretico, antispasmodici, urolitiki e. Inoltre, i farmaci antibatterici sono inoltre prescritti. Oltre a non sovraccaricare i reni, i medici raccomandano di bere non più di due litri di liquidi al giorno.

Inoltre, il paziente dovrebbe impegnarsi in terapia fisica. Gli esercizi sono sviluppati da un fisioterapista e per ciascun paziente individualmente. È auspicabile condurre la diatermia (riscaldamento dei reni) e correnti diadinamiche.

Dopo questo trattamento, le pietre usciranno indipendentemente attraverso il canale urinario insieme con l'urina.

La litotripsia è progettata per isolare le pietre dall'uretere negli uomini. In questo caso, la dimensione delle pietre ha un diametro da cinque a sei millimetri. Con l'aiuto di Lithotripsy, le pietre vengono schiacciate in piccoli pezzi.

  • Remote. Le pietre sono schiacciate senza intervento chirurgico. All'esterno, il paziente è affetto da ultrasuoni, radiazioni elettromagnetiche e elettroidraulica;
  • Contatto. Le pietre subiscono un processo di frammentazione esponendole a fattori fisici. La frantumazione può essere ad ultrasuoni, pneumatici e laser.

La litotrissia a distanza viene effettuata frantumando pietre con l'aiuto di un'onda d'urto da parte di generatori speciali. Prima di iniziare la procedura, al paziente viene data l'anestesia.

Sfortunatamente, questa tecnica ha molte reazioni collaterali:

  • Le onde d'urto sono anche influenzate dal tessuto sano che circonda le pietre. Compreso renale;
  • quando il calcolo collassa, lascia i reni attraverso il canale urinario e può causare coliche renali. Pertanto, i medici non raccomandano di frantumare grandi pietre usando questa tecnica;
  • pietre ad alta densità sfidano le onde d'urto del litotritore;

Per rimuovere completamente tutte le pietre e la sabbia dai reni, è necessario eseguire una litotrissia remota più volte.

La litotripsia da contatto (rimozione endoscopica) viene eseguita in anestesia generale. La rimozione della pietra dall'uretere viene eseguita per via endoscopica. Per questo endoscopio viene introdotto nella vescica e da esso nell'uretere. Pertanto, i medici monitorano visivamente il processo di frantumazione. Basta una sola procedura per rimuovere completamente tutte le pietre dai reni.

La litotripsia da contatto può essere:

  • Ultrasuoni. Le pietre dell'uretere sono schiacciate in piccoli frammenti (non più di un millimetro di dimensioni) e vengono rimosse dal canale urinario con l'aiuto dell'aspirazione. Applicare questa tecnica è possibile solo nel caso in cui le pietre abbiano una bassa densità. Se la densità supera i valori accettabili, i medici non saranno in grado di ottenere un risultato positivo;
  • l'aria. La pietra dell'uretere viene scomposta in piccoli frammenti con l'aiuto di speciali impulsi. Quindi, i medici li estraggono con speciali pinze e anelli endoscopici. questa procedura non viene eseguita con un'alta densità di pietre e, se le pietre sono nei reni;
  • laser. Sul calcolo colpisce un laser forte. Può persino trasformare una pietra densa in polvere, che, in seguito, uscirà attraverso l'uretra. Usando questa tecnica, è possibile rimuovere le pietre non solo dall'uretere, ma anche dai reni. Uno specialista deve seguire il processo e monitorare visivamente tutto. Questa tecnica è considerata la più popolare ed efficace.

Uno dei metodi sopra riportati porta a una pronta guarigione. Il paziente viene spedito a casa dopo 48 ore.

Terapia farmacologica

Quando un paziente viene diagnosticato con urolitiasi e calcoli di piccole dimensioni, il medico può prescrivere farmaci. Per il trattamento di questa malattia, i medici prescrivono farmaci di diverso spettro d'azione.

  1. Gli antispastici sono farmaci che alleviano gli spasmi muscolari lisci. L'urolitiasi è sempre accompagnata dal dolore e gli antispastici aiutano ad eliminarlo. Quando i muscoli lisci sono rilassati, il processo di rimozione delle pietre è indolore e veloce. In tali casi, è possibile utilizzare No-Spa, Halidor, Diproen e Papaverin.
  2. Antidolorifici. Sono prescritti in combinazione con farmaci antispastici per eliminare rapidamente la sindrome del dolore. Analgin, Pentalgin, Baralgin e Tempalgin sono adatti a questo.
  3. Antibiotici. Assegnare per la prevenzione dei processi infiammatori nel canale urinario. Prescrivi un antibiotico può solo il medico curante. l'autotrattamento può portare a conseguenze negative.
  4. Gli uri sono trattati con allopurinoli. Questo gruppo di farmaci comprende: Purinol, Milurit, Allozim, ecc.
  5. Le pietre ossalate sono trattate con preparati a base di erbe litiche. Inoltre, contribuiscono al miglioramento del metabolismo.

Periodo di riabilitazione

Dopo aver rimosso le pietre dai reni e dall'uretere, il paziente sta subendo una terapia antibiotica per prevenire la penetrazione dell'infezione. Ogni paziente dopo l'intervento chirurgico, i medici prescrivono diuretici (farmaci diuretici) e aumentano la quantità di liquido consumato durante il giorno.

Un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta alla nutrizione, in quanto la malnutrizione è la causa principale della formazione di calcoli. Quando urolitiasi, c'è una dieta speciale, che esclude l'uso di determinati prodotti. Vale la pena aderire non solo durante il periodo di riabilitazione, ma non appena sono comparsi i primi segni della malattia.

Quando un paziente viene rimosso da pietre remote o endoscopiche, il corpo si riprende abbastanza rapidamente. Durante una operazione classica, il tempo del periodo di riabilitazione dipende da molti fattori diversi.

Nonostante quale metodo sia stato scelto per rimuovere le calcoli renali o del tratto urinario, i pazienti devono attenersi rigorosamente a tutte le raccomandazioni mediche. Pertanto, il corpo si riprenderà più rapidamente e il rischio di recidiva è ridotto al minimo.

Rimozione di pietre dall'uretere: indicazioni, metodi, condotta, conseguenze

L'urolitiasi (ICD) è una malattia, la cui principale conseguenza è la formazione di calcoli nei reni e nelle vie urinarie. Questa malattia ha molte cause, sia esterne che interne, calcoli - questa è solo una conseguenza del metabolismo compromesso in tutto il corpo. Tuttavia, di solito è iniziato a guarirlo solo quando le pietre hanno già un effetto, e i chirurghi sono principalmente impegnati in questo.

Si può discutere molto su chi dovrebbe occuparsi di tali pazienti e quale posto dovrebbe essere dato alla prevenzione e in particolare alla metafilassi (prevenzione della ricorrenza) della formazione di calcoli. Ma ancora oggi l'ICD rimane un profilo chirurgico e i metodi di trattamento per questo sono per lo più chirurgici.

L'ICD è molto comune e rappresenta circa il 40% di tutte le malattie urologiche.

Pietre ureterali

La formazione di calcoli si verifica principalmente nei reni. Le pietre nell'uretere sono pietre della pelvi renale che sono scese in essa con una corrente di urina. Formazione di calcoli estremamente rara si verifica nell'uretere stesso (di solito questo è possibile nel caso di anomalie congenite e stenosi degli ureteri).

Essendo disceso dal rene nell'uretere, la pietra di solito si incastra in esso (questo può essere un posto in qualsiasi segmento dell'uretere). Pietre ureterali - questa è la patologia che dà sintomi della malattia - colica renale. Piccole pietre (con un diametro fino a 5-6 mm) possono scendere lungo l'uretere nella vescica e uscire da sole o con l'aiuto di alcune misure conservative (terapia di espulsione di pietra).

Più bassa è la pietra si trova nell'uretere, maggiore è la probabilità del suo uscire indipendente.

Alcuni tipi di pietre (pietre di urato) possono dissolversi sotto l'azione di sostanze che riducono l'acidità delle urine (terapia litolitica).

Pietre più grandi (con un diametro superiore a 6 mm) escono da sole molto raramente, e in questi casi è necessario ricorrere a metodi chirurgici per la loro eliminazione. Questo può essere ottenuto schiacciando la pietra in frammenti più piccoli (ureterolitotripsia) o un metodo aperto per rimuovere la pietra mediante una grande procedura chirurgica (ureterolitotomia).

Si raccomanda di rimuovere le pietre ureterali più grandi di 5 mm in ogni caso, anche se non sono molto disturbate. Ciò è particolarmente vero per le pietre positive ai raggi X che si trovano nella sezione superiore e centrale dell'uretere. Perché?

  • La presenza di una pietra nell'uretere prima o poi causerà un attacco di colica renale con dolore acuto.
  • Una pietra nell'uretere è un ostacolo al flusso di urina. Anche se provoca un blocco incompleto dell'uretere, può portare ad un aumento della pressione e all'espansione del tratto urinario sopra il sito dell'ostruzione, così come una pelvi renale (idronefrosi). L'idronefrosi a sua volta può portare alla completa distruzione del parenchima renale.
  • Rallentare il flusso di urina sullo sfondo di un ostacolo esistente porta ad una facile adesione dell'infezione e allo sviluppo di un processo infiammatorio - pielonefrite.

Quando la dimensione della pietra è inferiore a 5 mm, in assenza di violazioni dell'urodinamica e della sindrome del dolore, viene utilizzata l'osservazione dinamica.

Metodi di indagine

Per chiarire la dimensione del calcolo, il grado di violazione della funzione escretoria e la scelta delle tattiche di trattamento appropriate utilizzando i seguenti metodi di esame:

Sondaggi che sono prescritti per quasi tutti i pazienti con sospetto ICD:

  1. Esame ecografico Consente di identificare la presenza di una pietra, la sua posizione e la sua dimensione approssimative.
  2. Radiografia del sondaggio dei reni. Rileva la presenza del calcolo a raggi X.
  3. Urografia endovenosa. Il più accuratamente mostra la dimensione, la localizzazione del calcolo e la presenza di violazioni della deviazione dell'urina.
  4. Esami del sangue generali e biochimici.
  5. Analisi delle urine
  6. Microscopia di sedimenti urinari per chiarire la struttura della pietra.
  7. Urina di batteri

Esami speciali prescritti per le indicazioni:

  • Pielografia retrograda o anterograda.
  • Scintigrafia.
  • Tomografia computerizzata
  • Esame biochimico di urina.

Chi è il primo a rimuovere le pietre

  1. Continua il dolore cronico con un trattamento adeguato.
  2. Colica renale ricorrente
  3. Violazione del deflusso di urina con il rischio di sviluppare insufficienza renale.
  4. Localizzazione bilaterale di pietre.
  5. La combinazione di ICD con l'infezione e il rischio di sviluppare la pironefrosi e l'urosepsis.

Metodi per rimuovere le pietre ureterali

Esistono i seguenti metodi di base per rimuovere le pietre:

  • Litotrissia a onde d'urto a distanza.
  • Estrazione di ureterolithoe.
  • Contatto litotripsia uretroscopica.
  • Nefrroureterolototomia percutanea con o senza litotripsia.
  • Ureterolitotomia retroperitoneale endoscopica.
  • Chirurgia a cielo aperto - ureterolitotomia.

Prima dell'uso delle tecniche di frantumazione delle pietre (fino agli anni '80 del XX secolo), l'intervento principale per eliminare le pietre dai reni e dall'uretere era un intervento aperto. La scoperta del metodo di frantumazione delle pietre senza chirurgia è stata una vera rivoluzione nel trattamento dell'ICD.

La scelta del metodo di trattamento chirurgico dipende dalla dimensione della pietra, dal livello della sua localizzazione nell'uretere, dalla sua composizione chimica e dalla sua densità.

Preparazione per la chirurgia della pietra

Oltre agli esami di cui sopra, quando si prepara per un'operazione, è necessario condurre:

  1. Esame del sangue per la coagulazione.
  2. Elettrocardiografia.
  3. Esame del terapeuta e cardiologo.
  4. Esame di un ginecologo per donne.
  5. Chest X-rays.
  6. Screening per anticorpi contro l'HIV, l'epatite e la sifilide.

Se la batteriuria viene rilevata prima dell'intervento, vengono trattati farmaci antibatterici, a cui i microbi isolati sono sensibili.

Ogni metodo ha le sue indicazioni e controindicazioni.

Litotrissia remota ad onde d'urto (COIL, DLT)

L'essenza del metodo è nel suo nome. Remoto - significa tenuto a distanza, senza contatto con la pietra stessa. Onda d'urto: significa che la distruzione della pietra si verifica quando viene esposta a microonde di tale energia che può rompere un solido conglomerato in piccoli frammenti. Le onde ad alta frequenza e bassa pressione sono generate ad alte frequenze che distruggono il reticolo cristallino della pietra.

Per DLT ci sono litotritori speciali. Questo dispositivo è un tavolo per un paziente con un sistema di messa a fuoco installato in esso (questo è un sistema di lenti che focalizza l'energia su un oggetto in modo molto preciso) e un generatore di energia dell'onda stessa. I litotritori moderni usano l'energia elettro-idraulica, la radiazione elettromagnetica, piezoelettrica o laser.

Il principale contingente di pazienti per la litotrissia a distanza è rappresentato da pazienti con calcoli positivi ai raggi X di dimensioni fino a 2 cm situati nei reni, nonché il terzo superiore e medio dell'uretere. Per questo metodo, ci sono controindicazioni.

  • Gravidanza.
  • La presenza di un pacemaker artificiale.
  • Ridotta coagulazione del sangue.
  • La presenza di anomalie del sistema scheletrico che non consentono uno styling e una messa a fuoco adeguati.
  • Tumore al rene
  1. Obesità 4 ° grado.
  2. Altezza sopra i 2 m.
  3. Pietre oltre 2 cm.
  4. Pietre urotiche (raggi X negativi).
  5. Disturbi del ritmo cardiaco
  6. Processo infiammatorio nel tratto urinario.
  7. Insufficienza renale.
  8. Le mestruazioni.
  9. Pietre di cistina (altissima densità).

Com'è il processo di frantumazione a distanza delle pietre

La litotrissia remota è molto comoda sia per i medici che per i pazienti. Non richiede un ricovero prolungato, può essere eseguito anche in regime ambulatoriale.

Sebbene la DLT sia un metodo non invasivo, l'anestesia è ancora necessaria con esso, poiché il paziente può avvertire un notevole dolore durante la frantumazione. Inoltre, la durata della procedura è di circa 40-60 minuti. Di solito si usa l'anestesia endovenosa. Ma l'anestesia spinale è anche possibile, o è sufficiente la sedazione con tranquillanti.

Il paziente viene posizionato sul tavolo sullo stomaco o sulla schiena. Un prerequisito per il successo della frantumazione della pietra è l'accuratezza della guida all'installazione sotto la televisione a raggi X o l'ispezione a ultrasuoni. Tra l'installazione e il corpo del paziente c'è una borsa piena d'acqua.

Nell'ambiente acquatico, le onde sono condotte bene e, avendo incontrato un ostacolo sotto forma di una pietra densa, la disintegrano. La pietra si rompe in piccoli frammenti, che vengono poi visualizzati in modo indipendente entro un certo periodo di tempo (a volte fino a un mese).

In molti casi, la litotripsia viene eseguita dopo l'impianto di stent preliminare dell'uretere. Cioè, uno stent è posto nell'uretere durante la cistoureteroscopia, che deve bypassare la pietra. Pertanto, viene impedita la completa ostruzione dell'uretere e la violazione del deflusso di urina dopo la frantumazione della pietra. L'installazione di uno stent con pietre ureterali aumenta l'efficienza dell'uretotolitotruce del 20%.

Lo stent viene lasciato nell'uretere fino allo scarico completo della maggior parte dei frammenti di pietra.

Le principali complicazioni dell'UCLT

  • Ostruzione acuta delle vie urinarie come risultato della scarica improvvisa precoce di un gran numero di frammenti.
  • "Sentiero di pietra" - una catena di molti frammenti nell'uretere, che porta alla colica renale.
  • Trauma del rene e del parenchima dell'uretere mediante onde d'urto.
  • Ematuria macroscopica e macroscopica (miscela di sangue nelle urine, normale, se passa in pochi giorni).
  • Pyelonephritis affilato.
  • Danni da onde d'urto di altri organi interni, intestino.

A volte una singola sessione DLT non è sufficiente per schiacciare adeguatamente la pietra. In questi casi, può essere ripetuto in 5-7 giorni. Il numero di sessioni ripetute di DLT non deve superare i 3-5, a seconda del tipo di litotripter. In caso di inefficienza, vengono utilizzati metodi alternativi.

Dopo una sessione di litotripsia, è possibile un dolore moderato, minzione frequente, quasi sempre vi è una miscela di sangue nelle urine, è possibile la temperatura corporale subfebrilare, il rilascio di sabbia e piccoli sassi durante la minzione.

I sintomi scompaiono entro poche settimane. Dopo l'intervento chirurgico, vengono prescritti un sacco di bevande, antispastici e antibatterici.

Le revisioni dei pazienti sulla litotrissia senza contatto a distanza sono per lo più positive. I pazienti sono attratti dalla non invasività del metodo, dalla possibilità di farlo su base ambulatoriale. L'efficacia del metodo raggiunge il 90%. Le complicazioni sono piuttosto rare.

Il costo delle pietre schiaccianti dell'uretere per ultrasuoni varia da 15 a 45 mila rubli. La litotripsia laser è un po 'più costosa - da 30 a 50 mila rubli.

La litotrissia remota è anche possibile secondo la politica OMS gratuitamente.

Video: litotripsia nel trattamento della urolitiasi

Estrazione di ureterolithoe

Questo è un metodo per rimuovere la pietra dal terzo inferiore o medio dell'uretere. Viene eseguita quando la dimensione della pietra consente di rimuoverla senza schiacciare (di solito si tratta di pietre fino a 6 mm).

Un ureteropyeloscope è inserito attraverso la vescica, attraverso esso un catetere ureterale con un estrattore è inserito nell'uretere sotto un controllo visivo e dei raggi X. Di solito vengono utilizzati estrattori ad anello (un cappio Zeiss) o ceste (un cesto Dormia).

Litotripsia da contatto ureteroscopico (contatto ureterolitotripsia)

La litotripsia da contatto viene eseguita con una dimensione della pietra superiore a 5-6 mm o con pietre di lunga data nell'uretere.

Questo metodo è più utilizzato per le pietre nel terzo inferiore dell'uretere.

Il metodo si basa sul fatto che il generatore di energia tramite ureteroscopia attraverso la vescica viene fornito direttamente alla pietra, la pietra viene distrutta e i suoi frammenti vengono rimossi utilizzando un apposito anello o cesto.

I migliori risultati in confronto con gli altri sono dimostrati dal metodo di frantumazione delle pietre con l'uso di un laser al olmio, ma è anche il più costoso.

Controindicazioni per il contatto ureterolitotripsia:

  1. Processi infiammatori nelle vie urinarie (pielonefrite, uretrite, cistite, prostatite).
  2. Deformità cicatriziali dell'uretere.
  3. Adenoma della prostata grande.

La litotripsia transuretrale del contatto viene completata con l'installazione di uno stent ureterale, che viene lasciato per diversi giorni o secondo indicazioni fino a 3-4 settimane.

Il costo della litotripsia transuretrale da contatto è da 35 a 65 mila rubli.

Video: rimozione ureteroscopica della pietra del terzo inferiore dell'uretere

Litotripsia percutanea percutanea

Questo metodo è più applicabile alla rimozione di pietre situate nei reni. Tuttavia, a volte è usato per rimuovere le pietre dal terzo superiore dell'uretere, se ci sono controindicazioni o difficoltà tecniche per la DLT, così come dopo diversi tentativi inefficaci alla litotripsia senza contatto.

L'essenza del metodo è che la pelvi del rene viene perforata attraverso la pelle nella regione lombare sotto controllo a raggi X, e in esso viene inserito un pieloscopio, che viene effettuato ulteriormente nell'uretere. L'utilizzo di micro utensili, l'estrazione delle pietre o la litotripsia da contatto viene eseguita, seguita dall'estrazione.

L'operazione viene eseguita in anestesia epidurale.

Intervento chirurgico aperto per rimuovere i calcoli ureterali

In connessione con l'uso diffuso e il miglioramento dei metodi minimamente invasivi, le indicazioni per la rimozione della pietra aperta sono state significativamente ridotte. Ma in alcuni casi - questo è l'unico metodo per sbarazzarsi della pietra. Un'operazione aperta per rimuovere una pietra dall'uretere viene chiamata ureterolitotomia.

Ureterolitotomia a - linea incisione del muro dell'uretere sopra la pietra; b - rimozione della pietra; in - suturare l'uretere

Trattamento ripetuto inefficace con metodi minimamente invasivi (DLT, ULT, PMT).

  • Controindicazioni alla litotripsia.
  • L'impossibilità di litotripsia per motivi tecnici (obesità, deformità del sistema osteo-articolare).
  • Pietre di tipo misto.
  • Difetti anatomici del rene e dell'uretere.
  • Grandi pietre del segmento superiore dell'uretere, complicate dall'infiammazione purulenta del rene.
  • L'accesso può essere lombotomia (per il terzo superiore dell'uretere), parabolico intermuscolare con una pietra del terzo medio e ileale con bassa localizzazione della pietra. L'uretere si distingue, è un'incisione longitudinale sopra la posizione della pietra. La pietra viene rimossa. L'incisione è suturata. L'uretere è drenato dallo stent. Quando pielonefrite purulenta, la pelvi renale viene drenata dalla nefrostomia.

    Ureterolitotomia endoscopica

    Questo è un metodo alternativo di ureterolitotomia aperta. Viene eseguita attraverso una piccola puntura nella regione lombare con l'aiuto di apparecchiature endoscopiche. Le fasi sono simili all'operazione aperta. L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Il periodo di trattamento ospedaliero e riabilitazione è molto più breve rispetto a quello dopo l'operazione classica.

    Dopo aver rimosso la pietra

    L'asportazione chirurgica o lo schiacciamento di una pietra non sono affatto un trattamento di urolitiasi, è solo l'eliminazione delle sue conseguenze.

    Dopo l'intervento, il paziente riceve raccomandazioni per la prevenzione della ricorrenza della formazione di calcoli (metafilassi).

    Le pietre estratte o staccate sono necessariamente esaminate per determinare la loro composizione chimica.

    A seconda della formula chimica dei sali che compongono la pietra, viene prescritta una dieta correttiva. Si raccomanda inoltre al paziente di bere almeno 2-2,5 litri al giorno, nonché phytopreparations anti-recidive.

    Devi essere esaminato da un endocrinologo, un gastroenterologo, un reumatologo per identificare e curare le malattie che più spesso portano a urolitiasi (iperparatiroidismo, gotta, assorbimento intestinale, ipertiroidismo). È anche necessario riconsiderare la prescrizione di alcuni farmaci che contribuiscono alla formazione di calcoli renali.

    I test di controllo devono essere eseguiti ogni 3 mesi nel primo anno dopo l'intervento e successivamente ogni sei mesi.

    Dopo aver rimosso la pietra dall'uretere

    L'urolitiasi (ICD) è una malattia, la cui principale conseguenza è la formazione di calcoli nei reni e nelle vie urinarie. Questa malattia ha molte cause, sia esterne che interne, calcoli - questa è solo una conseguenza del metabolismo compromesso in tutto il corpo. Tuttavia, di solito è iniziato a guarirlo solo quando le pietre hanno già un effetto, e i chirurghi sono principalmente impegnati in questo.

    Si può discutere molto su chi dovrebbe occuparsi di tali pazienti e quale posto dovrebbe essere dato alla prevenzione e in particolare alla metafilassi (prevenzione della ricorrenza) della formazione di calcoli. Ma ancora oggi l'ICD rimane un profilo chirurgico e i metodi di trattamento per questo sono per lo più chirurgici.

    L'ICD è molto comune e rappresenta circa il 40% di tutte le malattie urologiche.

    Pietre ureterali

    La formazione di calcoli si verifica principalmente nei reni. Le pietre nell'uretere sono pietre della pelvi renale che sono scese in essa con una corrente di urina. Formazione di calcoli estremamente rara si verifica nell'uretere stesso (di solito questo è possibile nel caso di anomalie congenite e stenosi degli ureteri).

    Essendo disceso dal rene nell'uretere, la pietra di solito si incastra in esso (questo può essere un posto in qualsiasi segmento dell'uretere). Pietre ureterali - questa è la patologia che dà sintomi della malattia - colica renale. Piccole pietre (con un diametro fino a 5-6 mm) possono scendere lungo l'uretere nella vescica e uscire da sole o con l'aiuto di alcune misure conservative (terapia di espulsione di pietra).

    Più bassa è la pietra si trova nell'uretere, maggiore è la probabilità del suo uscire indipendente.

    Alcuni tipi di pietre (pietre di urato) possono dissolversi sotto l'azione di sostanze che riducono l'acidità delle urine (terapia litolitica).

    Pietre più grandi (con un diametro superiore a 6 mm) escono da sole molto raramente, e in questi casi è necessario ricorrere a metodi chirurgici per la loro eliminazione. Questo può essere ottenuto schiacciando la pietra in frammenti più piccoli (ureterolitotripsia) o un metodo aperto per rimuovere la pietra mediante una grande procedura chirurgica (ureterolitotomia).

    Si raccomanda di rimuovere le pietre ureterali più grandi di 5 mm in ogni caso, anche se non sono molto disturbate. Ciò è particolarmente vero per le pietre positive ai raggi X che si trovano nella sezione superiore e centrale dell'uretere. Perché?

    La presenza di una pietra nell'uretere prima o poi causerà un attacco di colica renale con dolore acuto. Una pietra nell'uretere è un ostacolo al flusso di urina. Anche se provoca un blocco incompleto dell'uretere, può portare ad un aumento della pressione e all'espansione del tratto urinario sopra il sito dell'ostruzione, così come una pelvi renale (idronefrosi). L'idronefrosi a sua volta può portare alla completa distruzione del parenchima renale. Rallentare il flusso di urina sullo sfondo di un ostacolo esistente porta ad una facile adesione dell'infezione e allo sviluppo di un processo infiammatorio - pielonefrite.

    Quando la dimensione della pietra è inferiore a 5 mm, in assenza di violazioni dell'urodinamica e della sindrome del dolore, viene utilizzata l'osservazione dinamica.

    Metodi di indagine

    Per chiarire la dimensione del calcolo, il grado di violazione della funzione escretoria e la scelta delle tattiche di trattamento appropriate utilizzando i seguenti metodi di esame:

    Sondaggi che sono prescritti per quasi tutti i pazienti con sospetto ICD:

    Esame ecografico Consente di identificare la presenza di una pietra, la sua posizione e la sua dimensione approssimative. Radiografia del sondaggio dei reni. Rileva la presenza del calcolo a raggi X. Urografia endovenosa. Il più accuratamente mostra la dimensione, la localizzazione del calcolo e la presenza di violazioni della deviazione dell'urina. Esami del sangue generali e biochimici. Analisi delle urine Microscopia di sedimenti urinari per chiarire la struttura della pietra. Urina di batteri

    Esami speciali prescritti per le indicazioni:

    Pielografia retrograda o anterograda. Scintigrafia. Tomografia computerizzata Esame biochimico di urina.

    Chi è il primo a rimuovere le pietre

    Continua il dolore cronico con un trattamento adeguato. Colica renale ricorrente Violazione del deflusso di urina con il rischio di sviluppare insufficienza renale. Localizzazione bilaterale di pietre. La combinazione di ICD con l'infezione e il rischio di sviluppare la pironefrosi e l'urosepsis.

    Metodi per rimuovere le pietre ureterali

    Esistono i seguenti metodi di base per rimuovere le pietre:

    Litotrissia a onde d'urto a distanza. Estrazione di ureterolithoe. Contatto litotripsia uretroscopica. Nefrroureterolototomia percutanea con o senza litotripsia. Ureterolitotomia retroperitoneale endoscopica. Chirurgia a cielo aperto - ureterolitotomia.

    Prima dell'uso delle tecniche di frantumazione delle pietre (fino agli anni '80 del XX secolo), l'intervento principale per eliminare le pietre dai reni e dall'uretere era un intervento aperto. La scoperta del metodo di frantumazione delle pietre senza chirurgia è stata una vera rivoluzione nel trattamento dell'ICD.

    La scelta del metodo di trattamento chirurgico dipende dalla dimensione della pietra, dal livello della sua localizzazione nell'uretere, dalla sua composizione chimica e dalla sua densità.

    Preparazione per la chirurgia della pietra

    Oltre agli esami di cui sopra, quando si prepara per un'operazione, è necessario condurre:

    Esame del sangue per la coagulazione. Elettrocardiografia. Esame del terapeuta e cardiologo. Esame di un ginecologo per donne. Chest X-rays. Screening per anticorpi contro l'HIV, l'epatite e la sifilide.

    Se la batteriuria viene rilevata prima dell'intervento, vengono trattati farmaci antibatterici, a cui i microbi isolati sono sensibili.

    Ogni metodo ha le sue indicazioni e controindicazioni.

    Litotrissia remota ad onde d'urto (COIL, DLT)

    L'essenza del metodo è nel suo nome. Remoto - significa tenuto a distanza, senza contatto con la pietra stessa. Onda d'urto: significa che la distruzione della pietra si verifica quando viene esposta a microonde di tale energia che può rompere un solido conglomerato in piccoli frammenti. Le onde ad alta frequenza e bassa pressione sono generate ad alte frequenze che distruggono il reticolo cristallino della pietra.

    Per DLT ci sono litotritori speciali. Questo dispositivo è un tavolo per un paziente con un sistema di messa a fuoco installato in esso (questo è un sistema di lenti che focalizza l'energia su un oggetto in modo molto preciso) e un generatore di energia dell'onda stessa. I litotritori moderni usano l'energia elettro-idraulica, la radiazione elettromagnetica, piezoelettrica o laser.

    Il principale contingente di pazienti per la litotrissia a distanza è rappresentato da pazienti con calcoli positivi ai raggi X di dimensioni fino a 2 cm situati nei reni, nonché il terzo superiore e medio dell'uretere. Per questo metodo, ci sono controindicazioni.

    Gravidanza. La presenza di un pacemaker artificiale. Ridotta coagulazione del sangue. La presenza di anomalie del sistema scheletrico che non consentono uno styling e una messa a fuoco adeguati. Tumore al rene

    Obesità 4 ° grado. Altezza superiore a 2 metri Pietre oltre 2 cm Pietre urotiche (raggi X negativi). Disturbi del ritmo cardiaco Processo infiammatorio nel tratto urinario. Insufficienza renale. Le mestruazioni. Pietre di cistina (altissima densità).

    Com'è il processo di frantumazione a distanza delle pietre

    La litotrissia remota è molto comoda sia per i medici che per i pazienti. Non richiede un ricovero prolungato, può essere eseguito anche in regime ambulatoriale.

    Sebbene la DLT sia un metodo non invasivo, l'anestesia è ancora necessaria con esso, poiché il paziente può avvertire un notevole dolore durante la frantumazione. Inoltre, la durata della procedura è di circa 40-60 minuti. Di solito si usa l'anestesia endovenosa. Ma l'anestesia spinale è anche possibile, o è sufficiente la sedazione con tranquillanti.

    Il paziente viene posizionato sul tavolo sullo stomaco o sulla schiena. Un prerequisito per il successo della frantumazione della pietra è l'accuratezza della guida all'installazione sotto la televisione a raggi X o l'ispezione a ultrasuoni. Tra l'installazione e il corpo del paziente c'è una borsa piena d'acqua.

    Nell'ambiente acquatico, le onde sono condotte bene e, avendo incontrato un ostacolo sotto forma di una pietra densa, la disintegrano. La pietra si rompe in piccoli frammenti, che vengono poi visualizzati in modo indipendente entro un certo periodo di tempo (a volte fino a un mese).

    In molti casi, la litotripsia viene eseguita dopo l'impianto di stent preliminare dell'uretere. Cioè, uno stent è posto nell'uretere durante la cistoureteroscopia, che deve bypassare la pietra. Pertanto, viene impedita la completa ostruzione dell'uretere e la violazione del deflusso di urina dopo la frantumazione della pietra. L'installazione di uno stent con pietre ureterali aumenta l'efficienza dell'uretotolitotruce del 20%.

    Lo stent viene lasciato nell'uretere fino allo scarico completo della maggior parte dei frammenti di pietra.

    Le principali complicazioni dell'UCLT

    Ostruzione acuta delle vie urinarie come risultato della scarica improvvisa precoce di un gran numero di frammenti. "Sentiero di pietra" - una catena di molti frammenti nell'uretere, che porta alla colica renale. Trauma del rene e del parenchima dell'uretere mediante onde d'urto. Ematuria macroscopica e macroscopica (miscela di sangue nelle urine, normale, se passa in pochi giorni). Pyelonephritis affilato. Danni da onde d'urto di altri organi interni, intestino.

    A volte una singola sessione DLT non è sufficiente per schiacciare adeguatamente la pietra. In questi casi, può essere ripetuto in 5-7 giorni. Il numero di sessioni ripetute di DLT non deve superare i 3-5, a seconda del tipo di litotripter. In caso di inefficienza, vengono utilizzati metodi alternativi.

    Dopo una sessione di litotripsia, è possibile un dolore moderato, minzione frequente, quasi sempre vi è una miscela di sangue nelle urine, è possibile la temperatura corporale subfebrilare, il rilascio di sabbia e piccoli sassi durante la minzione.

    I sintomi scompaiono entro poche settimane. Dopo l'intervento chirurgico, vengono prescritti un sacco di bevande, antispastici e antibatterici.

    Le revisioni dei pazienti sulla litotrissia senza contatto a distanza sono per lo più positive. I pazienti sono attratti dalla non invasività del metodo, dalla possibilità di farlo su base ambulatoriale. L'efficacia del metodo raggiunge il 90%. Le complicazioni sono piuttosto rare.

    Il costo delle pietre schiaccianti dell'uretere per ultrasuoni varia da 15 a 45 mila rubli. La litotripsia laser è un po 'più costosa - da 30 a 50 mila rubli.

    La litotrissia remota è anche possibile secondo la politica OMS gratuitamente.

    Video: litotripsia nel trattamento della urolitiasi

    Estrazione di ureterolithoe

    Questo è un metodo per rimuovere la pietra dal terzo inferiore o medio dell'uretere. Viene eseguita quando la dimensione della pietra consente di rimuoverla senza schiacciare (di solito si tratta di pietre fino a 6 mm).

    Un ureteropyeloscope è inserito attraverso la vescica, attraverso esso un catetere ureterale con un estrattore è inserito nell'uretere sotto un controllo visivo e dei raggi X. Di solito vengono utilizzati estrattori ad anello (un cappio Zeiss) o ceste (un cesto Dormia).

    Litotripsia da contatto ureteroscopico (contatto ureterolitotripsia)

    La litotripsia da contatto viene eseguita con una dimensione della pietra superiore a 5-6 mm o con pietre di lunga data nell'uretere.

    Questo metodo è più utilizzato per le pietre nel terzo inferiore dell'uretere.

    Il metodo si basa sul fatto che il generatore di energia tramite ureteroscopia attraverso la vescica viene fornito direttamente alla pietra, la pietra viene distrutta e i suoi frammenti vengono rimossi utilizzando un apposito anello o cesto.

    I migliori risultati in confronto con gli altri sono dimostrati dal metodo di frantumazione delle pietre con l'uso di un laser al olmio, ma è anche il più costoso.

    Controindicazioni per il contatto ureterolitotripsia:

    Processi infiammatori nelle vie urinarie (pielonefrite, uretrite, cistite, prostatite). Deformità cicatriziali dell'uretere. Adenoma della prostata grande.

    La litotripsia transuretrale del contatto viene completata con l'installazione di uno stent ureterale, che viene lasciato per diversi giorni o secondo indicazioni fino a 3-4 settimane.

    Il costo della litotripsia transuretrale da contatto è da 35 a 65 mila rubli.

    Video: rimozione ureteroscopica della pietra del terzo inferiore dell'uretere

    Litotripsia percutanea percutanea

    Questo metodo è più applicabile alla rimozione di pietre situate nei reni. Tuttavia, a volte è usato per rimuovere le pietre dal terzo superiore dell'uretere, se ci sono controindicazioni o difficoltà tecniche per la DLT, così come dopo diversi tentativi inefficaci alla litotripsia senza contatto.

    L'essenza del metodo è che la pelvi del rene viene perforata attraverso la pelle nella regione lombare sotto controllo a raggi X, e in esso viene inserito un pieloscopio, che viene effettuato ulteriormente nell'uretere. L'utilizzo di micro utensili, l'estrazione delle pietre o la litotripsia da contatto viene eseguita, seguita dall'estrazione.

    L'operazione viene eseguita in anestesia epidurale.

    Intervento chirurgico aperto per rimuovere i calcoli ureterali

    In connessione con l'uso diffuso e il miglioramento dei metodi minimamente invasivi, le indicazioni per la rimozione della pietra aperta sono state significativamente ridotte. Ma in alcuni casi - questo è l'unico metodo per sbarazzarsi della pietra. Un'operazione aperta per rimuovere una pietra dall'uretere viene chiamata ureterolitotomia.

    Ureterolitotomia a - linea incisione del muro dell'uretere sopra la pietra; b - rimozione della pietra; in - suturare l'uretere

    Trattamento ripetuto inefficace con metodi minimamente invasivi (DLT, ULT, PMT).

    Controindicazioni alla litotripsia. L'impossibilità di litotripsia per motivi tecnici (obesità, deformità del sistema osteo-articolare). Pietre di tipo misto. Difetti anatomici del rene e dell'uretere. Grandi pietre del segmento superiore dell'uretere, complicate dall'infiammazione purulenta del rene.

    L'accesso può essere lombotomia (per il terzo superiore dell'uretere), parabolico intermuscolare con una pietra del terzo medio e ileale con bassa localizzazione della pietra. L'uretere si distingue, è un'incisione longitudinale sopra la posizione della pietra. La pietra viene rimossa. L'incisione è suturata. L'uretere è drenato dallo stent. Quando pielonefrite purulenta, la pelvi renale viene drenata dalla nefrostomia.

    Ureterolitotomia endoscopica

    Questo è un metodo alternativo di ureterolitotomia aperta. Viene eseguita attraverso una piccola puntura nella regione lombare con l'aiuto di apparecchiature endoscopiche. Le fasi sono simili all'operazione aperta. L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Il periodo di trattamento ospedaliero e riabilitazione è molto più breve rispetto a quello dopo l'operazione classica.

    Dopo aver rimosso la pietra

    L'asportazione chirurgica o lo schiacciamento di una pietra non sono affatto un trattamento di urolitiasi, è solo l'eliminazione delle sue conseguenze.

    Dopo l'intervento, il paziente riceve raccomandazioni per la prevenzione della ricorrenza della formazione di calcoli (metafilassi).

    Le pietre estratte o staccate sono necessariamente esaminate per determinare la loro composizione chimica.

    A seconda della formula chimica dei sali che compongono la pietra, viene prescritta una dieta correttiva. Si raccomanda inoltre al paziente di bere almeno 2-2,5 litri al giorno, nonché phytopreparations anti-recidive.

    Devi essere esaminato da un endocrinologo, un gastroenterologo, un reumatologo per identificare e curare le malattie che più spesso portano a urolitiasi (iperparatiroidismo, gotta, assorbimento intestinale, ipertiroidismo). È anche necessario riconsiderare la prescrizione di alcuni farmaci che contribuiscono alla formazione di calcoli renali.

    I test di controllo devono essere eseguiti ogni 3 mesi nel primo anno dopo l'intervento e successivamente ogni sei mesi.

    L'urolitiasi può essere innescata da molti fattori, tra cui una dieta povera, stili di vita sedentari e malfunzionamenti nel sistema digestivo. L'aspetto delle pietre negli ureteri porta con sé forti dolori durante la minzione e sconvolge completamente questo processo. Lo smaltimento delle pietre avviene sia rimuovendole dall'uretere attraverso un intervento chirurgico, sia utilizzando un trattamento conservativo.

    testimonianza

    La rimozione di pietra dall'uretere con l'aiuto di chirurgia ha parecchie indicazioni:

    infiammazione cronica in qualsiasi parte del sistema urinario o nell'uretere, rimozione dell'uretra, patologie congenite del sistema urinario, neoplasie di qualsiasi natura nell'uretere, sindrome macroematologica (quando non ci sono malattie renali), calcoli in qualsiasi parte del sistema urinario, calcoli nell'uretere nella coppia con neoplasie, chiusura di passaggi fistolosi, rimozione di formazioni cistiche, ritorno al sommario

    Controindicazioni

    La controindicazione alla chirurgia è una malattia delle articolazioni pelviche.

    L'operazione per rimuovere le pietre comporta le seguenti controindicazioni:

    infiammazione dell'uretra in forma acuta, infiammazione delle vescicole seminali, malattie delle articolazioni del bacino, processi iperplastici nella ghiandola prostatica, infiammazione acuta dell'uretere.

    Prepararsi per la chirurgia

    La rimozione uretroscopica ed endoscopica delle pietre dai reni e dall'uretere inizia con il fatto che uno specialista prescrive un esame del paziente, compresi esami di laboratorio e radiologici. Ciò è dovuto al fatto che con l'aiuto di tutti i test, il medico sarà in grado di stabilire quale tipo di intervento chirurgico è necessario per il paziente. Gli esami iniziano con un'analisi generale del sangue e delle urine, del cardiogramma e della coltura delle urine, quindi il paziente passa all'urografia (esame radiopaco dei reni e delle vie urinarie), che aiuta a determinare la posizione delle pietre e le loro dimensioni esatte. A volte gli esperti prescrivono un numero di esami aggiuntivi.

    Dopo aver ottenuto i risultati, il paziente viene inviato all'urologo, il quale suggerisce di liberarsi delle pietre sia endoscopicamente che uretroscopicamente. Una settimana prima dell'intervento, è importante che il paziente sospenda l'uso di medicinali contenenti acido acetilsalicilico nella loro composizione, ad esempio Aspirina. Immediatamente nel giorno dell'intervento, è importante che una persona non mangi dalla sera del giorno precedente.

    Torna al sommario

    Tipi di operazioni

    Rimozione ureteroscopica della pietra ureterale

    Uno dei modi più efficaci per studiare l'uretere o rimuovere le pietre è l'ureteroscopia.

    L'inizio della rimozione dei calcoli nell'uretere in modo uteroscopico inizia con il fatto che viene inserito un contagocce attraverso il paziente, attraverso il quale vengono alimentati i farmaci necessari (antibiotici). Viene quindi somministrata l'anestesia, che può essere sia locale che generale. Dopo che l'anestesia inizia ad agire, il medico inserisce un ureteroscopio nell'uretere, al termine del quale viene posizionata una piccola videocamera. Quando un paziente ha piccole pietre, il medico le rimuove con una pinza. Se le pietre sono grandi, viene in aiuto la litotripsia laser o un altro metodo di frantumazione, durante il quale un dispositivo che genera onde viene inserito attraverso l'uretra. Alla fine della procedura chirurgica, alla persona viene inserito un catetere per la rimozione dell'urina e viene consegnato alla camera.

    Torna al sommario

    Chirurgia endoscopica (ureterolitotomia laparoscopica)

    La rimozione delle pietre dall'uretere viene eseguita endoscopicamente in anestesia generale. Durante l'intervento chirurgico, il chirurgo fa 3 piccoli fori, il cui diametro è di circa 1 centimetro, sulla parete anteriore della cavità addominale. Gli strumenti laparoscopici sono inseriti nelle aperture: un laparascop equipaggiato con una videocamera e altri piccoli strumenti.

    Lo scopo della chirurgia è rimuovere la pietra dal lume dell'uretere.

    Il medico inserisce il gas nel peritoneo usando un ago speciale per aumentare l'area di lavoro. Quindi vengono inseriti dei tubi cavi nei fori, in cui sono inseriti gli strumenti, per cominciare viene inserita una telecamera con la quale il chirurgo esamina il peritoneo e quindi altri strumenti. Dopo questo, il medico secerne l'uretere e trova grandi vasi, cercando di agire con cautela per non ferirli. Non appena l'uretere viene isolato nel luogo in cui si trova la pietra, la sua parete viene tagliata e la pietra viene rimossa. È determinato nel pacchetto e rimosso dalla regione addominale. La parete dell'organo viene suturata e il drenaggio viene stabilito. Il medico controlla quindi se c'è sanguinamento e, se tutto è andato bene, estrae gli strumenti e ricuce i fori.

    Torna al sommario

    Chirurgia aperta

    Al momento, la chirurgia a cielo aperto è raramente prescritta. Viene utilizzato nei casi in cui al paziente vengono diagnosticate ulteriori malattie, ad esempio neoplasie, processi di decomposizione e altri. La chirurgia aperta prevede la preparazione preliminare di una persona che ha bisogno di bere un ciclo di antibiotici e complessi vitaminici, in modo che il recupero dopo l'intervento sia più veloce e più facile. La chirurgia aperta viene eseguita solo dopo che il paziente è stato esaminato e non ha controindicazioni alla sua attuazione.

    Torna al sommario

    Possibili complicazioni

    Una delle complicanze della chirurgia può essere il sanguinamento.

    Le complicazioni durante e dopo l'intervento chirurgico includono:

    sanguinamento, processi infettivi, lesioni agli organi adiacenti, sviluppo di un'ernia dopo l'intervento chirurgico, passaggio ad un tipo di chirurgia aperta.

    Periodo postoperatorio

    Dopo l'operazione, il paziente dovrà aderire ai seguenti principi di riabilitazione:

    controllare la quantità di fluido consumato (il suo volume dovrebbe essere di almeno 2 litri al giorno), l'uso di farmaci che stimolano la diuresi, l'aderenza al cibo postoperatorio, l'uso di diuretici, il rispetto del riposo a letto nei primi giorni dopo l'operazione, la cessazione dell'uso di alcol. indice

    Dieta dopo l'intervento chirurgico

    Tè e caffè sono controindicati per i calcoli di urato.

    Dopo l'intervento, gli specialisti prescrivono una dieta speciale al paziente, che si basa sulle caratteristiche individuali del paziente e sul tipo di pietre nell'uretere. L'alimentazione dietetica è finalizzata alla risoluzione della produzione di urina e alla prevenzione della comparsa di nuove pietre. È importante per una persona rimuovere dalla sua dieta un certo numero di prodotti che contengono sostanze che comportano la formazione di calcoli. Considera la composizione chimica delle pietre:

    Urato. Formato a causa della maggiore concentrazione di sostanze purine e sali di acido urico. Queste sostanze si trovano nel fegato, legumi, cavoli, tè e caffè. Appare in caso di insuccessi nel metabolismo del fosfato-potassio, a causa del quale l'ambiente acido delle urine diventa alcalino. Calcio e fosfato in abbondanza si trovano in semi, latticini, noci e pesce. Ossalato. Sviluppa a causa dell'alto accumulo di acido ossalico contenuto negli spinaci, acetosella, zucchine, pomodori, limoni, uva spina e arance.

    1-2 ° giorno: tabella numero 0a

    Il cibo dietetico aiuta a prevenire la comparsa di nuove pietre.

    La tabella numero 0a viene applicata il giorno 1-2 dopo l'intervento. La durata della dieta non dovrebbe essere superiore a 3 giorni. Il menu del paziente dovrebbe includere 10 grammi di proteine, 30 grammi di grassi e circa 200 grammi di carboidrati. Il pasto passa in piccole porzioni almeno 7 volte. Limitare l'uso del sale, la ricezione al giorno che non dovrebbe essere superiore a 2 grammi. Una porzione di cibo non deve superare i 200 grammi. Il valore energetico totale del menu dovrebbe essere di circa 1000 calorie.

    brodo debole e povero di grassi senza sale aggiunto, cotto su carne magra o pollo, decotti di riso, composte e gelatine, succhi di frutta e bacche fresche, decotto di rosa canina con un po 'di zucchero aggiunto.

    Qualsiasi altro cibo che non è incluso nel menu dieta è vietato.

    Torna al sommario

    2-3 ° giorno: numero di tabella 1

    Nella dieta del paziente dovrebbe essere dominato dai prodotti lattiero-caseari.

    L'obiettivo principale della tabella numero 1 è evitare l'irritazione della mucosa gastrointestinale. La dieta assume 100 grammi di proteine ​​(il 60% degli animali e il 40% delle piante), 350 grammi di carboidrati e 100 grammi di grassi (il 70% delle piante e il 30% degli animali). L'apporto calorico giornaliero totale è di 3000 calorie, le donne sono autorizzate a ridurre a 2800. L'alimentazione dietetica prevede il controllo dell'apporto di sale (non più di 12 grammi) e fluido (almeno 1,5 litri). I pasti devono essere assunti in piccole porzioni almeno 5 volte al giorno.

    zuppe di verdure macinate, pane bianco (ieri), latticini, primi piatti a base di latte, carne magra e carne, zuppe di petto di pollo, involtini magri, pasticcini al vento con mele o carne (massimo 2 volte a settimana), frutta dolce, verdure bollite; uova alla coque (non più di 3 al giorno), insalate da ingredienti bolliti, cereali con latte o acqua (schiacciati o appiccicosi), caviale di storione, biscotti gommosi, alcuni dolci, caffè e tè fragili, spremute fresche. La pasticceria casalinga dolce si riferisce ai prodotti che assolutamente non possono essere usati con la malattia.

    soda, tè e caffè forti, frutta non zuccherata, cioccolato, alcune verdure (cavolo, acetosa, spinaci, cipolle, aglio, cetrioli), cibo in scatola, cibi salati e in salamoia, fagioli, uova sode e uova fritte; carne e pesce grassi Torna al sommario

    5 ° giorno: tabella numero 11

    La dieta si basa sull'aumento dell'immunità e sul ripristino del corpo. Il menu contiene un gran numero di proteine ​​e vitamine. Un paziente dovrebbe consumare circa 120 grammi di proteine ​​al giorno, di cui il 60% proviene da animali e il 40% da vegetali, 400 grammi di carboidrati e 110 grammi di grassi (80% di origine animale e 20% di verdura). L'apporto calorico totale è di circa 3.300 calorie. Il sale non dovrebbe essere consumato in quantità superiori a 15 grammi al giorno, e i liquidi dovranno bere almeno 2 litri. Mangiare si verifica in piccole porzioni 5 volte.

    L'assunzione di sale deve essere controllata.

    minestre in brodo o latte, prodotti a base di pane, pasta, alimenti contenenti carne (salsicce, salsicce); alimenti contenenti pesce (prodotti in scatola, caviale, spratti), burro, sottoprodotti, dolci in piccole quantità, verdure, frutta, frutti di bosco, frutti di mare, carni magre e pesce, latte intero, uova, cereali, salse varie di carne, latte, panna acida, succhi di frutta freschi, decotto di crusca di frumento.

    Alimenti vietati con dieta numero 11 non è così tanto. Dal menu, il paziente dovrà rimuovere tutte le carni grasse e il pesce, le salse eccessivamente grasse, i grassi animali (manzo e montone) e i prodotti dolciari contenenti crema grassa. Non è consigliabile mangiare cibo troppo piccante e salato, perché agisce come irritante per la mucosa della vescica.

    Quando a un paziente viene diagnosticata l'urolitiasi, il compito principale dei medici è quello di rimuovere le pietre dai reni.

    Se si ritarda con la rimozione di pietre, è possibile prevenire gravi complicazioni. Una di queste complicazioni è la sovrapposizione del canale urinario.

    La chirurgia per rimuovere le pietre può essere effettuata urgentemente, quando le pietre si sovrappongono completamente al dotto urinario. Tale operazione è considerata traumatica e per prevenire questo è necessario iniziare il trattamento nelle prime fasi della malattia.

    I sintomi di urolitiasi iniziano con un blocco del deflusso di urina dai reni. Quando l'uretere è parzialmente bloccato, il paziente avverte un dolore sordo nell'angolo costovertebrale. Quando l'uretere si sovrappone completamente, il paziente ha un attacco di dolore acuto nell'ipocondrio e nella parte bassa della schiena. Il dolore può essere dato ai genitali (le donne feriscono le labbra e negli uomini lo scroto).

    Inoltre, la formazione di pietre porta a:

    disturbi gastrointestinali. Manifestata sotto forma di stitichezza regolare, nausea, vomito e aumento della formazione di gas; minzione frequente, che sono accompagnati da dolore. Non è raro notare le impurità del sangue nelle urine. deterioramento delle condizioni generali del paziente. Il paziente sperimenta debolezza, mal di testa e secchezza della mucosa nella bocca; il verificarsi di un processo infettivo-infiammatorio: pielonefrite, uretrite e altri. La temperatura corporea aumenta.

    Perché si formano i calcoli renali?

    Nelle pietre dell'uretere cadono dalla pelvi renale. Alcune cause di urolitiasi sono:

    malattia infettiva e infiammatoria; metabolismo compromesso; cambiamento dell'equilibrio acido-base delle urine; stato colloidale disturbato di urina; diminuzione della capacità di dissoluzione dell'urina; struttura anormale del bacino e dei reni.

    Diagnosi di urolitiasi

    Tutti i pazienti che sono sospettati di urolitiasi, i medici prescrivono:

    esame ecografico Con esso è possibile determinare la dimensione e la posizione delle pietre; rivedere l'urografia dei reni. Questo metodo di ricerca per determinare il calcolo a raggi X; urografia endovenosa, che determinerà con maggiore precisione la dimensione e la posizione delle pietre, nonché determinerà se il deflusso della produzione di urina è disturbato biochimica e emocromo completo; analisi delle urine; microscopia di sedimenti nelle urine per chiarire le caratteristiche strutturali delle pietre; semina batterica delle urine.

    Inoltre, secondo la testimonianza, i medici possono prescrivere ulteriori ricerche sotto forma di:

    pielografia retrograda o anterograda; stsintografii; tomografia computerizzata; ricerca biochimica di urina.

    Rimozione della pietra

    La rimozione urgente di calcoli dall'uretere è indicata per i pazienti con:

    continua dolore cronico causato da un trattamento improprio; colica renale ricorrente; deflusso disturbato di urina, che può causare insufficienza renale; localizzazione bilaterale di pietre; una combinazione di urolitiasi con un processo infettivo-infiammatorio; il rischio di fusione purulenta di tessuto renale e infezioni urinarie.

    In medicina, ci sono diverse tecniche per rimuovere la pietra dall'uretere. Il dottore sceglie il metodo di ricerca. Di norma, la scelta della dimensione e la posizione delle pietre. Il medico può prescrivere:

    terapia conservativa; litotripsia a distanza; contattare la litotrissia; intervento chirurgico

    Una tecnica conservativa è prescritta se le pietre sono piccole e si trovano nel canale urinario. La dimensione consentita per il trattamento conservativo è di 2-3 mm di diametro. Nel trattamento di farmaci prescritti con effetto anestetico e diuretico, antispasmodici, urolitiki e. Inoltre, i farmaci antibatterici sono inoltre prescritti. Oltre a non sovraccaricare i reni, i medici raccomandano di bere non più di due litri di liquidi al giorno.

    Inoltre, il paziente dovrebbe impegnarsi in terapia fisica. Gli esercizi sono sviluppati da un fisioterapista e per ciascun paziente individualmente. È auspicabile condurre la diatermia (riscaldamento dei reni) e correnti diadinamiche.

    Dopo questo trattamento, le pietre usciranno indipendentemente attraverso il canale urinario insieme con l'urina.

    La litotripsia è progettata per isolare le pietre dall'uretere negli uomini. In questo caso, la dimensione delle pietre ha un diametro da cinque a sei millimetri. Con l'aiuto di Lithotripsy, le pietre vengono schiacciate in piccoli pezzi.

    Remote. Le pietre sono schiacciate senza intervento chirurgico. All'esterno, il paziente è affetto da ultrasuoni, radiazioni elettromagnetiche e elettroidraulica; Contatto. Le pietre subiscono un processo di frammentazione esponendole a fattori fisici. La frantumazione può essere ad ultrasuoni, pneumatici e laser.

    La litotrissia a distanza viene effettuata frantumando le pietre con l'aiuto di un'onda d'urto con generatori speciali. Prima di iniziare la procedura, al paziente viene data l'anestesia.

    Sfortunatamente, questa tecnica ha molte reazioni collaterali:

    Le onde d'urto sono anche influenzate dal tessuto sano che circonda le pietre. Compreso renale; quando il calcolo collassa, lascia i reni attraverso il canale urinario e può causare coliche renali. Pertanto, i medici non raccomandano di frantumare grandi pietre usando questa tecnica; pietre ad alta densità sfidano le onde d'urto del litotritore;

    Per rimuovere completamente tutte le pietre e la sabbia dai reni, è necessario eseguire una litotrissia remota più volte.

    La litotripsia da contatto (rimozione endoscopica) viene eseguita in anestesia generale. La rimozione della pietra dall'uretere viene eseguita per via endoscopica. Per questo endoscopio viene introdotto nella vescica e da esso nell'uretere. Pertanto, i medici monitorano visivamente il processo di frantumazione. Basta una sola procedura per rimuovere completamente tutte le pietre dai reni.

    La litotripsia da contatto può essere:

    Ultrasuoni. Le pietre dell'uretere sono schiacciate in piccoli frammenti (non più di un millimetro di dimensioni) e vengono rimosse dal canale urinario con l'aiuto dell'aspirazione. Applicare questa tecnica è possibile solo nel caso in cui le pietre abbiano una bassa densità. Se la densità supera i valori accettabili, i medici non saranno in grado di ottenere un risultato positivo; l'aria. La pietra dell'uretere viene scomposta in piccoli frammenti con l'aiuto di speciali impulsi. Quindi, i medici li estraggono con speciali pinze e anelli endoscopici. questa procedura non viene eseguita con un'alta densità di pietre e, se le pietre sono nei reni; laser. Sul calcolo colpisce un laser forte. Può persino trasformare una pietra densa in polvere, che, in seguito, uscirà attraverso l'uretra. Usando questa tecnica, è possibile rimuovere le pietre non solo dall'uretere, ma anche dai reni. Uno specialista deve seguire il processo e monitorare visivamente tutto. Questa tecnica è considerata la più popolare ed efficace.

    Uno dei metodi sopra riportati porta a una pronta guarigione. Il paziente viene spedito a casa dopo 48 ore.

    Terapia farmacologica

    Quando un paziente viene diagnosticato con urolitiasi e calcoli di piccole dimensioni, il medico può prescrivere farmaci. Per il trattamento di questa malattia, i medici prescrivono farmaci di diverso spettro d'azione.

    Gli antispastici sono farmaci che alleviano gli spasmi muscolari lisci. L'urolitiasi è sempre accompagnata dal dolore e gli antispastici aiutano ad eliminarlo. Quando i muscoli lisci sono rilassati, il processo di rimozione delle pietre è indolore e veloce. In tali casi, è possibile utilizzare No-Spa, Halidor, Diproen e Papaverin. Antidolorifici. Sono prescritti in combinazione con farmaci antispastici per eliminare rapidamente la sindrome del dolore. Analgin, Pentalgin, Baralgin e Tempalgin sono adatti a questo. Antibiotici. Assegnare per la prevenzione dei processi infiammatori nel canale urinario. Prescrivi un antibiotico può solo il medico curante. l'autotrattamento può portare a conseguenze negative. Gli uri sono trattati con allopurinoli. Questo gruppo di farmaci comprende: Purinolo, Milurit, Allozim, ecc. Le pietre ossaliche sono trattate con preparati a base di erbe litiche. Inoltre, contribuiscono al miglioramento del metabolismo.

    Periodo di riabilitazione

    Dopo aver rimosso le pietre dai reni e dall'uretere, il paziente sta subendo una terapia antibiotica per prevenire la penetrazione dell'infezione. Ogni paziente dopo l'intervento chirurgico, i medici prescrivono diuretici (farmaci diuretici) e aumentano la quantità di liquido consumato durante il giorno.

    Un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta alla nutrizione, in quanto la malnutrizione è la causa principale della formazione di calcoli. Quando urolitiasi, c'è una dieta speciale, che esclude l'uso di determinati prodotti. Vale la pena aderire non solo durante il periodo di riabilitazione, ma non appena sono comparsi i primi segni della malattia.

    Quando un paziente viene rimosso da pietre remote o endoscopiche, il corpo si riprende abbastanza rapidamente. Durante una operazione classica, il tempo del periodo di riabilitazione dipende da molti fattori diversi.

    Nonostante quale metodo sia stato scelto per rimuovere le calcoli renali o del tratto urinario, i pazienti devono attenersi rigorosamente a tutte le raccomandazioni mediche. Pertanto, il corpo si riprenderà più rapidamente e il rischio di recidiva è ridotto al minimo.

    Altri Articoli Su Rene