Principale Pielonefrite

Sintomi e trattamento della pielonefrite nelle donne

La pielonefrite è una patologia infettiva dei reni, che è spesso catarrale (infiammazione superficiale della mucosa). Quando questa malattia infiamma il sistema di placche a bacino, tubuli e tessuto epiteliale. I glomeruli non sono interessati, quindi la pielonefrite non complicata non influisce sulla funzionalità dei reni. La malattia colpisce spesso un organo, ma esiste anche un'infezione bilaterale.

Gli agenti causali della pielonefrite possono essere batteri, virus, funghi. L'infezione penetra dai reni dall'esterno o penetra nel sistema urinario con il sangue proveniente dalla propria fonte di infiammazione nel corpo. Quindi, per esempio, la causa della pielonefrite può essere una cavità orale non salvata. La malattia può essere acuta o cronica.

Caratteristiche e cause della malattia

La malattia può essere chiamata femminile, perché il sesso debole è suscettibile all'infezione cinque volte più spesso degli uomini. Questa differenza è spiegata dalla differenza nella struttura del sistema urinario maschile e femminile. I microrganismi patogeni entrano nei reni in modo prevalentemente ascendente - dalla vescica lungo l'uretere nella pelvi, poi nel calice e nel tessuto connettivo.

La fisiologia di un uomo lo protegge dall'ingresso di agenti patogeni dall'esterno. Le barriere sono l'uretra lunga, tortuosa e stretta, così come la posizione isolata dell'uretra.

Nelle donne, nel 90% dei casi, E. coli è l'agente eziologico del processo di infezione. Ciò è dovuto alla vicinanza dell'apertura dell'uretra e dell'ano. L'uretra femminile è più ampia e la sua lunghezza è mediamente di circa 2 cm. Nelle immediate vicinanze è l'ingresso della vagina. Insieme, questo crea condizioni favorevoli per la penetrazione di batteri o funghi nella vescica. Si deve solo aggiungere la non conformità con l'igiene, l'ipotermia, la biancheria intima sintetica, ogni giorno.

Il restante 10% delle infezioni si verifica in vari virus e batteri. Come ad esempio: clamidia, enterococco, bastone piocianico, infezioni fungine, Staphylococcus aureus, salmonella.

Fattori di rischio

Di per sé, gli agenti causali della pielonefrite sono costantemente presenti nel corpo umano. La domanda è, quando il loro numero supera i limiti del "permesso" e il corpo cessa di far fronte alla loro attività vitale - si verifica un processo infiammatorio.

Cause di pielonefrite nelle donne:

  • Indebolimento dell'immunità sullo sfondo di ipotermia, scarsa nutrizione, stanchezza cronica, stress. Ognuno di questi fattori può servire da innesco per l'infiammazione del rene in una donna. Con l'aggiunta di molti di loro la probabilità della malattia aumenta in modo significativo.
  • Cambiamenti ormonali in menopausa, gravidanza.
  • La presenza di patologie croniche del tratto urinario o della vescica.
  • La presenza di focolai cronici di infezione nel corpo. Questi sono: carie, patologie broncopolmonari, tonsillite.
  • Malattia renale
  • Patologie congenite dello sviluppo o della struttura del sistema urinario.
  • Età anziana e alterazioni patologiche associate (omissione, prolasso della vagina, utero, mucose secche, flora polimicrobica).
  • Diabete, obesità, malattie della tiroide.
  • Trauma alle vie urinarie durante procedure diagnostiche o terapeutiche. L'introduzione di un catetere quasi sempre conduce a pyelonephritis affilato.

Le cause negli uomini si trovano più spesso nelle patologie esistenti della vescica. L'infiammazione dei reni qui avviene sullo sfondo di problemi nella ghiandola prostatica - è l'adenoma, la prostatite. Queste malattie sono fonti interne di infezione e provocano un ostacolo meccanico al deflusso di urina. L'aggiunta di questi fattori porta all'infiammazione dei reni.

Quadro clinico

Ci sono pielonefriti primarie e secondarie. Complicato il suo corso e senza complicazioni. La malattia può svilupparsi indipendentemente su organi inizialmente sani e può essere un'infezione secondaria su reni patologicamente alterati. A seconda di quali caratteristiche accompagnano il processo infiammatorio, cambia anche il quadro clinico della malattia.

I sintomi di pyelonephritis affilato appaiono brillantemente. Questo è:

  • aumento della temperatura;
  • manifestazioni di intossicazione infettiva: perdita di appetito, nausea, letargia, malessere generale;
  • irritabilità, pianto;
  • battito cardiaco, vampate di calore;
  • Gonfiore "renale": faccia, braccia, gambe (al contrario di "cuore", quando la metà inferiore del corpo si gonfia, specialmente la parte inferiore della gamba);
  • dolore lombare, aumentando con il movimento, lo sforzo fisico;
  • minzione frequente per urinare.

L'esacerbazione della pielonefrite cronica può essere quasi asintomatica, soprattutto in considerazione delle malattie croniche esistenti e dell'età. Qui, gonfiore, dolore, stanchezza, apatia possono essere ignorati dai malati. Questi sintomi sono spesso "incolpati" dall'età, dal tempo, dall'insonnia. Il mal di schiena è spiegato dall'osteocondrosi.

Allo stesso tempo, il quadro clinico sfocato è completato dall'assenza di cambiamenti negli indici del sangue e delle urine, quando non vi è alcuna semina batterica.

Sintomi di pyelonephritis cronico:

  • dolore alla schiena o laterale;
  • ipertensione;
  • frequenti solleciti in bagno.

Sindrome del dolore nella pielonefrite

Il mal di schiena nella pielonefrite non è dovuto al fatto che il "dolore ai reni". Dovrebbe essere chiaro che nella pelvi, nelle tazze, nei tubuli dei reni non ci sono terminazioni nervose e non possono ammalarsi. L'infiammazione acuta provoca un aumento dei reni in volume, che allunga la membrana fibrosa dell'organo e qui c'è dolore acuto. Un meccanismo simile per l'infiammazione purulenta.

Il decorso cronico della malattia porta ad aderenze tra il tessuto fibroso e il tessuto adiposo delle membrane renali. Le terminazioni nervose sono "legate" e danno una sindrome dolorosa a lungo termine. Spesso il dolore è cross-sectional, e il paziente si lamenta del lato opposto dell'organo malato.

Cambiamenti nella vescica e nelle urine

Circa il 30% dei pazienti con pielonefrite soffre di cistite acuta o cronica. Quindi, frequenti sollecitazioni in bagno, dolore e bruciore durante la minzione, cambiamento del colore delle urine, l'aspetto di un odore "di pesce". Questo è dove i sintomi si sovrappongono, cambiando il quadro clinico.

In connessione con l'infezione concomitante della parte inferiore del sistema urinario, cambiano anche i parametri di laboratorio delle urine. Proteine ​​determinate, leucociti, flora batterica patologica.

Quando si può sospettare la pielonefrite?

La pielonefrite cronica inizia sempre con uno acuto. I primi segni di malattia per i quali è necessario consultare un medico:

  • Aumento della temperatura sullo sfondo della lombalgia.
  • Dolori muscolari senza segni di freddo catarrale.
  • Letargo immotivato, apatia, sentirsi stanco.
  • Gonfiore del viso, delle braccia, delle gambe.

Dovrebbe essere compreso che la pielonefrite non è pericolosa di per sé, ma il verificarsi di complicanze in assenza di una terapia adeguata.

Pyelonephritis e gravidanza

La gravidanza è un periodo speciale nella vita di una donna quando il suo corpo sperimenta carichi insoliti. I reni si trovano in una posizione vulnerabile, soprattutto perché il sistema di escrezione è costretto a operare in modalità doppia. La pielonefrite durante la gravidanza può causare difetti dello sviluppo fetale in un bambino a causa dell'intossicazione del corpo.

Il rischio di una malattia in una donna incinta aumenta a causa di atonia del canale urinario, ridotta immunità. L'esame dei reni in donne in gravidanza viene effettuato immediatamente dopo aver contattato la clinica prenatale. e ripetere per tutto, fino al parto. Spesso, i segni del processo infiammatorio sono limitati a manifestazioni di dolore o taglio periodico nell'addome inferiore. Qualsiasi disagio che una donna deve necessariamente dare alla reception del ginecologo.

Complicazioni di pielonefrite

La pielonefrite in forma acuta risponde bene alla terapia e nella maggior parte dei casi passa senza alterare le capacità funzionali dei reni. Se il trattamento non viene avviato in tempo o viene scelta la tattica sbagliata, l'infiammazione acuta si trasforma in un focus cronico di infezione.

Una complicazione della forma acuta della malattia è la sua transizione verso un processo cronico. Una complicazione della pielonefrite cronica è la transizione dell'infiammazione dal tessuto epiteliale ai glomeruli renali. La sconfitta dei glomeruli porta ad una diminuzione della capacità di filtrazione dei reni. Successivamente, si sviluppano anche cambiamenti strutturali nei tessuti degli organi.

La gravità delle complicanze si distingue:

  • ascesso: infiammazione purulenta;
  • sepsi - infezione del sangue.

L'infiammazione prolungata e lenta porta all'insufficienza renale cronica.

diagnostica

Le misure diagnostiche iniziano con un sondaggio, l'esame del paziente. Il sintomo di Pasternacki (dolore quando si colpisce la schiena nella zona dei reni) non è la diagnosi principale oggi. Dolori simili possono verificarsi con colecistite, pancreatite.

L'ecografia dei reni è prescritta necessariamente bilaterale, così come i raggi X. Se necessario, conduci radiografie con un mezzo di contrasto.

La diagnosi di pielonefrite include esami delle urine e del sangue.

Indicatori di infiammazione delle urine:

  • leucociti più di 8 in p / zr
  • Bakposev più di 105
  • globuli rossi oltre il 40%

I risultati dell'esame per la pielonefrite determinano direttamente la tattica del trattamento e la scelta dei farmaci.

trattamento

Il trattamento di pyelonephritis cronico e affilato è effettuato secondo schemi diversi. Nel trattamento della forma acuta della malattia, il ritiro dei sintomi e il sollievo delle condizioni generali del paziente vengono prima di tutto.

  • farmaci antipiretici;
  • antispastici per alleviare il dolore.

Per migliorare la circolazione renale, il paziente viene posto a letto per i primi due o tre giorni. È indicato bere abbondante, riposo e una dieta moderata per la durata del trattamento.

Dopo aver ricevuto i test, vengono prescritti antibiotici. La scelta ricade principalmente sulla nuova generazione di farmaci ad ampio spettro. Queste sono cefalosporine, gentamicina, nitrofurani. Se la terapia antibiotica non porta risultati visibili in pochi giorni, cambiano gli antibiotici.

Il trattamento della pielonefrite nelle donne viene effettuato in terapia complessa con il trattamento della sfera genitale, poiché le infezioni trasmesse sessualmente sono spesso primarie. La forma acuta della malattia viene curata entro 2 settimane. La terapia della pielonefrite cronica può richiedere fino a un anno.

Il trattamento della pielonefrite cronica inizia con la terapia antibiotica per il sollievo del processo infiammatorio. Il trattamento non richiede il ricovero in ospedale e viene effettuato sotto la guida di un medico, ma a casa. Spesso il paziente lavora e vive una vita normale.

La terapia antibatterica inizia con la prescrizione di farmaci di una scelta preferita, per prevenire lo sviluppo di infiammazione. In futuro, l'appuntamento viene regolato in base ai risultati dei test per bacpossev. Nella pielonefrite cronica, le medicine vengono prescritte per via orale. Le iniezioni vengono utilizzate in caso di nausea grave, vomito.

Uno dei principali problemi nel trattamento della pielonefrite nelle donne è la crescente tolleranza dei pazienti agli antibiotici. L'insensibilità di E. coli ai preparati di penicillina deve essere considerata. Non prescritto per il trattamento dell'infiammazione nei farmaci renali, che classicamente trattano le malattie urologiche - Biseptolo e 5 colpi.

Oltre agli antibiotici, un buon effetto nella terapia complessa è dato da:

  • farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  • farmaci che aumentano il tono e l'immunità;
  • vitamine.

I pazienti hanno mostrato una dieta parsimoniosa. Nella dieta alimenti proteici limitati, sale. Il cibo pesante, le spezie e l'alcol sono esclusi del tutto.

Ricette popolari

La medicina tradizionale propone di utilizzare per il trattamento di decotti di pielonefrite e tinture di erbe. È antinfiammatorio:

Cuocere le infusioni meglio in un thermos. A 2 cucchiai. cucchiai di materie prime medicinali assumere 200 ml di acqua bollente, versare per un'ora. Bevi durante il giorno qualche sorso.

Un buon risultato dà la terapia dei rimedi popolari e l'uva ursina. Qui la materia prima deve essere bollita per 30 minuti, facendo evaporare il brodo. Proporzioni per il brodo di cottura: 1 cucchiaio. l. materie prime per un bicchiere d'acqua. Il decotto risultante è diviso in 3 parti e si beve per il giorno.

Come terapia antibatterica e fortificante, si consiglia di radica, foglie di ribes e ortica. Puoi bere come tè.

Prognosi e prevenzione

La prognosi della pielonefrite è favorevole. Con una diagnosi tempestiva e tattiche di trattamento corrette, la malattia passa senza conseguenze per i reni. Il monitoraggio della condizione dopo lo stadio acuto della malattia viene mostrato ogni anno. Se non ci sono ricadute entro un anno dalla malattia, i test danno un risultato negativo per bacposev, quindi il paziente è considerato completamente sano.

Le misure preventive per la salute dei reni sono ridotte a rimuovere dalla vita i fattori di rischio che provocano la malattia:

  • non raffreddare, anche localmente, nella regione lombare;
  • mantenere l'igiene personale;
  • monitorare la salute del sistema genito-urinario;
  • regolarmente sottoposti a test delle urine, striscio vaginale;
  • abbastanza riposo, mangia bene;
  • evitare frequenti eccessi alimentari, alcol;
  • bere da 1,5 litri di acqua al giorno;
  • Non prendere da soli antibiotici e farmaci anti-infiammatori non steroidei.

Se hai avuto pielonefrite, devi eseguire un esame del sangue e delle urine una volta all'anno.

Recensioni

Tutti pensavano che il lombo facesse male ai lavori sedentari. Fino a quando non si è gonfiata una mattina. Sono andato all'ospedale - si è scoperto che si trattava di un'infiammazione dei reni. Sono stato trattato per un mese, tutto sembra essere andato. Ragazze, non sopportare il dolore, andare ed essere esaminati.

Con il secondo bambino ha cominciato a gonfiarsi. Tutti pensavano che fosse necessario, finché l'analisi non mostrava proteine ​​nelle urine. Metti in ospedale. Cannephron scaricato e riposo a letto. La pielonefrite non ha dato risultati, a cui ero molto felice. Un cannephron ha visto periodicamente prima della nascita.

Pyelonephritis malato dalla gioventù. Periodicamente, i reni sono infiammati, devi bere antibiotici. Ragazze, vestite calorosamente. Quanto malato e bellezza non avranno bisogno di alcuna volontà.

Pyelonephritis nei bambini

La pielonefrite nei bambini è una lesione microbica infiammatoria non specifica del parenchima renale e del sistema pelvico renale. La pielonefrite nei bambini si manifesta con dolore nella regione lombare, disordini disurici (minzione frequente, indolenzimento, incontinenza delle urine), febbre, intossicazione. La diagnosi di pielonefrite nei bambini comprende esami del sangue (analisi cliniche, biochimiche) e delle urine (analisi generale, bakposev), ecografia del sistema urinario, valutazione dell'urodinamica, urografia endovenosa, ecc. Nel trattamento della pielonefrite nei bambini è stata utilizzata la terapia antibatterica, antinfiammatoria, antiossidante, fitoterapica.

Pyelonephritis nei bambini

La pielonefrite nei bambini è un processo infiammatorio che coinvolge la coppa e il bacino, i tubuli e l'interstizio dei reni. La prevalenza della pielonefrite è al secondo posto dopo le infezioni virali respiratorie acute nei bambini, e vi è una stretta relazione tra queste malattie. Pertanto, in urologia pediatrica, un quarto caso di pielonefrite in un bambino piccolo è una complicazione di infezione respiratoria acuta. Il maggior numero di casi di pielonefrite nei bambini è registrato negli anni prescolari. La pielonefrite acuta è diagnosticata 3 volte più spesso nelle ragazze, a causa della particolarità dell'anatomia femminile delle basse vie urinarie (uretra più ampia e più corta).

Cause di pielonefrite nei bambini

L'agente eziologico più comune che causa la pielonefrite nei bambini è E. coli; la coltura di batteriologia urinaria comprende anche proteo, bastone piocianico, Staphylococcus aureus, enterococchi, microrganismi intracellulari (micoplasmi, clamidia), ecc.

L'ingresso di agenti infettivi nei reni può avvenire attraverso vie ematogene, linfogene, urinogene (ascendenti). La deriva ematogena dei patogeni è più comune nei bambini del primo anno di vita (con onfalite purulenta nei neonati, polmonite, tonsillite, malattie della pelle pustolosa, ecc.). Nei bambini più grandi predomina l'infezione ascendente (con disbiosi, colite, infezioni intestinali, vulvite, vulvovaginite, balanopostite, cistite, ecc.). Un ruolo importante nello sviluppo della pielonefrite nei bambini è giocato da cure igieniche improprie o insufficienti di un bambino.

Condizioni che predispongono all'insorgenza di pielonefrite nei bambini possono essere anomalie strutturali o funzionali che interrompono il passaggio delle urine: malformazioni congenite dei reni, reflusso vescico-ureterale, vescica neurogena, urolitiasi. I bambini con ipotrofia, rachitismo, ipervitaminosi D sono più suscettibili al rischio di pielonefrite; enzimi, nefropatia dismetabolica, invasioni di elminti, ecc. La manifestazione o l'esacerbazione della pielonefrite nei bambini di solito si verifica dopo infezioni intercorrenti (ARVI, varicella, morbillo, scarlattina, parotite, ecc.), causando una diminuzione della resistenza complessiva dell'organismo.

Classificazione di pyelonephritis in bambini

In pediatria, ci sono 2 forme principali di pielonefrite nei bambini - il primario (il processo infiammatorio microbico si sviluppa inizialmente nei reni) e secondario (a causa di altri fattori). La pielonefrite secondaria nei bambini, a sua volta, può essere ostruttiva e non ostruttiva (dismetabolica).

A seconda dell'età e delle caratteristiche delle manifestazioni del processo patologico, la pielonefrite acuta e cronica nei bambini è isolata. Un segno di pielonefrite cronica nei bambini è la persistenza dei sintomi dell'infezione del tratto urinario per più di 6 mesi o l'insorgenza di almeno 2 esacerbazioni durante questo periodo. Il decorso della pielonefrite cronica nei bambini è ricorrente (con periodi di esacerbazioni e remissioni) e latente (solo con la sindrome urinaria).

Durante la pielonefrite acuta nei bambini, c'è un periodo attivo, un periodo di inversione dei sintomi e una remissione completa clinica e di laboratorio; durante pyelonephritis cronico - il periodo attivo, la remissione clinica e di laboratorio parziale e completa. Il processo pielonefritico ha due stadi: infiltrativo e sclerotico.

Sintomi di pyelonephritis in bambini

Le principali manifestazioni del periodo acuto e attivo della pielonefrite cronica nei bambini sono sindromi dolorose, disuriche e di intossicazione.

La pielonefrite nei bambini di solito si manifesta con febbre remittente, brividi, sudorazione, debolezza, mal di testa, anoressia, adynamia. I bambini possono avere rigurgito persistente, vomito, feci molli, perdita di peso.

La sindrome disurica si sviluppa con il coinvolgimento delle basse vie urinarie nel processo infiammatorio microbico. È caratterizzato da ansia del bambino prima o durante la minzione, frequente desiderio di svuotare la vescica, dolore, sensazione di bruciore durante la minzione, non tenendo l'urina.

Il dolore nella pielonefrite nei bambini può manifestare dolore addominale senza una chiara localizzazione, o dolore nella regione lombare, aggravato dal tapping (positivo cm Pasternatskiy), sforzo fisico.

Al di fuori della riacutizzazione, i sintomi della pielonefrite cronica nei bambini sono scarsi; affaticamento, pelle pallida, astenia. Nella forma latente di pielonefrite cronica, le manifestazioni cliniche sono completamente assenti, tuttavia, cambiamenti caratteristici nell'analisi generale delle urine (leucocituria, batteriuria, moderata proteinuria) permettono di sospettare la malattia nei bambini.

Il decorso della pielonefrite acuta nei bambini può essere complicato da nefrite apostematica (interstiziale), paranfrite, carbonchio renale, pironefrosi, sepsi. La pielonefrite cronica, che si è sviluppata durante l'infanzia, nel corso degli anni può portare a nefrosclerosi, idronefrosi, ipertensione e insufficienza renale cronica.

Diagnosi di pyelonephritis in bambini

Se la pielonefrite in un bambino viene prima identificata da un pediatra, è necessaria una consultazione obbligatoria con un nefrologo pediatrico o un urologo pediatrico. Il complesso di diagnostica di laboratorio nella pielonefrite nei bambini comprende uno studio di analisi del sangue clinico, analisi del sangue biochimica (urea, proteine ​​totali, frazioni proteiche, fibrinogeno, CRP), analisi delle urine, pH delle urine, campioni quantitativi (secondo Nechiporenko, Addis - Kakovsky, Amburzha, Zimnitsky) ), coltura di urina su flora con antibiogramma, analisi biochimica di urina. Se necessario, per il rilevamento di agenti infettivi vengono condotti mediante PCR, ELISA. Essenziale nella pielonefrite nei bambini è la valutazione del ritmo e del volume della minzione spontanea, il controllo della diuresi.

Esame strumentale obbligatorio di bambini affetti da pielonefrite, prevede un'ecografia dei reni (se necessario, ecografia della vescica), ecografia del flusso sanguigno renale. Per escludere le uropatie ostruttive, che spesso causano la causa della pielonefrite nei bambini, possono essere necessari l'urografia escretoria, gli studi urodinamici, la scintigrafia renale dinamica, l'angiografia renale, la TC renale e altri studi supplementari.

La diagnosi differenziale di pielonefrite nei bambini deve essere eseguita con glomerulonefrite, appendicite, cistite, annessite, in relazione alla quale i bambini possono aver bisogno del parere di un chirurgo pediatrico, ginecologo pediatrico; esame rettale, ecografia pelvica.

Trattamento della pielonefrite nei bambini

La terapia combinata della pielonefrite comporta la conduzione della terapia farmacologica, l'organizzazione del corretto regime di bere e l'alimentazione dei bambini.

Nel periodo acuto è prescritto il riposo a letto, una dieta a base di proteine ​​vegetali, un aumento del carico idrico del 50% rispetto alla norma di età. Il trattamento della pielonefrite nei bambini si basa sulla terapia antibiotica, per la quale si utilizzano cefalosporine (cefuroxime, cefotaxime, cefpirome ecc.), Β-lattamici (amoxicillina), aminoglicosidi (gentamicina, amikacina). Dopo aver completato il ciclo antibatterico, vengono prescritti uroantisettici: derivati ​​nitrofuranici (nitrofurantoina) e chinolina (acido nalidixico).

Per migliorare il flusso sanguigno renale, l'eliminazione di prodotti infiammatori e microrganismi, è indicato l'uso di diuretici ad azione rapida (furosemide, spironolattone). Quando i pielonefriti vengono consigliati ai bambini di assumere FANS, antistaminici, antiossidanti, immunomodulatori.

La durata del trattamento della pielonefrite acuta nei bambini (o esacerbazione del processo cronico) è di 1-3 mesi. Il criterio per l'eliminazione dell'infiammazione è la normalizzazione dei parametri clinici e di laboratorio. Al di fuori della riacutizzazione della pielonefrite nei bambini, sono necessari fitoterapia con preparazioni antisettiche e diuretiche, assunzione di acqua minerale alcalina, massaggi, terapia fisica e trattamento di sanatorio.

Prognosi e prevenzione della pielonefrite nei bambini

La pielonefrite acuta nei bambini termina in pieno recupero nell'80% dei casi. Complicazioni e decessi sono possibili in rari casi, principalmente in bambini debilitati con comorbilità. Il risultato della pielonefrite cronica nel 67-75% dei bambini è la progressione del processo patologico nei reni, l'aumento dei cambiamenti nefrosclerotici, lo sviluppo di insufficienza renale cronica. I bambini che hanno sofferto di pyelonephritis affilato sono osservati da un nefrologo durante 3 anni con monitoraggio mensile di un'analisi delle urine generale. Gli esami dell'otorinolaringoiatra e del dentista dei bambini sono obbligatori 1 volta in 6 mesi.

La prevenzione della pielonefrite nei bambini è associata all'osservanza delle misure igieniche, alla prevenzione della disbatteriosi e delle infezioni intestinali acute, all'eliminazione dei focolai infiammatori cronici e al rafforzamento della resistenza corporea. Le date della vaccinazione preventiva sono stabilite su base individuale. Dopo ogni infezione nei bambini, dovrebbe essere esaminata un'analisi delle urine. Per prevenire lo sviluppo della pielonefrite cronica nei bambini, le infezioni urinarie acute dovrebbero essere trattate adeguatamente.

Pyelonephritis affilato in donne sintomi e trattamento

I sintomi della pielonefrite nelle donne sono leggermente diversi rispetto agli uomini. Questa malattia è acuta o cronica. Il trattamento della pielonefrite dovrebbe essere complesso, in modo che il processo non diventi cronico.

Cause di pielonefrite nelle donne

La causa dell'infiammazione nel sistema renale pelvi-renale è batteri e virus. Possono entrare nei reni con il flusso sanguigno o ascendente. La malattia si verifica quando l'infezione attraverso l'uretra entra nella vescica e attraverso l'uretere entra nella pelvi renale. L'anatomia del corpo femminile ha a questa malattia.

Il fatto è che l'uretra nelle donne è in prossimità dell'ano. Con un'igiene impropria o inadeguata, E. coli e altri microrganismi entrano facilmente nell'uretra e nella vescica, causando l'infiammazione della vescica. Quindi l'infezione procede verso l'alto ai reni.

Inoltre, l'uretra delle donne è molto più corta del maschio. Pertanto, l'infezione entra rapidamente nella vescica. Alcune ragazze hanno la posizione dell'uretra molto vicino alla vagina e l'apertura dell'uretra è socchiusa.

In tal caso, durante il rapporto sessuale, i batteri, come una pompa, vengono letteralmente pompati nell'uretra. Il processo infiammatorio può iniziare in qualsiasi momento dopo il rapporto sessuale. Le donne durante la menopausa sono anche più suscettibili alle infezioni.

Questo predispone alla secchezza delle mucose attorno all'uretra, che si sviluppa a causa della naturale diminuzione dei livelli ormonali nelle donne in questo periodo di vita.

La pielonefrite può svilupparsi durante l'ipotermia.

Molte donne e ragazze nella moda e nella bellezza, in tempo freddo e ventoso, camminano leggermente vestite, in calzamaglia di nylon, gonne corte e giacche.

L'infiammazione può anche essere causata da urolitiasi. Un rene può rimanere bloccato nell'uretere, quasi bloccando il flusso di urina. Se non viene intrapresa un'azione urgente, inizia il processo infiammatorio. A volte è necessario un intervento chirurgico.

I sintomi della malattia e la sua manifestazione

I sintomi della pielonefrite nelle donne all'inizio della malattia assomigliano a segni di cistite - infiammazione della vescica:

minzione frequente; ci sono spiacevoli crampi alla fine della minzione; la temperatura inizia a salire.

Se un paio di giorni non prendono misure per il trattamento, allora inizia a fare male dolorante nell'area dei reni.

I dolori si intensificano, sorge la debolezza. È necessario appena possibile vedere un dottore.

Se la causa della pielonefrite è l'urolitiasi, inizialmente il dolore si verifica nell'area renale. Se una pietra è bloccata e il flusso di urina è peggiorato, la stagnazione si è sviluppata nell'uretere, il dolore diventerà molto forte.

Questi sono sintomi di pielonefrite acuta. La pielonefrite può non essere acuta, può essere cronica.

Sintomi di pyelonephritis cronico

La pielonefrite cronica è accompagnata da remissioni e esacerbazioni della malattia. Durante le esacerbazioni, il paziente inizia a essere curato e durante le remissioni, praticamente non si accorge di essere malata.

Segni tipici di forma cronica:

in pyelonephritis cronico, si lamentano di dolore dolorante emergente nella parte più bassa schiena, spesso da un lato; pesantezza nella schiena durante l'esercizio e la camminata; sentirsi freddo nella schiena, voler avvolgere, legare uno scialle sulla schiena; crampi addominali; frequenti viaggi notturni in bagno e minzione generalmente molto frequente; la temperatura serale sale a 37-38 gradi, senza una ragione particolare; ipertensione, mal di testa; al mattino è difficile svegliarsi, esaurimento, letargia, leggero gonfiore del viso, delle gambe e delle mani; irritabilità.

Se prima non c'era infiammazione acuta dei reni, ma periodicamente osservata:

ipertensione, affaticamento e debolezza,

questo è un motivo per rivolgersi a un urologo ed essere esaminati per la pielonefrite. Forse è inizialmente cronico. È meglio essere trattati senza aspettare l'esacerbazione della malattia.

Video su questo argomento

Guarda i video su questo argomento.

Che altro dovresti assolutamente leggere:

Metodi di esame diagnostico

Nel trattamento del momento più importante per diagnosticare la malattia. La diagnosi è effettuata con sintomi di pyelonephritis cronico o affilato.

Eseguire i seguenti tipi di diagnostica:

analisi dettagliata delle urine; esame del sangue per i leucociti; Ultrasuoni dei reni; Scansione a raggi X o TC con diagnostica a contrasto, radionuclide. ↑

Farmaci per il trattamento della malattia

Nel trattamento della pielonefrite, prima di tutto, allevia i sintomi acuti della malattia:

per il dolore intenso vengono usati i farmaci per il dolore, vengono prescritti sotto forma di iniezioni; antispasmodici Nosh-pa e Drotaverin, prescrivono un ciclo di antibiotici.

Gli antibiotici sono prescritti individualmente, dopo i risultati dell'inoculazione batterica per la sensibilità. I risultati sono ottenuti solo dopo 2 settimane. Pertanto, nella pielonefrite acuta sono prescritti antibiotici indicati per il trattamento di questa malattia. Gli antibiotici sono usati per almeno 10 giorni.

Quando si ottengono risultati sulla sensibilità dei batteri all'antibiotico, prescrivere il farmaco singolarmente.

Quando pielonefrite, è consigliabile bere più acqua, quindi utilizzare un contagocce con soluzione salina. L'effetto migliore nel trattamento si ottiene con l'uso combinato di antibiotici e urosettici.

Furagin, Furosemide, Tsiston.

farmaci che aumentano il sistema immunitario; multivitaminici.

La pielonefrite può essere accompagnata da reazioni allergiche, quindi applicare:

tavegil, suprastin, claritin.

Comprovata efficacia nel trattamento della pielonefrite ha il farmaco Canephron.

Questo significa di origine vegetale e non ha praticamente effetti collaterali.

Gli ingredienti inclusi nella sua composizione hanno azioni antispasmodiche, analgesiche e antinfiammatorie. I nefrologi raccomandano Canephron per vari, compresa l'infiammazione combinata dei reni.

Quando le complicanze e le forme purulente di pielonefrite vengono trattate con cefalosporine. Questi sono antibiotici ad ampio spettro:

Cefalexina, Zinnat, Tamycin.

I preparativi per il trattamento della pielonefrite nelle donne di questo gruppo della quarta generazione hanno il più ampio spettro d'azione e sono meglio escreti dal corpo. Inoltre, per il trattamento della pielonefrite utilizzare tasse renali.

Quando la pielonefrite fornisce cibo dietetico.

La cosa principale nella dieta - il meno possibile per mangiare il sale.

È auspicabile ridurre il consumo di alimenti proteici, mangiare più frutta e bere succhi freschi.

Al momento del trattamento, è preferibile escludere il sesso.
Il trattamento della pielonefrite richiede solitamente due settimane, ma a volte dura un mese.

I migliori articoli sul sito:

Trattamento di pyelonephritis cronico

Il trattamento della pielonefrite cronica non è molto diverso da quello acuto. In caso di pielonefrite cronica, utilizzando la coltura batterica, vengono identificati i microrganismi del paziente a cui l'antibiotico è più sensibile.

Pertanto, viene prescritto solo l'antibiotico più efficace per il trattamento.

La pielonefrite cronica non è necessariamente trattata in ospedale, si può solo arrivare alla procedura, all'esame e alla consultazione con il proprio medico. La pielonefrite cronica viene trattata per un lungo periodo e la cosa principale è di non permettere esacerbazioni della malattia.

La pielonefrite acuta può rapidamente entrare nello stadio cronico, e la cronica, con rara esacerbazione, può essere completamente e non curata.

Pertanto, è desiderabile essere molto attenti alla prevenzione della malattia, che include:

supporto immunitario; evitare correnti d'aria, vestiti bagnati e scarpe; osservanza delle regole di igiene, cura degli organi genitali; contattare un medico per il primo dolore nella zona dei reni; diete per il controllo del sale; rispetto del regime di bere, bere almeno due litri di acqua pura al giorno; uso profilattico del tè del rene terapeutico; ↑

Diagnosi necessaria della malattia

Poiché la malattia nelle sue manifestazioni (spasmi durante la minzione, febbre e pressione, gonfiore) è simile ad alcune altre malattie, e anche perché nel caso di un decorso cronico della malattia, i sintomi possono temporaneamente scomparire, è necessario superare i test per una diagnosi accurata.

Analisi delle urine È l'analisi principale per il rilevamento della malattia. Se ci sono sintomi evidenti sulla pielonefrite, può indicare l'aspetto nell'urina dei leucociti (più di 4 unità che costituiscono la norma per le donne). Se i sintomi della malattia non sono espressi, un segno della malattia sarà la presenza di leucociti superiori a 9 unità, non diminuendo con test ripetuti. Il numero di globuli rossi in eccesso di 3 unità, indica anche una possibile malattia. Un'altra prova di pielonefrite è la presenza di proteine ​​nelle urine. Esame del sangue Quando la pielonefrite viene osservata un basso livello di eritrociti e un gran numero di leucociti, la formula dei leucociti viene spostata a sinistra. Un indicatore importante è la VES: nelle donne è normale fino a 15 mm / h, la crescita fino al 40-50 indica spesso la pielonefrite. Un indicatore di acido urico superiore a 0,45 indica anche l'infiammazione dei reni. In aggiunta (principalmente nella forma cronica) è possibile eseguire l'ecografia dei reni e la diagnostica dei radionuclidi. Anche le donne devono essere sottoposte ad un esame ginecologico. ↑

Trattamento di rimedi popolari

Il trattamento di rimedi popolari prevede l'uso di infusi e decotti di erbe.

Erba d'avena Allevia gli spasmi durante la minzione. Il brodo deve essere bollito per circa 30 minuti e bere due bicchieri al giorno. Il corso del trattamento è di tre settimane. Uva ursina. Ha un effetto diuretico ed elimina il gonfiore. Il brodo viene preparato da 1 cucchiaio di foglie tritate in due bicchieri d'acqua e sottoposto a lenta ebollizione fino a che un terzo del volume è evaporato. Il decotto risultante è diviso in tre parti e bevuto durante il giorno. La durata di tale terapia è di quattro settimane. Fiordaliso. Ha effetti analgesici (antispasmodici) e anti-infiammatori. L'infuso viene preparato da 1 cucchiaino di fiori essiccati in un bicchiere di acqua bollente. Insistere meglio in un thermos per un'ora, poi filtrare. Bere 50 g prima dei pasti. Yarrow. È usato quando la pielonefrite è complicata da altre malattie. Ha un effetto astringente. Per infusione prendere due cucchiaini della miscela in un bicchiere di acqua bollente. È possibile accettare insistendo in un'ora, gradualmente durante il giorno.

Come agenti antibatterici, puoi usare i brodi di camomilla e di piantaggine. Per migliorare il lavoro dei reni e prevenire il sanguinamento, applicare gli estratti di dogrose e ortica.

Per la prevenzione delle riacutizzazioni della pielonefrite cronica, sono raccomandati tè reni speciali (preparazioni a base di erbe preparate). È anche utile, invece del solito tè, infornare foglie secche di ribes nero.

Dieta per la pielonefrite

La conformità alle linee guida nutrizionali aiuta a normalizzare la funzionalità renale. È particolarmente importante aderire alla dieta in caso di esacerbazione della malattia.

Prodotti raccomandati per l'uso da pazienti con pielonefrite:

i frutti (specialmente angurie e meloni) possono essere consumati in qualsiasi quantità; eventuali latticini a basso contenuto di grassi; cereali (in particolare grano saraceno e farina d'avena); pesce e uccello magro; carne dietetica o magra; zuppe di verdure; carote, zucchine, zucca, patate.

I pasti dovrebbero essere frazionari (5 volte al giorno). Nella fase acuta, è meglio cucinare il cibo senza sale e anche escludere i cibi fritti dalla dieta.

I pazienti (in assenza di controindicazioni specifiche) dovrebbero ricevere una quantità sufficiente di liquidi ogni giorno. Tra le bevande particolarmente utili sono il tè verde, varie composte e bevande alla frutta, oltre a succhi di frutta.

Prodotti che dovrebbero essere scartati:

carne grassa e zuppe ricche; eventuali sottaceti e cibi affumicati; sottaceti e verdure in scatola; tutti i legumi, così come le cipolle, i ravanelli e gli spinaci; funghi in qualsiasi forma; confetteria e cioccolato.

Durante la cottura è inaccettabile usare spezie e condimenti piccanti.

Caffè e tè forte sono esclusi dalle bevande. È richiesta anche la completa astinenza dall'alcol.

Possibili conseguenze della malattia

La pielonefrite stessa non è considerata una malattia grave. Se il trattamento viene avviato in tempo, risponderà bene alla terapia.

In assenza o incompletezza del trattamento, la pielonefrite diventa cronica. Allo stesso tempo, esacerbazioni occasionali si verificano con sintomi dolorosi caratteristici. Il lungo corso di questo processo è pieno di gravi danni ai reni. Le conseguenze della malattia sono particolarmente pericolose per le donne incinte e le donne con diabete.

La pielonefrite cronica porta spesso alla formazione di calcoli renali - si sviluppa la litiasi, causando attacchi di dolore insopportabile (colica renale). Il trattamento può richiedere un intervento chirurgico.

Un'altra grave complicanza è l'insufficienza renale cronica. Un tale stato porta all'intossicazione del corpo e richiede l'uso regolare dell'apparato renale artificiale. La vita del paziente è significativamente ridotta e con l'esacerbazione della malattia è possibile la morte.

Un'altra probabile complicanza è la sepsi. Un aumento del numero di batteri può portare al loro ingresso nel flusso sanguigno e allo sviluppo di una condizione nota come "avvelenamento del sangue", che può anche essere fatale.

Metodi preventivi raccomandati

Poiché le donne sono particolarmente a rischio di sviluppare la pielonefrite, è necessario eliminare i fattori che contribuiscono al danno renale batterico, oltre a rilevare la malattia incipiente nel tempo.

I principali metodi di prevenzione includono:

non sottoporre gli organi pelvici al raffreddamento eccessivo (i vestiti corti durante il periodo freddo sono inaccettabili); in tempo per trattare i focolai di infezione presenti nel corpo (carie, tonsilliti e altri); sottoporsi a regolare esame ginecologico per identificare possibili processi infiammatori che non si manifestano con sintomi gravi; osservare l'igiene personale, specialmente nel campo degli organi genitali esterni; limitare l'uso di sale e alcol (contribuiscono alla ritenzione di liquidi nel corpo); eliminare antibiotici a lungo termine, incontrollati e auto-somministrati; bere quotidianamente circa due litri di liquido; evitare il superlavoro; assumere abbastanza vitamine con il cibo, attenersi a una dieta sana.

Anche in assenza di segni di pielonefrite, è consigliabile effettuare esami del sangue e delle urine due volte all'anno. Ciò consentirà di identificare una possibile malattia in una fase precoce e trattarla.

Pyelonephritis in donne - sintomi e trattamento, cause

CONDIVIDI E DIRE AGLI AMICI

Decrittografia dei test online: urina, sangue, generale e biochimica. Cosa significano i batteri e le inclusioni nell'analisi delle urine? Come capire l'analisi del bambino? Caratteristiche dell'analisi MRI Analisi speciali, ECG e ultrasuoni Tassi di gravidanza e valori anormali Analisi di trascrizione

La più comune malattia del sistema urogenitale nelle donne è la pielonefrite. Rappresenta circa il 65% dei casi di tutte le patologie urologiche, diverse volte in anticipo rispetto all'incidenza di cistite e uretrite. Pertanto, qualsiasi membro del sesso debole, è auspicabile avere un'idea di cosa sia la pielonefrite renale.

Pyelonephritis - che cos'è?

La diagnosi di "pielonefrite" implica la presenza di un processo infettivo-infiammatorio nel tessuto interstiziale, che forma la base fibrosa del rene, nonché nella pelvi e nel tubulo, ma senza danni ai vasi renali e ai glomeruli.

A questo proposito, nelle fasi iniziali della malattia, la funzione principale dei reni (filtraggio delle urine) non soffre, tuttavia, con un decorso a lungo termine o un trattamento inappropriato, l'infiammazione può comprendere anche i vasi glomerulari.

La pielonefrite è acuta o cronica. Più spesso viene colpito un rene, ma esistono anche processi infiammatori bilaterali.

L'alta incidenza della malattia nel gentil sesso è associata a una caratteristica della struttura del sistema urinario nelle donne:

L'uretra è più corta del maschio; Nelle donne, l'uretra si trova accanto a ulteriori fonti di infezione - l'ano e la vagina, quindi i microbi penetrano l'uretra più rapidamente e facilmente.

Le cause della pielonefrite

Nelle donne, a causa delle caratteristiche anatomiche di cui sopra, la via ascendente (urinogenica) dell'infezione nel tessuto pelvico e renale viene in primo luogo a causa di cistite, uretrite, colpite, colite, urolitiasi e anomalie del sistema urinario, escrezione di urina.

È anche possibile una diffusione ematogena (con flusso sanguigno) dell'infezione, quando una qualsiasi fonte può diventare una potenziale fonte - mastite purulenta trasferita, tonsillite, panarite, infiammazione dell'orecchio e persino infiammazione del canale dentale (pulpite).

Il principale microbo che causa la pielonefrite è Escherichia coli (fino al 75% di tutti i casi).

Il restante 25% dei casi è associato all'ingestione di Klebsiella, Proteus, Staphylococcus aureus, Enterococcus, Pseudomonas aeruginosa, infezione fungina, Chlamydia, Salmonella, ecc. Nel tratto urinario.

I fattori di rischio per l'insorgenza di pielonefrite nelle donne sono tutti processi patologici prolungati di qualsiasi localizzazione che si verificano con una diminuzione dell'immunità complessiva del corpo: diabete, malattie del midollo osseo, problemi neurologici (sclerosi multipla), infezione da HIV, una condizione dopo la chemioterapia o trapianto di organi.

Inoltre, la gravidanza può esacerbare la forma cronica della malattia e innescare un processo infiammatorio acuto a causa della compressione da parte dell'utero in crescita della vescica e degli ureteri.

Segni e sintomi di pielonefrite nelle donne

L'infiammazione cronica spesso attenua e i sintomi di pielonefrite nelle donne sono quasi assenti o manifestati da disturbi vaghi non specifici di dolore doloroso nella zona lombare dopo ipotermia, aumento dell'affaticamento e lieve disagio generale.

Segni di pielonefrite acuta nelle donne sono generalmente più pronunciati:

Grave dolore nella parte posteriore o laterale più spesso dal lato dell'infiammazione, ma può esserci anche dolore versato sotto le costole, basso ventre o senza chiara localizzazione; Alta temperatura (38-40 ° C); Nausea e vomito; Cambiamenti nelle urine (oscuramento, comparsa di sangue o pus, un odore sgradevole); Minzione dolorosa; L'aspetto del gonfiore del viso e delle dita; Grande debolezza

Diagnosi di pielonefrite

Per stabilire la diagnosi sono necessari numerosi esami standard:

Esame di un urologo o nefrologo con palpazione dell'addome e definizione del sintomo di Pasternack (toccando il dorso nella proiezione dei reni). Esame ginecologico per escludere problemi nell'area genitale femminile. Test delle urine: generale, secondo Nechiporenko, secondo Zimnitsky, la semina delle urine con l'istituzione di flora e sensibilità agli antibiotici. Esami del sangue: generali, biochimici (definizione di creatinina, urea, proteine). Ultrasuoni dei reni. Nei casi complessi e gravi, vengono utilizzati TC, risonanza magnetica, urografia escretoria, scansione con radioisotopi e altri metodi.

Trattamento di pyelonephritis in donne, medicine

Il trattamento deve essere mirato al ripristino del normale flusso di urina (rimozione dei calcoli, eliminazione del reflusso vescico-ureterale) e all'eliminazione della fonte di infezione - alle donne vengono prescritti antibiotici, agenti antibatterici chimici e urosettici per la pielonefrite nelle donne.

La forma acuta della malattia richiede l'ospedalizzazione e il riposo a letto, nella forma cronica è possibile un trattamento ambulatoriale. Assegnato a una dieta ricca di carboidrati leggeri, prodotti caseari, bere molti liquidi.

La durata del trattamento della pielonefrite acuta è di 10-14 giorni, cronica - da 6-8 settimane a 1 anno. Per consolidare l'effetto nella fase di recupero, si raccomanda un aumento della reattività immunitaria del corpo (immunomodulatori, indurimento).

Farmaci per il trattamento della pielonefrite:

Antibiotici - ciprofloxacina, cefuroxime, gentamicina, cefepime, meronem. Agenti antibatterici chimici - furagina, nitroxolina, gramurina, nevigramon, palin, baktrim.

Le medicine dovrebbero essere prescritte da un medico tenendo conto della forma della malattia e della sensibilità individuale della flora seminata dall'urina. Per non sviluppare resistenza alle infezioni antibatteriche, devono essere cambiati ogni 5-7 giorni.

Insieme a farmaci per la pielonefrite, è possibile anche il trattamento con rimedi popolari: infusi, decotti e tè sono fatti da piante medicinali con proprietà antinfiammatorie e diuretiche (camomilla, uva ursina, erba di San Giovanni, ortica, equiseto, sambuco, mirtillo rosso, mirtillo rosso).

Complicazioni di pielonefrite

Con il trattamento sbagliato o inopportuno di pielonefrite acuta, forma cronica della malattia, ascesso renale, avvelenamento del sangue, a volte possono verificarsi anche ipotensione e shock.

Il processo cronico è anche più che pericoloso - la patologia porta gradualmente allo sviluppo dell'insufficienza renale cronica. I più suscettibili allo sviluppo di complicazioni sono le donne in gravidanza e le donne con malattie concomitanti.

Prevenzione della pielonefrite

Per prevenire lo sviluppo della malattia, è necessario non sovraccaricare, trattare tempestivamente tutti i processi infiammatori (da ARVI o carie a felon o vulvovaginite), assicurare il normale svuotamento della vescica, osservare l'igiene della zona intimo, praticare il sesso sicuro, mangiare il cibo giusto e monitorare la qualità e la quantità di fluido consumato ( acqua purificata, tè, succhi di frutta - fino a 1,5-2 l / giorno; bevande zuccherate gassate dovrebbero essere escluse).

Ma un'importanza decisiva nella prevenzione di qualsiasi malattia del sistema urogenitale è la diagnosi corretta e il trattamento tempestivo iniziato, quindi, quando compaiono i sintomi sospetti di pielonefrite sopra descritti, dovresti consultare il medico.

Sintomi di pyelonephritis e trattamenti d'attualità

La pielonefrite è una malattia infiammatoria non specifica dei reni di eziologia batterica, caratterizzata da lesioni della pelvi renale (pielite), coppe e parenchima renale.

A causa delle caratteristiche strutturali del corpo femminile, la pielonefrite è 6 volte più comune nelle donne rispetto agli uomini. I patogeni più comuni del processo infiammatorio nel rene sono Escherichia coli (E. coli), Proteus (Proteus), Enterococchi (Enterococcus), Pseudomonas aeruginosa (Pseudomonas aeruginosa) e Staphylococcus (Staphylococcus).

Se parliamo della frequenza di insorgenza di questa malattia, allora dovremmo notare che tra la popolazione adulta si tratta di circa 10 persone su 1000, e tra i bambini - 10 su 2000. La maggior parte dei pazienti appartiene alla fascia di età media - da 26 a 44 anni. Un fatto interessante è che oltre il 70% di tutti i pazienti sono giovani donne che si ammalano subito dopo il primo rapporto sessuale. Tra le malattie infantili, l'infiammazione dei reni mantiene in modo affidabile la seconda posizione immediatamente dopo varie malattie respiratorie (bronchite, polmonite, ecc.).

Cos'è?

La pielonefrite è un processo infiammatorio aspecifico con una lesione primaria del sistema tubulare del rene, principalmente di eziologia batterica, caratterizzata da lesioni della pelvi renale (pielite), coppe e parenchima renale (principalmente il suo tessuto interstiziale).

Sulla base della puntura e della biopsia escissionale del tessuto renale, vengono rivelate tre varianti principali del decorso della malattia: acuta, cronica e cronica con esacerbazione.

Le cause della pielonefrite

Nelle donne, a causa delle caratteristiche anatomiche, la via ascendente (urinogenica) dell'infezione nel tessuto pelvico e renale viene in primo luogo a causa di cistite, uretrite, colpite, colite, urolitiasi e anomalie nella struttura delle vie urinarie, reperimento a lungo termine di un catetere per la rimozione urine. È anche possibile una diffusione ematogena (con flusso sanguigno) dell'infezione, quando una qualsiasi fonte può diventare una potenziale fonte - mastite purulenta trasferita, tonsillite, panarite, infiammazione dell'orecchio e persino infiammazione del canale dentale (pulpite).

Il principale microbo che causa la pielonefrite è Escherichia coli (fino al 75% di tutti i casi). Il restante 25% dei casi è associato all'ingestione di Klebsiella, Proteus, Staphylococcus aureus, Enterococcus, Pseudomonas aeruginosa, infezione fungina, Chlamydia, Salmonella, ecc. Nel tratto urinario.

I fattori di rischio per l'insorgenza di pielonefrite nelle donne sono tutti processi patologici prolungati di qualsiasi localizzazione che si verificano con una diminuzione dell'immunità complessiva del corpo: diabete, malattie del midollo osseo, problemi neurologici (sclerosi multipla), infezione da HIV, una condizione dopo la chemioterapia o trapianto di organi.

È interessante

Curiosità sulla pielonefrite:

  • Negli Stati Uniti ogni anno 1 su 7.000 persone sono ammalate, 192.000 pazienti hanno bisogno e ricevono questo ricovero ogni anno.
  • È stato istituito che le rappresentanti femminili soffrono di pyelonephritis più spesso che uomini prima di 5 volte. La forma acuta della malattia viene diagnosticata più spesso nelle donne in età riproduttiva, conducendo una vita sessuale attiva.
  • Con un trattamento adeguato, fino al 95% di tutti i pazienti riporta un miglioramento significativo nei primi due giorni.
  • Non dovresti abbandonare il bere pesantemente a causa delle sensazioni dolorose durante lo svuotamento della vescica, poiché questo è l'unico modo per rimuovere i batteri dal corpo. È necessario urinare il più spesso possibile per evitare complicazioni così gravi come l'infezione del sangue, a seguito della quale una persona può morire.
  • L'eccessiva assunzione di liquidi è una condizione essenziale per il trattamento di una malattia. Per bere è necessario usare acqua pulita, che normalizzi l'equilibrio nel corpo, diluisca il sangue e contribuisca alla rapida eliminazione dei microrganismi patogeni e dei prodotti tossici della loro attività vitale. L'effetto si ottiene aumentando il numero di minzione a causa del consumo eccessivo di alcol.
  • Bevande alcoliche, caffè, acqua gassata - tutto questo è vietato sotto pielonefrite. Si ritiene che il succo di mirtillo possa aiutare nella lotta contro la malattia. Si consuma in forma pura o diluito con acqua.
  • La pielonefrite colpisce bambini, e sia le ragazze (nel 3% dei casi) che i ragazzi (nell'1% dei casi). Nell'infanzia, la malattia è pericolosa per le sue complicanze. Pertanto, le variazioni cicatriziali del parenchima renale vengono diagnosticate nel 17% dei bambini che sono stati ammalati, ipertensione nel 10-20% dei bambini.

Pielonefrite cronica

Questo è un processo infiammatorio nei reni, durante il quale il parenchima renale è cicatrizzato.

Nel caso di pyelonephritis cronico, il dolore improvviso non è osservato (come nel corso acuto della malattia). La malattia è spesso accompagnata da ipertensione arteriosa. Il motivo più comune per cui i pazienti richiedono il parere di un medico sono i risultati scarsi dei test di laboratorio. Se un paziente ha un'infiammazione di entrambi i reni, si verifica una poliuria e una nicturia (minzione notturna) associate a una ridotta concentrazione di urina.

La pielonefrite cronica è associata a un flusso urinario alterato. La violazione del deflusso di urina provoca il verificarsi del suo volume specifico nella vescica, nonostante la minzione frequente. Questa condizione contribuisce allo sviluppo dell'infezione. Se non trattata, possono verificarsi complicazioni, come insufficienza renale.

Pyelonephritis - Sintomi nelle donne

Il sesso più debole è più suscettibile a questa malattia, ma solo nei primi due periodi di età, vale a dire fino a circa 45-50 anni. Tutto è spiegato dalla struttura dell'uretra - è breve e si trova vicino all'intestino e al tratto genitale.

Questo aumenta il rischio di pielonefrite - i sintomi nelle donne sono i seguenti:

  • nausea o vomito;
  • scarso appetito;
  • debolezza e febbre;
  • frequenti viaggi in bagno;
  • urina torbida o sangue e crampi durante la minzione;
  • dolore lombare, peggio nella stagione fredda;
  • dolore colico e addominale;
  • selezione insolita.

Pyelonephritis in donne incinte

Sfortunatamente, la probabilità di sviluppare una pericolosa malattia renale infettiva nelle donne in gravidanza è estremamente alta. In circa il sette per cento dei casi, durante la gravidanza, una donna si ammala di una malattia simile.

Spesso i sintomi si manifestano, inizia con il secondo trimestre. Spesso i sintomi non vengono presi seriamente, il che porta a complicazioni quali sepsi, insufficienza renale e parto prematuro, anemia. La batteriuria nelle donne in gravidanza può verificarsi senza sintomi luminosi se la donna dà alla luce un bambino non per la prima volta. In madri con molti bambini, di regola, i segni di pyelonephritis appaiono solo nelle fasi successive.

La malattia renale infettiva di natura infiammatoria è molto insidiosa. L'intero problema è spesso la progressione della malattia asintomatica. Di conseguenza, una persona non richiede prontamente assistenza medica e può soffrire di gravi complicazioni. Non è raro che le donne in gravidanza muoiano per pielonefrite proprio per questo motivo.

sintomi

I sintomi più comuni della pielonefrite acuta includono:

  1. Dolore nella regione lombare sul lato interessato. Con pyelonephritis non ostruttivo, di solito i dolori sono noiosi, doloranti in natura, possono essere bassi o raggiungere l'intensità alta, prendere il carattere paroxysmal (per esempio, durante ostacolo dell'uretere con una pietra con lo sviluppo di pyelonephritis calculous cosiddetto).
  2. I fenomeni di dysuric per pyelonephritis adeguato non sono caratteristici, ma possono accadere con uretrite e cistite, conducendo allo sviluppo di pyelonephritis ascendente.

I sintomi generali sono caratterizzati dallo sviluppo della sindrome da intossicazione:

  • febbre fino a 38-40 ° C;
  • brividi;
  • debolezza generale;
  • diminuzione dell'appetito;
  • nausea, a volte vomito.

Per i bambini, la gravità della sindrome di intossicazione è caratteristica, così come lo sviluppo dei cosiddetti. sindrome addominale (dolore severo non nella regione lombare, ma nell'addome).

I pazienti anziani e senili sviluppano spesso un quadro clinico atipico, con una clinica usurata, o con manifestazioni generali pronunciate e una mancanza di sintomi locali.

Possibili complicazioni

In assenza di una terapia adeguata, la pielonefrite può avere le seguenti conseguenze:

  • insufficienza renale (per proteggere il corpo dall'intossicazione, è necessario ricorrere regolarmente all'uso di un dispositivo renale artificiale);
  • sepsi (nel caso di penetrazione di batteri nel sangue);
  • processo cronico (esacerbazioni dolorose periodicamente osservate);
  • grave danno renale;
  • lo sviluppo della urolitiasi (colica renale periodicamente osservata);
  • morte (a causa di infezione del sangue - sepsi o insufficienza renale).

diagnostica

Il medico raccomanderà al paziente di sottoporsi a diagnostica strumentale e test di laboratorio. Queste attività aiuteranno a diagnosticare e distinguere correttamente la pielonefrite da patologie con sintomi simili.

Inizialmente, il paziente sarà raccomandato per superare tali test:

  1. Biochimica del sangue. Rileva un aumento del numero di urea, creatinina, potassio. Il contenuto di maggiori quantità di potassio caratterizza lo sviluppo dell'insufficienza renale.
  2. Esame del sangue Mostrerà il flusso di infiammazione nel corpo (accelerazione della VES, presenza di un gran numero di globuli bianchi).
  3. Semina l'urina. Il liquido viene seminato su un mezzo nutriente speciale. Dopo un po ', è indicata la crescita di un certo batterio che ha provocato l'infiammazione. Grazie alla semina, il medico sarà in grado di scegliere la giusta terapia antibiotica.
  4. Analisi delle urine Nel caso della pielonefrite, l'urina sarà diversa per una reazione alcalina, in cui il pH è 6,2-6,9. Inoltre, la tonalità stimata del liquido. Con la pielonefrite, l'urina diventa scura, a volte anche di colore rossastro. Nella sua composizione è spesso presente la proteina.
  5. Ricerca su Nechiporenko. Questo metodo consente di rilevare una predominanza significativa di leucociti nelle urine rispetto agli eritrociti.
  6. Test di Prednisolone L'evento consente di diagnosticare la patologia, caratterizzata da un flusso nascosto. Il paziente viene iniettato per via endovenosa con il farmaco Prednisolone in combinazione con sodio cloruro. Dopo 1 ora, la donna ha bisogno di raccogliere l'urina, quindi dopo 2 e 3 ore. E dopo un giorno. L'urina viene inviata per ricerche dettagliate. Un aumento della conta dei globuli bianchi indicherà il decorso della pielonefrite.
  7. Prova Zemnitskogo. Il metodo consente di rilevare una ridotta densità di urina. Quando la diuresi notturna da pielonefrite (la quantità di urina espulsa) prevale durante il giorno.

Per confermare la pielonefrite e differenziarla da altre patologie, il medico prescriverà tali misure:

  1. Urografia escretoria. Ti permette di rilevare la mobilità del rene. Lo studio descrive lo stato delle tazze, il tono del tratto urinario.
  2. Esame ecografico Per avere un'idea delle dimensioni dei reni, della loro struttura, della loro densità, della presenza di pietre in essi, viene eseguita un'ecografia. Nel caso di un processo cronico, l'ecogenicità (capacità di riflettere gli ultrasuoni) del parenchima è aumentata, nella fase acuta è ridotta in modo non uniforme.
  3. Cistometria. Questo studio consente di identificare la patologia della vescica. Il principio dell'esame si basa sulla determinazione del volume dell'urea.
  4. Cistografia. Questo è uno studio radiopaco che consente di identificare il reflusso vescico-ureterale o l'ostruzione intravescicale.
  5. Tomografia computerizzata Studio dettagliato della struttura del rene. Al contrario, l'ecografia consente di determinare lo stato della pelvi, del peduncolo vascolare e della fibra perirenale.

Inoltre, le donne sono incoraggiate a visitare un ginecologo. Il medico prenderà delle sbavature per chiarire l'agente patogeno e determinare le patologie che accompagnano la pielonefrite.

Come trattare la pielonefrite?

A casa, la pielonefrite in donne e uomini è trattata con terapia antibatterica e sintomatica in combinazione. Per eliminare i sintomi della malattia, devono essere soddisfatte le seguenti condizioni:

  1. È importante osservare il regime di consumo durante l'intero periodo di trattamento.
  2. Nei primi giorni il paziente deve rispettare il riposo a letto, cioè essere caldo in posizione orizzontale.
  3. Per ridurre la temperatura corporea ed eliminare il dolore, è necessario utilizzare i FANS, tra cui: Diclofenac, Metamizol. Nei bambini, è indicato il paracetamolo.

Data la natura infettiva della malattia, la presenza di fattori predisponenti, i principali sintomi clinici, le principali aree terapeutiche sono:

  • controllo delle infezioni (farmaci antibatterici);
  • eliminazione dell'ostruzione degli ureteri o della pelvi renale, nonché altri ostacoli anatomici o neurogenici che rendono impossibile il normale deflusso delle urine;
  • ridurre la gravità della sindrome da intossicazione (bere più liquidi, riposo a letto, antipiretici);
  • correzione di potenza.

Particolare attenzione è rivolta al trattamento di una dieta, con la quale si può avere un effetto parsimonioso sui reni infiammati, normalizzare il metabolismo, rimuovere le tossine dal corpo, ripristinare la diuresi, ridurre la pressione sanguigna.

Se l'esacerbazione di una malattia cronica o di una pielonefrite acuta primaria si verifica sullo sfondo di alta temperatura, accompagnata da un calo di pressione, dolore severo, suppurazione e interruzione del flusso normale di urina, sarà richiesto un intervento chirurgico. Il paziente deve essere ricoverato in ospedale quando è impossibile eseguire una terapia farmacologica a casa (vomito dopo aver assunto pillole per la pielonefrite) e grave intossicazione. In altre situazioni, a discrezione del medico, il trattamento può essere effettuato a livello ambulatoriale.

Terapia antibatterica

È auspicabile che l'antibiotico venga selezionato in base ai risultati della coltura di batteriologia urinaria con la determinazione della sensibilità dell'agente patogeno a vari farmaci. Nel caso di pyelonephritis affilato, immediatamente dopo l'inoculazione, un antibiotico di ampio spettro dal gruppo di fluorochinols, per esempio, Tsiprolet, può esser prescritto e aggiustato secondo i risultati dell'inoculazione. La terapia antibiotica dovrebbe durare almeno 2-3 settimane.

Nuovo nel trattamento della pielonefrite

Nuove raccomandazioni europee per il trattamento della pielonefrite acuta non complicata:

1) Il gruppo di antibiotici di prima linea - fluorochinoloni.

  • I farmaci di scelta sono Cefixime (400 mg al giorno) e Levofloxacina (0,5-0,75 1 volta al giorno) in compresse.
  • Ciprofloxacina 0,5-0,75 due volte al giorno e Norfloxacina 400 mg due volte al giorno rimane valida solo per i pazienti precedentemente non trattati.

2) Antibiotici 2 righe (alternativa) - Amoxicicillina con acido clavulanico (625 mg) 3 volte al giorno. Se si utilizzano colture di sensibilità provate, si può usare Ceftibuten 400 mg 1 volta al giorno.

3) La pielonefrite in donne in gravidanza non viene più trattata con amoxicillina e, indipendentemente dal periodo di gestazione, vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • Zefibuten 400 mg 1 volta al giorno o
  • Cefixime 400 mg 1 volta al giorno o
  • Cefoatoxima 3-8 g al giorno in 3-4 iniezioni per via intramuscolare o endovenosa o
  • Ceftriaxone 1-2 g al giorno una volta per via intramuscolare o endovenosa.

4) Con una pielonefrite severa che richiede il ricovero in ospedale, la terapia ospedaliera viene effettuata con carbopenemi (Ertapenem, Miranem) per via intramuscolare o endovenosa. Dopo che un paziente ha una temperatura normale per tre giorni, la terapia può essere proseguita con farmaci orali. Un'alternativa ai carbopenemi sono Levofloxacina e Amikacina.

Dieta per la pielonefrite

Nella fase acuta, la dieta dovrebbe essere il più delicata possibile. È necessario ridurre drasticamente l'assunzione di sale (non più di 5-10 grammi al giorno, con pressione sanguigna alta - 2-3 grammi), ed escludere completamente dalla dieta cibi piccanti, speziati, affumicati e in scatola, brodi di carne forti, spezie, caffè e alcool..

Durante l'esacerbazione è severamente vietato l'uso di grassi animali (solo oli vegetali e non più di 15 grammi al giorno di burro) durante la cottura.

Ammessi: albume, latticini, piatti vegetariani (vegetali), bolliti o al vapore. Man mano che l'infiammazione si attenua, pesce e carne magra vengono introdotti nella dieta. Si consiglia di consumare succhi, composte, meloni e zucche, verdure, frutta, oltre a bere 2-2,5 liquidi al giorno (in assenza di edema).

Durante il periodo di remissione, è permesso entrare gradualmente nella dieta, in piccole porzioni, per introdurre alcune spezie, aglio e cipolle. Molto utile per i pazienti affetti da pielonefrite cronica, succo di mirtillo, che stimola la produzione di acido ippurico (un agente batteriostatico efficace). Prodotti consentiti: frutta, verdura, cereali, uova, carne e pesce bolliti a basso contenuto di grassi, latticini a basso contenuto di grassi.

prospettiva

Esistono due tipi di uscite da pielonefrite: recupero completo o stato cronico. Con un trattamento tempestivo, la prognosi è per lo più favorevole. Nella maggior parte dei casi, il sollievo arriva dopo 3-5 giorni di terapia farmacologica. La temperatura corporea diminuisce, il dolore si attenua, le condizioni generali del paziente tornano normali. Con un ciclo di trattamento favorevole, una persona lascia l'ospedale dopo 10-12 giorni.

In presenza di remissione della pielonefrite, i farmaci antibiotici vengono prescritti per 6 giorni. Quando la pielonefrite acuta diventa cronica e ci sono complicazioni, la prognosi è scarsa. In questo caso, vi è un'alta probabilità di insufficienza renale, pironefrosi, ipertensione arteriosa, ecc.

Dopo la cura, è molto importante seguire le regole raccomandate dal medico, per eseguire regolarmente esami delle urine e adottare misure preventive. Quanto prima il paziente si rivolge al medico per chiedere aiuto, maggiori sono le possibilità di una cura tempestiva e l'assenza di complicanze.

prevenzione

Al fine di non portare te stesso a pielonefrite - la prevenzione dovrebbe essere effettuata secondo determinate regole:

  1. L'uso di erbe medicinali come prevenzione.
  2. Se il processo patologico di un'eziologia infettiva si trova in altri organi, deve essere disinfettato, perché con l'aiuto del sangue i batteri possono diffondersi ai reni.
  3. Smaltimento delle cattive abitudini, poiché l'alcol e il fumo riducono significativamente le proprietà immunitarie del corpo, che inibiscono la capacità di rispondere alla penetrazione di batteri e virus nel corpo.
  4. Il corpo dovrebbe ricevere una quantità sufficiente di riposo e sonno, in quanto il corpo esausto non è in grado di combattere un'infezione batterica.
  5. Le persone a rischio di sviluppare la malattia devono condurre regolarmente metodi di ricerca strumentali e di laboratorio per prevenire la pielonefrite.

Il rispetto di queste regole non fornisce un lavoro significativo, si dovrebbe solo prestare attenzione alla propria salute per effettuare il trattamento nelle prime fasi del processo patologico.

Altri Articoli Su Rene