Principale Tumore

Sistema urinario umano

Il sistema urinario è costituito da diversi organi interconnessi. La rottura di uno di loro "fa male" agli altri. In medicina, l'assegnazione di queste strutture nel sistema urinario. Il cambio di nome sottolinea il ruolo nella regolazione e rimozione di sostanze scorie, eccesso di carboidrati, prodotti contenenti azoto, elettroliti.

Ricorda che negli esseri umani viene eseguita anche una funzione simile:

La composizione degli organi urinari include:

  • rene;
  • la vescica;
  • ureteri;
  • canale uretrale.

Considerare separatamente la struttura di ciascun organo, la loro importanza nel processo di escrezione, comunicazione e funzionamento delle urine in un organismo sano.

Reni e il loro ruolo

Rene - organo appaiato. Due formazioni a forma di fagiolo si trovano su entrambi i lati della colonna vertebrale a livello dei segmenti lombare superiore e inferiore del torace. Lascia la fascia attaccata al peritoneo. Il rene è coperto da una densa capsula fibrosa, quindi uno strato di tessuto adiposo. Sul lato interno nell'area di indentazione c'è un "cancello". Entrano e escono dai vasi (arteria renale e vena), ecco l'inizio degli ureteri.

La particolarità del flusso sanguigno rende il rene molto vulnerabile allo sviluppo di cambiamenti aterosclerotici nelle arterie sovrastanti. L'ischemia del rene porta alla carenza di ossigeno nelle cellule e interrompe il loro lavoro. La vicinanza alla vena porta crea dipendenza dal funzionamento del fegato. Nelle malattie che portano alla cirrosi con ipertensione nelle vene epatiche, anche il flusso ematico renale è interessato.

Sotto la capsula fibrosa ci sono 2 strati:

Sono ben visti sul taglio. Incastrandosi nel midollo, la corteccia la divide in "piramidi". La parte stretta della formazione è diretta verso l'interno e termina con fori attraverso i quali l'urina viene raccolta nelle tazze. L'unità strutturale principale del rene è il nefrone. In totale, ci sono circa un milione già alla nascita. Il numero massimo si trova nello strato corticale, meno nel midollo.

La struttura del nefrone è rappresentata da:

  • glomeruli capillari dalle arteriole portanti;
  • una capsula di due fogli (Shumlyansky-Bowman);
  • sistema di tubuli escretori.

Funzione escretoria delle cellule epiteliali dei tubuli. Inoltre, sono anche in grado di regolare la composizione chimica acida e alcalina delle urine. La comunicazione dei tubuli con le aperture escretorie delle papille viene effettuata attraverso i tubuli di raccolta.

La pelvi renale è impenetrabile alle urine ed è coperta internamente con una membrana di epitelio a due strati. Si chiama transitorio. È importante che la forma delle cellule possa variare e dipenda dal grado di riempimento della pelvi. Il muro ha fibre muscolari da travi lisce e trasversali.

La struttura consente di fornire:

  • isolamento affidabile dell'urina raccolta;
  • movimenti peristaltici per spingere il fluido negli ureteri.

I reni svolgono le seguenti funzioni:

  • produrre urina dal plasma sanguigno;
  • rimuovendo un volume maggiore o minore di acqua dal sangue nelle urine, regola il bilancio idrico del corpo;
  • può ridurre o aumentare il contenuto di acqua negli spazi sia intracellulari che extracellulari nei tessuti;
  • determinare l'adeguatezza della concentrazione di alcune sostanze per il lavoro di organi e sistemi dalla composizione del plasma in entrata e rimuovere l'eccedenza;
  • partecipare al metabolismo generale regolando la produzione di glucosio, sostanze azotate;
  • eliminare gli anticorpi estranei dal corpo se passano attraverso le dimensioni dei pori della membrana;
  • in grado di intrappolare o passare elettroliti (sodio, potassio), sostanze alcaline e acide, regolando in tal modo l'equilibrio del bilancio acido-base del sangue e garantire il normale corso delle reazioni biochimiche.

I reni sintetizzano un numero di sostanze necessarie per il corpo:

  • la formazione di renina, il precursore dell'angiotensina II, da cui viene sintetizzato l'ormone aldosterone, porta alla vasocostrizione, un aumento della pressione sanguigna;
  • eritropoietina - stimola la produzione di globuli rossi nel midollo osseo, la sconfitta di questa funzione porta all'anemia (anemia);
  • Kinins e prostaglandine sono componenti proteiche essenziali di qualsiasi reazione antinfiammatoria protettiva, processi di coagulazione;
  • vitamina attivante d3, partecipare al metabolismo del fosforo e del calcio, rafforzando il tessuto osseo.

Ureteri: struttura e scopo funzionale

Gli ureteri sono rappresentati da un paio di tubi muscolari che collegano la pelvi renale alla vescica. La dimensione di un adulto dipende dall'altezza. La lunghezza è in genere compresa tra 28 e 34 cm. Per le donne, la lunghezza è inferiore di 2,5 cm rispetto agli uomini.

Per relazione anatomica con altri organi, è consuetudine distinguere 3 reparti:

  1. Addominale - si trova retroperitoneale nel tessuto adiposo, lungo la parte anteriore sulla superficie laterale e adiacente ai muscoli della regione lombare.
  2. Pelvico - nelle donne, passa dietro le ovaie, si piega intorno al lato della cervice, si trova nella scanalatura tra il muro della vagina e la vescica. Negli uomini, va verso la parte anteriore, dietro di esso è il condotto deferente. L'entrata della vescica si trova sul bordo superiore della vescicola seminale.
  3. Distale - si trova all'interno della parete della vescica (parte intramurale).

I medici dividono l'uretere in tre parti uguali:

La struttura istologica rileva 3 strati nella parete del tubo ureterico:

  • interno - rappresentato dall'epitelio che produce il muco;
  • muscolo (medio) - contiene fibre muscolari;
  • esterno (avventizio) - coperto con una guaina protettiva di tessuto connettivo.

Ci sono costrizioni anatomiche situate:

  • all'uscita del bacino;
  • quando si attraversa il confine delle divisioni addominale e pelvica;
  • nella parte inferiore vicino alla parete della vescica.

Struttura e ruolo della vescica

Le condizioni anatomiche e fisiologiche della vescica dovrebbero fornire:

  • assunzione di urina dagli ureteri;
  • accumulo e stoccaggio;
  • spingendo nell'uretra.

Il muro ha tre strati. Interno (epiteliale) - formato dall'epitelio transitorio, tra le cui cellule sono formazioni a calice che producono muco. Grazie a questa sostanza, i fattori irritanti, i batteri, vengono rimossi (lavati via) dalla vescica.

Muscolare - consiste di tre strati di fibre collegate al detrusore (espellere i muscoli). La funzione di accumulo è sostenuta da due sphincter di muscoli compatti nel collo della vescica. Formazioni ad anello forniscono comunicazione con l'uretra, ricca di terminazioni nervose.

In essi la struttura delle fibre è piegata:

  • dallo strato interno - rappresentato da tessuto muscolare liscio;
  • esterno - ha striato striato.

Altri 2 sfintere si trovano agli ingressi sul bordo con gli ureteri. Allocare anatomicamente l'area tra i due ingressi ureterali e lo sfintere cervicale. Si chiama un triangolo, rivestito con un epitelio cilindrico. La sua caratteristica è la mancanza di opportunità per lo stretching.

Uretra - la parte finale del sistema urinario

Il canale uretrale collega la vescica con l'ambiente esterno. Il suo compito principale:

  • scarico di fluido accumulato verso l'esterno;
  • assicurando la ritenzione di un piccolo volume (fino a 15 ml) a spese dei propri muscoli, tre sfinteri.

La struttura ha differenze di sesso. Nelle donne, l'uretra:

  • significativamente più breve (3-5 cm contro 15-18 cm negli uomini);
  • di diametro, l'elasticità delle donne raggiunge i 15 mm;
  • passa davanti alla vagina, l'apertura esterna è vicina all'ano.

Negli uomini, ci sono 3 sezioni del canale uretrale:

  • prostatico - lungo 3-3,5 cm, passa attraverso la prostata, vicino al tubercolo seminale e ai dotti escretori (lo sperma entra nelle urine);
  • membranoso - solo 2 cm sotto la prostata, la porzione ristretta;
  • spugnoso - lungo circa 12 cm, che corre lungo corpi spugnosi.

Consiste di tre strati:

È importante che nella parte iniziale dell'uretra lo sfintere tenda a contrarsi e rilassarsi indipendentemente, e nei muscoli del pavimento pelvico si trovi lo sfintere, che può essere controllato da una persona.

Il meccanismo degli organi urinari

Il lavoro del sistema urinario comprende sezioni:

  • formazione di urina nei reni;
  • rimozione dal bacino attraverso gli ureteri nella vescica;
  • accumulo e conservazione ad un volume critico all'interno della bolla;
  • fornendo urinazione attraverso il canale uretrale.

Formazione di urina

Nei glomeruli dei nefroni, l'urina primaria si forma per filtrazione, che si accumula nella capsula di Shumlyansky-Bowman. Contiene:

  • urea;
  • il glucosio;
  • fosfati;
  • sali di sodio;
  • creatinina;
  • acido urico e suoi composti;
  • vitamine.

Inoltre, passando attraverso i tubuli, la composizione delle urine varia considerevolmente: alcune delle sostanze e fino all'80% dell'acqua sono sottoposte ad aspirazione inversa (riassorbimento). Glucosio, ioni sodio, cloruri, parte dell'urea, vitamine sono in ritardo.

Il "raffinamento" finale del contenuto si verifica nei tubuli, dove vengono visualizzati componenti sale o alcalini non necessari. L'urina penetra nell'urina secondaria con il livello finale di concentrazione delle sostanze di rifiuto.

Una caratteristica importante del corpo del bambino è l'imperfezione del filtraggio fino a 3-6 anni. A causa delle dimensioni ridotte dei tubuli, i reni dei bambini non possono prelevare grandi quantità di acqua dal corpo. Un debole riassorbimento nelle cellule epiteliali provoca una tendenza a spostare l'equilibrio acido-base verso l'acidosi.

Nel controllo dell'allocazione e della formazione di urina sono coinvolti:

  • Angiotensina II - restringendo le arterie, riduce il flusso sanguigno renale, quindi, la filtrazione, migliora il riassorbimento degli ioni sodio nei tubuli;
  • un'area del midollo allungato, chiamata ipotalamo, sintetizza un ormone antidiuretico che si accumula nel lobo posteriore della ghiandola pituitaria, quando rilasciato nel sangue entra nel tessuto renale, attiva il riassorbimento dell'acqua;
  • le ghiandole surrenali producono aldosterone - il suo effetto è quello di ritardare il sodio e l'escrezione di potassio, insieme con gli ioni di sodio, il rilascio di fermate d'acqua;
  • impulsi simpatici da fibre nervose causano il restringimento dei vasi renali, riducendo la filtrazione;
  • nervi parasimpatici: aumentare il flusso sanguigno e, di conseguenza, il tasso di escrezione urinaria.

Meccanismo urinario

Il trasporto di urina dal bacino all'uretere è dovuto alla capacità dei muscoli di alternare la contrazione. Il riempimento di ciascun segmento di tubo porta ad una sovrapposizione simultanea nelle sezioni soprastanti in modo che il flusso di urina non possa ritornare alla pelvi.

Accumulo di urina

L'accumulo e l'accumulo di urina è fornito dalla struttura densa della vescica e dei suoi sfinteri, la capacità della maggior parte del tratto. Il volume massimo del liquido accumulato raggiunge da 400 a 700 ml.

Processo di minzione

L'urinazione dipende dalle condizioni del canale uretrale e dei suoi sfinteri. Urging si verifica quando 300-400 ml di liquido si accumula nella bolla. Di solito, così tanto si accumula in un regime di bere normale per una persona in 3-3,5 ore.

Il processo di rimozione dell'urina dalla vescica è strettamente controllato dal sistema nervoso centrale e autonomo, e ci sono centri nel cervello responsabili della corretta escrezione di urina. Inoltre, un ruolo serio è svolto dalle fibre nervose del midollo spinale a livello del lombosacrale. Sono inviati al detrusore della vescica, i suoi sfinteri.

Quando la vescica è piena, le sue cellule epiteliali si allungano e si appiattiscono. I recettori nervosi reagiscono a questo processo. Le relazioni riflesse tra accumulo, ritenzione di urina e fase di minzione sono regolate dalla sensibilità di queste terminazioni nervose. Una persona è in grado di controllare coscientemente il processo.

Dal muro allungato, i segnali viaggiano attraverso i nervi pelvici fino ai centri del midollo spinale. Le istruzioni di follow-up preparano tutti gli sfinteri e il detrusore ad espellere l'urina.
Dopo aver svuotato la parete della vescica si rilassa, inizia a prendere le successive porzioni di urina dai reni. Durante la conservazione, lo sfintere interno della vescica rimane teso.

Il fluido ad alta pressione nella vescica e il rilassamento dello sfintere esterno dell'uretra creano le condizioni necessarie per il rilascio di un flusso di urina. Di solito si verificano diverse abbreviazioni simili.

Il sistema urinario non funziona in isolamento. Addirittura confina anatomicamente con gli organi vicini:

  • il fegato;
  • intestini;
  • pancreas;
  • strutture sessuali.

In una persona sana, l'intera attività vitale del corpo è assicurata da tutti gli organi e sistemi. Il fallimento di uno dei componenti causa un colpo sensibile agli altri. Pertanto, la patologia del rene è accompagnata da varie lesioni associate.

Struttura e funzione del sistema urinario

Il sistema urinario umano è l'organo in cui il sangue viene filtrato, il corpo viene rimosso dal corpo e vengono prodotti alcuni ormoni ed enzimi. Qual è la struttura, lo schema, le caratteristiche del sistema urinario è studiato a scuola alle lezioni di anatomia, in modo più dettagliato - in una scuola di medicina.

Funzioni principali

Il sistema urinario include organi del sistema urinario, come ad esempio:

  • rene;
  • ureteri;
  • la vescica;
  • uretra.

La struttura del sistema urinario di una persona sono gli organi che producono, accumulano e rimuovono l'urina. I reni e gli ureteri sono componenti del tratto urinario superiore (UMP) e della vescica e dell'uretra - le parti inferiori del sistema urinario.

Ognuno di questi corpi ha i suoi compiti. I reni filtrano il sangue, eliminandolo dalle sostanze nocive e producendo urina. Il sistema degli organi urinari, che comprende gli ureteri, la vescica e l'uretra, forma il tratto urinario, agendo come un sistema fognario. Il tratto urinario espelle l'urina dai reni, accumulandola e quindi rimuovendola durante la minzione.

La struttura e le funzioni del sistema urinario sono finalizzate all'efficace filtrazione del sangue e alla rimozione dei rifiuti da esso. Inoltre, il sistema urinario e la pelle, così come i polmoni e gli organi interni, mantengono l'omeostasi di acqua, ioni, alcali e acidi, pressione sanguigna, calcio, globuli rossi. Mantenere l'omeostasi è l'importanza del sistema urinario.

Lo sviluppo del sistema urinario in termini di anatomia è inestricabilmente legato al sistema riproduttivo. Questo è il motivo per cui il sistema urinario di una persona viene spesso definito urinario.

Anatomia del sistema urinario

La struttura del tratto urinario inizia con i reni. Il cosiddetto corpo di coppia in forma di fagioli, situato nella parte posteriore della cavità addominale. Il compito dei reni è quello di filtrare i rifiuti, gli ioni in eccesso e gli elementi chimici nel processo di produzione delle urine.

Il rene sinistro è leggermente più alto del destro, poiché il fegato sul lato destro occupa più spazio. I reni si trovano dietro il peritoneo e toccano i muscoli della schiena. Sono circondati da uno strato di tessuto adiposo che li tiene in posizione e li protegge dalle lesioni.

Gli ureteri sono due tubi lunghi 25-30 cm, attraverso i quali l'urina dai reni scorre nella vescica. Percorrono il lato destro e sinistro lungo la cresta. Sotto l'azione della gravità e della peristalsi dei muscoli lisci delle pareti degli ureteri, l'urina si muove verso la vescica. Alla fine degli ureteri deviare dalla linea verticale e girare in avanti verso la vescica. Al punto di entrata, sono sigillati con valvole che impediscono all'urina di tornare nei reni.

La vescica è un organo cavo che funge da contenitore temporaneo di urina. Si trova lungo la linea mediana del corpo all'estremità inferiore della cavità pelvica. Nel processo di minzione, l'urina scorre lentamente nella vescica attraverso gli ureteri. Quando la vescica è piena, le sue pareti sono tese (sono in grado di contenere da 600 a 800 mm di urina).

L'uretra è il tubo attraverso il quale l'urina esce dalla vescica. Questo processo è controllato dagli sfinteri uretrali interni ed esterni. In questa fase, il sistema urinario di una donna è diverso. Negli uomini, lo sfintere interno è costituito da muscoli lisci, mentre nel sistema urinario non ci sono donne. Pertanto, si apre involontariamente quando la vescica raggiunge un certo grado di stiramento.

La persona sente l'apertura dello sfintere uretrale interno come desiderio di svuotare la vescica. Lo sfintere uretrale esterno è costituito da muscoli scheletrici e ha la stessa struttura di un uomo e una donna, è controllato arbitrariamente. L'uomo lo apre con uno sforzo di volontà, e in questo caso avviene il processo di minzione. Se lo si desidera, durante questo processo, una persona può chiudere arbitrariamente questo sfintere. Allora la minzione si fermerà.

Come si verifica il filtraggio

Uno dei compiti principali eseguiti dal sistema urinario è la filtrazione del sangue. Ogni rene contiene un milione di nefroni. Questo è il nome dell'unità funzionale in cui il sangue viene filtrato e l'urina viene rilasciata. Le arteriole nei reni portano sangue a strutture costituite da capillari circondati da capsule. Sono chiamati glomeruli.

Quando il sangue scorre attraverso i glomeruli, la maggior parte del plasma passa attraverso i capillari nella capsula. Dopo la filtrazione, la parte liquida del sangue dalla capsula scorre attraverso un numero di tubi che si trovano vicino alle celle del filtro e sono circondati da capillari. Queste cellule assorbono selettivamente acqua e sostanze dal liquido filtrato e le restituiscono ai capillari.

Contemporaneamente a questo processo, i rifiuti metabolici presenti nel sangue vengono rilasciati nella porzione filtrata del sangue, che alla fine di questo processo viene convertito in urina, che contiene solo acqua, rifiuti metabolici e ioni in eccesso. Allo stesso tempo, il sangue che lascia i capillari viene riassorbito nel sistema circolatorio insieme a nutrienti, acqua e ioni, necessari per il funzionamento del corpo.

Accumulo ed escrezione di rifiuti metabolici

Il kreen sviluppato dai reni sopra gli ureteri passa nella vescica, dove si raccoglie fino a quando il corpo è pronto per essere svuotato. Quando il volume del fluido di riempimento delle bolle raggiunge 150-400 mm, le sue pareti iniziano ad allungarsi ei recettori che reagiscono a questo allungamento inviano segnali al cervello e al midollo spinale.

Da lì arriva un segnale che mira a rilassare lo sfintere uretrale interno, così come la sensazione della necessità di svuotare la vescica. Il processo di minzione può essere ritardato dalla forza di volontà fino a quando la vescica si gonfia alla sua dimensione massima. In questo caso, mentre si allunga, il numero di segnali nervosi aumenterà, il che porterà a un maggiore disagio e ad un forte desiderio di svuotarsi.

Il processo di minzione è il rilascio di urina dalla vescica attraverso l'uretra. In questo caso, l'urina viene espulsa all'esterno del corpo.

L'orinazione inizia quando i muscoli degli sfinteri uretrali si rilassano e l'urina esce attraverso l'apertura. Nello stesso momento in cui gli sfinteri si rilassano, i muscoli lisci delle pareti della vescica iniziano a contrarsi per spingere fuori l'urina.

Caratteristiche dell'omeostasi

La fisiologia del sistema urinario si manifesta nel fatto che i reni mantengono l'omeostasi attraverso diversi meccanismi. Allo stesso tempo controllano il rilascio di varie sostanze chimiche nel corpo.

I reni possono controllare l'escrezione urinaria di potassio, sodio, calcio, magnesio, fosfato e ioni cloruro. Se il livello di questi ioni supera la concentrazione normale, i reni possono aumentare la loro escrezione dal corpo per mantenere un livello normale di elettroliti nel sangue. Al contrario, i reni possono trattenere questi ioni se il loro contenuto nel sangue è inferiore alla norma. Allo stesso tempo durante la filtrazione del sangue, questi ioni vengono nuovamente assorbiti nel plasma.

Inoltre, i reni assicurano che il livello degli ioni idrogeno (H +) e degli ioni bicarbonato (HCO3-) sia in equilibrio. Gli ioni idrogeno (H +) sono prodotti come sottoprodotto naturale del metabolismo delle proteine ​​alimentari che si accumulano nel sangue per un periodo di tempo. I reni inviano un eccesso di ioni di idrogeno nelle urine per la rimozione dal corpo. Inoltre, i reni riservano gli ioni bicarbonato (HCO3-), nel caso in cui siano necessari per compensare gli ioni di idrogeno positivi.

I fluidi isotonici sono necessari per la crescita e lo sviluppo delle cellule del corpo per mantenere l'equilibrio elettrolitico. I reni supportano l'equilibrio osmotico controllando la quantità di acqua che viene filtrata e rimossa dal corpo con l'urina. Se una persona consuma una grande quantità di acqua, i reni interrompono il processo di riassorbimento dell'acqua. In questo caso, l'eccesso di acqua viene escreto nelle urine.

Se i tessuti del corpo sono disidratati, i reni cercano di ritornare il più possibile al sangue durante la filtrazione. Per questo motivo, l'urina risulta essere molto concentrata, con un gran numero di ioni e rifiuti metabolici. I cambiamenti nell'escrezione dell'acqua sono controllati dall'ormone antidiuretico, che viene prodotto nell'ipotalamo e nella parte anteriore della ghiandola pituitaria al fine di trattenere l'acqua nel corpo quando è carente.

I reni monitorano anche il livello di pressione sanguigna, necessario per mantenere l'omeostasi. Quando si alza, i reni lo riducono, riducendo la quantità di sangue nel sistema circolatorio. Possono anche ridurre il volume del sangue riducendo il riassorbimento di acqua nel sangue e producendo urina diluita e acquosa. Se la pressione sanguigna diventa troppo bassa, i reni producono enzimi reninici, che restringono i vasi sanguigni del sistema circolatorio e producono urine concentrate. Allo stesso tempo più acqua rimane nel sangue.

Produzione di ormoni

I reni producono e interagiscono con diversi ormoni che controllano vari sistemi del corpo. Uno di questi è il calcitriolo. È la forma attiva della vitamina D nel corpo umano. È prodotto dai reni dalle molecole precursori che si verificano nella pelle dopo l'esposizione alle radiazioni ultraviolette dalla radiazione solare.

Il calcitriolo funziona in combinazione con l'ormone paratiroideo, aumentando la quantità di ioni di calcio nel sangue. Quando il loro livello scende al di sotto di un livello soglia, le ghiandole paratiroidi iniziano a produrre l'ormone paratiroideo, che stimola i reni a produrre calcitriolo. L'effetto del calcitriolo si manifesta nel fatto che l'intestino tenue assorbe il calcio dal cibo e lo trasferisce nel sistema circolatorio. Inoltre, questo ormone stimola gli osteoclasti nei tessuti ossei del sistema scheletrico per abbattere la matrice ossea, in cui gli ioni di calcio vengono rilasciati nel sangue.

Un altro ormone prodotto dai reni è l'eritropoietina. È necessario dal corpo per stimolare la produzione di globuli rossi, che sono responsabili del trasporto di ossigeno ai tessuti. Allo stesso tempo, i reni monitorano lo stato del sangue che scorre attraverso i loro capillari, inclusa la capacità dei globuli rossi di trasportare ossigeno.

Se l'ipossia si sviluppa, cioè il contenuto di ossigeno nel sangue scende al di sotto del normale, lo strato epiteliale dei capillari inizia a produrre eritropoietina e lo inietta nel sangue. Attraverso il sistema circolatorio, questo ormone raggiunge il midollo osseo rosso, nel quale stimola il tasso di produzione di globuli rossi. A causa di questo stato ipossico finisce.

Un'altra sostanza, la renina, non è un ormone nel senso stretto del termine. È un enzima che i reni producono per aumentare il volume e la pressione del sangue. Questo di solito si verifica come reazione all'abbassamento della pressione sanguigna al di sotto di un certo livello, perdita di sangue o disidratazione, ad esempio, con aumento della sudorazione cutanea.

L'importanza della diagnosi

Pertanto, è ovvio che qualsiasi malfunzionamento del sistema urinario può portare a gravi problemi nel corpo. Patologie del tratto urinario ci sono molto diverse. Alcuni possono essere asintomatici, altri possono essere accompagnati da vari sintomi, tra cui dolore addominale durante la minzione e varie scariche urinarie.

Le cause più comuni di patologia sono le infezioni del tratto urinario. Il sistema urinario nei bambini è particolarmente vulnerabile a questo riguardo. L'anatomia e la fisiologia del sistema urinario nei bambini dimostrano la sua suscettibilità alle malattie, che è aggravata dallo sviluppo insufficiente dell'immunità. Allo stesso tempo, anche in un bambino sano, i reni funzionano molto peggio che in un adulto.

Al fine di prevenire lo sviluppo di gravi conseguenze, i medici raccomandano di passare un'analisi delle urine ogni sei mesi. Ciò consentirà il rilevamento tempestivo delle patologie nel sistema urinario e il trattamento.

Materiali su urologia / sistema urinario

Il sistema urinario umano è costituito da organi in cui viene prodotta l'urina, i reni e anche organi che servono ad accumulare ed espellere l'urina dal corpo degli ureteri, della vescica e dell'uretra.

I reni sono a forma di fagiolo, situati nello spazio retroperitoneale, su entrambi i lati della colonna lombare. Il rene destro giace leggermente sotto la sinistra. Ogni rene ha un peso compreso tra 120 e 200 g e una lunghezza tra 10 e 12 cm. Le estremità superiori dei reni sono vicine alla colonna vertebrale e le estremità inferiori vengono rimosse da essa. Nel rene si distinguono i poli superiore e inferiore e i due bordi, esterno ed interno. Al centro di quest'ultimo c'è una rientranza, la porta attraverso la quale l'arteria renale e i nervi entrano nel rene, e la vena, i vasi linfatici e l'uretere escono. Insieme, tutti questi elementi formano la gamba renale.

I reni sono circondati da una propria guaina fibrosa, capsula adiposa e fascia del tessuto connettivo, che li tengono in posizione.

La sostanza del rene consiste di due strati, corticale e midollare. La corteccia ha uno spessore da 4 a 13 mm. Sotto la sostanza corticale è il midollo, che è rappresentato da 12-15 formazioni a forma conica, chiamate piramidi renali. Tra le piramidi adiacenti penetra la sostanza corticale, chiamata i pilastri renali.

Lo scopo principale del sistema urinario è l'eliminazione delle tossine (prodotti finali del metabolismo) e di altri composti dannosi o semplicemente non necessari, mantenendo la quantità necessaria di acqua e sali minerali. Queste funzioni sono svolte dalla formazione di urina da parte dei reni di una certa quantità e composizione. L'urea, l'acido urico, il sale, l'acqua, ecc. Sono escreti nelle urine del rene e sono escreti attraverso la pelle, i polmoni, l'intestino e le ghiandole salivari, ma non sono in grado di sostituire i reni. Il processo di formazione delle urine, compresa la filtrazione del fluido dal sangue, il riassorbimento e la secrezione, avviene nei nefroni che costituiscono il tessuto renale. Ogni nefrone è costituito da renal-malpigiyevy (dal nome dello scienziato italiano Malpighi, che li ha descritti), in cui avviene la filtrazione e tubuli urinari. Il corpuscolo renale è una ciotola emisferica a doppia parete (capsula) con una cavità a fessura tra le sue pareti, che copre il glomerulo dei capillari. Dalla cavità a fessura si separa il tubulo. In entrambi i reni più di 2 milioni sono corpi renali e la superficie totale dei loro capillari è di circa 1,5 metri quadrati. Sotto l'azione della pressione intravascolare pari a 70-90 mm Hg, la parte liquida del sangue attraverso i pori nella parete dei capillari del glomerulo e della membrana basale penetra nella capsula nefronica. Questo processo è chiamato filtrazione e il fluido fuoriuscito è l'urina primaria o il filtrato.

Il filtrato consiste principalmente di acqua. Ci sono quasi tante sostanze a basso peso molecolare, come nel plasma, e sostanze meno molecolari. Più grandi sono le molecole della sostanza, più lentamente si riversano nel filtrato e minore è la loro concentrazione nel filtrato.

L'apporto di sangue ai reni è abbondante. Nell'uomo, una media di 1.200 ml di sangue scorre attraverso i reni in 1 minuto. Durante questo periodo, si formano 120 ml di filtrato e circa 150 litri di urina primaria vengono filtrati dai reni al giorno. È opportuno ricordare che nel corpo di un adulto ci sono circa 5 litri di sangue. Durante il giorno, tutto il sangue circa 350 volte passa attraverso i reni, che fornisce una pulizia sufficiente.

Dalla capsula del nefrone, l'urina primaria inizia a muoversi lungo i canalicoli, alcune parti hanno una struttura diversa. In questo modo, ci sono due processi che modificano significativamente sia la quantità che la qualità dell'urina primaria: riassorbimento e secrezione. Questi processi sono eseguiti da sistemi complessi di cellule tubule, che sono in grado di trasferire attivamente e selettivamente le sostanze attraverso le membrane cellulari dal lume del nefrone al sangue (riassorbimento) e dal sangue ai tubuli (secrezione). A causa del riassorbimento, la maggior parte dell'acqua, dei sali e di altre sostanze preziose per il corpo vengono restituite al flusso sanguigno e durante il processo di secrezione il corpo si libera di sostanze nocive. La secrezione e il riassorbimento sono costosi. I tubuli devianti si fondono in più grandi condotti collettivi, lungo i quali l'urina viene raccolta prima in piccoli calici, e da lì nella pelvi grande e renale.

Il processo di formazione delle urine è controllato da diversi meccanismi di regolazione. A seconda del contenuto di acqua nel corpo del rene, l'urina dell'una o dell'altra concentrazione viene escreta, l'80% dell'acqua viene riassorbita nelle sezioni iniziali del tubulo dal filtrato. L'assorbimento di acqua e sali è sotto il controllo dell'ormone antidiuretico (ADH). L'eccessiva quantità di acqua nel corpo inibisce la secrezione dell'ADH ipofisario e l'assorbimento d'acqua nel tubulo distale viene ridotto. La sua mancanza porta all'eccitazione di speciali formazioni sensibili (osmorecettori), che alla fine provocano il rilascio di ADH nel sangue, e quindi aumenta il riassorbimento dell'acqua.

Muovendosi attraverso i tubuli, il filtrato cambia costantemente la sua composizione e diventa l'urina finale, la cui quantità è in media 1,5 litri al giorno. L'urina raccolta nella pelvi periodicamente scorre giù gli ureteri nella vescica urinaria ed è espulsa dal corpo attraverso il mechaeno.

Ureteri - tubuli con un diametro di circa 4 mm e una lunghezza fino a 30 cm verso il basso nella pelvi, dove si avvicinano al fondo della vescica. Il muro dell'uretere contiene fibre muscolari lisce, grazie alle quali l'uretere può contrarsi ed espandersi, bandendo l'urina.

La vescica è un contenitore per l'urina, a forma di uovo, con una capacità fino a 500-700 ml. Si trova dietro la sinfisi pubica nella piccola pelvi; ha un fondo, un corpo e una cima. Nella parete della vescica c'è una potente membrana muscolare, con la riduzione della quale si riduce la cavità della vescica. Intorno all'apertura di ciascun uretere e all'apertura interna dell'uretra, i fasci muscolari circolari formano dei compressori sfinterici che regolano il flusso e il flusso di urina dalla vescica.

L'uretra maschile è lunga circa 18 cm, dalla vescica alla testa del pene, dove si trova l'apertura esterna del canale. Nell'uretra maschile ci sono tre sezioni: la parte rappresentativa, la membranosa, la più corta e stretta, e spugnosa, lunga circa 15 cm, che passa attraverso il corpo spugnoso del pene. L'uretra non è solo per la rimozione delle urine, ma anche per il passaggio dello sperma, che proviene dai canali eiaculatori nella parte prostatica.

L'uretra femminile ha una lunghezza da 3 a 5 cm. La parete posteriore dell'uretra è strettamente legata alla parete frontale della vagina, l'apertura esterna del canale si apre sotto il clitoride.

L'urinazione è un complesso atto riflesso che si ottiene a causa della contrazione del muscolo che comprime la parete della vescica e il rilassamento degli sfinteri uretrali. In una persona sana, la voglia di urinare si verifica quando 250-300 ml di urina si accumula nella vescica. In condizioni normali, la minzione si verifica 4-6 volte al giorno. In una persona sana, la minzione aumenta con un'abbondante assunzione di liquidi e diventa meno frequente con malnutrizione o sudorazione eccessiva nella stagione calda.

Le malattie del sistema urinario possono essere congenite, anche ereditarie, e acquisite. Alcune malformazioni congenite sono incompatibili con la vita. Il sottosviluppo dei reni può essere accompagnato da aumento della pressione sanguigna, edema e disordini metabolici, con il risultato di sviluppare zuccheri renali e diabete insipido, gotta, danno scheletrico, demenza, cecità. Grave sottosviluppo renale di solito si verifica con sintomi di insufficienza renale cronica, sullo sfondo di cui a volte si sviluppa l'uremia. Con malformazioni degli ureteri e della vescica può essere una violazione del deflusso di urina, incontinenza urinaria. Le lesioni congenite degli ureteri e della vescica sono spesso complicate dall'infiammazione dei reni e della pelvi renale. Molte malattie congenite del sistema urinario richiedono un trattamento vigoroso (chirurgico), che in alcuni casi è molto efficace.

Malattie acquisite del sistema urinario, il più delle volte il risultato di un processo infiammatorio (natura infettiva o lesione). I processi infiammatori nei reni e nella pelvi renale di solito si sviluppano come complicazione di angina, scarlattina, si verificano con febbri emorragiche, leptospirosi e talvolta accompagnano malattie reumatiche, endocrine, allergiche, ecc.

In caso di un numero di malattie associate a funzionalità renale compromessa, può verificarsi insufficienza renale acuta, che è caratterizzata da un aumento delle scorie azotate nel sangue, una violazione del metabolismo idrico-elettrolitico e dell'equilibrio acido-base. lesioni gravi della natura tossica dei reni osservati in caso di avvelenamento da solventi organici (antigelo), composti di mercurio e arsenico, alcuni farmaci applicati a guisa di automedicazione in tossicosi gravidanza, cencuce (spesso acquisita in comunità aborto), ustioni, congelamento, la compressione di vaste aree di tessuto molle.

Aumento della minzione, dolore, cambiamenti nel flusso urinario, ritenzione urinaria, incontinenza urinaria possono essere associati a varie patologie della pancia urinaria, uretra, prostata (ghiandola prostatica, gonorrea, urolitiasi, prostatite, uretrite, cistite), e gli organi adiacenti sono il retto, l'utero. Le malattie infiammatorie acute e croniche delle vie urinarie (ureteri, vescica, uretra) si sviluppano spesso come complicanza della gonorrea, specialmente nei casi di accesso tardivo a un medico o tentativi di autotrattamento, così come in tricomoniasi e non conformità con le regole dell'igiene personale e sessuale.

Per il riconoscimento delle malattie del sistema urinario vengono utilizzati molti e vari metodi. Sono richiesti esami delle urine e del sangue.

Per determinare la gravità della malattia renale, i metodi di esame del loro stato funzionale sono di grande importanza, consentendo di giudicare la funzione di filtrazione dei glomeruli, l'attività dei tubuli, il flusso sanguigno renale, ecc. Per determinare la diagnosi di malattia renale, viene utilizzato un esame a raggi X (una radiografia regolare dei reni e delle vie urinarie, ecc.). e.) Nei casi in cui i metodi convenzionali a raggi X non rivelano la natura della malattia, viene utilizzata l'angiografia renale - l'iniezione di un mezzo di contrasto nell'aorta è maggiore di camminare dell'arteria renale principale, alla sostanza ottenuto nei reni, li contrasto alla radiografia che rivela la condizione dei vasi renali e la capacità funzionale dei reni. Se, dopo un esame clinico e strumentale di un paziente, la diagnosi non è chiara, viene utilizzata una biopsia renale come metodo finale, che consente di esaminare il tessuto renale e chiarire la natura della malattia. Vengono inoltre effettuati metodi di esame a raggi X per rilevare malattie della vescica, degli ureteri, dell'uretra.

Il trattamento delle malattie del sistema urinario dipende dalla causa di esso e viene spesso eseguito in ambiente ospedaliero. Di grande importanza nel trattamento delle malattie del sistema urinario è la conformità con il regime e la dieta raccomandata dal medico. I pazienti devono sottoporsi completamente al corso di trattamento necessario affinché in futuro la malattia non si ripresenti o non acquisisca un decorso cronico.

Attualmente, il trattamento di gravi patologie del sistema urinario, caratterizzato da una grave compromissione della funzionalità renale, nonché l'eliminazione di una tale complicanza terribile, come l'uremia, utilizzano il dispositivo "rene artificiale", che per un determinato periodo di tempo sostituisce la funzionalità renale. Inoltre, i chirurghi con indicazioni speciali sostituiscono il rene fallito con uno sano prelevato dal donatore con un grande successo. La combinazione di misure terapeutiche è determinata dalla natura della malattia, dalle caratteristiche del decorso della malattia in ogni singolo caso e viene eseguita solo secondo le istruzioni del medico.

Il trattamento e la prevenzione delle malattie renali sono importanti per il miele. un problema Il trattamento gratuito, lo sviluppo di reparti specializzati in ospedali e cliniche, la creazione di centri nefrologici, un ampio esame clinico dei pazienti, un gran numero di sanatori nefrologici, tutto ciò rende possibile trattare e prevenire con successo le malattie renali. Tuttavia, il successo del trattamento e della prevenzione dipende in gran parte dall'adempimento da parte dei pazienti delle raccomandazioni del medico. Indurimento, rigorosa dignità delle prestazioni. regole, prevenzione e trattamento completo delle malattie respiratorie acute, il trattamento tempestivo delle infezioni focali fornisce una garanzia affidabile per la prevenzione delle malattie del sistema urinario.

La struttura del sistema urinario di una persona e la sua funzione

Il sistema urinario umano, noto anche come sistema renale, è costituito da reni, ureteri, vescica e uretra.

Le funzioni del sistema urinario di una persona sono di eliminare i suoi rifiuti, regolare il volume del sangue e la pressione sanguigna, controllare il livello di elettroliti e metaboliti e regolare l'equilibrio acido-base del sangue.

reni

Il sistema urinario si riferisce alle strutture che producono urina fino al punto di escrezione (escrezione). Sistema urinario nell'anatomia umana Anatomia Il corpo umano di solito ha due reni accoppiati, uno a sinistra e uno a destra della colonna vertebrale.

Ogni rene umano consiste di milioni di unità funzionali, i cosiddetti nefroni. I reni ricevono un abbondante apporto di sangue attraverso le arterie renali e la vena renale.

L'urina si forma nei reni attraverso la filtrazione del sangue fornito ai reni. Dopo aver filtrato il sangue e la sua ulteriore elaborazione, i rifiuti sotto forma di urina vengono rimossi dai reni attraverso gli ureteri, spostandosi nella vescica. Il corpo immagazzina l'urina per un po 'di tempo, e poi l'urina viene espulsa dal corpo attraverso la minzione.

Di norma, il corpo di un adulto in buona salute produce 0,8-2 litri di urina al giorno. La quantità di urina varia in base alla quantità di liquido assunto da una persona e al livello di funzionamento dei suoi reni.

I sistemi urinario femminile e maschile sono molto simili e differiscono solo nella lunghezza dell'uretra.

L'urina è formata da nefroni, unità funzionali dei reni, e quindi scorre attraverso un sistema di tubuli convergenti, chiamati tubuli collettivi.

Questi tubuli sono combinati per formare piccole tazze, poi le tazze principali che si uniscono al bacino renale. Da lì, l'urina entra nell'uretere, una struttura liscia a forma di tubo che passa l'urina nella vescica.

Negli uomini, l'uretra inizia all'interno dell'orifizio uretrale situato nel triangolo della vescica urinaria, continua attraverso l'apertura esterna del canale urinario, passa le sezioni prostatiche, membranose, bulbari e si connette all'uretra del pene.

L'uretra femminile è molto più corta, a partire dal collo vescicale cervicale e termina nel vestibolo vaginale.

uretere

Gli ureteri sono tubolari e sono costituiti da fibre muscolari lisce. Di regola, hanno una lunghezza di circa 25-30 e un diametro di 3-4 mm.

Gli ureteri sono rivestiti con un urotelio, simile nel tipo all'epitelio, e ha uno strato di muscoli lisci nel terzo distale per aiutare la motilità dell'organo (contrazione ondulatoria delle sue pareti).

Uscendo dai reni, gli ureteri scendono sulla parte superiore dei grandi muscoli della vita per raggiungere la sommità del bacino. Qui si intersecano di fronte alle arterie iliache.

Quindi gli ureteri scendono lungo i lati del bacino e infine si piegano per entrare nella vescica orizzontalmente da due lati sulla parete posteriore.

Le aperture degli ureteri si trovano sugli angoli postero-laterali del triangolo della vescica urinaria e solitamente formano una forma a fessura.

In un organo compresso, si trovano vicino ad una distanza di 2,5 cm e approssimativamente alla stessa distanza dall'apertura dell'uretra.

Nello stato allungato del corpo, queste distanze aumentano fino a circa 5 cm.

La connessione tra la pelvi renale e gli ureteri è chiamata giunzione ureteropelvica e la connessione tra l'uretere e la vescica urinaria è chiamata anastomosi vescico-ureterale.

Nelle donne, gli ureteri attraversano il mesentere dell'utero, l'intersezione con l'arteria uterina ed entrano nella vescica. Di solito, l'uretere ha un diametro fino a 3 mm.
Gli ureteri hanno cinque contrazioni, che sono:

  • alla congiunzione dell'uretere e della pelvi renale;
  • nella visiera del bacino;
  • nel punto di intersezione con l'ampio legamento dell'utero o del condotto deferente;
  • all'apertura dell'uretere nell'angolo laterale del triangolo;
  • durante il suo passaggio al muro della vescica urinaria.

Pietre nell'uretere - un problema serio che richiede un trattamento tempestivo. Ignorare la patologia può portare a conseguenze irreversibili, tra cui disabilità e morte.

La nefrolitiasi è caratterizzata dalla formazione di calcoli nei reni (pietre). La malattia può colpire sia uno che entrambi i reni.

E a quali medici puoi contattare con i reclami dei reni, puoi leggere in questo materiale.

vescica

La vescica è un organo muscolare elastico-elastico situato alla base del bacino. L'urina fornita da due ureteri collegati dai reni si accumula nell'organo in questione e vi si accumula fino al processo di minzione.

L'organo può contenere da 300 a 500 ml di urina fino a quando non vi è il desiderio di svuotarlo, ma può anche contenere molto più fluido.

Il corpo ha un ampio fondo, apice e collo. La sua cima è diretta in avanti alla parte superiore della sinfisi pubica. Da lì, il cordone ombelicale medio è diretto verso l'alto, raggiungendo l'ombelico.

Il suo collo si trova alla base del triangolo e circonda l'apertura dell'uretra collegata all'uretra. L'apertura interna dell'uretra e le aperture degli ureteri segnano un'area triangolare chiamata trigono.

Trigon è l'area della muscolatura liscia che forma il suo fondo sopra l'uretra. Il tessuto liscio è necessario per un flusso facile di urina all'interno del corpo, a differenza del resto della superficie irregolare formata da rughe.

Le aperture degli organi hanno dei lembi mucosi davanti a loro, che fungono da valvole per impedire il flusso di urina negli ureteri.

Tra le due aperture degli ureteri vi è un'area di tessuto rialzata, chiamata cresta.

La prostata circonda l'apertura dell'uretra all'uscita dell'organo urinario.

Il lobo medio della prostata, chiamato lingua, fa salire la mucosa dietro l'apertura interna dell'uretra. La lingua può aumentare con una prostata ingrossata.

Negli uomini, la vescica si trova nella parte anteriore del retto, separata da una tasca rettale, e sostenuta dalle fibre dell'ano ascendente e della ghiandola prostatica.

Nelle donne, si trova nella parte anteriore dell'utero, separata da una cavità vescicolare-uterina e sostenuta dall'ano e dalla parte superiore della vagina.
Le pareti del corpo, di regola, hanno uno spessore di circa 3-5 mm. Quando è considerevolmente allungato, la sua parete, di regola, diventa meno di 3 mm di spessore.

Le pareti interne del corpo hanno una serie di protuberanze, pieghe spesse della membrana mucosa, note come rughe, che gli permettono di espandersi.

Man mano che l'urina si accumula, le rughe si attenuano e la parete dell'organo si allunga, consentendo di immagazzinare grandi volumi di urina senza aumentare significativamente la pressione interna nell'organo.

L'urina torbida è un tipo di indicatore che può indicare la presenza di processi patologici nel corpo. Tuttavia, ci sono un certo numero di casi in cui la torbidità delle urine è la norma.

La cistite è una delle più comuni malattie del sistema urinario umano. Quali farmaci sono più efficaci in questa patologia, leggi qui.

Video correlati

Video educativo e metodico sul sistema urinario di una persona e le sue funzioni:

La minzione dalla vescica urinaria è controllata da un centro di urinazione del ponte nel tronco cerebrale. Il processo di minzione nell'uomo avviene sotto controllo volontario. Nei bambini piccoli, alcuni anziani e persone con lesioni neurologiche, la minzione può verificarsi sotto forma di riflesso involontario. Fisiologicamente, il processo di minzione comporta la coordinazione tra il sistema nervoso centrale, autonomo e somatico.

Il sistema urinario umano contiene i reni le ghiandole surrenali

I reni e le ghiandole surrenali sono inestricabilmente collegati. Il nome stesso delle ghiandole surrenali contiene un'indicazione della loro posizione nel corpo umano sopra i reni. Tuttavia, le funzioni eseguite da questi organi accoppiati variano notevolmente. I disturbi a cui sono rari i reni e le ghiandole surrenali sono diversi.

Per identificare eventuali anomalie nel lavoro del sistema urinario, nonché per determinare la fonte del disturbo, permette la diagnostica moderna utilizzando dispositivi high-tech. La capacità di sottoporsi a una scansione dei reni e delle ghiandole surrenali sarà fornita da Nevromed Diagnostics all'indirizzo http://nevromed2016.ru/mrt-bryushnoj-polosti/mrt-pochek. I metodi utilizzati nella scansione sono non invasivi, sicuri ed efficaci.

Quali sono i pericoli dei reni e delle ghiandole surrenali?

Essendo un filtro biologico naturale, i reni svolgono il loro compito più importante: la pulizia del sangue di quei componenti che devono essere rimossi dal corpo. I malfunzionamenti nei reni sono avvertiti da una persona quasi immediatamente, perché con questo, altri organi iniziano a soffrire di avvelenamento con tossine e sali che non vengono escreti nelle urine.

Molto spesso, la disfunzione renale è causata dall'infiammazione o dalla formazione di calcoli nei dotti renali che bloccano il flusso di urina.

Puoi sospettare di malattie correlate ai reni:

  • danno urinario;
  • la presenza di impurità o sangue nelle urine;
  • dolore nella regione lombare.

Nei casi più gravi, i medici devono ricorrere all'emodialisi, cioè per purificare il sangue del paziente con un dispositivo speciale. Tuttavia, l'emodialisi richiede molto tempo e non consente ad una persona di lasciare il luogo di residenza per più di un paio di giorni. Il trapianto di un rene da un donatore è una misura estrema pericolosa che allevia le condizioni del paziente, ma lo condanna a farmaci per tutta la vita che supportano le prestazioni di un organo estraneo.

La funzione principale delle ghiandole surrenali è la produzione di ormoni - corticosteroidi, la cui carenza o eccesso causa gravi interruzioni nel lavoro di tutti i sistemi corporei. Le manifestazioni cliniche delle lesioni surrenali sono diverse. I problemi possono essere indicati da disturbi del ritmo cardiaco, depressioni, perdita di peso, perdita di controllo muscolare, sete innaturale e strisce rosso scuro sulla pelle.

La prevenzione delle malattie del sistema urinario e i controlli regolari di un medico specializzato sono raccomandati a tutte le persone che si preoccupano della loro salute. La diagnosi precoce dei problemi renali e delle ghiandole surrenali a qualsiasi età aumenta le possibilità di una guarigione rapida e completa.

Violazione della funzione del sistema urinario

Gli occhiali P rimuovono sostanze tossiche o semplicemente inutili dal sangue e le violazioni di questa funzione sono considerate pericolose per la salute. In una popolazione generale che invecchia, quando aumenta il rischio di diabete di tipo 2, le persone in molti paesi hanno la malattia renale che diventa più comune. Il diabete di tipo 2 e l'ipertensione (pressione alta) sono strettamente correlati a circa il 70% dei nuovi casi di malattia renale registrati ogni anno. Circa due su mille adulti hanno una malattia renale policistica, una malattia ereditaria in cui grosse cisti piene di liquido "spengono" i nefroni funzionanti, che alla fine portano ad una marcata diminuzione della capacità di filtrazione dei reni. L'unica via d'uscita in tale situazione è l'emodialisi, cioè la regolare pulizia meccanica del sangue o il trapianto di rene. Anche se il sistema urinario rimane intatto, inizia a deteriorarsi con l'età. All'età di 75 anni, la dimensione della vescica può essere dimezzata e il lavoro sui reni diventa molto meno efficace.

L'urina è formata nei nefroni renali. Il nefrone inizia con la capsula di Shumlyansky - Bowman, in cui avviene il processo di filtraggio dell'acqua e delle sostanze disciolte dal sangue nel sangue. Questo fluido urinario primario viaggia quindi lungo il tubulo contorto a forma di U. In questo modo, l'acqua e le sostanze necessarie per il corpo vengono riassorbite nel flusso sanguigno. La parte restante dell'acqua e le sostanze nocive e inutili disciolte in essa formano l'urina secondaria, che entra nel tubulo di raccolta e poi nell'uretere.

Un rene è costituito da diversi lobi piramidali - le piramidi renali, che insieme contengono milioni di unità filtranti chiamate nefroni.

Il ragno non ha reni. Il loro ruolo è svolto da tubuli speciali (vasi malpighiev), che raccolgono il liquido con sostanze nocive disciolte in esso e lo portano nell'intestino. La maggior parte dell'acqua viene quindi risucchiata.

1. Perché i prodotti metabolici devono essere escreti?

L'accumulo di prodotti metabolici nell'organismo, come l'urea, l'acido fosforico e solforico, l'anidride carbonica e altri, può portare ad un auto-avvelenamento del corpo, che porta allo sviluppo di varie malattie e alla morte di una persona.

2. Quali organi appartengono agli organi emuntori?

Gli organi dell'escrezione umana comprendono le ghiandole sudoripare, i polmoni, l'intestino e anche il sistema urinario, che svolge il ruolo principale nei processi escretori.

3. Quali sono gli organi di escrezione dei prodotti gassosi del metabolismo?

I prodotti metabolici gassosi (tutto il biossido di carbonio, il metano e l'acetone, l'alcol etilico assunto esternamente e alcuni altri) e l'acqua (fino a 500 ml al giorno) vengono rimossi attraverso i polmoni durante la respirazione.

4. Elencare gli organi del sistema urinario.

Il sistema urinario è costituito da reni, ureteri, vescica e uretra.

5. Parlaci della struttura del rene. Qual è la sua unità strutturale e funzionale?

I reni sono gli organi a forma di coppia della forma a forma di fagiolo, situati nella cavità addominale su entrambi i lati della colonna vertebrale. La lunghezza del rene è di 10-12 cm, la larghezza è di 5-6 cm, il peso non è superiore a 200 g Due strati si distinguono nel rene. Più scuro - corticale esterno. Lo strato interno è più leggero e più largo - è un midollo. All'esterno, il rene è coperto da una capsula, a cui uno strato di tessuto adiposo è adiacente all'esterno. La sostanza corticale sotto forma di colonne penetra nel midollo e la divide in 15-20 piramidi renali, le cui punte sono dirette all'interno del rene. Dall'apice di ciascuna delle piramidi del midollo, il tubulo urinario scorre nella piccola cavità all'interno del rene - la pelvi renale, in cui viene raccolta l'urina. La pelvi renale, attraverso la quale entra l'arteria renale e la vena renale ei vasi capillari linfatici, confina con la pelvi renale, che continua come tubulo sottile - uretere. L'unità strutturale e funzionale del rene è il nefrone. Ogni rene ha fino a 1 milione.

6. Qual è la struttura e il lavoro del nefrone? Quali delle sue strutture sono coinvolte nella formazione dell'urina primaria e quali - nella formazione dell'urina secondaria?

Il nefrone inizia con una capsula a parete sottile che, insieme al glomerulo dei capillari sanguigni, forma il corpo renale. Le pareti della capsula nefronica sono costituite da cellule epiteliali che formano le piastre esterne e interne, tra le quali vi è una cavità che passa nel tubulo sottile del nefrone. Nel corpo renale, l'urina primaria si forma filtrando il plasma sanguigno dai capillari sanguigni in capsule di nefrone. Il ruolo del filtro biologico durante l'esecuzione delle pareti delle capsule capillari e nefroni. Attraverso questi filtri dal sangue che scorre attraverso i capillari dei glomeruli, l'acqua e tutte le sostanze disciolte in esso penetrano nelle capsule, con l'eccezione delle cellule del sangue e delle proteine ​​che rimangono nel sangue.

Il filtraggio è molto intenso. Nell'uomo, vengono prodotti fino a 7 litri di urina primaria in 1 ora, cioè fino a 170 litri al giorno. Durante il giorno, fino a 1700 litri di sangue passano attraverso i reni. Ciò significa che su ogni 10 litri di sangue si forma 1 litro di urina primaria.

Successivamente, l'urina primaria entra nei canali dei nefroni, dove l'acqua, molti sali, aminoacidi, glucosio e altre sostanze vengono assorbite dal sangue nei capillari sanguigni, i tubuli intrecciati, che costituiscono il passo successivo nella formazione delle urine. L'urea, l'acido urico e alcune altre sostanze non vengono assorbite nel sangue o parzialmente assorbite. Pertanto, la concentrazione di urea nell'urina secondaria risultante aumenta di dieci volte. Nell'uomo, si producono fino a 1,5-2 litri di urina secondaria al giorno.

I tubuli di un nefrone di lunghezza sono 50-55 mm, e i tubuli del primo e del secondo ordine e il cappio di Henley tra di loro sono composti. Il tubulo che trasporta l'urina secondaria fluisce nel tubo di raccolta e quello nella piccola coppa renale. Piccole tazze vanno in grandi tazze di rene, che cadono nella pelvi renale.

7. Cosa succede all'urina primaria nel processo di ri-aspirazione? In che modo è diverso dal secondario?

Vedi domanda 6.

8. Come è la regolazione dei reni del modo nervoso e umorale?

Regolazione nervosa: le influenze simpatiche portano ad una diminuzione del volume di urina formata, a causa del restringimento del lume delle arteriole. Le influenze parasimpatiche, migliorando il passaggio del sangue attraverso i reni restringendo le arteriole in uscita, aumentano la formazione di urina.

Regolazione umorale: l'ormone del lobo posteriore dell'ipofisi - vasopressina (secondo nome: ormone antidiuretico, cioè "anti-urinario" (diuresi - la quantità di urina formata in un determinato momento)) aumenta il riassorbimento di acqua e alcune sostanze in tubuli contorti, riducendo il volume di urina rilasciata. Anche gli ormoni surrenali, l'adrenalina e l'aldosterone influenzano la funzione renale. Sotto l'azione dell'adrenalina, la minzione diminuisce, l'aldosterone aumenta il riassorbimento degli ioni sodio. Gli ormoni della tiroide e delle ghiandole paratiroidi possono anche influenzare indirettamente i processi di formazione delle urine modificando il metabolismo idrico-minerale nei tessuti. Inoltre, i reni stessi secernono anche un ormone che regola la formazione di urina: l'angiotensina II restringe i lumi delle arteriole glomerulari in uscita, aumentando la filtrazione in essi.

9. Perché i reni vengono spesso definiti "filtri biologici"? Questa affermazione è vera?

Questa affermazione è vera, i reni sono un filtro naturale del nostro corpo. Separano le sostanze che ci arrivano dal sangue al necessario per il corpo, che rimane nel flusso sanguigno o subisce il riassorbimento, e alle sostanze che devono essere rimosse per mantenere la normale attività vitale. Queste sono varie sostanze tossiche, prodotti di decomposizione, così come l'eccesso di acqua nel sangue.

10. Quali differenze sessuali esistono nella struttura del sistema urinario umano?

Il sistema urinario in uomini e donne differisce nella lunghezza del canale urinario: negli uomini è più lungo, mentre passa attraverso il corpo spugnoso del pene. Inoltre, negli uomini, il dotto deferente si apre nell'uretra, e in parte l'uretra passa attraverso lo spessore della ghiandola prostatica, che può rendere difficile urinare all'aumentare della dimensione della ghiandola. Nelle donne, i sistemi urinario e riproduttivo non sono così strettamente collegati. Una lunghezza del canale più corta è la causa delle più frequenti malattie infiammatorie del sistema urinario nelle donne (più piccolo è il canale, più facile è l'infezione ad entrare nel corpo e diffondersi in modo ascendente a tutti gli organi del sistema con un'igiene personale impropria o insufficiente).

11. Quali malattie del sistema urinario conosci? Parlaci delle misure della loro prevenzione.

Cistite (infiammazione delle pareti vescicali), pielonefrite (infiammazione del sistema pettorale renale), glomerulonefrite (infiammazione dei glomeruli dei reni), urolitiasi (formazione di calcoli nelle vie urinarie, a partire dalle coppe dei reni, che causa difficoltà di deflusso delle urine), neoplasie benigne e maligne, anomalie congenite (raddoppiamento, triplicazione dei reni, accrescimento dei reni, sottosviluppo o assenza dei reni) e altri.

La prevenzione delle malattie infiammatorie dei reni sarà: trattamento tempestivo di tutti i focolai di infezione nel corpo, specialmente mal di gola, carie (i microrganismi che causano queste malattie possono entrare nei reni attraverso il sangue); evitare l'ipotermia, curare il mantenimento dell'immunità (indurimento, assunzione di vitamine, esercizio fisico); igiene personale (lavaggio con acqua calda e sapone 2 volte al giorno); farmaci controllati (i farmaci vengono presi SOLO SULLA PRESCRIZIONE DI UN MEDICO, poiché molti di loro possono causare gravi malattie ai reni se non prese correttamente); evitare l'alcol e cibi piccanti contenenti un eccesso di spezie e sale.

L'apparato urinario nell'uomo include gli organi urinari, i genitali maschili e femminili.

I polmoni, la pelle, gli organi digestivi e il sistema urinario svolgono la funzione di escrezione dal corpo dei prodotti finali del metabolismo (acqua, anidride carbonica, urea, acido urico, ecc.).

Il sistema urinario è rappresentato da reni, ureteri, vescica e uretra (figura 180).

I reni sono organi appaiati che si trovano nella cavità addominale su entrambi i lati della colonna vertebrale a livello della vita. Il rene destro è leggermente più basso di quello sinistro.

I boccioli sono a forma di fagiolo. Hanno una capsula fibrosa stretta. Verso l'esterno dalla capsula fibrosa è una capsula grassa. Una sottile fascia renale del tessuto connettivo circonda il rene insieme alla capsula grassa davanti e dietro. Le ghiandole surrenali sono adiacenti al polo superiore del rene.

Il bordo concavo del rene - la porta del rene - il luogo di ingresso dei vasi sanguigni e dei nervi e l'inizio dell'uretere. Il cancello del rene continua nella depressione, circondato dalla sostanza del rene - il seno renale. Il seno renale è formato da coppe renali piccole e grandi, pelvi renali, nervi e vasi circondati da fibre.

Il tessuto renale è costituito da due strati: la sostanza corticale esterna e la sostanza cerebrale interna. La sostanza corticale sotto forma di colonne penetra profondamente nel midollo e la divide in 15-20 piramidi renali, che sono aperse all'interno del rene. Ogni 2-3 piramidi con le loro cime si uniscono per formare una papilla. Ogni rene ha una media di 7-8 papille. La papilla entra in una piccola tazza, che è l'inizio del tratto urinario. Le tazze sono a forma di imbuto. Fondere tra loro, formare 2-3 grandi tazze di rene. Queste coppe, collegate tra loro, formano la pelvi renale, che, restringendosi gradualmente, entra nell'uretere. Ha l'aspetto di un tubo cavo lungo circa 30 cm con spesse pareti muscolari. L'uretere collega il rene alla vescica.

Bolla urinaria nella regione pelvica. È una borsa con un muro spesso che può allungarsi e assottigliarsi. La capacità della vescica è di circa 500 ml. Lo stiramento delle pareti della vescica con un aumento del suo volume a 200-300 ml porta alla minzione riflessa. Nella parte inferiore della vescica si trova l'apertura interna dell'uretra, che è chiusa da due forti sfinteri muscolari, che si rilassano al momento della minzione. Durante la contrazione muscolare, l'urina viene rimossa attraverso l'uretra.

La principale unità strutturale e funzionale del rene è il nefrone. Nell'uomo ogni rene ha circa 1 milione di nefroni (fig. 181).

Il nefrone è costituito da una capsula (la capsula di Shumlyansky - Bowman), situata nella sostanza corticale del rene e dei tubuli renali. Le pareti della capsula sono formate da due strati di cellule epiteliali. Tra questi strati c'è uno spazio a forma di fessura, da cui inizia il tubulo contorto del primo ordine (pronimal). Nel midollo, il tubulo raddrizza e forma il cappio di Henle. Quindi il tubulo ritorna allo strato corticale. Lì, è chiamato tubulo contorto di ordine II (distale) e scorre in un tubulo di raccolta.

Raccogliendo i tubuli, passando attraverso la corteccia e il midollo, vai in cima alla papilla. Sono aperti da aperture attraverso le quali l'urina formatasi nei nefroni entra in piccole coppe a reni. Da piccole tazze l'urina dovrebbe essere in grandi tazze, poi nel bacino e poi nell'uretere, che scorre nella vescica. L'urina viene espulsa dalla vescica attraverso l'uretra.

Il rene è ricco di vasi sanguigni. Il sangue arterioso nel rene porta l'arteria renale.

La capsula del nefrone include vasi arteriosi (arteriole portanti). Nella cavità della capsula, si dividono in capillari, formando il glomerulo malpighiano. I capillari del glomerus malpighiano si fondono nei vasi efferenti (arteriole), che sono due volte più piccoli di diametro. Dopo essere uscito dalla capsula, la nave in uscita si rompe nuovamente in una rete di capillari che intrecciano tubuli contorti e il cappio di Henle. I capillari formano vene che sfociano nella vena renale, quindi nella vena cava inferiore.

Nell'uomo, 1000-1200 ml di sangue scorre attraverso i reni in 1 minuto. Una delle caratteristiche della circolazione del sangue nel rene è il passaggio del sangue attraverso una doppia rete di capillari: nella capsula e nel tubulo contorto.

Ciò è dovuto alla funzione principale dei reni: la minzione. La formazione delle urine nei nefroni avviene in due fasi. Il primo è

la formazione di urina primaria si verifica nella capsula di Shumlyansky-Bowman.

Nella prima fase, il plasma sanguigno viene filtrato dai capillari del glomerulo malpighiano nella cavità della capsula del nefrone e la formazione di urina primaria. Filtrazione nei glomeruli dovuta all'alta pressione nei capillari (circa 70 mm Hg. Art.). L'alta pressione si crea a causa del fatto che le arterie nel rene sono divise 2 volte in capillari e, inoltre, l'arteriola glomerulare è molto più ampia della escrescenza.

L'urina primaria differisce dal plasma sanguigno in assenza di proteine. Durante il giorno si formano circa 150-180 litri di urina primaria.

L'urina primaria dalla capsula entra nei tubuli renali. La seconda fase - la formazione di urina secondaria è effettuata nei tubules dei nefroni. Mentre passa attraverso i tubuli, avviene il riassorbimento, cioè il riassorbimento nel sangue di glucosio, amminoacidi, vitamine, la maggior parte dei sali e dell'acqua. Circa 150 litri di urina secondaria sono formati da 150 litri di urina primaria. Consiste del 95% di acqua e del 5% di solidi: acido urico, urea, creatinina, sali di potassio, sodio e altri composti.

Oltre al riassorbimento di acqua e sostanze disciolte in esso nei tubuli, avviene l'escrezione (secrezione) nelle urine di sostanze che non possono passare dai capillari alla capsula del glomerulo. Questo, per esempio, molti farmaci (penicillina), vernici, ecc.

Domande per autocontrollo

  1. Cosa è rappresentato dal sistema escretore?
  2. Qual è la struttura dei reni?
  3. Quali sono gli strati di tessuto renale?
  4. Qual è la struttura della vescica?
  5. Qual è l'unità strutturale del rene?
  6. Qual è la struttura del nefrone?
  7. Quale processo si verifica nel tubulo del nefrone?
  8. Quale processo si verifica nella capsula del nefrone?
  9. Qual è la caratteristica della circolazione del sangue nei reni?
  10. Dove si forma l'urina primaria?
  11. Dove si forma l'urina secondaria?
  • grandi tazze
  • porta del rene
  • aspirazione
  • urina secondaria
  • vasi di deflusso
  • capsula grassa
  • Shumlyansky - capsula di Bowman
  • glomerulo capillare
  • corteccia
  • tazze piccole
  • midollo
  • acido urico
  • urea
  • vescica
  • tratto urinario
  • uretra
  • uretere
  • ghiandole surrenali
  • nefrone
  • metabolismo
  • urina primaria
  • ciclo di henle
  • polo dei reni
  • seno renale
  • pelvi renale
  • piramidi renali
  • tubulo renale
  • reni
  • portando le navi
  • riassorbimento
  • raccolta del dotto
  • papilla
  • capsula fibrosa
  • filtraggio

Altri Articoli Su Rene