Principale Trattamento

Installazione di un catetere nella vescica di un maschio

Sotto la cateterizzazione, comprendere l'introduzione attraverso l'uretra del catetere nella vescica. La procedura viene eseguita solo da uno specialista, a causa della necessità di osservare una speciale tecnica di esecuzione. Le caratteristiche strutturali dell'uretra maschile non consentono l'uso della tecnica utilizzata nella cateterizzazione della vescica nelle donne. Nell'uretra possono sviluppare processi patologici di diversa natura, tra cui infettivi, neoplastici, traumatici. La cateterizzazione viene utilizzata per diagnosticare e trattarli.

Il catetere è installato:

  • organizzare la rimozione dell'urina, in caso di ritardo;
  • prendere materiale biologico per la ricerca di laboratorio;
  • somministrazione di droghe.

La procedura in sé è indolore e dura circa 15 minuti. Il paziente può provare un certo disagio durante la prima minzione dopo la cateterizzazione, che è associata all'irritazione delle pareti dell'uretra.

Tecnica di procedura

La preparazione preliminare per l'introduzione diretta del catetere è un trattamento antisettico con una soluzione di acido borico. Con l'aiuto di un batuffolo di cotone, il prepuzio, la testa del pene e l'apertura dell'uretra vengono trattati con un liquido. Il catetere stesso viene innaffiato con olio (vaselina, vegetale) o glicerina sterile. Il paziente prende posizione sdraiato sulla schiena, leggermente piegato e allargando le gambe. L'operatore medico imposta l'orinatoio nella zona dei piedi del paziente.

Il medico responsabile della procedura tiene il pene con la mano sinistra. Con la mano destra usando le pinzette o le salviette di garza, inserire delicatamente il catetere. È importante calcolare correttamente lo sforzo.

Nel percorso del catetere inserito dall'uomo, sorgono due contrazioni fisiologiche. Avvicinandoli è determinato dalla resistenza all'ulteriore avanzamento del tubo. A questo punto, il paziente deve prendere fino a 6 respiri profondi, che porta al rilassamento della muscolatura liscia.

Se è impossibile introdurre un catetere morbido (ad esempio, se il paziente ha un adenoma della prostata, una stenosi dell'uretra), la procedura deve essere eseguita da un medico esperto che installi un catetere metallico. Il catetere viene inserito fino all'inizio della scarica urinaria. Rimuovere il tubo poco prima della completa rimozione del fluido dalla vescica. Tale precauzione è associata alla necessità del passaggio naturale dell'urina attraverso il canale immediatamente dopo il completamento della procedura.

Durante la rimozione del catetere non deve essere osservata alcuna resistenza. Il tubo viene rimosso lentamente con una leggera rotazione.

Indicazioni e controindicazioni per

Un catetere viene iniettato, se necessario, per esaminare la pervietà del tratto urinario, per determinare la composizione dell'urina stessa, la microflora della vescica.

L'introduzione del catetere è necessaria per i pazienti che si trovano di fronte all'impossibilità di auto-svuotamento della vescica nel periodo postoperatorio e nel coma. Tra le indicazioni più frequenti per la procedura sono:

  1. L'introduzione di farmaci per il lavaggio della vescica. In questo caso, dopo aver rimosso l'urina, una soluzione speciale viene introdotta attraverso il catetere e quindi rimossa. L'operazione viene ripetuta fino a quando il liquido prelevato diventa trasparente.
  2. Ritenzione urinaria acuta associata a cambiamenti nella prostata, alla vescica stessa, alla formazione di calcoli.
  3. Cistouretrografia o somministrazione di un agente di contrasto.
  4. Trattamento postoperatorio per rimuovere eventuali coaguli di sangue. Le misure precauzionali sono giustificate solo nei casi di intervento chirurgico nel tratto urinario.

La cateterizzazione della vescica negli uomini non è sempre possibile. La procedura ha una serie di controindicazioni. Questi includono l'ascesso della prostata, l'infiammazione acuta della prostata, i testicoli e le appendici. La procedura è anche vietata in caso di cistite acuta.

Quando un tumore si trova nella prostata, uno specialista deve condurre ulteriori esami per determinare l'accettabilità della cateterizzazione al paziente. L'opinione sull'impossibilità e il pericolo di introdurre un catetere nell'adolescenza o nell'infanzia è errata. Per tali pazienti vengono fornite appropriate provette e la procedura viene eseguita secondo lo stesso principio di un adulto.

Le controindicazioni assolute alla procedura, gli esperti includono anche:

  • anuria;
  • prostatite acuta;
  • trauma all'uretra o alla vescica;
  • sangue nell'uretra;
  • la presenza di sangue nello scroto;
  • la presenza di lividi nel perineo;
  • frattura del pene;
  • spasmo dello sfintere uretrale.

Quali complicazioni possono sorgere - le conseguenze della procedura

In quasi tutti i casi, lo sviluppo di complicanze dopo la cateterizzazione della vescica negli uomini è correlato alla qualità del lavoro del medico. I risultati errati sono causati da errori nella procedura stessa, dall'inosservanza delle regole di asepsi, dalla mancanza dell'esame necessario del paziente.

Tra le possibili complicazioni ci sono:

  1. Ematuria.
  2. Perforazione delle pareti dell'uretra.
  3. Pizzicare il glande del pene.

Ciascuna delle complicazioni richiede assistenza immediata da parte dell'urologo. Un'infezione trasportata nella vescica o nell'uretra provoca rapidamente lo sviluppo di pielonefrite, cistite o uretrite. Dopo la procedura, il paziente richiede un ulteriore esame da parte del medico per assicurarsi che non ci siano complicazioni o iniziare un trattamento tempestivo.

Tipi di cateteri utilizzati

I cateteri possono essere usa e getta, il che è utile se usato per scopi diagnostici o, se necessario, per eseguire una singola procedura nel corso del trattamento. Per i pazienti che hanno costantemente bisogno di aiuto per svuotare la vescica, vengono utilizzati cateteri riutilizzabili. I cateteri permanenti non causano irritazioni o processi patologici, purché siano conformi a tutte le regole per il loro uso e devono essere sostituiti con uno nuovo ogni mese.

Oltre alle differenze di lunghezza e diametro, è consuetudine dividere i cateteri sulla base del materiale delle prestazioni. I cateteri morbidi sono tubi di gomma e silicone con un diametro ridotto. Il catetere di gomma ha una punta a forma di imbuto o obliqua. Nei casi di impossibilità di introdurre un tubo morbido riferirsi a un catetere metallico. La sua introduzione richiede cure speciali e viene eseguita solo da uno specialista esperto. Il tubo di metallo deve avere una base leggermente arrotondata.

Nel processo di cateterizzazione negli uomini utilizzare uno dei seguenti tipi di cateteri:

  • Catetere di Foley, che consente di fornire fluido al palloncino del tubo a causa della corsa aggiuntiva inclusa nel disegno;
  • Il catetere di Nelaton ha dimostrato di funzionare con pazienti che necessitano di conferma della diagnosi o di cateterizzazione della vescica intermittente;
  • Un catetere a tre vie è principalmente necessario per i pazienti con ematuria grave a causa della presenza di una quantità invisibile di sangue nelle urine a causa della sua funzione di irrigazione continua della vescica.

Cateterizzazione maschile - indicazioni e algoritmo della procedura

La procedura per inserire un tubo catetere in plastica, gomma o metallo nella cavità interna della vescica attraverso il canale urinario viene chiamata cateterizzazione.

La tecnica di cateterizzazione della vescica di uomini e donne differisce in modo significativo a causa delle peculiarità della struttura del sistema urinario.

Indicazioni e controindicazioni

La cateterizzazione della vescica urinaria viene spesso eseguita a scopo diagnostico:

  • studi di pervietà delle vie urinarie;
  • studio delle proprietà organolettiche delle urine;
  • determinazione della quantità e della composizione dell'urina;
  • per l'analisi della microflora.

Il catetere viene introdotto anche negli uomini per scopi medici:

  • quando è impossibile urinare indipendentemente (in un coma);
  • in caso di ritardo acuto del deflusso delle urine associato ad adenoma prostatico, restringimento del lume dell'uretra, blocco dell'uretra a causa di un tumore, idronefrosi;
  • quando spremere la vescica;
  • per l'introduzione di farmaci: antibiotici o soluzioni disinfettanti direttamente nella vescica urinaria.

La procedura di cateterizzazione ha una serie di controindicazioni:

  • infiammazione acuta o lesione dell'uretra e della vescica;
  • trovare sangue nello scroto, uretra;
  • l'urina non passa nella vescica urinaria (anuria);
  • la presenza di malattie sessualmente trasmissibili.

Caratteristiche della procedura negli uomini

La procedura per la cateterizzazione negli uomini è complicata da due circostanze:

  1. negli uomini l'uretra ha una lunghezza compresa tra 20 e 25 cm;
  2. negli uomini, l'uretra è più stretta rispetto alle donne e presenta due contrazioni fisiologiche (l'area tra le parti spugnose e membranose dell'uretra e l'ingresso alla vescica urinaria), il che rende difficile l'inserimento di un catetere.

La procedura può essere eseguita in uomini solo da un professionista medico qualificato, preferibilmente con una formazione medica superiore, che ha l'abilità di introdurre perfettamente un catetere.

Alla fine della procedura, è necessario rimanere in posizione supina per almeno 1,5 ore fino alla completa scomparsa di sensazioni sgradevoli.

Strumenti necessari

Per eseguire la procedura è necessario preparare tutti gli strumenti che possono essere utili:

  • guanti medici in gomma;
  • vassoio per strumenti medici;
  • pannolino medico;
  • salviette di garza sterili (almeno 2 pezzi);
  • palline di cotone sterili (almeno 2 pezzi)
  • Soluzione di clorexidina allo 0,5%;
  • soluzione di furatsillina (fino a 1,5 litri);
  • glicerina o paraffina liquida;
  • pinzette sterili;
  • La siringa di Janet;
  • cateteri morbidi sterili di diversi diametri (almeno 2 pezzi);
  • contenitore per la raccolta delle urine (se è necessario raccogliere l'urina per l'analisi, il contenitore deve essere sterile).

Algoritmo di esecuzione

Quando si esegue una procedura come la cateterizzazione della vescica negli uomini, la sequenza di azioni è la seguente:

  • un professionista medico si lava le mani e le tratta con una soluzione disinfettante (soluzione di clorexidina allo 0,5%);
  • Preparare un posto per la procedura: mettere tutti gli strumenti necessari per la procedura nel vassoio sterile: cateteri, le cui estremità sono pre-lubrificate con glicerina sterile o olio di vaselina, pinzette, palle sterili imbottite inumidite con furacilina, tovaglioli sterili, siringa di Jane con soluzione di furatsilina riscaldata. Sul divano dove sarà il paziente, metti un pannolino medico;
  • preparare il paziente: viene lavato via, poi adagiato sulla schiena con le gambe leggermente divorziate piegate alle ginocchia. Tra le gambe impostare la capacità di urina;
  • un medico indossa guanti di gomma sterile e si trova alla destra del paziente per la procedura;
  • Il pene è avvolto in un panno sterile sotto la testa. Il prepuzio si allontana. La testa del pene viene trattata con un batuffolo di cotone immerso nella soluzione di furatsilin, dall'uretra alla periferia;
  • le dita aprono l'apertura esterna dell'uretra e versano un paio di gocce di glicerina sterile;
  • pinze sterili prendono il catetere necessario ad una distanza di 5-6 cm dall'estremità arrotondata;
  • il catetere viene inserito nell'uretra di 5 cm, quindi il catetere viene intercettato dalle pinzette e inserito altri 5 cm, mentre si tira delicatamente il pene sul catetere;
  • l'aspetto dell'urina indica che il catetere ha raggiunto la vescica. La punta del catetere è immersa in un contenitore di urina;
  • alla fine dell'escrezione urinaria, una catetere di Jané riempita con 150 ml di furacilina è attaccata al catetere. Lavare la vescica fino a quando il fluido rilasciato dal catetere è libero;
  • il catetere viene rimosso lentamente con movimenti rotatori;
  • l'apertura esterna dell'uretra viene nuovamente trattata con un batuffolo di cotone sterile inumidito con furatsilinom.
È necessario monitorare attentamente i propri sentimenti durante la procedura. La cateterizzazione dovrebbe causare disagio causato dalla ricerca del catetere nell'uretra, ma il taglio, il dolore, la combustione non dovrebbero essere osservati.

Possibili complicazioni

La cateterizzazione della vescica con un catetere morbido negli uomini è associata ad un alto rischio di complicanze, pertanto dovrebbe essere eseguita solo nei casi in cui vi siano indicazioni che richiedono indubbia cateterizzazione.
Le complicazioni possono verificarsi per diversi motivi:

  • insufficiente esame preliminare del paziente, mancati processi infiammatori che hanno provocato un'infezione secondaria delle vie urinarie;
  • misure sanitarie e igieniche ingiuste per l'antisepsi e l'asepsi dei dispositivi possono causare processi infiammatori nell'uretra e nella vescica;
  • esecuzione tecnicamente scorretta che porta a lesioni e rotture dell'uretra

Video correlati

Come funziona la cateterizzazione della vescica maschile? Video della procedura di fronte a voi:

La tecnica di cateterizzazione della vescica negli uomini è molto più specifica e più difficile di eseguire la stessa procedura nelle donne. È effettuato per alleviare la condizione del paziente, quindi è necessario prepararsi con cura per la sua attuazione - per passare tutti i test necessari, selezionare uno specialista esperto, monitorare le loro condizioni. In tutte le condizioni, la procedura dovrebbe avere successo e dare risultati positivi.

Cateterismo della vescica negli uomini: come e per cosa viene eseguito

La cateterizzazione della vescica è una procedura medica diffusa che può essere eseguita sia a scopo diagnostico che terapeutico. È facile inserire il catetere, ma è necessario conoscere tutte le sottigliezze della manipolazione e avere una buona padronanza della tecnica, altrimenti sono possibili complicazioni.

Qual è la procedura?

Cateterizzazione comporta l'introduzione di un tubo sottile (catetere) attraverso l'uretra nella cavità interna della vescica. La manipolazione può essere effettuata solo da un urologo esperto o da un'infermiera con determinate abilità.

La procedura stessa può essere a breve oa lungo termine:

  • Per un breve periodo, il catetere viene installato durante gli interventi chirurgici sugli organi urinari o dopo l'intervento chirurgico, nonché a scopo diagnostico o di emergenza per la ritenzione urinaria acuta.
  • Per molto tempo, un catetere transuretrale viene posto in certe malattie, quando la minzione è seriamente difficile o impossibile.

Il vantaggio della procedura è che, grazie ad esso, è abbastanza facile eseguire determinate misure diagnostiche, ad esempio, per prelevare una porzione di urina sterile per l'analisi o per riempire lo spazio della vescica con uno speciale agente di contrasto per la successiva urografia retrograda. Il drenaggio urgente in alcune situazioni può essere l'unico modo per svuotare la vescica piena ed evitare l'idronefrosi (una patologia caratterizzata da un'espansione della pelvi renale con successiva atrofia del parenchima). Per le malattie della vescica, la cateterizzazione transuretrale è un modo efficace per somministrare farmaci direttamente sul sito del processo infiammatorio. Anche il drenaggio delle urine attraverso il catetere può essere parte di un programma per la cura dei pazienti affetti da letto, soprattutto negli anziani.

La cateterizzazione della vescica viene eseguita a scopo diagnostico e terapeutico.

Gli svantaggi della procedura includono l'alto rischio di complicanze, soprattutto se un operatore sanitario inesperto inserisce il catetere.

L'escrezione di urina può essere effettuata da vari dispositivi. I cateteri a breve termine possono essere morbidi (flessibili) e rigidi:

  • Flessibili sono realizzati in gomma, silicone, lattice, sono disponibili in diverse misure. Modelli più usati di Timan o Nelaton. Possono essere assegnati da un operatore sanitario con esperienza nell'esecuzione di manipolazioni simili.
  • Cateteri rigidi sono realizzati in metallo - acciaio inossidabile o ottone. Inserire un tale disegno può solo urologo. I cateteri rigidi vengono utilizzati solo una volta.
Un catetere metallico può essere installato solo da un urologo.

Cateteri permanenti progettati per un uso a lungo termine possono essere di varie forme e configurazioni - hanno 1,2 o 3 giri. Il catetere di Foley in lattice più comunemente installato, che è fissato nel lume della vescica a causa di un palloncino riempito con soluzione salina sterile. A causa del rischio di complicanze (uretrite, prostatite, pielonefrite, orchite), si raccomanda di lasciare il catetere nell'uretra per non più di 5 giorni, anche se accompagnato da antibiotici o uro-stimici. Se necessario, un uso più prolungato del design applicato con rivestimento in nitrofurano o argento. Tali dispositivi possono essere cambiati una volta al mese.

Cateteri morbidi sono disponibili in una varietà di modelli e dimensioni.

C'è un altro metodo di drenaggio della vescica - attraverso una puntura nella parete addominale. A tale scopo vengono utilizzati speciali dispositivi sovrapubici, ad esempio un catetere di Pezzer.

La cateterizzazione della vescica può essere non solo transuretrale, ma anche sovrapubica transcutanea

Indicazioni e controindicazioni all'installazione del catetere

La cateterizzazione può essere effettuata con lo scopo medico:

  • con ritenzione urinaria acuta o cronica;
  • quando è impossibile urinare indipendentemente, per esempio, se il paziente è in coma o sotto shock;
  • per il recupero postoperatorio del lume uretrale, il drenaggio delle urine e la registrazione della diuresi;
  • per la somministrazione intravescicale di farmaci o il risciacquo della cavità vescicale.

I compiti diagnostici si ottengono anche attraverso il drenaggio della vescica transuretrale:

  • raccolta di urina sterile per analisi microbiologiche;
  • valutazione dell'integrità del tratto escretore in varie lesioni della regione pelvica;
  • riempire la vescica con un mezzo di contrasto prima dell'esame radiologico;
  • conducendo test urodinamici:
    • determinazione e rimozione dell'urina residua;
    • valutazione della capacità della vescica;
    • monitoraggio della diuresi.
La cateterizzazione della vescica viene solitamente eseguita nel periodo postoperatorio.

La cateterizzazione transuretrale è controindicata nelle seguenti condizioni:

  • malattie del tratto urinario acuto:
    • uretrite (compresa la gonorrheal);
    • orchite (infiammazione testicolare) o epididimite (infiammazione dell'epididimo);
    • cistite;
    • prostatite acuta;
    • ascesso o neoplasia della prostata;
  • varie lesioni dell'uretra - rotture, danni.

Come si imposta un catetere negli uomini?

La procedura viene eseguita con il consenso del paziente (se è cosciente), mentre lo staff medico è obbligato a informare su come verrà effettuata la manipolazione e perché è necessario. Molto spesso, viene inserito un catetere flessibile.

Il drenaggio transuretrale con catetere metallico a causa del dolore e del pericolo di lesioni viene raramente eseguito e solo da un urologo esperto. Tale manipolazione è necessaria per le stenosi (restringimento patologico) dell'uretra.

Per la procedura con un catetere flessibile, l'infermiera prepara strumenti sterili e materiali di consumo:

  • guanti;
  • catetere monouso;
  • tela cerata medica;
  • pinza per lavorare con materiali di consumo;
  • pinze per l'impostazione del catetere;
  • medicazione sterile;
  • vassoi;
  • La siringa di Janet per lavare la vescica.
Prima della procedura, l'operatore sanitario è obbligato a informare il paziente sull'imminente cateterismo.

Preparare anche olio di vaselina pre-sterilizzato, soluzione disinfettante per il trattamento delle mani del personale medico, ad esempio, soluzione di sterillium, furatsilin o clorexidina per la disinfezione del pene. Il povidone-iodio può essere usato per trattare l'uscita uretrale, Katedzhel (gel con lidocaina e clorexidina) può essere utilizzato per l'anestesia locale.

Con un forte spasmo dello sfintere (muscoli della trazione) della vescica prima della procedura, si esegue la preparazione: applicare una piastra riscaldante calda nell'area sovrapubica e iniettare una soluzione antispasmodica No-spy o Papaverine.

Gel Katedzhel con lidocaina è destinato all'anestesia e alla prevenzione delle complicanze durante la cateterizzazione della vescica

  1. Il paziente è posto sulla sua schiena con le gambe leggermente divorziate, prima spargimento della tela cerata.
  2. Il trattamento igienico dei genitali viene effettuato bagnando un tovagliolo in una soluzione antisettica, mentre si lava la testa del pene con una soluzione disinfettante dall'apertura dell'uretra verso il basso.
  3. Dopo aver cambiato i guanti, il pene viene preso con la mano sinistra, avvolto con un tovagliolo di garza e raddrizzato perpendicolarmente in relazione al corpo del paziente.
  4. Spingendo giù il prepuzio, esponendo l'uscita dell'uretra, trattare questo posto con un antisettico - Povidone-iodio o clorexidina, iniettato nell'uretra Katedzhel (se disponibile).
  5. Maneggiare l'estremità del tubo, che sarà introdotto, Katedzhel o paraffina liquida.
  6. Le pinze sterili, che sono tenute nella mano destra, bloccano il catetere ad una distanza di 50-60 mm dall'inizio, l'estremità è bloccata tra due dita.
  7. Inserire con cura l'estremità del tubo nell'apertura uretrale.
  8. Spingi lentamente il tubo attraverso il canale, intercettandolo con una pinzetta, mentre tiri delicatamente il pene verso l'alto con la mano sinistra, come se "lo stringa" sul catetere. Nelle aree di contrazioni fisiologiche, fanno brevi fermate e continuano ad avanzare il tubo con movimenti rotatori lenti.
  9. Entrando nella vescica, si può sentire la resistenza. In questo caso, fai una pausa e chiedi al paziente più volte di fare un respiro profondo e lento.
  10. Dopo l'inserimento del tubo nella cavità della vescica, l'urina appare dall'estremità distale del catetere. È versato in un vassoio incorniciato.
  11. Se viene inserito un catetere permanente, con un orinatoio, dopo la fuoriuscita dell'urina, il palloncino di fissazione viene riempito di soluzione salina (5 ml). Il palloncino manterrà il drenaggio nella cavità della vescica. Dopodiché, il catetere è collegato all'orinatoio.
  12. Se è necessario risciacquare la cavità della vescica, è fatto utilizzando una siringa Jané dopo il deflusso delle urine. Di solito usi la soluzione calda di furatsilina.

Video: tecnica di cateterizzazione della vescica

Quando si determina una resistenza significativa nel percorso del catetere lungo l'uretra, non si dovrebbe cercare di superare l'ostacolo con la forza - questo può portare a gravi complicanze, fino alla rottura dell'uretra. Dopo 2 tentativi infruttuosi di eseguire un cateterismo transuretrale della vescica, è necessario abbandonarlo a favore di altre tecniche.

Ancora più cautela richiede la cateterizzazione con uno strumento duro. La tecnica di iniezione è simile alla cateterizzazione con un tubo morbido. Dopo un trattamento igienico standard dei genitali, un catetere metallico sterile viene inserito nell'uretra con un'estremità ricurva verso il basso. Spingere con cura lungo il canale, tirando su il pene. Per superare l'ostacolo sotto forma di sfintere muscolare creato dallo sfintere della vescica, il pene è posto lungo la linea mediana dell'addome. Il completamento positivo dell'introduzione è indicato dal flusso di urina dal tubo e dall'assenza di sangue e dolore nel paziente.

La cateterizzazione della vescica con un catetere metallico è una procedura complessa che può causare lesioni all'uretra o alla vescica.

Tradizionalmente, il catetere nell'uretra viene iniettato negli uomini senza anestesia, mentre viene semplicemente trattato con glicerina sterile o paraffina liquida per facilitare lo scorrimento del tubo. Quando mio marito era nel dipartimento di urologia, per la prima volta ha avuto la procedura in questo modo. E tutto è stato fatto molto rapidamente e piuttosto maleducato. Il marito si è lamentato del fatto che ci sia stato davvero poco piacere. Disturbo pronunciato durante la procedura e dopo: bruciore, falso desiderio di urinare, dolore tirando il basso ventre. Andare in bagno per altri due giorni è stato accompagnato da un dolore evidente. Quando abbiamo dovuto inserire il catetere la prossima volta, ci è stato chiesto di usare un Katedzhel e un catetere di diametro più piccolo. L'altra infermiera eseguì la manipolazione e agì con molta cautela: mosse lentamente il catetere, fece una pausa, dando al marito l'opportunità di rilassarsi e respirare tranquillamente. Anestesia e tecnica adeguata per svolgere il proprio lavoro - il dolore non era quasi percepito e, dopo aver rimosso il catetere, il disagio è andato molto più veloce.

Rimozione del catetere

Se lo scopo del cateterismo era una singola escrezione di urina, dopo che questo processo è stato completato, il tubo viene lentamente e accuratamente rimosso, l'uscita dell'uretra viene trattata con un antisettico, asciugata, riportata al punto del prepuzio.

Prima di rimuovere il catetere permanente, con una siringa, rilasciare il liquido dal pallone. Se è necessario risciacquare la cavità della vescica, farlo con la soluzione di furacilina ed estrarre il catetere.

Possibili complicazioni

La procedura è progettata per alleviare le condizioni del paziente, tuttavia, se la non conformità con la tecnica di attuazione o le regole di asepsi, può portare a complicazioni. La conseguenza più grave di un cateterismo non riuscito è una lesione all'uretra, alla sua perforazione (rottura) o al collo della vescica.

La complicazione più grave della procedura è la perforazione dell'uretra.

Altre complicazioni che possono verificarsi dopo la manipolazione:

  • Ipotensione. Il riflesso vasovagale - una forte eccitazione del nervo vago, in cui vi è una diminuzione della pressione sanguigna, una diminuzione della frequenza cardiaca, pallore, secchezza delle fauci e talvolta perdita di coscienza - si verifica come risposta a dolore o disagio moderato quando viene inserito un catetere o si scarica rapidamente la vescica eccessivamente tesa. L'ipotensione nel periodo più remoto dopo il drenaggio può svilupparsi sullo sfondo di una maggiore diuresi post-ostruttiva.
  • Ematuria macroscopica o macroscopica La comparsa di sangue nelle urine avviene più spesso a causa dell'introduzione brusca del tubo con lesione (sedimentazione) della membrana mucosa.
  • Parafimosi iatrogena - una forte compressione della testa del pene alla base con un anello denso di tessuto prepuziale (prepuzio). La causa di questo fenomeno può essere un'esposizione approssimativa della testa e un lungo spostamento del prepuzio durante la cateterizzazione.
  • L'infezione ascendente è una delle complicanze più frequenti causate dall'incuria delle regole di asepsi. La contaminazione della microflora patogena delle vie urinarie può portare allo sviluppo di uretrite (infiammazione del canale urinario), cistite (infiammazione della vescica), pielonefrite (infiammazione della pelvi e del rene parenchima) e infine portare a urosepsis.
Una delle possibili complicanze della cateterizzazione della vescica è l'infezione ascendente.

A causa dell'elevato rischio di complicazioni alla cateterizzazione della vescica negli uomini si è ricorso solo a indicazioni assolute.

Nonostante il possibile disagio che un paziente può provare durante l'inserimento di un catetere, è spesso questa procedura che può essere di grande beneficio e diventare uno dei passaggi sulla via del recupero.

Altri Articoli Su Rene