Principale Cisti

Forma primaria e secondaria di pyelonephritis

Lascia un commento 2.478

La più comune malattia in urologia è la pielonefrite secondaria, che viene diagnosticata nell'82,4% dei pazienti nei reparti di urologia. Molto spesso la malattia si verifica nelle donne. La pielonefrite nei bambini si verifica non meno frequentemente delle malattie respiratorie. La malattia è ben curabile se segui tutte le istruzioni del medico e assicurati di seguire una dieta.

Informazioni generali su pielonefrite

Se sospetti una malattia renale, devi consultare immediatamente un medico.

La pielonefrite è un processo infiammatorio che coinvolge la pelvi renale e il calice, così come il parenchima dell'organo stesso. Si verifica più spesso in un rene, bilaterale è meno comune. Nel caso di entrambi i reni, l'infiammazione è asimmetrica. La causa della patologia è un'infezione che è penetrata nei reni attraverso il sangue o il tratto urinario. A causa delle peculiarità della struttura fisiologica delle donne, la pielonefrite viene diagnosticata più spesso che negli uomini.

Tipi di patologia

L'infiammazione del parenchima renale ha diversi tipi. Fino ad ora, una classificazione esatta di questa patologia non esiste, ma i medici condizionano isolatamente la pielonefrite primaria e secondaria. La differenza tra queste specie è la presenza o l'assenza di precedenti malattie. Inoltre, la malattia può essere classificata mediante cambiamenti morfologici negli organi, dalle caratteristiche del quadro clinico, ecc.

Vista principale

Pielonefrite primaria si verifica senza prerequisiti e patologie precedenti dei reni o del tratto urinario. Tuttavia, si ritiene che questo tipo di patologia provochi una breve violazione non rilevata dell'urodinamica. L'infezione in questo caso entra nel rene dalla fonte di infezione nel corpo (carie, raffreddore precedente, ecc.).

Vista secondaria

Questo tipo di patologia è anche chiamata pielonefrite cronica secondaria. Prima del suo verificarsi, il paziente ha sofferto di pielonefrite acuta, cistite o processi infiammatori acuti delle vie urinarie. La patologia viene rilevata attraverso analisi di laboratorio delle urine, esame per la presenza di calcoli renali, diagnosi di insufficienza renale. Il tipo più comune di pielonefrite. Tra gli urologi, c'è un'opinione secondo cui non esiste una patologia primaria.

Altre classificazioni

Secondo il decorso clinico della patologia la malattia è divisa in:

La patologia di tipo acuto e cronico è caratterizzata dalla presenza di focolai di infiammazione e di cambiamenti morfologici polimorfici. Se entrambi i reni sono colpiti, il loro danno non è uguale. Se la patologia ha colpito un rene, allora l'intensità della lesione in diverse parti dell'organo è diversa. Vicino alle aree sane del parenchima ci sono focolai di infiammazione e sclerosi. I percorsi della patologia dell'infezione avvengono:

  • ematogeno (discendente, l'infezione proviene dal sangue);
  • urinogeno (ascendente, infezione penetrata attraverso il tratto urinario).
Torna al sommario

Forme di patologia

La malattia è divisa in forme a seconda della pervietà delle vie urinarie e della loro condizione. La patologia può essere riconosciuta come ostruttiva o non ostruttiva. Vale la pena notare che la forma ostruttiva dell'infiammazione si riferisce al tipo secondario di patologia. L'efficacia del trattamento successivo dipende dalla correttezza nel determinare la forma della patologia.

Tipo di pielonefrite ostruttiva secondaria

La forma ostruttiva si sviluppa come un derivato di malattie urologiche congenite o già esistenti, che sono accompagnate da deflusso ostruito di urina. Le cause congenite sono anomalie ureterali, diverticoli della vescica, reflusso vescico-ureterale. Cause acquisite di forme ostruttive sono l'urolitiasi, il restringimento dell'uretere, l'insorgenza di tumori.

Forma non ostruttiva

La forma non ostruttiva della patologia si sviluppa come conseguenza di disordini metabolici o in presenza di altre malattie. In questo caso, una violazione dell'escrezione di urina non è associata alla presenza di ostacoli fisici. A causa di un disturbo metabolico, l'immunità si indebolisce. Questa è la causa principale di questo tipo di malattia. Il suo sviluppo provoca diabete, ipertensione arteriosa, aterosclerosi.

cause di

I fattori che portano allo sviluppo della pielonefrite sono suddivisi in locali e comuni:

  • I fattori locali provocano la pielonefrite ostruttiva secondaria. La violazione più spesso manifestata di passaggio di urina, riflusso vesicoureteral.
  • Le cause comuni sono lo stato di salute umana in generale, la presenza di malattie sistemiche, l'ipotermia, ecc.
L'infiammazione dei reni non curata si sviluppa in patologie più complesse e durante la gravidanza minaccia la salute del feto e del partoriente. Torna al sommario

Fattori di rischio

I seguenti fattori possono causare l'infiammazione del parenchima renale:

  • urolitiasi;
  • stenosi (restringimento) degli ureteri;
  • l'emergenza di tumori;
  • adenoma prostatico;
  • la gravidanza;
  • diabete mellito;
  • ipertensione;
  • altre malattie infiammatorie.
Torna al sommario

patogenesi

L'infezione entra nei reni in tre modi: ematogena, urinogenea, ascendente lungo le pareti delle vie urinarie.

L'infezione, una volta nei reni, provoca infiammazione e quindi complica il lavoro dell'organo.

L'infezione, penetrando nei vasi sanguigni dei glomeruli renali con il sangue, porta all'inizio del processo infiammatorio, danneggia l'endotelio e passa nel lume dei tubuli stessi. I trombi infettivi sono circondati dall'infiltrazione dei leucociti. Se il trattamento è stato avviato in tempo, l'infiltrato viene sostituito dal tessuto connettivo. Se la malattia viene trascurata, si sviluppano ulcere.

L'infezione urogenica si verifica in presenza di reflusso, quando l'urina dall'uretere ritorna agli ureteri. Un'infezione dell'urea dalla pelvi renale penetra nel flusso sanguigno. Inoltre, la malattia si sviluppa come con l'infezione ematogena. Penetra nei reni lungo le pareti delle vie urinarie, l'infezione colpisce il tessuto interstiziale e provoca il processo infiammatorio.

sintomatologia

I sintomi della pielonefrite indicano una grave malattia infettiva, intossicazione profonda. I segni generali della malattia non consentono di determinare il tipo di malattia, dal momento che eventuali lesioni infettive hanno una serie di somiglianze. I segni locali di pielonefrite secondaria sono più pronunciati e contribuiscono alla sua diagnosi. In generale, il quadro clinico dipende da una serie di fattori e dal tipo di malattia.

Pyelonephritis affilato

La fase acuta è caratterizzata da un aumento delle dimensioni del rene e un ispessimento della sua capsula. Sintomi comuni:

  • debolezza generale;
  • brividi;
  • febbre;
  • sudorazione;
  • sintomi di intossicazione.

Segni locali di malattia:

  • sensazioni di dolore;
  • tensione muscolare nella regione lombare;
  • cambiamenti di urina;
  • minzione frequente e dolorosa (raramente).
Torna al sommario

Forma secondaria acuta di pielonefrite

La colica renale sorge dalle pietre. L'infezione intensiva a causa dell'urina stagnante appare più luminosa della forma primaria della malattia. Le condizioni del paziente peggiorano, la temperatura sale a 38-39 ° C, c'è un crollo, mal di testa, battito cardiaco accelerato, sete, forte dolore alla schiena persistente. Alla palpazione si avverte un rene allargato.

Sintomi di patologia cronica

La pielonefrite cronica ostruttiva si manifesta con dolore nella regione lombare e nel rene interessato. Possibile disuria. L'analisi delle urine del laboratorio determina un aumento del numero di globuli bianchi. Con l'esacerbazione, solo il 20% dei pazienti ha la febbre. La forma non ostruttiva della malattia è accompagnata da debolezza generale, brividi e dolore. La patologia procede in forma latente e viene rilevata durante l'esame.

Forma primaria e secondaria di pyelonephritis in bambini

La forma primaria di questa patologia nei bambini si verifica nel caso di:

  • disbiosi;
  • sviluppo della cistite;
  • cambiamenti improvvisi nella composizione del sangue o della microflora intestinale.

La forma secondaria si sviluppa come risultato di:

  • Anomalie nella struttura dell'uretra.
  • Pulizia insufficiente del corpo. Ciò accade in caso di sviluppo difettoso dei reni.
  • Il verificarsi di pietre. La ragione principale per lo sviluppo della forma secondaria di pielonefrite. Nei bambini è raro.

La pielonefrite nei bambini è la patologia urologica più comune, che minaccia un piccolo paziente con esito fatale.

Metodi diagnostici

Per la diagnosi è importante raccogliere anamnesi. Un'attenzione particolare è rivolta a:

  • la presenza di colica renale;
  • minzione compromessa;
  • lesioni precedenti;
  • prostatite;
  • brividi;
  • temperatura corporea
Torna al sommario

Test di laboratorio

La diagnosi di laboratorio prevede lo studio di indicatori di urina, quali:

  • conteggio dei leucociti;
  • acidità delle urine;
  • peso specifico;
  • il numero di batteri sul peso medio (identificazione del patogeno);
  • colorazione delle urine secondo Gram.

Esame strumentale

La diagnostica strumentale consente di vedere le condizioni generali dei reni, la presenza di tumori. Obbligatorio per sospetta pielonefrite acuta ostruttiva. Durante il processo diagnostico, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • esame ecografico;
  • immagine a raggi x;
  • diagnosi di rudionuclide.
Torna al sommario

Trattamento di pyelonephritis primario e secondario

Il trattamento della pielonefrite primaria e secondaria è simile. In entrambi i casi, è necessario seguire rigorosamente una dieta. Vietato sostanze irritanti come piccante, acido, fritto, bevande alcoliche, caffè. Il trattamento deve essere finalizzato all'eliminazione dell'infiammazione, perché dopo aver identificato l'agente eziologico, il medico prescrive uno specifico antibiotico. Viene anche usata la medicina di erbe. La forma secondaria spesso richiede un trattamento chirurgico per rimuovere le pietre.

Pyelonephritis cronico - sintomi e trattamento

La pielonefrite cronica è una malattia che inizia e si diffonde inosservata, senza causare disagi agli esseri umani. I sintomi della malattia compaiono gradualmente.

La malattia è una conseguenza della fase acuta non trattata di pyelonephritis e può durare più di 15 anni. Il processo infiammatorio, che colpisce un rene, colpisce spesso il secondo. Allo stesso tempo, le gemme si riducono di volume, il loro strato esterno diventa sciolto e irregolare.

In futuro, in assenza di una risposta ai sintomi, gli organi si accartocciano e si verifica la necrosi dei loro tessuti. La pielonefrite cronica può esistere come malattia indipendente e come risultato di qualsiasi altra malattia. Secondo le statistiche, le donne si ammalano più spesso degli uomini, il che si spiega con il canale urinario corto.

Sintomi e forme di pyelonephritis cronico

Il meccanismo della pielonefrite si basa sull'abbandono dell'urina batterica nella pelvi. Inizia l'infiammazione, passando dalle pareti del bacino al cervello e alla sostanza corticale dei reni. La malattia è caratterizzata da sintomi flaccidi o dalla loro completa assenza.

In diversi pazienti, il tipo di sintomi può variare in modo significativo. Ciò è dovuto alla presenza di una forma o di un'altra di pielonefrite.

Nella forma latente, non ci sono sintomi specifici, ma ci sono lievi manifestazioni dei seguenti sintomi:

  • affaticamento,
  • Dolore sordo nel lato e nella parte bassa della schiena (sintomo di Pasternatsky),
  • Leggero aumento della temperatura
  • Mal di testa,
  • Malessere generale

A volte la clinica è caratterizzata da un leggero aumento della pressione, anemia debole.

  • sensazione di formicolio nella regione del cuore,
  • mancanza di respiro
  • pelle pallida
  • grave debolezza.

La forma ipertensiva si distingue per ipertensione arteriosa.
Ai precedenti disturbi vengono aggiunti:

  • vertigini,
  • insonnia,
  • crisi ipertensive,
  • dolori lancinanti nel cuore.

Forma azotermica di pielonefrite - una malattia che si manifesta già con l'insorgenza di insufficienza renale cronica. In realtà, non è una forma latente trattata.

Forma ricorrente - la fase di ricaduta e remissione, che si sostituiscono a vicenda, a seconda delle condizioni della persona.
Sintomi di questo modulo:

  • Aumento della temperatura
  • brividi,
  • Disagio nella parte bassa della schiena,
  • Frequenti inviti al bagno,
  • Dolore durante la minzione.

Il periodo di esacerbazione non è come la pielonefrite acuta. Con lo sviluppo di una forma ricorrente, spesso si verifica una sindrome ipertensiva o anemica.

Per la natura dell'infiammazione, la malattia è suddivisa nelle seguenti fasi:

  • Infiammazione attiva
  • Infiammazione latente
  • Remissione.

L'infiammazione nella fase attiva in assenza di un trattamento adeguato o con una terapia scorretta viene sostituita da uno stato latente, che scorre in remissione o ritorna nel processo infiammatorio.

La remissione è un recupero clinico quando il paziente non è tormentato da segni di pielonefrite e i test delle urine non mostrano alcun cambiamento.
La durata del periodo di remissione dipende dalla terapia e dallo stile di vita del paziente.

Guarda i video su questo argomento.

Cause della malattia

La prima causa di pielonefrite cronica sono i microrganismi che arrivano allo stadio attivo a causa di igiene impropria, assunzione inappropriata di agenti antibatterici, con cambiamenti nell'ambiente del pH.
La malattia è causata dai tipi più comuni di batteri:

  • Proteus,
  • E. coli,
  • Stafilococchi e streptococchi,
  • enterococchi,
  • Pseudomonas aeruginosa e altri.

Anche i tipi L di microrganismi influenzano l'insorgenza della malattia, perché possono persistere a lungo nei tessuti umani e entrare nei reni con il sangue.

  • urolitiasi,
  • Adenoma prostatico,
  • cistite,
  • il diabete,
  • gotta,
  • l'obesità,
  • colecistite,
  • Appendicite e altri.

L'esordio della malattia nelle donne può causare gravidanze e parto, vita sessuale.
Le procedure mediche - cistoscopia, cateterismo, anestesia e altro - spesso provocano anche l'insorgenza della malattia.
I bambini soffrono di pielonefrite cronica a causa di anomalie congenite - ureterocele, diverticoli della vescica.

Cosa leggere

  • ➤ Cosa e come dovrebbero essere trattate le emorroidi negli uomini a casa con l'aiuto della medicina tradizionale?

Diagnosi di pyelonephritis primario e secondario

La diagnosi è alquanto difficile, poiché il decorso della malattia è molto debole. Solo una dettagliata domanda sui sintomi e sui test di laboratorio aiuta a stabilire la diagnosi corretta.
Per la diagnosi utilizzando i seguenti metodi diagnostici:

  • Analisi generale di urina e sangue,
  • ultrasuono
  • Semina batteriologica,
  • Analisi del sangue biochimica,
  • Biopsia dei reni.

Per scopi diagnostici, vengono eseguite pielografia e renografia. Il paziente viene anche prescritto un cateterismo per determinare la quantità di proteine ​​e gli enzimi del sangue che precipitano.

Questi metodi permettono di stabilire la natura primaria o secondaria di pyelonephritis.
La Primaria si sviluppa in persone che si lamentano per la prima volta di problemi renali.

Le cause della manifestazione secondaria della malattia sono gli stessi fattori della pielonefrite primaria.

Video su questo argomento

Principi di trattamento della malattia

Il trattamento richiede molto tempo, l'adempimento di tutti i requisiti di uno specialista, la conformità con un'alimentazione corretta.
Il risultato migliore porterà un trattamento completo, che va dall'eliminazione delle cause della malattia e alla fine con i cambiamenti dello stile di vita.
Il complesso di misure terapeutiche include:

  • L'adesione,
  • dieta,
  • Prendendo agenti antibatterici
  • fitoterapia,
  • Terapia immunomodulante,
  • fisioterapia,
  • Trattamento sintomatico
  • Una visita al sanatorio,
  • Trattamento pianificato per evitare recidive.

Poiché la malattia è batterica, l'assunzione di antibiotici diventa obbligatoria e vitale. Il medico prescrive antibiotici basati sui test ottenuti, in cui viene rilevata la sensibilità microbica a determinati farmaci.

La terapia antibatterica comporta l'assunzione di penicilline:

A seconda della sensibilità dei batteri agli antibiotici, possono essere prescritti preparati di cefalosporina:

Sulfonamidi sono prescritti come agenti antimicrobici aggiuntivi:

Dopo la terapia antimicrobica di base, viene fornito un trattamento a lungo termine contro le ricadute con l'uso variabile di diversi antibiotici.

Il trattamento chirurgico della malattia viene effettuato nel caso di:

  • violazione del flusso di urina,
  • riflusso nell'uretere dalla vescica,
  • la presenza di calcoli renali
  • adenoma prostatico.

Al fine di accelerare la guarigione e prevenire le recidive, ai pazienti vengono mostrati i metodi fisioterapeutici di trattamento:

  • elettroforesi,
  • zincatura,
  • bagni di sodio.

Cibo dieta medica

La dieta svolge un ruolo importante nel mantenimento della funzionalità renale.
La nutrizione medica implica il rispetto delle regole:

  • Rifiuto di cibi piccanti, fritti, in salamoia, caffè, brodo, alcool;
  • È consentito mangiare latticini, cereali, verdure al vapore, frutta, carne magra, pesce;
  • Durante il giorno, dovresti bere 2 litri di acqua e altri liquidi (tè, composta, acqua minerale). Durante la recidiva, i liquidi dovrebbero essere ridotti;
  • In forma ipertensiva, dovresti ridurre l'uso del sale nel cibo o abbandonare del tutto il sale;
  • Mostrando cibi diuretici - melone, zucca.

A volte è stata assegnata una conformità alternativa a diverse diete specifiche. Ad esempio, per diversi giorni il paziente consuma cibo acidificante - carne, prodotti a base di pane. I prossimi giorni usano alimenti alcalini - verdure, frutta, latte.

La nutrizione medica dovrebbe essere coerente con il medico, che, se necessario, apporta le proprie modifiche alla dieta.

Complicazioni di pyelonephritis cronico

Un atteggiamento negligente nei confronti di se stessi durante la pielonefrite cronica è pieno di complicazioni.
La mancanza di trattamento causa la sostituzione dei tessuti sani dei reni con un tessuto connettivo grossolano, in conseguenza del quale gli organi non possono svolgere pienamente le loro funzioni.

È importante prevenire la pielonefrite bilaterale cronica, poiché in questo caso si verifica un'insufficienza renale.
Una complicazione molto pericolosa è la pironefrosi, quando il rene è pieno di pus denso.
L'ipertensione secondaria è un'altra complicanza difficile da trattare. Con un forte indebolimento del corpo, la sepsi è possibile.

Prevenire la pielonefrite cronica è sempre più facile che curare. Dopo tutto, le misure preventive sono piuttosto semplici: controllo e controllo medici regolari, evitando il contatto con le superfici fredde, un atteggiamento sensibile nei confronti di se stessi.

Se viene formulata la diagnosi di pielonefrite cronica, la prognosi per la cura è molto favorevole - ogni 5 pazienti si sbarazzano della malattia con un trattamento complesso competente.

Pielonefrite cronica

La pielonefrite cronica è un processo batterico non specifico cronico, che procede prevalentemente con il coinvolgimento del tessuto interstiziale dei reni e dei complessi pelvi-pelvi. La pielonefrite cronica si manifesta con malessere, mal di schiena sordo, febbre di basso grado, sintomi disurici. Nel processo di diagnosi di pyelonephritis cronico, i test di laboratorio di urina e sangue, l'ultrasuono dei reni, la pielografia retrograda, la scintigrafia sono effettuati. Il trattamento consiste nel seguire una dieta e un regime delicato, prescrivere terapia antimicrobica, nitrofurani, vitamine, fisioterapia.

Pielonefrite cronica

In nefrologia e urologia, la pielonefrite cronica rappresenta il 60-65% dei casi dell'intera patologia infiammatoria degli organi urinari. Nel 20-30% dei casi, l'infiammazione cronica è il risultato della pielonefrite acuta. La pielonefrite cronica si sviluppa principalmente nelle ragazze e nelle donne, che è associata alle caratteristiche morfo-funzionali dell'uretra femminile, facilitando la penetrazione di microrganismi nella vescica e nei reni. La pielonefrite cronica più frequente è bilaterale, ma il grado di danno renale può variare.

Per il corso di pielonefrite cronica è caratterizzata da periodi alternati di esacerbazione e cedimento (remissione) del processo patologico. Pertanto, nei reni allo stesso tempo ha rivelato cambiamenti polimorfici - focolai di infiammazione in diversi stadi, aree cicatriziali, aree di parenchima invariato. Il coinvolgimento nell'infiammazione di tutte le nuove aree di tessuto renale funzionante causa la sua morte e lo sviluppo di insufficienza renale cronica (CRF).

Cause di pielonefrite cronica

Il fattore eziologico che causa la pielonefrite cronica è la flora microbica. Questi sono principalmente batteri colibacillari (para-intestinali ed E. coli), enterococchi, Proteus, Staphylococcus, Pseudomonas bacillus, Streptococcus e le loro associazioni microbiche. Un ruolo speciale nello sviluppo della pielonefrite cronica è giocato da L-forme di batteri, che si formano come risultato di una terapia antimicrobica inefficace e cambiamenti nel pH del mezzo. Tali microrganismi sono caratterizzati da resistenza alla terapia, difficoltà di identificazione, capacità di persistere a lungo nel tessuto interstiziale e di essere attivati ​​sotto l'influenza di determinate condizioni.

Nella maggior parte dei casi, la pielonefrite acuta è preceduta da un attacco acuto. infiammazione cronica contribuisce violazioni irrisolto deflusso di urina causata da calcoli renali, ureterale stenosi, reflusso vescico-, Nephroptosis, adenoma della prostata e t. D. Per mantenere l'infiammazione nei reni possono altri processi batteriche nel corpo (uretriti, prostatiti, cistite, colecistite, appendicite, enterocolite, tonsillite, otite media, sinusite, ecc.), malattie somatiche (diabete, obesità), condizioni di immunodeficienza cronica e intossicazione. Ci sono casi di una combinazione di pyelonephritis con glomerulonephritis cronico.

Nelle giovani donne, lo sviluppo della pielonefrite cronica può essere l'inizio dell'attività sessuale, della gravidanza o del parto. Nei bambini piccoli, la pielonefrite cronica è spesso associata ad anomalie congenite (ureterocele, diverticoli della vescica) che violano l'urodinamica.

Classificazione di pyelonephritis cronico

La pielonefrite cronica è caratterizzata dall'insorgenza di tre stadi dell'infiammazione nel tessuto renale. Allo stadio I, viene rilevata l'infiltrazione dei leucociti del tessuto interstiziale del midollo e l'atrofia dei dotti collettori; glomeruli intatti. Allo stadio II del processo infiammatorio, vi è una lesione cicatriziale-sclerotica dell'interstizio e dei tubuli, che è accompagnata dalla morte delle parti terminali dei nefroni e dalla compressione dei tubuli. Allo stesso tempo, si sviluppano ialinizzazione e desolazione dei glomeruli, restringimento o obliterazione dei vasi. Nell'ultima fase III, la pielonefrite cronica, il tessuto renale viene sostituito dalla cicatrice, il rene ha dimensioni ridotte, appare rugoso con una superficie nodosa.

Secondo l'attività dei processi infiammatori nel tessuto renale nello sviluppo della pielonefrite cronica, si distinguono fasi di infiammazione attiva, infiammazione latente, remissione (recupero clinico). Sotto l'influenza del trattamento o in sua assenza, la fase attiva della pielonefrite cronica viene sostituita da una fase latente che, a sua volta, può passare in remissione o nuovamente in infiammazione attiva. La fase di remissione è caratterizzata dall'assenza di segni clinici di pielonefrite cronica e cambiamenti nell'analisi delle urine. Secondo lo sviluppo clinico della pielonefrite cronica, le forme cancellate (latenti), ricorrenti, ipertensive, anemiche, azotemiche sono isolate.

Sintomi di pyelonephritis cronico

La forma latente di pyelonephritis cronico è caratterizzata da manifestazioni cliniche scarse. I pazienti sono solitamente preoccupati per il malessere generale, l'affaticamento, il subfebrile, il mal di testa. La sindrome urinaria (disuria, mal di schiena, edema) è solitamente assente. Il sintomo di Pasternack potrebbe essere leggermente positivo. C'è una piccola proteinuria, leucocituria intermittente, batteriuria. La compromissione della funzione di concentrazione dei reni nella forma latente di pielonefrite cronica si manifesta con ipostenuria e poliuria. Alcuni pazienti possono mostrare lieve anemia e ipertensione moderata.

La variante ricorrente di pyelonephritis cronico si presenta in onde con attivazione periodica e soppressione di infiammazione. Le manifestazioni di questa forma clinica sono la gravità e il mal di schiena doloranti, i disordini disurici, le condizioni febbrili ricorrenti. Nella fase acuta, la clinica sviluppa una pielonefrite acuta tipica. Con la progressione della pielonefrite cronica ricorrente si può sviluppare una sindrome ipertensiva o anemica. In laboratorio, soprattutto quando la pielonefrite cronica viene esacerbata, si determinano grave proteinuria, leucocituria persistente, cilindruria e batteriuria e talvolta ematuria.

Nella forma ipertensiva della pielonefrite cronica, la sindrome ipertensiva diventa predominante. L'ipertensione è accompagnata da vertigini, mal di testa, crisi ipertensive, disturbi del sonno, mancanza di respiro, dolore al cuore. Nella pielonefrite cronica, l'ipertensione è spesso maligna. La sindrome urinaria, di regola, non è pronunciata o è intermittente.

La variante anemica della pielonefrite cronica è caratterizzata dallo sviluppo dell'anemia ipocromica. La sindrome ipertensiva non è pronunciata, urinaria - non permanente e scarsa. Nella forma azotemica della pielonefrite cronica, i casi vengono combinati quando la malattia viene rilevata solo nella fase della malattia renale cronica. I dati clinici e di laboratorio della forma azotemica sono simili a quelli con uremia.

Diagnosi di pyelonephritis cronico

La difficoltà di diagnosticare la pielonefrite cronica è dovuta alla varietà delle varianti cliniche della malattia e al suo possibile decorso latente. Nell'analisi generale di urina in pyelonephritis cronico, leykotsyriya, proteinuria e cylindruria sono scoperti. Un test delle urine secondo il metodo Addis-Kakovsky è caratterizzato dalla predominanza dei leucociti rispetto ad altri elementi del sedimento urinario. La coltura urinaria batteriologica aiuta a identificare la batteriuria, identificare i patogeni della pielonefrite cronica e la loro sensibilità ai farmaci antimicrobici. Per valutare lo stato funzionale dei reni utilizzati campioni Zimnitsky, Rehberg, esame biochimico del sangue e delle urine. Nel sangue della pielonefrite cronica, sono stati riscontrati anemia ipocromica, ESR accelerata e leucocitosi neutrofila.

Il grado di disfunzione renale viene raffinato mediante cromocistoscopia, urografia escretoria e retrograda e nefroscintigrafia. Riducendo le dimensioni dei reni e le modifiche strutturali nel tessuto renale vengono rilevati dagli ultrasuoni dei reni, CT, MRI. I metodi strumentali per la pielonefrite cronica indicano obiettivamente una riduzione delle dimensioni dei reni, la deformazione delle strutture del cotile-bacino, una diminuzione della funzione secretoria dei reni.

In casi clinicamente poco chiari di pyelonephritis cronico, è indicata una biopsia renale. Nel frattempo, una biopsia durante la biopsia del tessuto renale non affetto può dare un risultato falso negativo nello studio morfologico della biopsia. Nel processo di diagnosi differenziale, sono esclusi l'amiloidosi renale, la glomerulonefrite cronica, l'ipertensione, la glomerulosclerosi diabetica.

Trattamento di pyelonephritis cronico

I pazienti con pielonefrite cronica mostrano un regime benigno con l'eccezione di fattori che provocano l'aggravamento (ipotermia, raffreddore). Sono richieste terapie adeguate per tutte le malattie intercorrenti, monitoraggio periodico dei test delle urine, osservazione dinamica di un urologo (nefrologo).

Il consiglio dietetico include evitare cibi piccanti, spezie, caffè, bevande alcoliche, pesce e prodotti a base di carne. La dieta dovrebbe essere fortificata, contenente latticini, piatti a base di verdure, frutta, pesce bollito e carne. È necessario consumare almeno 1,5-2 litri di liquidi al giorno per prevenire un'eccessiva concentrazione di urina e per assicurare il lavaggio delle vie urinarie. Con esacerbazioni di pielonefrite cronica e con la sua forma ipertensiva, vengono imposte restrizioni sull'assunzione di sale da cucina. In pyelonephritis cronico utile succo di mirtillo, anguria, zucca, melone.

L'esacerbazione della pielonefrite cronica richiede la prescrizione di una terapia antibatterica per quanto riguarda la flora microbica (penicilline, cefalosporine, aminoglicosidi, fluorochinoloni) in combinazione con nitrofurani (furazolidone, nitrofurantoina) o preparati di acido nalidixone. La chemioterapia sistemica continua fino a quando la batteriuria non viene interrotta a causa dei risultati di laboratorio. Nella terapia farmacologica complessa di pyelonephritis cronico, le vitamine B, A, C sono usate; antistaminici (mebhydrolin, promethazine, chloropyramine). In forma ipertensiva, vengono prescritti farmaci ipotensivi e antispastici; con anemico - integratori di ferro, vitamina B12, acido folico.

Nella pielonefrite cronica, è indicata la fisioterapia. La terapia SMT, la galvanizzazione, l'elettroforesi, gli ultrasuoni, i bagni di cloruro di sodio, ecc., Si sono rivelati particolarmente buoni: nel caso dell'uremia, è necessaria l'emodialisi. La pielonefrite cronica molto avanzata, che non è suscettibile di trattamento conservativo ed è accompagnata da una riduzione unilaterale del rene, ipertensione arteriosa, è la base per la nefrectomia.

Prognosi e prevenzione della pielonefrite cronica

Con la pielonefrite cronica latente, i pazienti mantengono la loro capacità di lavorare a lungo. In altre forme di pyelonephritis cronico, la capacità di lavorare è bruscamente ridotta o persa. I termini di sviluppo dell'insufficienza renale cronica sono variabili e dipendono dalla variante clinica della pielonefrite cronica, dalla frequenza delle riacutizzazioni, dal grado di disfunzione renale. La morte di un paziente può verificarsi da uraemia, disturbi acuti della circolazione cerebrale (ictus emorragico e ischemico), insufficienza cardiaca.

La prevenzione della pielonefrite cronica consiste nel trattamento tempestivo e attivo delle infezioni urinarie acute (uretrite, cistite, pielonefrite acuta), riabilitazione dei focolai di infezione (tonsillite cronica, sinusite, colecistite, ecc.); l'eliminazione delle violazioni locali dell'urodinamica (rimozione di pietre, dissezione di stenosi, ecc.); correzione dell'immunità.

Come trattare la pielonefrite secondaria, i sintomi, la diagnosi

Pyelonephritis secondario - è un processo infiammatorio acuto e non specifico nei tessuti renali, causato da un agente patogeno infettivo sullo sfondo della patologia del sistema urinario precedentemente esistente. Può essere un carattere cronico o acuto (meno comune). La base è una violazione del normale flusso (passaggio) delle urine.
La genesi secondaria della malattia determina il decorso più grave della pielonefrite rispetto ad altre forme.

Il processo infiammatorio stesso può essere sia acuto (che si verifica per la prima volta) sia esacerbazione di una cronica precedentemente lenta.

  • La causa più comune è l'ostruzione delle vie urinarie, quindi la pielonefrite secondaria è principalmente ostruttiva.
  • L'assenza di un ostacolo anatomico rimanda formalmente la malattia a una forma non ostruttiva, ma in questo caso ci sono alterazioni funzionali che causano il ristagno delle urine (reflusso). Ciò crea condizioni favorevoli per lo sviluppo dell'agente causale.

La prognosi della malattia per la vita di un paziente è determinata da diversi fattori:

La pielonefrite secondaria ha una prognosi grave ed è soggetta al trattamento. Il successo della terapia è determinato dalla misura in cui è possibile eliminare completamente la precedente patologia del sistema urinario, nonché dalla durata e dalla negligenza del processo infiammatorio.

Cause della malattia

Sia la pielonefrite acuta sia quella cronica richiedono una combinazione di due fattori.

  • Condizioni favorevoli per la vita del microrganismo (in condizioni di ristagno locale di urina).
  • Penetrazione della flora patogena o condizionatamente patogena.

Condizioni patologiche accompagnate da pielonefrite:

  • Urolitiasi.
  • Nephroptosis.
  • Anomalie congenite: stenosi degli ureteri, raddoppiamento del tratto urinario superiore, rene a ferro di cavallo, rene addizionale, pieloectosi congenita, idronefrosi e altri.
  • Infarto del rene
  • Tumori dei reni o delle vie urinarie superiori.
  • Installazione di cateteri urinari per un lungo periodo.

I principali patogeni rilevati dalla malattia: flora coccalica, proteo (Proteus), enterococchi (Enterococcus). Meno comunemente, Klebsiella (Klebsiella), enterobatteri (Entеrobacter), cytobacteria (Citrobacter), Escherichia coli (Escherichia coli) funghi (Candida albicans) e altri.

I fattori predisponenti includono:

  • Anziani o anziani.
  • Predisposizione genetica.
  • Gravidanza.

Fattori provocatori comuni a tutti i tipi di pielonefrite. Di grande importanza sono:

  • Rifornimento di sangue alterato ai reni (shock, infarto renale).
  • Terapia immunosoppressiva (ormoni, citostatici e altri).
  • Lesioni nella zona dei reni, ipotermia.
  • Interventi endoscopici e urologici.
  • Il processo di infezione in altri organi urinari (per le donne - vulvite, per gli uomini - prostatite acuta).

classificazione

In base alle caratteristiche morfologiche e alla durata del flusso:

  • Sharp. Durata fino a 2 settimane. Forse un corso recidivante: ripetizione della ripetizione durante il tempo degli attacchi acuti del processo infettivo.
  • Cronica. Possibile conservazione a lungo termine ea lungo termine dei segni della malattia.

Sul coinvolgimento dei reni nel processo patologico.

  • Sconfitta unilaterale
  • Sconfitta bilaterale Si verifica più spesso.

Il requisito per la caratterizzazione della malattia - un'indicazione della patologia di fondo, che contribuisce alla comparsa e alla conservazione della pielonefrite.

Manifestazioni cliniche / h2>

La malattia è per definizione secondaria. Pertanto, è spesso preceduta da segni di una malattia primaria: attacchi ripetuti di colica renale, intossicazione da una lesione tumorale e altri. In alcuni casi, i segni preliminari possono essere cancellati (per esempio, l'infarto locale del tessuto renale può manifestare una grave pielonefrite non immediatamente al momento della trombosi di una nave, ma dopo un periodo di tempo in cui la lesione si disintegra).

In futuro, la malattia procede con le caratteristiche della pielonefrite acuta o cronica, a seconda della gravità dell'ostruzione (anatomica o funzionale) e dell'estensione del danno alle vie urinarie.

Diagnosi della malattia

Vengono usati metodi comuni per la pielonefrite:

Trattamento di pyelonephritis secondario

Il trattamento è effettuato secondo le regole di trattamento di pyelonephritis affilato o cronico.

Separatamente, la questione dell'eliminazione della malattia primaria. Il principio di base è che finché il passaggio dell'urina non viene ripristinato o migliorato, tutte le misure terapeutiche sono praticamente inefficaci.

  • osservare il riposo a letto durante il periodo di esacerbazione, associato alla febbre (in media da diversi giorni a 2 settimane).
  • il resto del tempo non vi è alcuna limitazione specifica nell'attività fisica.
  • l'ipotermia dovrebbe essere evitata.

Dopo il recupero del deflusso delle urine, bere molta acqua (almeno 2 litri di liquidi al giorno). L'effetto positivo di acqua minerale leggermente alcalina, brodo fianchi o altre erbe e tasse. Durante la formazione di ipertensione, l'assunzione di sale da tavola è limitata a 2-3 grammi al giorno.

Complicazione della malattia

  • Idronefrosi.
  • Ascesso, para-efrite, fusione del tessuto renale (necrosi).
  • Condizione settica. Interruzione del sistema di coagulazione del sangue. Disturbi elettrolitici.
  • Emorragia renale
  • Insufficienza renale. Il più delle volte cronico (forse lo scompenso si è già verificato, ma non è stato diagnosticato).
  • Anemia. Con malattia prolungata o recidiva.
  • Ipertensione arteriosa sintomatica. Si sviluppa come conseguenza della nefrosclerosi, una violazione della funzione urinaria del rene.

Prevenzione delle malattie

Diagnosi tempestiva e correzione delle cause dello sviluppo della pielonefrite secondaria.

Pyelonephritis - quello che è, sintomi, primi segni, trattamento e conseguenze

Una delle più comuni malattie urologiche di natura infettiva, che colpisce il sistema a coppa-bacino e il parenchima renale, è la pielonefrite. Questa patologia piuttosto pericolosa in assenza di un trattamento tempestivo e competente può portare a una violazione delle funzioni escretorie e di filtraggio dell'organo.

Che tipo di malattia renale è, perché è così importante conoscere i primi sintomi e consultare un medico in tempo, e anche a che cosa inizia il trattamento delle diverse forme di pielonefrite, sarà discusso ulteriormente nell'articolo.

Cos'è la pielonefrite

La pielonefrite è una malattia infiammatoria del rene, caratterizzata da danni al parenchima renale, alle coppe e alla pelvi renale.

Nella maggior parte dei casi, la pielonefrite è causata dalla diffusione di infezioni dalla vescica. I batteri entrano nel corpo dalla pelle attorno all'uretra. Poi si sollevano dall'uretra nella vescica e poi entrano nei reni, dove si sviluppa la pielonefrite.

La pielonefrite può essere una malattia indipendente, ma più spesso complica il decorso di varie malattie (urolitiasi, adenoma prostatico, malattie degli organi genitali femminili, tumori del sistema urogenitale, diabete mellito) o si presenta come una complicanza postoperatoria.

classificazione

La pielonefrite renale è classificata:

  1. A causa dello sviluppo - primario (acuto o non ostruttivo) e secondario (cronico o ostruttivo). La prima forma è il risultato di infezioni e virus in altri organi, e la seconda è l'anomalia dei reni.
  2. Nella posizione dell'infiammazione - bilaterale e unilaterale. Nel primo caso, entrambi i reni sono affetti, nel secondo - solo uno, la malattia può essere lasciata o destra.
  3. La forma di infiammazione del rene - sierosa, purulenta e necrotica.
  • La pielonefrite acuta è causata dall'ingestione di un gran numero di microrganismi nei reni, nonché dall'indebolimento delle proprietà protettive dell'organismo (debole immunità, raffreddore, affaticamento, stress, cattiva alimentazione). Il processo infiammatorio è pronunciato brillante. Il più delle volte, viene diagnosticato in donne in gravidanza, il cui corpo è particolarmente vulnerabile.
  • Qual è la pielonefrite cronica? Questa è la stessa infiammazione dei reni, caratterizzata solo da un decorso latente. A causa di cambiamenti nel sistema urinario, il deflusso delle urine viene disturbato, in conseguenza del quale l'infezione raggiunge i reni in modo ascendente.

Secondo le fasi del flusso:

  • L'infiammazione attiva è caratterizzata da sintomi: febbre, pressione, dolore all'addome e bassa schiena, minzione frequente, edema;
  • L'infiammazione latente è caratterizzata dall'assenza di qualsiasi sintomo e, di conseguenza, dalle lamentele del paziente. Tuttavia, la patologia è visibile nell'analisi delle urine;
  • Remissione - non ci sono patologie nelle urine e nei sintomi.

cause di

Nella pielonefrite, come abbiamo già indicato, i reni sono colpiti e fondamentalmente l'effetto dei batteri porta a questo risultato. I microrganismi, che sono comparsi nella pelvi renale o in essa in maniera urogenogenica o ematogena, sono depositati nel tessuto interstiziale del rene, così come nel tessuto del seno renale.

La malattia può verificarsi a qualsiasi età. Più spesso si sviluppa la pielonefrite:

  • nei bambini di età inferiore ai 7 anni (la probabilità di comparsa di pielonefrite aumenta a causa della natura dello sviluppo anatomico);
  • giovani donne di età compresa tra 18 e 30 anni (l'insorgenza di pielonefrite è associata con l'inizio dell'attività sessuale, la gravidanza e il parto);
  • negli uomini anziani (con ostruzione delle vie urinarie dovuta allo sviluppo dell'adenoma prostatico).

Qualsiasi motivo organico o funzionale che impedisca il normale flusso di urina, aumenta la probabilità di sviluppare la malattia. Spesso la pielonefrite compare nei pazienti con urolitiasi.

La causa più comune di infiammazione delle vie urinarie è:

  1. Batterio Kolya (E. coli), stafilococco o enterococco.
  2. Altri batteri gram-negativi hanno meno probabilità di provocare un processo infiammatorio aspecifico.
  3. Spesso i pazienti presentano forme combinate o multiresistenti di infezione (queste ultime sono il risultato di un trattamento antibatterico incontrollato e non sistematico).

Modi di infezione:

  • Ascendente (dal retto o dai fuochi dell'infiammazione cronica, situato negli organi urogenitali);
  • Ematogena (realizzata attraverso il sangue). In questa situazione, la fonte dell'infezione può essere qualsiasi lesione distante situata al di fuori del tratto urinario.

Per il verificarsi di pielonefrite non è sufficiente una penetrazione della microflora nel rene. Per questo, inoltre, sono necessari fattori predisponenti, tra i quali i principali sono:

  1. violazione del deflusso di urina dal rene;
  2. disturbi della circolazione sanguigna e linfatica nell'organo.

Tuttavia, si ritiene che in alcuni casi, microrganismi altamente patogeni possono causare pielonefrite acuta nei reni intatti in assenza di cause predisponenti.

Fattori che aiuteranno i batteri a svilupparsi negli organi appaiati:

  • Mancanza di vitamine;
  • Immunità ridotta;
  • Stress cronico e superlavoro;
  • la debolezza;
  • Malattia renale o predisposizione genetica alla rapida sconfitta degli organi appaiati.

Sintomi di pyelonephritis in adulti

I sintomi della pielonefrite possono variare a seconda dell'età della persona e possono includere quanto segue:

  • malessere generale;
  • Febbre e / o brividi, specialmente nel caso di pyelonephritis affilato;
  • Nausea e vomito;
  • Dolore al lato sotto le costole inferiori, nella parte posteriore, che irradia verso la fossa iliaca e l'area sovrapubica;
  • Confusione di coscienza;
  • Minzione frequente e dolorosa;
  • Sangue nelle urine (ematuria);
  • Urina torbida con un odore pungente.

La pielonefrite è spesso accompagnata da disturbi disurici, manifestati sotto forma di minzione frequente o dolorosa, separazione delle urine in piccole porzioni, predominanza della diuresi notturna durante il giorno.

Sintomi di pyelonephritis renale acuto

In questa forma, la pielonefrite si verifica in concomitanza con sintomi quali:

  • febbre alta, brividi. I pazienti hanno aumentato la sudorazione.
  • Il rene dal lato della lesione fa male.
  • A 3-5 giorni dalla manifestazione della malattia con la palpazione, si può determinare che il rene interessato è in uno stato ingrandito, inoltre, è ancora doloroso.
  • Inoltre dal terzo giorno il pus viene rilevato nelle urine (che è indicato dal termine medico piuria).
  • Brividi e febbre sono accompagnati da mal di testa, dolori alle articolazioni.
  • In parallelo a questi sintomi, c'è un aumento del dolore nella regione lombare, principalmente questo dolore si manifesta ancora dal lato con cui il rene è interessato.

Segni di Pyelonephritis cronico

I sintomi della forma cronica della malattia renale sono molto condizionati e il decorso non ha segni pronunciati. Spesso il processo infiammatorio nella vita di tutti i giorni viene percepito come un'infezione respiratoria:

  • debolezza muscolare e mal di testa;
  • temperatura febbrile

Tuttavia, oltre a questi segni caratteristici della malattia, il paziente ha una minzione frequente, con la comparsa di un odore sgradevole di urina. Nella regione lombare, una persona sente un dolore dolorante costante, sente il desiderio di urinare frequentemente.

I sintomi comuni tardivi della pielonefrite cronica sono:

  • secchezza della mucosa orale (inizialmente insignificante e incostante)
  • disagio nella regione surrenale
  • bruciore di stomaco
  • eruttazione
  • passività psicologica
  • gonfiore del viso
  • pallore della pelle.

Tutto questo può servire come manifestazione di insufficienza renale cronica e sono caratteristici del danno renale bilaterale, il rilascio di fino a 2-3 litri di urina al giorno o più.

complicazioni

Gravi complicanze della pielonefrite includono:

  • insufficienza renale;
  • paranephritis;
  • sepsi e shock batterico;
  • germogli di carbonchio.

Qualsiasi di queste malattie ha gravi conseguenze per il corpo.

Tutti i suddetti sintomi e segni di malattia urologica dovrebbero avere un'adeguata valutazione medica. Non dovresti tollerare e sperare che tutto si formi da solo, così come impegnarsi in un'autotrattamento senza un precedente esame di un medico.

diagnostica

La diagnosi di infiammazione della pelvi renale e del parenchima renale, come al solito, inizia con un esame generale dopo la raccolta dei reclami del paziente. Gli studi strumentali e di laboratorio che danno un quadro completo di ciò che sta accadendo stanno diventando obbligatori.

I metodi di laboratorio includono:

  1. Analisi delle urine generali: un aumento del numero di leucociti e batteri nel campo visivo viene rilevato durante la semina del sedimento urinario su un vetrino. L'urina normale dovrebbe essere di natura acida, con una patologia infettiva, diventa alcalina;
  2. Analisi del sangue clinico generale: tutti i segni di un processo infiammatorio compaiono nel sangue periferico, il tasso di sedimentazione degli eritrociti aumenta e il numero di leucociti nel campo visivo aumenta in modo significativo.
  • nel test del sangue è determinato dall'aumento dei leucociti con uno spostamento della formula a sinistra, accelerato ESR;
  • urina torbida con muco e scaglie, a volte ha un odore sgradevole. Rivela una piccola quantità di proteine, un numero significativo di globuli bianchi e globuli rossi isolati.
  • la vera batteriuria è determinata nelle colture di urina: il numero di corpi microbici per millilitro di urina è> 100 mila.
  • Il test di Nechiporenko rivela la predominanza dei leucociti nella porzione centrale dell'urina rispetto agli eritrociti.
  • in un processo cronico, si osservano cambiamenti nelle analisi biochimiche: un aumento della creatinina e dell'urea.

Tra i metodi di ricerca strumentale prescritti:

  • Ultrasuoni dei reni e dell'addome;
  • tomografia computerizzata o raggi X per rilevare i cambiamenti nella struttura del rene interessato.

Trattamento della pielonefrite renale

Il trattamento della pielonefrite renale deve essere completo, compresi i metodi di trattamento farmacologico e fisioterapico. Completamente trattato con malattia renale contribuisce al rapido recupero del paziente da una patologia infettiva.

di farmaci

L'obiettivo del trattamento farmacologico è mirato non solo a distruggere gli agenti infettivi e ad alleviare i sintomi sintomatici, ma anche a ripristinare le funzioni vitali del corpo mentre la pielonefrite è progredita.

  1. Antibiotici. Durante le esacerbazioni, non possono fare a meno di loro, ma è ottimale se sono prescritti da un medico, ancora meglio se allo stesso tempo spiega come raccogliere e dove passare l'urina per la semina sulla microflora e la sensibilità agli antibiotici. Il più delle volte in pratica ambulatoriale sono utilizzati:
    • penicilline protette (Augmentin),
    • Cefalosporine di seconda generazione (Ceftibuten, Cefuroxime),
    • fluorochinoloni (ciprofloxacina, norfloxacina, ofloxacina)
    • nitrofurans (Furadonin, Furamag), così come Palin, Biseptol e Nitroxoline.
  2. Farmaci diuretici: prescritto per la pielonefrite cronica (per rimuovere l'eccesso di acqua dal corpo e possibile edema), con acuto non è prescritto. Furosemide 1 compressa 1 volta a settimana.
  3. Immunomodulatori: aumentano la reattività del corpo con la malattia e per prevenire l'esacerbazione della pielonefrite cronica.
    • Timalin, per via intramuscolare su 10-20 mg una volta al giorno, 5 giorni;
    • T-activin, per via intramuscolare, 100 mcg 1 volta al giorno, 5 giorni;
  4. Multivitaminici, (Duovit, 1 compressa 1 volta al giorno), la tintura di Ginseng - 30 gocce 3 volte al giorno, sono utilizzati anche per aumentare l'immunità.
  5. I farmaci antinfiammatori non steroidei (Voltaren) hanno effetti anti-infiammatori. Voltaren dentro, su 0,25 g 3 volte al giorno, dopo pasto.

Il trattamento della pielonefrite cronica viene eseguito secondo gli stessi principi della terapia del processo acuto, ma è più duraturo e più laborioso. La terapia della pielonefrite cronica comprende le seguenti misure terapeutiche:

  • eliminazione dei motivi che hanno portato all'ostruzione del deflusso delle urine o alla compromissione della circolazione renale;
  • terapia antibatterica (il trattamento è prescritto tenendo conto della sensibilità dei microrganismi);
  • normalizzazione dell'immunità generale.

Il compito del trattamento nel periodo di esacerbazione è ottenere una remissione completa clinica e di laboratorio. A volte anche un trattamento di 6 settimane con antibiotici non dà il risultato desiderato. In questi casi, lo schema viene praticato, quando per sei mesi viene prescritto un farmaco antibatterico per 10 giorni al mese (ogni volta uno diverso, ma tenendo conto dello spettro di sensibilità) e le erbe diuretiche durante il resto del tempo.

Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico è prescritto nel caso in cui durante il trattamento conservativo le condizioni del paziente rimangano gravi o peggiorino. Di regola, la correzione chirurgica è effettuata quando un pyelonephritis purulento (apostemozny), un ascesso o un rene di carbonchio è rivelato.

Durante l'operazione, il chirurgo esegue il ripristino del lume dell'uretere, l'escissione del tessuto infiammatorio e la creazione di drenaggio per il deflusso di liquido purulento. Se il parenchima renale viene significativamente distrutto, viene eseguita un'operazione - nefrectomia.

Dieta e corretta alimentazione

L'obiettivo perseguito dalla dieta per la pielonefrite -

  • risparmiando la funzione renale, creando condizioni ottimali per il loro lavoro,
  • normalizzazione del metabolismo non solo nei reni, ma anche in altri organi interni,
  • abbassando la pressione sanguigna
  • riduzione dell'edema,
  • massima escrezione di sali, sostanze azotate e tossine dal corpo.

Secondo la tabella delle tabelle mediche secondo Pevzner, la dieta con pielonefrite corrisponde alla tabella n. 7.

La caratteristica generale del tavolo di trattamento n. 7 è una piccola restrizione delle proteine, mentre i grassi e i carboidrati corrispondono alle norme fisiologiche. Inoltre, la dieta dovrebbe essere fortificata.

Prodotti che devono essere limitati o, se possibile, esclusi per il periodo di trattamento:

  • brodi e zuppe di carne, brodo di pesce - si tratta dei cosiddetti "primi" brodi;
  • primi piatti di legumi;
  • pesce in forma salata e affumicata;
  • eventuali varietà grasse di pesce di fiume e di mare;
  • caviale di qualsiasi pesce;
  • frutti di mare;
  • carne grassa;
  • lardo e grasso;
  • pane con sale;
  • qualsiasi prodotto di farina con aggiunta di sale;
  • funghi di qualsiasi tipo e cucinati in qualsiasi modo;
  • tè e caffè forti;
  • cioccolato;
  • confetteria (torte e torte);
  • acetosa e spinaci;
  • ravanello e ravanello;
  • cipolle e aglio;
  • salsicce e salsicce - bollite, affumicate, fritte e al forno;
  • eventuali prodotti affumicati;
  • formaggi affettati e grassi;
  • carne e pesce in scatola;
  • sottaceti e sottaceti;
  • panna acida ad alto contenuto di grassi.

Alimenti ammessi:

  • Carni magre, pollame e pesce. Nonostante il fatto che i cibi fritti siano accettabili, si consiglia di bollire e cuocere a vapore, cuocere a fuoco lento e cuocere senza sale o spezie.
  • Le bevande sono consigliate per bere più tè verde, varie bevande alla frutta, composte, tisane e decotti.
  • Zuppe povere di grassi, preferibilmente su base vegetale vegetariana.
  • Le verdure più preferite per questa dieta - zucca, patate, zucchine.
  • I cereali dovrebbero essere evitati, ma il grano saraceno e l'avena sono accettabili e utili in questa malattia.
  • Si consiglia di mangiare il pane senza l'aggiunta di sale, non è consigliato immediatamente. Si consiglia di fare un toast di pane, asciugarlo nel forno. Sono ammessi anche pancakes, pancakes.
  • Quando pielonefrite è consentito prodotti lattiero-caseari, se sono senza grassi o a basso contenuto di grassi.
  • I frutti possono essere consumati in qualsiasi quantità, sono utili nel processo infiammatorio dei reni.

Dieta con pielonefrite facilita il lavoro dei reni malati e riduce il carico su tutti gli organi del sistema urinario.

Rimedi popolari

Prima di usare rimedi popolari per la pielonefrite, assicurati di consultare il tuo medico, perché Ci possono essere controindicazioni individuali da usare.

  1. 10 grammi di raccolta (preparati da foglie di mirtillo rosso, farfara, fragole, fiordaliso, erba veronica di bosco, ortica e seme di lino) versare acqua bollente (0,5 litri) e riporre in un thermos per 9 ore. È necessario consumare 1/2 tazza almeno 3 volte al giorno.
  2. Il succo di zucca è particolarmente richiesto, che ha un forte effetto anti-infiammatorio durante la cistite e la pielonefrite. Dal vegetale, puoi cucinare te stesso porridge medicinali per colazione o cucinarlo per una coppia, così come nel forno.
  3. Seta di mais - capelli di mais maturo - come diuretico con maggiore pressione. Inoltre, la pianta ha un effetto antispasmodico, che eliminerà la sindrome del dolore nel processo infiammatorio nei reni e in altre parti del corpo, tuttavia, se i coaguli di sangue si formano troppo spesso nel sangue del paziente, la seta di mais dovrà essere abbandonata.
    • Asciugare e macinare la pianta.
    • Versare 1 cucchiaio di pelo con 1 tazza di acqua bollente.
    • Cuocere per 20 minuti.
    • Insistere 40 minuti.
    • Prendi 2 cucchiai. decotto ogni 3 ore.
  4. Raccolta di pyelonephritis di rene: 50 g - coda di cavallo, fragole (bacche) e bacche di rosa canina; 30 g - ortica (foglie), piantaggine, mirtillo rosso e uva ursina; su 20 g - luppolo, ginepro e foglie di betulla. L'intera composizione medicinale mescola e riempie 500 ml di acqua. Porta a ebollizione tutta la massa medica. Dopo il filtraggio, utilizzare 0,5 tazze 3 volte al giorno.

prevenzione

Per la prevenzione della pielonefrite raccomandata:

  • visitare un urologo (una volta ogni 3-4 mesi);
  • tempo di trattare le malattie urologiche e ginecologiche;
  • consumare grandi quantità di liquidi per normalizzare il flusso di urina;
  • evitare l'ipotermia;
  • condurre uno stile di vita sano;
  • attenersi a una dieta equilibrata;
  • non abusare di alimenti proteici;
  • per gli uomini, per controllare lo stato del sistema urinario, soprattutto se in passato ci sono state trasferite malattie urologiche;
  • in presenza di urgenza di urinare per non ritardare il processo;
  • seguire le regole dell'igiene personale.

La pielonefrite renale è una malattia grave che deve essere trattata quando compaiono i primi segni in modo che non ci siano complicazioni. Assicurati di sottoporti a una diagnosi da un nefrologo o urologo, 1-2 volte l'anno.

Altri Articoli Su Rene