Principale Prostatite

Secrezioni di pielonefrite femminile

La pielonefrite è classificata come:

Molto spesso vi è una pielonefrite secondaria, che implica lo sviluppo della malattia sullo sfondo di cambiamenti organici o funzionali nei reni o nel sistema urogenitale. La malattia può verificarsi in violazione del deflusso di urina causato da vari processi patologici, così come il ristagno del sangue venoso e della linfa nei reni. La pielonefrite si sviluppa nelle giovani donne dai 18 ai 30 anni. Spesso questo è dovuto alla comparsa di attività sessuale, gravidanza, parto, cambiamenti ormonali. L'ipotermia svolge un ruolo significativo. È la generazione più giovane di ragazze, rendendo omaggio alla moda, vestito non secondo il tempo.

Questa malattia può verificarsi in background:

  • urolitiasi;
  • diabete;
  • cistite acuta o cronica;
  • malattie infettive (tonsillite, carie, tonsillite cronica);
  • lo stress;
  • malformazioni congenite del sistema genito-urinario;
  • debole immunità;
  • colpisce nel tratto urinario di stafilococchi, streptococchi, Escherichia coli;
  • prolasso dell'utero;
  • lesioni;
  • procedure diagnostiche o chirurgiche;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • formazioni di natura maligna o benigna;
  • Infezione da HIV;
  • vescica neurogena;
  • predisposizione ereditaria

La forma acuta della malattia si verifica più spesso nelle giovani donne che hanno una vita sessuale attiva. A causa della struttura anatomica del sistema genitourinario femminile, l'infezione penetra facilmente nell'uretra e si diffonde ai reni.

La pielonefrite acuta può verificarsi in qualsiasi donna in assenza di misure igieniche e preventive necessarie. Anche se i patogeni di solito attraversano l'uretra, a volte l'infezione penetra nel corpo attraverso la via ematogena, cioè attraverso il sangue. I sintomi della pielonefrite nelle donne sono i seguenti;

  • aumento della temperatura corporea a 38-39 gradi;
  • palpitazioni cardiache;
  • ipertensione;
  • nausea e vomito;
  • dolore nella parte bassa della schiena e inferiore dell'addome;
  • minzione frequente;
  • gonfiore degli arti;
  • perdite vaginali sgradevoli;
  • cambiamento di colore e odore di urina;
  • la presenza di sangue nelle urine;
  • sentirsi debole e letargico;
  • la comparsa di forti sudorazioni e / o brividi.

I segni di pielonefrite nelle donne assomigliano ai sintomi della cistite, quindi, per chiarire la diagnosi, sono necessari esami del sangue e delle urine, così come un esame interno da parte di un nefrologo o di un terapeuta. All'esame, ci può essere dolore nell'angolo vertebrale costale dal rene interessato. L'aumento della pressione sanguigna è più comune nelle donne con diabete e anomalie neurologiche. L'ematuria micro o macroscopica è caratteristico solo del 10% dei pazienti. Il processo complicato è accompagnato da urosepsi, insufficienza renale acuta, necrosi delle papille renali.

Alcune donne possono avere le proprie manifestazioni individuali associate all'età e alla salute generale. Per chiarire la diagnosi sono necessari esami di laboratorio, ultrasuoni e strumentali. La ricerca di laboratorio comprende esami del sangue e delle urine, strisci per la presenza di agenti patogeni. L'ecografia dei reni, della vescica e dell'addome consente di determinare le condizioni dell'intero sistema urogenitale. Oltre a questi studi, se necessario, vengono eseguite radiografie e cromocistoscopie. La TC è prescritta per escludere l'urolitiasi.

Il trattamento della pielonefrite può essere eseguito in regime ambulatoriale o in ospedale. Se il paziente non ha nausea, vomito, segni di sepsi, intossicazione o disidratazione, il trattamento può essere eseguito su base ambulatoriale, tenendo conto che la donna seguirà tutte le raccomandazioni dei medici. Le donne incinte e i pazienti con un processo complicato sono ospedalizzati. Il trattamento della pielonefrite viene sviluppato individualmente.

Lo scopo generale è simile a questo:

  • agenti antibatterici (antibiotici);
  • pillole per il dolore;
  • antispastici;
  • un corso di vitamine per rafforzare il sistema immunitario;
  • farmaci antipiretici;
  • diuretici (farmaci diuretici) sotto forma di iniezioni o compresse.

In un processo semplice, il trattamento antibiotico viene eseguito per 7-10 giorni. Antispastici e antidolorifici di solito sono richiesti solo all'inizio del trattamento, quando il dolore è intenso. Gli antibiotici sono selezionati in base alla sensibilità del patogeno al farmaco. Nella forma ricorrente della malattia, il trattamento antibatterico deve essere continuato per circa 6 settimane. In caso di febbre, dolore nella regione lombare e nell'addome dopo 72 ore dall'inizio del trattamento, è indicato un riesame.

A una donna è richiesto di fare una coltura batteriologica, un'analisi del sangue biochimica e un'analisi generale delle urine. Se necessario, fare analisi di Zimnitsky o analisi delle urine secondo Nechyporenko. Dopo 14 giorni di trattamento, tutti i test devono essere ripetuti. Nel caso di un complicato processo di urolitiasi, diabete, il corso del trattamento con antibiotici continua fino al raggiungimento di una remissione stabile. Le donne in gravidanza con pielonefrite acuta non devono essere curate a casa. Sono ospedalizzati e hanno effettuato una terapia completa tenendo conto del rischio minimo per il feto.

Il trattamento di pyelonephritis in donne con l'uso di rimedi di gente è effettuato dopo consultazione con un nefrologo. Alcuni tè ai reni possono essere controindicati nella urolitiasi. Ma nella maggior parte dei casi, l'uso di erbe medicinali non è proibito. Tuttavia, nella terapia farmacologica complessa, svolgono solo un ruolo di supporto.

Le ragazze e le donne spesso soffrono di malattie del sistema genito-urinario. La pielonefrite cronica è considerata una delle malattie renali più comuni. Riconoscere la malattia non è così semplice, perché la manifestazione della forma cronica della malattia non ha sintomi luminosi. Nella pielonefrite cronica, il processo infiammatorio colpisce uno o due reni contemporaneamente. La malattia si sviluppa spesso durante la pubertà, la deflorazione, la gravidanza o la menopausa.

La pielonefrite cronica viene sostituita da fasi di esacerbazione e remissione, quindi, durante gli ultrasuoni nei reni, ci sono focolai di infiammazione con tessuto cicatriziale. Quando si verifica il processo patologico, la morte di tessuti sani e la formazione di insufficienza renale. Dal momento che la malattia non causa molto disagio, le donne non hanno fretta di cercare aiuto. Ma il costante processo infiammatorio interferisce con i reni per svolgere correttamente le loro funzioni, il che porta a una violazione del metabolismo del sale marino e alla comparsa di edema. In uno stato di abbandono, si sviluppa un'infezione purulenta, che può portare a gravi complicazioni.

Cause di pyelonephritis cronico:

  • cistite acuta non trattata;
  • la presenza di otite media, uretrite, colecistite;
  • diabete mellito;
  • l'obesità;
  • infezioni vaginali;
  • immunodeficienza;
  • ipotermia costante;
  • infezioni orali;
  • indebolendo le difese del corpo.

Il motivo potrebbe essere l'ereditarietà, il lavoro in una stanza fredda e umida, uno stile di vita sedentario. La pielonefrite cronica si manifesta:

  • febbre di basso grado;
  • brividi e febbre;
  • artralgia;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • intossicazione del corpo;
  • la debolezza;
  • mancanza di appetito;
  • vomito (raramente);
  • dolore nell'uretere o nella parte bassa della schiena;
  • disagio durante la minzione (dolore, bruciore, prurito);
  • disuria;
  • minzione frequente durante la notte;
  • batteriemia;
  • pelle secca;
  • torbidità delle urine.

I sintomi descritti sono spesso attribuiti alla fatica e allo stress, quindi il trattamento di solito inizia nella fase acuta.

Le malattie croniche sono più difficili da trattare. È necessario assumere farmaci per un lungo periodo senza interruzione. Poiché la pielonefrite cronica inizia a essere trattata nella fase acuta, vengono prescritti:

  • antibiotici;
  • farmaci antimicrobici;
  • FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei);
  • antispastici;
  • fortificare le droghe;
  • probiotici.

Con questa malattia si consiglia di seguire una dieta e regime di bere. Un ruolo significativo è svolto dall'igiene e dalla prevenzione delle malattie infettive. Nella pielonefrite cronica nelle donne, sia i sintomi che il trattamento dipendono in gran parte dall'individualità dell'organismo. Per sopprimere il processo infiammatorio vengono assegnati agenti antibatterici chiamati:

  • amoxicillina;
  • ofloxacina;
  • azlocillina;
  • Ciprofloxacina.

Se si verifica una reazione allergica, l'agente antibatterico deve essere sostituito e il trattamento deve continuare. Durante il trattamento di pyelonephritis in donne con l'aiuto di Furadonin, Furazolidone, Furagin, gli effetti collaterali sono spesso osservati. Se c'è nausea, amarezza in bocca, dolore allo stomaco, devi informare il medico. I FANS devono essere assunti con febbre, brividi, dolore ai muscoli o alle articolazioni. Il sollievo arriva dopo 72 ore dall'inizio della terapia farmacologica. Osservando il regime di bere una donna dovrebbe bere almeno 2 litri di liquidi al giorno.

In pyelonephritis cronico, è necessario escludere:

  • piatti salati, acidi, speziati;
  • carne affumicata;
  • verdure in salamoia;
  • spezie piccanti;
  • cibo in scatola;
  • cioccolato fondente;
  • cibi fritti e grassi;
  • ketchup.

Ma la nutrizione del paziente deve essere completa e arricchita con vitamine e microelementi. Di solito, i medici raccomandano di seguire una dieta a base di latte e verdura. Non è vietato mangiare carne bollita, ma magra, pesce e pollame. I piatti con l'aggiunta di barbabietole, patate, carote sono ammessi. Il valore energetico di tale alimento dovrebbe essere di 2500 calorie.

Alcune donne sono interessate a come i farmaci omeopatici funzionano nella pielonefrite. Gli esperti ritengono che il trattamento della pielonefrite nelle donne con farmaci di origine omeopatica non abbia l'effetto desiderato. Ma possono essere prescritti come agenti fortificanti nella terapia complessa.

Sintomi e trattamento della pielonefrite nelle donne

La pielonefrite è una patologia infettiva dei reni, che è spesso catarrale (infiammazione superficiale della mucosa). Quando questa malattia infiamma il sistema di placche a bacino, tubuli e tessuto epiteliale. I glomeruli non sono interessati, quindi la pielonefrite non complicata non influisce sulla funzionalità dei reni. La malattia colpisce spesso un organo, ma esiste anche un'infezione bilaterale.

Gli agenti causali della pielonefrite possono essere batteri, virus, funghi. L'infezione penetra dai reni dall'esterno o penetra nel sistema urinario con il sangue proveniente dalla propria fonte di infiammazione nel corpo. Quindi, per esempio, la causa della pielonefrite può essere una cavità orale non salvata. La malattia può essere acuta o cronica.

Caratteristiche e cause della malattia

La malattia può essere chiamata femminile, perché il sesso debole è suscettibile all'infezione cinque volte più spesso degli uomini. Questa differenza è spiegata dalla differenza nella struttura del sistema urinario maschile e femminile. I microrganismi patogeni entrano nei reni in modo prevalentemente ascendente - dalla vescica lungo l'uretere nella pelvi, poi nel calice e nel tessuto connettivo.

La fisiologia di un uomo lo protegge dall'ingresso di agenti patogeni dall'esterno. Le barriere sono l'uretra lunga, tortuosa e stretta, così come la posizione isolata dell'uretra.

Nelle donne, nel 90% dei casi, E. coli è l'agente eziologico del processo di infezione. Ciò è dovuto alla vicinanza dell'apertura dell'uretra e dell'ano. L'uretra femminile è più ampia e la sua lunghezza è mediamente di circa 2 cm. Nelle immediate vicinanze è l'ingresso della vagina. Insieme, questo crea condizioni favorevoli per la penetrazione di batteri o funghi nella vescica. Si deve solo aggiungere la non conformità con l'igiene, l'ipotermia, la biancheria intima sintetica, ogni giorno.

Il restante 10% delle infezioni si verifica in vari virus e batteri. Come ad esempio: clamidia, enterococco, bastone piocianico, infezioni fungine, Staphylococcus aureus, salmonella.

Fattori di rischio

Di per sé, gli agenti causali della pielonefrite sono costantemente presenti nel corpo umano. La domanda è, quando il loro numero supera i limiti del "permesso" e il corpo cessa di far fronte alla loro attività vitale - si verifica un processo infiammatorio.

Cause di pielonefrite nelle donne:

  • Indebolimento dell'immunità sullo sfondo di ipotermia, scarsa nutrizione, stanchezza cronica, stress. Ognuno di questi fattori può servire da innesco per l'infiammazione del rene in una donna. Con l'aggiunta di molti di loro la probabilità della malattia aumenta in modo significativo.
  • Cambiamenti ormonali in menopausa, gravidanza.
  • La presenza di patologie croniche del tratto urinario o della vescica.
  • La presenza di focolai cronici di infezione nel corpo. Questi sono: carie, patologie broncopolmonari, tonsillite.
  • Malattia renale
  • Patologie congenite dello sviluppo o della struttura del sistema urinario.
  • Età anziana e alterazioni patologiche associate (omissione, prolasso della vagina, utero, mucose secche, flora polimicrobica).
  • Diabete, obesità, malattie della tiroide.
  • Trauma alle vie urinarie durante procedure diagnostiche o terapeutiche. L'introduzione di un catetere quasi sempre conduce a pyelonephritis affilato.

Le cause negli uomini si trovano più spesso nelle patologie esistenti della vescica. L'infiammazione dei reni qui avviene sullo sfondo di problemi nella ghiandola prostatica - è l'adenoma, la prostatite. Queste malattie sono fonti interne di infezione e provocano un ostacolo meccanico al deflusso di urina. L'aggiunta di questi fattori porta all'infiammazione dei reni.

Quadro clinico

Ci sono pielonefriti primarie e secondarie. Complicato il suo corso e senza complicazioni. La malattia può svilupparsi indipendentemente su organi inizialmente sani e può essere un'infezione secondaria su reni patologicamente alterati. A seconda di quali caratteristiche accompagnano il processo infiammatorio, cambia anche il quadro clinico della malattia.

I sintomi di pyelonephritis affilato appaiono brillantemente. Questo è:

  • aumento della temperatura;
  • manifestazioni di intossicazione infettiva: perdita di appetito, nausea, letargia, malessere generale;
  • irritabilità, pianto;
  • battito cardiaco, vampate di calore;
  • Gonfiore "renale": faccia, braccia, gambe (al contrario di "cuore", quando la metà inferiore del corpo si gonfia, specialmente la parte inferiore della gamba);
  • dolore lombare, aumentando con il movimento, lo sforzo fisico;
  • minzione frequente per urinare.

L'esacerbazione della pielonefrite cronica può essere quasi asintomatica, soprattutto in considerazione delle malattie croniche esistenti e dell'età. Qui, gonfiore, dolore, stanchezza, apatia possono essere ignorati dai malati. Questi sintomi sono spesso "incolpati" dall'età, dal tempo, dall'insonnia. Il mal di schiena è spiegato dall'osteocondrosi.

Allo stesso tempo, il quadro clinico sfocato è completato dall'assenza di cambiamenti negli indici del sangue e delle urine, quando non vi è alcuna semina batterica.

Sintomi di pyelonephritis cronico:

  • dolore alla schiena o laterale;
  • ipertensione;
  • frequenti solleciti in bagno.

Sindrome del dolore nella pielonefrite

Il mal di schiena nella pielonefrite non è dovuto al fatto che il "dolore ai reni". Dovrebbe essere chiaro che nella pelvi, nelle tazze, nei tubuli dei reni non ci sono terminazioni nervose e non possono ammalarsi. L'infiammazione acuta provoca un aumento dei reni in volume, che allunga la membrana fibrosa dell'organo e qui c'è dolore acuto. Un meccanismo simile per l'infiammazione purulenta.

Il decorso cronico della malattia porta ad aderenze tra il tessuto fibroso e il tessuto adiposo delle membrane renali. Le terminazioni nervose sono "legate" e danno una sindrome dolorosa a lungo termine. Spesso il dolore è cross-sectional, e il paziente si lamenta del lato opposto dell'organo malato.

Cambiamenti nella vescica e nelle urine

Circa il 30% dei pazienti con pielonefrite soffre di cistite acuta o cronica. Quindi, frequenti sollecitazioni in bagno, dolore e bruciore durante la minzione, cambiamento del colore delle urine, l'aspetto di un odore "di pesce". Questo è dove i sintomi si sovrappongono, cambiando il quadro clinico.

In connessione con l'infezione concomitante della parte inferiore del sistema urinario, cambiano anche i parametri di laboratorio delle urine. Proteine ​​determinate, leucociti, flora batterica patologica.

Quando si può sospettare la pielonefrite?

La pielonefrite cronica inizia sempre con uno acuto. I primi segni di malattia per i quali è necessario consultare un medico:

  • Aumento della temperatura sullo sfondo della lombalgia.
  • Dolori muscolari senza segni di freddo catarrale.
  • Letargo immotivato, apatia, sentirsi stanco.
  • Gonfiore del viso, delle braccia, delle gambe.

Dovrebbe essere compreso che la pielonefrite non è pericolosa di per sé, ma il verificarsi di complicanze in assenza di una terapia adeguata.

Pyelonephritis e gravidanza

La gravidanza è un periodo speciale nella vita di una donna quando il suo corpo sperimenta carichi insoliti. I reni si trovano in una posizione vulnerabile, soprattutto perché il sistema di escrezione è costretto a operare in modalità doppia. La pielonefrite durante la gravidanza può causare difetti dello sviluppo fetale in un bambino a causa dell'intossicazione del corpo.

Il rischio di una malattia in una donna incinta aumenta a causa di atonia del canale urinario, ridotta immunità. L'esame dei reni in donne in gravidanza viene effettuato immediatamente dopo aver contattato la clinica prenatale. e ripetere per tutto, fino al parto. Spesso, i segni del processo infiammatorio sono limitati a manifestazioni di dolore o taglio periodico nell'addome inferiore. Qualsiasi disagio che una donna deve necessariamente dare alla reception del ginecologo.

Complicazioni di pielonefrite

La pielonefrite in forma acuta risponde bene alla terapia e nella maggior parte dei casi passa senza alterare le capacità funzionali dei reni. Se il trattamento non viene avviato in tempo o viene scelta la tattica sbagliata, l'infiammazione acuta si trasforma in un focus cronico di infezione.

Una complicazione della forma acuta della malattia è la sua transizione verso un processo cronico. Una complicazione della pielonefrite cronica è la transizione dell'infiammazione dal tessuto epiteliale ai glomeruli renali. La sconfitta dei glomeruli porta ad una diminuzione della capacità di filtrazione dei reni. Successivamente, si sviluppano anche cambiamenti strutturali nei tessuti degli organi.

La gravità delle complicanze si distingue:

  • ascesso: infiammazione purulenta;
  • sepsi - infezione del sangue.

L'infiammazione prolungata e lenta porta all'insufficienza renale cronica.

diagnostica

Le misure diagnostiche iniziano con un sondaggio, l'esame del paziente. Il sintomo di Pasternacki (dolore quando si colpisce la schiena nella zona dei reni) non è la diagnosi principale oggi. Dolori simili possono verificarsi con colecistite, pancreatite.

L'ecografia dei reni è prescritta necessariamente bilaterale, così come i raggi X. Se necessario, conduci radiografie con un mezzo di contrasto.

La diagnosi di pielonefrite include esami delle urine e del sangue.

Indicatori di infiammazione delle urine:

  • leucociti più di 8 in p / zr
  • Bakposev più di 105
  • globuli rossi oltre il 40%

I risultati dell'esame per la pielonefrite determinano direttamente la tattica del trattamento e la scelta dei farmaci.

trattamento

Il trattamento di pyelonephritis cronico e affilato è effettuato secondo schemi diversi. Nel trattamento della forma acuta della malattia, il ritiro dei sintomi e il sollievo delle condizioni generali del paziente vengono prima di tutto.

  • farmaci antipiretici;
  • antispastici per alleviare il dolore.

Per migliorare la circolazione renale, il paziente viene posto a letto per i primi due o tre giorni. È indicato bere abbondante, riposo e una dieta moderata per la durata del trattamento.

Dopo aver ricevuto i test, vengono prescritti antibiotici. La scelta ricade principalmente sulla nuova generazione di farmaci ad ampio spettro. Queste sono cefalosporine, gentamicina, nitrofurani. Se la terapia antibiotica non porta risultati visibili in pochi giorni, cambiano gli antibiotici.

Il trattamento della pielonefrite nelle donne viene effettuato in terapia complessa con il trattamento della sfera genitale, poiché le infezioni trasmesse sessualmente sono spesso primarie. La forma acuta della malattia viene curata entro 2 settimane. La terapia della pielonefrite cronica può richiedere fino a un anno.

Il trattamento della pielonefrite cronica inizia con la terapia antibiotica per il sollievo del processo infiammatorio. Il trattamento non richiede il ricovero in ospedale e viene effettuato sotto la guida di un medico, ma a casa. Spesso il paziente lavora e vive una vita normale.

La terapia antibatterica inizia con la prescrizione di farmaci di una scelta preferita, per prevenire lo sviluppo di infiammazione. In futuro, l'appuntamento viene regolato in base ai risultati dei test per bacpossev. Nella pielonefrite cronica, le medicine vengono prescritte per via orale. Le iniezioni vengono utilizzate in caso di nausea grave, vomito.

Uno dei principali problemi nel trattamento della pielonefrite nelle donne è la crescente tolleranza dei pazienti agli antibiotici. L'insensibilità di E. coli ai preparati di penicillina deve essere considerata. Non prescritto per il trattamento dell'infiammazione nei farmaci renali, che classicamente trattano le malattie urologiche - Biseptolo e 5 colpi.

Oltre agli antibiotici, un buon effetto nella terapia complessa è dato da:

  • farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  • farmaci che aumentano il tono e l'immunità;
  • vitamine.

I pazienti hanno mostrato una dieta parsimoniosa. Nella dieta alimenti proteici limitati, sale. Il cibo pesante, le spezie e l'alcol sono esclusi del tutto.

Ricette popolari

La medicina tradizionale propone di utilizzare per il trattamento di decotti di pielonefrite e tinture di erbe. È antinfiammatorio:

Cuocere le infusioni meglio in un thermos. A 2 cucchiai. cucchiai di materie prime medicinali assumere 200 ml di acqua bollente, versare per un'ora. Bevi durante il giorno qualche sorso.

Un buon risultato dà la terapia dei rimedi popolari e l'uva ursina. Qui la materia prima deve essere bollita per 30 minuti, facendo evaporare il brodo. Proporzioni per il brodo di cottura: 1 cucchiaio. l. materie prime per un bicchiere d'acqua. Il decotto risultante è diviso in 3 parti e si beve per il giorno.

Come terapia antibatterica e fortificante, si consiglia di radica, foglie di ribes e ortica. Puoi bere come tè.

Prognosi e prevenzione

La prognosi della pielonefrite è favorevole. Con una diagnosi tempestiva e tattiche di trattamento corrette, la malattia passa senza conseguenze per i reni. Il monitoraggio della condizione dopo lo stadio acuto della malattia viene mostrato ogni anno. Se non ci sono ricadute entro un anno dalla malattia, i test danno un risultato negativo per bacposev, quindi il paziente è considerato completamente sano.

Le misure preventive per la salute dei reni sono ridotte a rimuovere dalla vita i fattori di rischio che provocano la malattia:

  • non raffreddare, anche localmente, nella regione lombare;
  • mantenere l'igiene personale;
  • monitorare la salute del sistema genito-urinario;
  • regolarmente sottoposti a test delle urine, striscio vaginale;
  • abbastanza riposo, mangia bene;
  • evitare frequenti eccessi alimentari, alcol;
  • bere da 1,5 litri di acqua al giorno;
  • Non prendere da soli antibiotici e farmaci anti-infiammatori non steroidei.

Se hai avuto pielonefrite, devi eseguire un esame del sangue e delle urine una volta all'anno.

Recensioni

Tutti pensavano che il lombo facesse male ai lavori sedentari. Fino a quando non si è gonfiata una mattina. Sono andato all'ospedale - si è scoperto che si trattava di un'infiammazione dei reni. Sono stato trattato per un mese, tutto sembra essere andato. Ragazze, non sopportare il dolore, andare ed essere esaminati.

Con il secondo bambino ha cominciato a gonfiarsi. Tutti pensavano che fosse necessario, finché l'analisi non mostrava proteine ​​nelle urine. Metti in ospedale. Cannephron scaricato e riposo a letto. La pielonefrite non ha dato risultati, a cui ero molto felice. Un cannephron ha visto periodicamente prima della nascita.

Pyelonephritis malato dalla gioventù. Periodicamente, i reni sono infiammati, devi bere antibiotici. Ragazze, vestite calorosamente. Quanto malato e bellezza non avranno bisogno di alcuna volontà.

pielonefrite

Molte persone sanno che la pielonefrite è "qualcosa con i reni". Determiniamo che la persona ha "qualcosa con i reni", in borse sotto gli occhi, e gli consigliamo di bere il brodo della foglia di mirtillo.

- È vero che la pielonefrite è una malattia infiammatoria dei reni causata da infezioni.

- Come l'infezione entra nei reni? Chi è più colpito da questa malattia?

- Le donne sono più vulnerabili a causa delle caratteristiche anatomiche. Come arriva l'infezione ai reni? Nelle donne, una breve uretra, attraverso la quale l'infezione ascende nella vescica e provoca l'infiammazione in esso. Lievi disturbi della minzione, dolore a cui non è stata prestata attenzione nel tempo, possono portare allo sviluppo della pielonefrite. In realtà, la pielonefrite nelle donne è una complicazione della cistite non trattata. Se si esaminano i microrganismi che causano la pielonefrite, allora in primo luogo sarà la flora intestinale (E. coli, Klebsiella, enterococchi fecali, Proteus, ecc.).

Lo stesso percorso ascendente dell'infezione nei bambini: vulvovaginite cronica, misure di igiene che vengono eseguite impropriamente dalle ragazze (non si lavano via dalla parte anteriore a quella posteriore, ma viceversa) portano allo sviluppo della pielonefrite. I ragazzi raramente soffrono di questa malattia.

Spesso lo sviluppo della pielonefrite può essere scatenato da malattie come la cistite da deflorazione e la cistite della luna di miele. Le infezioni sessualmente trasmesse (clamidia, ureaplasmi, micoplasmi) possono causare danni non solo ai genitali ma anche alla sfera urinaria.

La gravidanza è un momento di rischio

Un altro periodo "pericoloso" - la gravidanza. Gli ormoni prodotti durante la gravidanza (progesterone) hanno la capacità di ridurre il tono delle vie urinarie. Inoltre, l'utero in crescita inizia a spremere gli ureteri, vi è una violazione del deflusso delle urine. Dove c'è una violazione del deflusso di urina, si sviluppa facilmente un'infezione, perché l'urina è un ambiente molto favorevole per la sua riproduzione. In molte donne che hanno partorito, la pielonefrite può essere mantenuta a causa dell'omissione della vescica, dei cambiamenti nella sua funzione contrattile e del deflusso di urina alterato.

Nelle persone anziane, gli uomini prendono il primo posto nell'incidenza della pielonefrite. Molti in età adulta compaiono iperplasia prostatica benigna (adenoma) - la più comune malattia urologica in cui si forma un tumore benigno nella ghiandola prostatica, che, lentamente aumentando, inizia a comprimere l'uretra. Ancora una volta (come nelle donne) ci sono difficoltà nello svuotamento della vescica, appare l'urina residua - l'ambiente per lo sviluppo dell'infezione.

In entrambi gli uomini e le donne, le anomalie di sviluppo contribuiscono anche a un deflusso alterato di urina dal tratto urinario superiore. Il sistema urogenitale è la parte del leone di tutte le anomalie dello sviluppo: raddoppiamento del rene, raddoppiamento degli ureteri, restringimento, flessione, displasia ureterale, ecc. La pielonefrite secondaria può anche svilupparsi a seguito dell'urolitiasi: la presenza di una piccola pietra contribuisce al mantenimento dell'infezione e al mantenimento del processo infiammatorio.

L'infezione può anche entrare nei reni in modo ematogeno, cioè con sangue. La forma più formidabile di pielonefrite - purulenta - di solito ha una tale origine.

Borse sotto gli occhi - non un sintomo?

- COME si manifesta la pielonefrite?

- Tutti i sintomi possono essere suddivisi in locale e generale. I sintomi locali includono disturbi della minzione (dolorosi, frequenti), dolore nella regione lombare. Un altro sintomo, che accade, anche se non sempre, è un cambiamento nell'aspetto delle urine: diventa torbido a causa delle impurità del pus.

I sintomi comuni sono sintomi di intossicazione: brividi, febbre, temperatura, che sale a 38-39 gradi la sera e passa la mattina. Se parliamo di pielonefrite ascendente (quando l'infezione dalla vescica "sale" ai reni), la sequenza delle manifestazioni della malattia sarà la seguente: disturbo della minzione, annebbiamento delle nuvole, dolore nella regione lombare, brividi, febbre.

Se parliamo di pielonefrite ematogena, i sintomi di intossicazione si manifestano al primo posto: febbre, temperatura. L'urina può essere l'ideale, la minzione è assente. Pertanto, al primo o al secondo giorno della malattia, i medici hanno difficoltà a fare una diagnosi: febbre e brividi possono essere sintomi di qualsiasi cosa: infezioni respiratorie acute, polmonite, infiammazioni di qualsiasi luogo. Dopo un giorno o due, compaiono dolori locali.

- Alcune persone pensano che le borse sotto gli occhi siano un segno di rognone malato.

- Se parliamo di borse sotto gli occhi come edema, è un segno di ritenzione di liquidi, ma non l'unico. Se c'è ritenzione di liquidi, allora l'intero viso, le gambe, i genitali si gonfiano. L'insufficienza renale cronica può essere la causa della ritenzione di liquidi, ma la percentuale di persone con insufficienza renale cronica è incomparabile con il numero di persone con borse sotto gli occhi.

Le borse sotto gli occhi sono, di regola, il tessuto adiposo, il contenuto delle ernie periorbitali, che vengono eliminate con successo dai chirurghi estetici. Inoltre, se una persona beve molti liquidi prima di andare a letto, naturalmente, al mattino la sua faccia sarà gonfia, ma solo a causa della posizione orizzontale del corpo durante il sonno, questo non ha nulla a che fare con i reni.

- Perché? I reni potrebbero elaborare tutto durante la notte.

- Di notte viene prodotto l'ormone antidiuretico - vasopressina, che impedisce la formazione attiva di urina. Qualsiasi persona al mattino deve affrontare un piccolo gonfiore, soprattutto per coloro a cui piace dormire a faccia in giù. Testa, collo, spalle sono sopra il livello del cuore, la pressione in loro è negativa. Quando dormiamo in posizione orizzontale, diventa positivo, più fluido intercellulare si accumula nei tessuti. 20-30 minuti dopo aver preso una posizione verticale, il gonfiore scompare.

Le persone che hanno problemi con i reni soffrono di edema, ma, in primo luogo, non solo la faccia, e in secondo luogo, è un segno di insufficienza renale già grave, in questo caso, il viso sarà edematoso per tutto il giorno.

- Quanto velocemente si sviluppa la pielonefrite?

- Tutto dipende dallo stato del sistema immunitario e dall'aggressività dei microrganismi. La pielonefrite acuta può svilupparsi in tre giorni dal momento dell'infezione: oggi è cistite e dopodomani la temperatura è 38,5 (con cistite, la temperatura non sale mai).

Antibiotici o erba?

- TRATTAMENTO della pielonefrite cronica, dovrebbe essere uguale al trattamento acuto, ma è più lungo. Sono stati sviluppati speciali corsi anti-recidiva, il paziente deve essere sotto la supervisione di un urologo, sono necessari test delle urine costanti per la presenza di batteri e aderenza alla dieta. Inoltre, dobbiamo proteggerci dalla SARS e dall'influenza, poiché spesso esacerbano la pielonefrite. Fortunatamente, la pielonefrite cronica non porta spesso a gravi complicazioni, ma se lo fa, allora sono abbastanza significative - insufficienza renale e ipertensione arteriosa renale.

- In base a quali esami può diagnosticare un medico?

- Prima di tutto, dobbiamo esaminare il sangue e l'urina. Il numero di leucociti aumenta nel sangue, il che indica la presenza di un processo infiammatorio che viene attivato dal sistema immunitario per combattere. Le proteine ​​appaiono nelle urine (non più di 1 grammo per litro), i leucociti e anche i batteri (normalmente l'urina deve essere sterile). L'ecografia consente di valutare la dimensione dei reni, la loro struttura, lo stato dei sistemi pelvi renali, la presenza o l'assenza di calcoli, i segni di alterazioni del flusso di urina dai reni.

Prima di prescrivere il trattamento, è anche necessario condurre un esame batteriologico delle urine per capire quale tipo di agente patogeno ha causato lo sviluppo della malattia e quali antibiotici è necessario combattere con esso. Mentre questa analisi è in preparazione (4-6 giorni), il trattamento è iniziato con farmaci antibatterici ad ampio spettro per coprire tutte le possibili opzioni. I farmaci prescritti devono essere ben escreti nelle urine e non avere un effetto nefrotossico (cioè, non dovrebbero influire negativamente sulla funzione renale). Dopo che i risultati dell'esame batteriologico delle urine sono pronti, la prescrizione di antibiotici è stata chiarita. Se la pielonefrite è accompagnata da una violazione del deflusso delle urine (ad esempio, a causa della presenza di una pietra nell'uretere), è necessario innanzitutto ripristinare il deflusso delle urine e solo successivamente prescrivere farmaci antibatterici. In caso contrario, lo shock endotossico può svilupparsi con un calo persistente della pressione arteriosa, dell'insufficienza surrenalica acuta e della morte.

- Hai sempre bisogno di antibiotici? È possibile utilizzare erbe medicinali?

- Il trattamento principale è antibatterico, perché è necessario eliminare la causa - l'infezione. Le erbe non aiuteranno qui. Possono essere usati farmaci sulfurei, preparati a base di nitrofuran (furagina, furadonina) e altri antisettici. L'infezione può essere sconfitta solo con farmaci antibatterici, quindi dovrebbero essere usati sempre e in dosi sufficienti. Il fitotrattamento ha luogo, ma ha sempre un carattere ausiliario, di supporto, anti-recidivo, profilattico. Succo di mirtillo e mirtillo, decotti di foglie di mirtillo rosso, orsi d'orso, uva ursina, celidonia, che hanno non solo diuretico, ma anche antisettico, sono molto utili. Comunque, se trattiamo solo erbe, allora al massimo otteniamo pyelonephritis cronico.

- Quando è necessario un intervento chirurgico?

- Se il trattamento con farmaci antibatterici non dà risultati, la temperatura rimane elevata, il paziente non esclude una forma purulenta di pielonefrite. Solo che non può essere curato con mezzi medici: è necessaria un'operazione: drenaggio renale, dissezione della capsula renale, rimozione dell'ascesso.

- Trattamento farmacologico di pyelonephritis - un processo lungo?

- A seconda di quanto rapidamente è stato possibile riconoscere la malattia e iniziare il trattamento, nonché sulle condizioni generali del paziente. I risultati positivi del trattamento possono comparire al 3-5 ° giorno, ma gli antibiotici non possono essere annullati: devono essere trattati per pielonefrite per un lungo periodo, 3-4 settimane. Dopo tutto, tutte le forme croniche di pielonefrite sono le conseguenze di un trattamento inefficace e mal concepito di pielonefrite acuta, quando l'infezione non è stata completamente distrutta e la malattia si è trasformata in una forma cronica.

Dopo la fine del trattamento in un mese, tre, sei mesi è necessario condurre uno studio sulle urine, incluso batteriologico. Inoltre, per un periodo di tempo abbastanza lungo è necessario osservare un regime di risparmio e una dieta che escluderebbe tutti i cibi piccanti, spezie, sottaceti, conservanti e alcol.

- Non ci sono limiti particolari.

- E il regime del bere?

- I liquidi dovrebbero essere bevuti il ​​più possibile in modo che le tossine e i prodotti di decomposizione dei batteri vengano rapidamente rimossi dal corpo.

- Posso finalmente liberarmi della pielonefrite?

- Puoi, adeguatamente trattato. Ciò richiede il desiderio del paziente e il costante monitoraggio da parte di un medico. Se entro cinque anni non c'è peggioramento, possiamo supporre che tu abbia affrontato il compito.

Pielonefrite acuta e cronica nelle donne: sintomi e trattamento

Nella diagnosi di pielonefrite nelle donne, i sintomi e il trattamento dipendono dallo stadio e dalla forma della malattia, dall'età del paziente e dalla presenza di altri disturbi. L'efficacia del trattamento dipende dalle qualifiche del medico. Pertanto, in caso di un appuntamento incerto o dell'assenza di un risultato, è necessario cercare uno specialista qualificato. La pielonefrite appartiene a malattie infettive e infiammatorie non specifiche che colpiscono i reni. La parola pielonefrite viene dal greco. πύέλός - trogolo, vasca; νεφρός - rene.

Pyelonephitis - malattia renale

La pielonefrite è classificata come:

  • acuto e cronico;
  • unilaterale o bilaterale;
  • primario o secondario.

Molto spesso vi è una pielonefrite secondaria, che implica lo sviluppo della malattia sullo sfondo di cambiamenti organici o funzionali nei reni o nel sistema urogenitale. La malattia può verificarsi in violazione del deflusso di urina causato da vari processi patologici, così come il ristagno del sangue venoso e della linfa nei reni. La pielonefrite si sviluppa nelle giovani donne dai 18 ai 30 anni. Spesso questo è dovuto alla comparsa di attività sessuale, gravidanza, parto, cambiamenti ormonali. L'ipotermia svolge un ruolo significativo. È la generazione più giovane di ragazze, rendendo omaggio alla moda, vestito non secondo il tempo.

Questa malattia può verificarsi in background:

  • urolitiasi;
  • diabete;
  • cistite acuta o cronica;
  • malattie infettive (tonsillite, carie, tonsillite cronica);
  • lo stress;
  • malformazioni congenite del sistema genito-urinario;
  • debole immunità;
  • colpisce nel tratto urinario di stafilococchi, streptococchi, Escherichia coli;
  • prolasso dell'utero;
  • lesioni;
  • procedure diagnostiche o chirurgiche;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • formazioni di natura maligna o benigna;
  • Infezione da HIV;
  • vescica neurogena;
  • predisposizione ereditaria

La forma acuta della malattia si verifica più spesso nelle giovani donne che hanno una vita sessuale attiva. A causa della struttura anatomica del sistema genitourinario femminile, l'infezione penetra facilmente nell'uretra e si diffonde ai reni.

La manifestazione di pyelonephritis affilato

La pielonefrite acuta può verificarsi in qualsiasi donna in assenza di misure igieniche e preventive necessarie. Anche se i patogeni di solito attraversano l'uretra, a volte l'infezione penetra nel corpo attraverso la via ematogena, cioè attraverso il sangue. I sintomi della pielonefrite nelle donne sono i seguenti;

  • aumento della temperatura corporea a 38-39 gradi;
  • palpitazioni cardiache;
  • ipertensione;
  • nausea e vomito;
  • dolore nella parte bassa della schiena e inferiore dell'addome;
  • minzione frequente;
  • gonfiore degli arti;
  • perdite vaginali sgradevoli;
  • cambiamento di colore e odore di urina;
  • la presenza di sangue nelle urine;
  • sentirsi debole e letargico;
  • la comparsa di forti sudorazioni e / o brividi.

I segni di pielonefrite nelle donne assomigliano ai sintomi della cistite, quindi, per chiarire la diagnosi, sono necessari esami del sangue e delle urine, così come un esame interno da parte di un nefrologo o di un terapeuta. All'esame, ci può essere dolore nell'angolo vertebrale costale dal rene interessato. L'aumento della pressione sanguigna è più comune nelle donne con diabete e anomalie neurologiche. L'ematuria micro o macroscopica è caratteristico solo del 10% dei pazienti. Il processo complicato è accompagnato da urosepsi, insufficienza renale acuta, necrosi delle papille renali.

Alcune donne possono avere le proprie manifestazioni individuali associate all'età e alla salute generale. Per chiarire la diagnosi sono necessari esami di laboratorio, ultrasuoni e strumentali. La ricerca di laboratorio comprende esami del sangue e delle urine, strisci per la presenza di agenti patogeni. L'ecografia dei reni, della vescica e dell'addome consente di determinare le condizioni dell'intero sistema urogenitale. Oltre a questi studi, se necessario, vengono eseguite radiografie e cromocistoscopie. La TC è prescritta per escludere l'urolitiasi.

Condurre la terapia terapeutica

Il trattamento della pielonefrite può essere eseguito in regime ambulatoriale o in ospedale. Se il paziente non ha nausea, vomito, segni di sepsi, intossicazione o disidratazione, il trattamento può essere eseguito su base ambulatoriale, tenendo conto che la donna seguirà tutte le raccomandazioni dei medici. Le donne incinte e i pazienti con un processo complicato sono ospedalizzati. Il trattamento della pielonefrite viene sviluppato individualmente.

Lo scopo generale è simile a questo:

  • agenti antibatterici (antibiotici);
  • pillole per il dolore;
  • antispastici;
  • un corso di vitamine per rafforzare il sistema immunitario;
  • farmaci antipiretici;
  • diuretici (farmaci diuretici) sotto forma di iniezioni o compresse.

In un processo semplice, il trattamento antibiotico viene eseguito per 7-10 giorni. Antispastici e antidolorifici di solito sono richiesti solo all'inizio del trattamento, quando il dolore è intenso. Gli antibiotici sono selezionati in base alla sensibilità del patogeno al farmaco. Nella forma ricorrente della malattia, il trattamento antibatterico deve essere continuato per circa 6 settimane. In caso di febbre, dolore nella regione lombare e nell'addome dopo 72 ore dall'inizio del trattamento, è indicato un riesame.

A una donna è richiesto di fare una coltura batteriologica, un'analisi del sangue biochimica e un'analisi generale delle urine. Se necessario, fare analisi di Zimnitsky o analisi delle urine secondo Nechyporenko. Dopo 14 giorni di trattamento, tutti i test devono essere ripetuti. Nel caso di un complicato processo di urolitiasi, diabete, il corso del trattamento con antibiotici continua fino al raggiungimento di una remissione stabile. Le donne in gravidanza con pielonefrite acuta non devono essere curate a casa. Sono ospedalizzati e hanno effettuato una terapia completa tenendo conto del rischio minimo per il feto.

Il trattamento di pyelonephritis in donne con l'uso di rimedi di gente è effettuato dopo consultazione con un nefrologo. Alcuni tè ai reni possono essere controindicati nella urolitiasi. Ma nella maggior parte dei casi, l'uso di erbe medicinali non è proibito. Tuttavia, nella terapia farmacologica complessa, svolgono solo un ruolo di supporto.

Segni di Pyelonephritis cronico

Le ragazze e le donne spesso soffrono di malattie del sistema genito-urinario. La pielonefrite cronica è considerata una delle malattie renali più comuni. Riconoscere la malattia non è così semplice, perché la manifestazione della forma cronica della malattia non ha sintomi luminosi. Nella pielonefrite cronica, il processo infiammatorio colpisce uno o due reni contemporaneamente. La malattia si sviluppa spesso durante la pubertà, la deflorazione, la gravidanza o la menopausa.

La pielonefrite cronica viene sostituita da fasi di esacerbazione e remissione, quindi, durante gli ultrasuoni nei reni, ci sono focolai di infiammazione con tessuto cicatriziale. Quando si verifica il processo patologico, la morte di tessuti sani e la formazione di insufficienza renale. Dal momento che la malattia non causa molto disagio, le donne non hanno fretta di cercare aiuto. Ma il costante processo infiammatorio interferisce con i reni per svolgere correttamente le loro funzioni, il che porta a una violazione del metabolismo del sale marino e alla comparsa di edema. In uno stato di abbandono, si sviluppa un'infezione purulenta, che può portare a gravi complicazioni.

Cause di pyelonephritis cronico:

  • cistite acuta non trattata;
  • la presenza di otite media, uretrite, colecistite;
  • diabete mellito;
  • l'obesità;
  • infezioni vaginali;
  • immunodeficienza;
  • ipotermia costante;
  • infezioni orali;
  • indebolendo le difese del corpo.

Il motivo potrebbe essere l'ereditarietà, il lavoro in una stanza fredda e umida, uno stile di vita sedentario. La pielonefrite cronica si manifesta:

  • febbre di basso grado;
  • brividi e febbre;
  • artralgia;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • intossicazione del corpo;
  • la debolezza;
  • mancanza di appetito;
  • vomito (raramente);
  • dolore nell'uretere o nella parte bassa della schiena;
  • disagio durante la minzione (dolore, bruciore, prurito);
  • disuria;
  • minzione frequente durante la notte;
  • batteriemia;
  • pelle secca;
  • torbidità delle urine.

I sintomi descritti sono spesso attribuiti alla fatica e allo stress, quindi il trattamento di solito inizia nella fase acuta.

Trattamento del processo cronico

Le malattie croniche sono più difficili da trattare. È necessario assumere farmaci per un lungo periodo senza interruzione. Poiché la pielonefrite cronica inizia a essere trattata nella fase acuta, vengono prescritti:

  • antibiotici;
  • farmaci antimicrobici;
  • FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei);
  • antispastici;
  • fortificare le droghe;
  • probiotici.

Con questa malattia si consiglia di seguire una dieta e regime di bere. Un ruolo significativo è svolto dall'igiene e dalla prevenzione delle malattie infettive. Nella pielonefrite cronica nelle donne, sia i sintomi che il trattamento dipendono in gran parte dall'individualità dell'organismo. Per sopprimere il processo infiammatorio vengono assegnati agenti antibatterici chiamati:

  • amoxicillina;
  • ofloxacina;
  • azlocillina;
  • Ciprofloxacina.

Se si verifica una reazione allergica, l'agente antibatterico deve essere sostituito e il trattamento deve continuare. Durante il trattamento di pyelonephritis in donne con l'aiuto di Furadonin, Furazolidone, Furagin, gli effetti collaterali sono spesso osservati. Se c'è nausea, amarezza in bocca, dolore allo stomaco, devi informare il medico. I FANS devono essere assunti con febbre, brividi, dolore ai muscoli o alle articolazioni. Il sollievo arriva dopo 72 ore dall'inizio della terapia farmacologica. Osservando il regime di bere una donna dovrebbe bere almeno 2 litri di liquidi al giorno.

In pyelonephritis cronico, è necessario escludere:

  • piatti salati, acidi, speziati;
  • carne affumicata;
  • verdure in salamoia;
  • spezie piccanti;
  • cibo in scatola;
  • cioccolato fondente;
  • cibi fritti e grassi;
  • ketchup.

Ma la nutrizione del paziente deve essere completa e arricchita con vitamine e microelementi. Di solito, i medici raccomandano di seguire una dieta a base di latte e verdura. Non è vietato mangiare carne bollita, ma magra, pesce e pollame. I piatti con l'aggiunta di barbabietole, patate, carote sono ammessi. Il valore energetico di tale alimento dovrebbe essere di 2500 calorie.

Alcune donne sono interessate a come i farmaci omeopatici funzionano nella pielonefrite. Gli esperti ritengono che il trattamento della pielonefrite nelle donne con farmaci di origine omeopatica non abbia l'effetto desiderato. Ma possono essere prescritti come agenti fortificanti nella terapia complessa.

Misure preventive per la pielonefrite

Sebbene la pielonefrite sia curabile, la prevenzione è la migliore "cura". È molto importante trattare tempestivamente tutti i disturbi urologici. Spesso i pazienti usano rimedi popolari, più la situazione è aggravata. I sintomi sono parzialmente rimossi e la malattia stessa sta progredendo. Pertanto, una terapia farmacologica ben scelta aiuta a prevenire le malattie renali. Le donne hanno bisogno di svuotare completamente la vescica, evitare l'ipotermia, usare il preservativo per prevenire le malattie sessualmente trasmissibili.

Quando la pielonefrite nelle donne spesso ha osservato spiacevoli perdite vaginali, quindi è necessario visitare un ginecologo. Gli strisci di flora vaginale possono determinare la presenza di disturbi vaginali che devono essere trattati senza indugio. Non usare mai gli asciugamani di qualcun altro, nemmeno i parenti stretti. Nel processo cronico, si raccomanda di evitare di nuotare nelle piscine pubbliche.

Compra scarpe di qualità che non si bagnino. Lasciare il tempo per un esercizio moderato per evitare la stagnazione negli organi pelvici. Dopo un dubbio contatto sessuale, tratti i genitali con un antisettico. Se si sospetta un'infezione, consultare immediatamente un medico. Non ignorare mai il parere dei medici.

Pyelonephritis in donne - sintomi, segni, trattamento. Pyelonephritis cronico in donne - il trattamento popolare di pyelonephritis in donne

Secondo le statistiche mediche, il 65% della popolazione femminile del pianeta prima o poi incontra una malattia così pericolosa come la pielonefrite, un'infiammazione infettiva dei reni. Questa è una cifra abbastanza alta, che richiede ad ogni donna di conoscere in dettaglio la pielonefrite.

Pyelonephritis in donne: sintomi e trattamento

Il principale pericolo della pielonefrite è che sono assolutamente a rischio tutti i gentil sesso. L'anatomia femminile è organizzata in modo tale che l'infezione, penetrando in un'uretra grande ma stretta, che si trova anche vicino all'ano, possa rapidamente risalire nei reni.

Ma c'è un modo per proteggersi da questa spiacevole patologia insidiosa: tratta la tua salute con cura e previene l'emergere dei principali fattori della pielonefrite, che includono:

  • stress nervoso
  • affaticabilità
  • sottoraffreddamento
  • AIDS
  • malattie del sistema genito-urinario
  • diabete mellito
  • mal di gola
  • carie
  • lesione del midollo spinale

Sfortunatamente, è possibile che un'infezione che causa la pielonefrite possa penetrare nel tuo corpo verso il basso - attraverso il sangue.

I medici avvertono che qualsiasi malattia non trattata, accompagnata da un processo infiammatorio nel corpo, può portare a pielonefrite, perché questa malattia è secondaria, cioè, appare sullo sfondo della patologia principale. Dopotutto, l'immunità indebolita e la presenza di qualsiasi infezione in qualsiasi organo, ad esempio Escherichia coli, clamidia, stafilococco, è un ambiente eccellente per lo sviluppo della pielonefrite.

Sintomi di pyelonephritis in donne

Se la malattia ti ha sopraffatto, allora lo senti immediatamente dai sintomi che sono caratteristici di esso:

  • Avrai costantemente una temperatura elevata, che praticamente non può essere abbattuta da nulla;
  • La pressione del sangue aumenterà;
  • Palpitazioni cardiache;
  • Sperimenterai un forte dolore alla schiena in un carattere noioso e noioso;
  • La condizione generale sarà debole;
  • Ci sarà una frequente voglia di urinare;
  • Si verificheranno nausea e vomito;
  • Le membra si gonfieranno male;
  • Possono esserci segni di cistite - sangue nelle urine appannate, perdite vaginali profuse e maleodoranti.

Naturalmente, il corpo di ogni donna è diverso, quindi una donna può avere tutti i segni della pielonefrite sopra elencati, e l'altra ha solo alcuni di essi. In ogni caso, un urgente bisogno di consultare un medico per prevenire la pielonefrite dallo sviluppo a una forma acuta o cronica.

Trattamento di pyelonephritis in donne

Quando vai da un dottore, ti verrà assegnata una diagnosi speciale che confermerà che hai la pielonefrite o la confuti. Include le seguenti procedure:

  • Esame di un nefrologo, urologo e ginecologo.
  • Esame del sangue generale e biochimico per identificare il numero di leucociti in esso (di norma, maggiore è la loro, peggiore è la condizione).
  • Test delle urine per determinare il livello della sua acidità e colore, nonché l'agente causale della pielonefrite (questa è un'infezione che ha provocato la malattia, dal momento che l'ulteriore trattamento del paziente sarà diretto a combatterlo).
  • Ultrasuoni dei reni, così come CT, risonanza magnetica, se il caso è estremamente difficile.

Quando la diagnosi è confermata, ti verrà dato un corso di terapia farmacologica di due settimane, senza il quale, sfortunatamente, non sarà possibile superare l'infezione nel corpo. Per il trattamento della pielonefrite latente nelle donne vengono prescritti tali farmaci:

antibiotici

  • Biseptol
  • amoxicillina
  • trimossazolo
  • ciprofloxacina
  • cefuroxima
  • gentamicina
  • Cefepime
  • Meronem

Agenti antibatterici

analgesici

I pazienti che sono stati diagnosticati con pielonefrite dovranno essere registrati con un nefrologo e osservati con lui per un anno o anche due anni. Per tutto questo tempo ci vorrà un test delle urine mensile.

Oltre ai farmaci farmacologici, i medici prescrivono spesso i pazienti con pielonefrite e le ricette popolari per il recupero. Include decotti e tinture da ingredienti naturali:

  1. Ricetta numero 1: mescolare la stessa proporzione di miele e viburno e prendere questa miscela tre volte al giorno prima dei pasti, un cucchiaio.
  2. Ricetta numero 2: due cucchiai di semi di lino devono essere sciolti in acqua bollita (bastano due bicchieri). Questa soluzione deve essere bollita per 5 minuti e quindi lasciata per un'ora in modo che sia infusa. Entro due giorni, questa infusione dovrebbe essere bevuta due volte al giorno per mezzo bicchiere. Grazie a questa ricetta, i reni vengono puliti e la loro infiammazione viene rimossa.
  3. Ricetta numero 3: in proporzioni uguali, mescolare il succo di patate e sorbo. Il liquido risultante deve essere assunto una volta al giorno per mezzo bicchiere.
  4. Ricetta numero 4: aggiungere un litro di avena a un litro di latte e dare fuoco. Aspetta fino a metà del latte bolle via. Dovresti ottenere una specie di "bacello d'avena", che deve essere preso quattro volte al giorno per un quarto di tazza.
  5. Ricetta numero 5: in un litro di acqua bollita, aggiungere due cucchiai di foglie di betulla. Quindi devi mettere questa miscela a bagnomaria e lasciarla riposare per 10-15 minuti. Dovrebbe essere preso tre volte al giorno, un bicchiere prima di mangiare.

Il trattamento popolare della pielonefrite nelle donne suggerisce:

  • uso di tè alle erbe cowberry;
  • decotti di camomilla e calendula;
  • terapia con propoli, che ha un effetto antinfiammatorio e lieve anestetico;
  • alle donne viene anche dato un riposo a letto a casa, se la forma della malattia non è grave o in ospedale;
  • prescritto una dieta speciale "Tabella numero 7", attraverso la quale i sintomi della pielonefrite si allontanano molto più velocemente.

Qual è una dieta per la pielonefrite:

  • In numero illimitato di pazienti hanno bisogno di mangiare cibi diuretici - zucchine, zucca, angurie e meloni.
  • È estremamente importante escludere sale, proteine, brodi ricchi dal cibo. Questo è necessario per ridurre il carico sui reni.
  • Carne, pesce e pollame devono essere magri, al vapore o al forno.
  • I latticini possono mangiare qualsiasi. L'unica eccezione è il formaggio.
  • È vietato mangiare cipolle, aglio, ravanelli, ravanelli, acetosa, spinaci, verdure in salamoia, cioccolato.
  • Non puoi bere bibite dolci e acqua minerale con un alto contenuto di sodio.

Seguendo le chiare istruzioni del medico curante, che corrisponderanno ai metodi di trattamento sopra descritti, è possibile recuperare completamente dalla pielonefrite latente. Se la malattia è già diventata acuta o cronica, la donna dovrà sottoporsi a un trattamento leggermente diverso.

Sintomi di pyelonephritis affilato in donne

Immediatamente, notiamo che, fortunatamente, la pielonefrite acuta o, come viene anche chiamata, sindrome nefrosica, è abbastanza rara nelle donne. Tuttavia, nessuno è immune da questa patologia dei reni, quindi è importante sapere di cosa si tratta.

Identificare i sintomi della sindrome nefrosica è molto semplice:

  • Una donna sente un insopportabile dolore alla cintura nell'addome e nella parte bassa della schiena.
  • La sua temperatura corporea salì drammaticamente a 40 ° C, e la sua pressione sanguigna aumentò
  • L'orinazione è molto dolorosa, c'è sangue nelle urine e persino impurità di pus.
  • Gonfiore costante degli arti

Quando pielonefrite acuta nelle donne, i medici prescrivono test di standard (analisi delle urine e analisi del sangue), e anche eseguire necessariamente diagnostica radionuclide, utilizzato quando si sospetta una combinazione di patologia con tumori.

È molto difficile curare la forma acuta di pielonefrite, perché, come mostrano le statistiche mediche, le possibilità di un completo recupero si riducono a zero. La maggior parte dei pazienti con diagnosi di sindrome nefrosica è deceduta a causa dell'accumulo di sostanze tossiche nel sangue, come la creatinina e l'urea. A concentrazioni elevate, causano danni irreparabili agli organi interni e persino al cervello.

Come trattare la pielonefrite acuta nelle donne?

La terapia antibatterica per la pielonefrite comporta l'uso di contagocce e iniezioni:

  • penicillina
  • oxacillina
  • ampicillina
  • meticillina
  • ampioksa
  • cloramfenicolo succinato
  • gentamicina o garamicina
  • eritromicina
  • tseporina
  • kefzol
  • tsiprobaya
  • tarivida
  • lincomicina
  • ristomycin
  • rondomitsina
  • vibramitsina
  • nitroksolin
  • nistatina
  • Levorinum
  • vitamine B1, B6, B12, C, P, P
  • difenidramina
  • pipolfen
  • suprastin
  • Tavegil

Viene eseguita anche una cateterizzazione degli ureteri per rimuovere un'ostruzione al normale flusso di urina. In alcuni casi, ricorrere all'intervento chirurgico di emergenza.

Pyelonephritis cronico in donne

Un'altra forma difficile di pielonefrite femminile è la pielonefrite cronica, in cui le donne durante la loro vita affrontano costantemente l'esacerbazione di questa malattia o delle sue remissioni. Pyelonephritis cronico in donne non ha segnali abbastanza tipici per esso:

  • perdite vaginali
  • dolore durante la minzione
  • minzione frequente

Inoltre, lo stadio cronico della pielonefrite femminile può verificarsi in diverse forme:

  1. Nefrotico (simile alla forma acuta di pielonefrite nei sintomi e nei metodi di trattamento).
  2. Iperteso - quando è più probabile che si avverta la pressione alta. A causa di questa forma di pielonefrite cronica, può verificarsi ictus.
  3. Ematurale - La caratteristica principale di questa forma di pielonefrite è il colore rosso dell'urina, che si ottiene a causa dell'aumentato numero di globuli rossi nelle urine.
  4. Misto (combinazione di segni di pielonefrite cronica nefrosica e ipertensiva)

Il corso del trattamento della pielonefrite cronica è molto lungo e comprende diverse attività principali:

  • Eliminazione dei motivi per cui il flusso di urina è stato interrotto (il più delle volte, per questo, i medici ricorrono all'intervento chirurgico).
  • Terapia farmacologica I medici prescrivono ai pazienti un gran numero di farmaci antibatterici ad ampio spettro.
  • Migliora l'immunità con tinture e decotti a base di erbe, nonché un trattamento complesso nei complessi sanatorio e profilattico.

Pyelonephritis durante la gravidanza

Sfortunatamente, la pielonefrite durante la gravidanza è un evento frequente. La malattia si manifesta con la crescita del feto, che esercita una pressione sulla vescica, a seguito della quale il normale flusso di urina viene interrotto.

I sintomi della pielonefrite nelle donne durante la gravidanza sono standard:

  • minzione dolorosa
  • disagio nella parte posteriore
  • forte aumento della temperatura corporea

Tutto ciò può essere pericoloso non solo per la vita di una donna, ma anche per un bambino, quindi le donne incinte devono fare attenzione a trattare la pielonefrite per non danneggiare il bambino. I medici prescrivono tali farmaci che non sono controindicati alle donne che si trovano in una posizione interessante. Questi includono:

Gli effetti della pielonefrite per le donne

Se una donna che ha scoperto i sintomi della pielonefrite non inizia immediatamente il trattamento, la sua salute è in grave pericolo. La pielonefrite convenzionale può svilupparsi in:

  • insufficienza renale
  • ascesso renale
  • sepsi
  • andare allo stadio mortale - enfisematoso

Prevenzione della pielonefrite nelle donne

Proteggersi dalla pielonefrite è del tutto possibile se si sta attenti alla propria salute. È sufficiente fare le cose basilari:

  • prevenire lo sviluppo di carie sui denti
  • seguire le regole dell'igiene personale
  • non automedicare se qualcosa è malato
  • mangiare giusto ed equilibrato
  • alla prima voglia di andare in bagno
  • evitare la stitichezza
  • non sovraraffreddare e lavorare troppo.

Anche i medici raccomandano fortemente di avere una vita sessuale moderata, poiché è già scientificamente confermato che la manifestazione di un'eccessiva attività a letto può portare all'insorgenza di pielonefrite. Certo, è importante avere un partner sessuale permanente.

Nel video qui sotto, medici, nefrologi e urologi parlano delle cause della pielonefrite nelle donne, dei metodi di trattamento delle sue varie forme e delle misure preventive che ogni donna deve rispettare.

Altri Articoli Su Rene