Principale Prostatite

assegnazione

Specificare gli organi che svolgono la funzione escretoria nel corpo umano e le sostanze che vengono rimosse attraverso di essi.

1. Il sistema urinario (reni, ureteri, vescica, uretra) secerne l'urina, costituito da acqua, sali e urea.
2. La pelle rilascia sudore costituito da acqua, sali e urea.
3. I polmoni emettono anidride carbonica.

Indicare quali prodotti finali del metabolismo si formano nel corpo umano e attraverso quali organi vengono rimossi.

I prodotti finali del metabolismo nell'uomo sono l'anidride carbonica, l'acqua e l'urea. L'acqua e l'urea vengono rimosse con le urine attraverso il sistema urinario (reni, ureteri, vescica, uretra) e poi attraverso la pelle. L'anidride carbonica viene rimossa attraverso i polmoni.

Quali sono le conseguenze di un disturbo renale?

La rimozione di urea e sali dal corpo cesserà, si verificherà un cambiamento nella composizione dell'ambiente interno del corpo.

Trova errori nel testo qui sotto. Indica il numero delle frasi in cui sono stati commessi errori, correggili.
1. Il sistema urinario umano contiene i reni, le ghiandole surrenali, gli ureteri, la vescica e l'uretra. 2. L'organo principale del sistema escretore sono i reni. 3. Nei reni attraverso i vasi entra nel sangue e linfa, contenente i prodotti finali del metabolismo. 4. La filtrazione del sangue e la formazione delle urine si verificano nella pelvi renale. 5. L'assorbimento di acqua in eccesso nel sangue avviene nel tubulo del nefrone. 6. Con gli ureteri, l'urina entra nella vescica.

1. Il sistema urinario umano contiene i reni, gli ureteri, la vescica e l'uretra.
3. Nei reni attraverso i vasi sanguigni entra, contenente i prodotti finali del metabolismo.
4. La filtrazione del sangue e la formazione delle urine si verificano nei nefroni (glomeruli renali, capsule renali e tubuli renali).

Test di biologia Funzioni degli organi di isolamento 8 classe

Test di biologia Funzioni degli organi di escrezione per gli studenti dell'ottavo anno con risposte. Il test consiste di 2 varianti in ciascuna variante di 15 compiti con una scelta della risposta.

1 opzione

1. Che cos'è una selezione?

A. assunzione di succhi digestivi nell'intestino
B. Rilascio di calore dal corpo all'ambiente esterno.
B. Rimozione delle feci dal retto
D. Rimozione dei prodotti finali di ossidazione e decomposizione di sostanze dal corpo

2. Quali organi svolgono la funzione escretoria?

A. Ghiandole digestive
B. ghiandole sudoripare
B. Luce
G. Retto
D. fegato
E. Reni e altri organi del sistema urinario

3. Qual è il corpo principale della filtrazione biologica?

A. ghiandole sudoripare
B. Luce
B. fegato
G. Reni
D. Ureters
E. vescica

4. L'urea nel corpo si forma durante il decadimento

A. Belkov
B. Zhirov
V. Carboidrati
G. Tutte le sostanze elencate

5. L'uretere si connette

A. Rene con l'ambiente esterno
B. Vescica con l'ambiente esterno
B. Rene con vescica
G. Reni sinistro e destro

6. L'urina primaria è diversa dalla secondaria

A. Grande volume
B. Maggiore concentrazione di glucosio
B. Abbassare la concentrazione di urea
G. Tutte e tre le prime risposte sono corrette.

7. La quantità di urina rilasciata al giorno è circa

A. 0,5 l
B. 1,5 l
B. 2,5 L
G. 3,5 l

8. L'irritante naturale al riflesso uretrale è

A. Allungando le pareti della vescica
B. Aumento della concentrazione di urina
B. Effetti dell'urea sui centri del midollo spinale
G. Desiderio arbitrario

9. Quanta urina si accumula nella vescica?

A. 1,5 l
B. 5 l
V. 300 ml
G. 3 l

10. Funzioni renali

A. Isolamento di sostanze nocive e in eccesso per il corpo
B. Mantenimento della costanza della composizione chimica e delle proprietà dell'ambiente interno del corpo
B. Sintesi degli enzimi
G. Tutte le risposte sono corrette.

11. Quali malattie precedono la malattia renale?

A. Gastrite
B. Angina
V. Scarlatina
G. Colpo
D. Malati, tonsille
E. Ipertensione
G. Malattie dell'apparato respiratorio

12. L'unità strutturale del rene è costituita da nefrone?

A. Dal glomerulo capillare
B. Di tubuli contorti
B. Dal glomerulo e dai tubuli capillari

13. Il centro di minzione si trova.

A. Nel midollo allungato
B. Nel mesencefalo
B. Nel midollo spinale

14. Qual è la funzione del tubulo nefronico contorto?

A. Assorbimento selettivo
B. Filtrazione del sangue
B. Escrezione di urina

15. I reni nel corpo umano sono dentro

A. Cavità toracica
B. Cavità addominale, più vicina alla parete frontale
B. la cavità addominale, più vicino alla parete posteriore
G. cavità pelvica
D. Parzialmente nel petto e in parte nella cavità addominale

2 opzione

1. I prodotti metabolici finali, dannosi per il corpo, vengono rimossi da esso

A. Capillari, arterie, vene
B. Reni, polmoni, pelle
B. Esofago, stomaco, intestino
G. Fegato e pancreas

2. La principale unità strutturale e funzionale del rene è

A. Nephron
B. Ureter
B. vescica

3. Cosa entra nella capsula dal glomerulo dei capillari?

A. acqua
B. proteine
V. Zucchero
G. Urea
D. Sale
E. cellule del sangue

4. Cosa ritorna al flusso sanguigno quando si forma l'urina secondaria?

A. Acqua
V. Soli
V. Urea
Mr. Sugar

5. In quale parte del rene si trovano le capsule di nefrone?

A. Nella pelvi
B. Nella corteccia
B. Nel midollo

6. Che cosa regola il lavoro del sistema urinario?

A. fegato
B. Cervello Intermedio
B. ghiandola pituitaria
G. Milza

7. Qual è il significato dell'intero sistema escretore del corpo?

A. Emissioni di anidride carbonica
B. Scarico dell'acqua
B. Isolamento di sali e urea
G. Isolamento di residui di cibo.

8. Di che cosa è fatta l'urina?

A. Dalla linfa
B. Di sangue
B. Dal plasma sanguigno

9. L'urina primaria differisce dal plasma sanguigno in quello dell'urina primaria

A. Nessun glucosio
B. Nessuna proteina
B. Nessun sale

10. Il sangue entra nel glomerulo capillare.

A. misto
B. venoso
B. Arterioso

11. Nella nave, rifiuti dal glomerulo capillare (nave in uscita), c'è sangue

A. Arterioso
B. venoso
V. misto

12. Quanta urina si accumula nella vescica?

A. 1.5
B. 5 l
V. 300 ml
G. 3 l

13. Che cos'è una selezione?

A. assunzione di succhi digestivi nell'intestino
B. Rilascio di calore dal corpo all'ambiente esterno.
B. Rimozione delle feci dal retto
D. Rimozione dei prodotti finali di ossidazione e decomposizione di sostanze dal corpo

14. Il centro di minzione si trova.

A. Nel midollo allungato
B. Nel mesencefalo
B. Nel midollo spinale

15. Funzione renale

A. Isolamento di sostanze nocive e in eccesso per il corpo
B. Mantenimento della costanza della composizione chimica e delle proprietà dell'ambiente interno del corpo
B. Sintesi degli enzimi
G. Tutte le risposte sono corrette.

Risposta a un test di biologia
1 opzione
1-G
2 BGE
3-D
4-A
5-B
6-A
7-B
8-A
9-B
10-G
11-B
12-B
13-B
14-B
15-B
2 opzione
1-B
2-A
3 AVGD
4-A
5-B
6-B
7-B
8-B
9-B
10-A
11-B
12-B
13-G
14-B
15-G

Selezione fisiologica

Conferenza 16

I prodotti metabolici finali secreti dal corpo sono chiamati escrementi e gli organi che svolgono funzioni escretorie sono escretori o escretori. Gli organi escretori comprendono i polmoni, il tratto gastrointestinale, la pelle, i reni.

Polmoni: contribuiscono al rilascio nell'ambiente di anidride carbonica e acqua sotto forma di vapore (circa 400 ml al giorno).

Il tratto gastrointestinale secerne una piccola quantità di acqua, acidi biliari, pigmenti, colesterolo, alcune sostanze medicinali (quando entrano nel corpo), sali di metalli pesanti (ferro, cadmio, manganese) e residui alimentari non digeriti sotto forma di feci.

La pelle svolge una funzione escretoria a causa della presenza di sudore e ghiandole sebacee. Le ghiandole sudoripare secernono il sudore, che consiste in acqua, sali, urea, acido urico, creatinina e alcuni altri composti.

L'organo principale di escrezione è i reni, che espellono con l'urina la maggior parte dei prodotti finali del metabolismo, principalmente azoto (urea, ammoniaca, creatinina, ecc.). Il processo di formazione ed escrezione di urina dal corpo è chiamato diuresi.

FISIOLOGIA DEI RENE.

La funzione principale dei reni è escretoria. Rimuovono prodotti di decomposizione, acqua in eccesso, sali, sostanze nocive e alcuni farmaci dal corpo.

- I reni supportano la pressione osmotica dell'ambiente interno del corpo ad un livello relativamente costante rimuovendo l'acqua in eccesso e i sali (principalmente cloruro di sodio).

- I reni, insieme ad altri meccanismi, assicurano la costanza della reazione ematica (pH del sangue) modificando l'intensità del rilascio di sali acidi o alcalini di acido fosforico quando la reazione del sangue passa al lato acido o alcalino.

- I reni svolgono una funzione secretoria. Sono in grado di secernere acidi organici e basi, ioni K e idrogeno.

- È stato dimostrato che i reni sono coinvolti non solo nel minerale, ma anche nel metabolismo dei lipidi, delle proteine ​​e dei carboidrati.

Pertanto, i reni, regolando la quantità di pressione osmotica nel corpo, la costanza della reazione ematica, svolgendo funzioni sintetiche, secretorie ed escretorie, partecipano attivamente al mantenimento della costanza della composizione dell'ambiente interno del corpo (omeostasi).

La struttura dei reni.

I reni si trovano su entrambi i lati della colonna lombare. I reni sono coperti da una capsula di tessuto connettivo. La dimensione di un rene adulto è di circa 11x5 cm, la massa è in media di 200-250 g Nella sezione longitudinale del rene ci sono 2 strati: corticale e cerebrale.

L'unità strutturale e funzionale del rene è il nefrone. Il loro numero raggiunge una media di 1 milione.Il nefrone è un lungo tubulo, la cui parte iniziale circonda il glomerulo capillare arterioso sotto forma di una coppa a doppia parete, e la sezione finale scorre nel tubo di raccolta.

Nel nefrone ci sono i seguenti reparti:

1) il corpo renale (malpigievo) è costituito dal glomerulo vascolare e dalla capsula del glomerulo renale (Shumlyansky-Bowman) che lo circonda.

2) il segmento prossimale include un convoluto (tubulo contorto del primo ordine) e una parte diritta (sezione spessa verso il basso del ciclo del nefrone (Henle); 3) un segmento sottile del ciclo del nefrone; 4) il segmento distale costituito da una parte rettilinea (parte ascendente spessa del ciclo del nefrone) e una parte aggraffata (un tubulo ritorto del secondo ordine). Tubuli contorti distali aperti nei tubi di raccolta.

Nello strato corticale sono i glomeruli vascolari, elementi dei segmenti prossimale e distale dei tubuli urinari. Il midollo contiene elementi del segmento sottile del tubulo, ginocchia ascendenti spesse degli anelli del nefrone e tubi di raccolta.

I tubi di raccolta, che si uniscono, formano dotti escretori comuni, che passano attraverso il midollo del rene fino alla punta delle papille che si proiettano nella cavità della pelvi renale. La pelvi renale si apre negli ureteri, che a loro volta scorrono nella vescica.

Rifornimento di sangue ai reni.

I reni ricevono sangue dall'arteria renale, uno dei principali rami dell'aorta. L'arteria nel rene è divisa in un gran numero di piccoli vasi - arteriole, che portano il sangue al glomerulo (portando arteriole), che poi si scompongono in capillari (la prima rete di capillari). I capillari del glomerulo vascolare, fondendosi, formano un'arteriola in uscita, il cui diametro è 2 volte più piccolo del diametro del cuscinetto. La realizzazione dell'arteriola si rompe di nuovo in una rete di capillari che si intrecciano tubuli (seconda rete di capillari).

Pertanto, la presenza di due reti di capillari è caratteristica dei reni: 1) i capillari del glomerulo vascolare; 2) capillari, intrecciando tubuli renali.

I vasi capillari arteriosi passano nel venoso. In futuro, essi, fondendosi nelle vene, donano sangue alla vena cava inferiore.

Attraverso i reni tutto il sangue (5-6 litri) passa in 5 minuti. Durante il giorno circa 1000-1500 litri di sangue passano attraverso i reni. Tale flusso abbondante di sangue consente di rimuovere completamente tutte le sostanze indesiderate risultanti e anche dannose per il corpo. I vasi linfatici dei reni accompagnano i vasi sanguigni, formando un plesso che circonda l'arteria renale e la vena alla porta del rene.

Innervazione dei reni. I reni sono ben innervati. L'innervazione dei reni (efferente, fibre) viene effettuata principalmente dai nervi simpatici (nervi celiaci). Un apparato recettore è stato trovato nei reni, da cui si estendono le fibre afferenti (sensibili), raggiungendo principalmente la composizione dei nervi simpatici. Un gran numero di recettori e fibre nervose si trovano nella capsula che circonda i reni.

Complesso juxtaglomerulare. Il complesso juxtaglomerulare, o okoloklubochkuy, consiste principalmente di cellule mioepiteliali, che si trovano principalmente intorno all'arteriola glomerulare e secerne la sostanza biologicamente attiva, la renina.

Il complesso juxtaglomerulare è coinvolto nella regolazione del metabolismo del sale marino e nel mantenimento della costanza della pressione sanguigna.

Con una diminuzione della quantità di sangue che scorre ai reni e una diminuzione del contenuto di sali di sodio in esso, il rilascio di renina e la sua attività aumentano.

In alcune malattie renali, aumenta la secrezione di renina, che può portare ad un persistente aumento della pressione sanguigna e al metabolismo del sale marino alterato nel corpo.

MECCANISMI DEL MECCANISMO.

L'urina è formata dal plasma sanguigno che scorre attraverso i reni. L'urinazione è un processo complesso costituito da due fasi: filtrazione (ultrafiltrazione) e riassorbimento (aspirazione inversa).

Ultrafiltrazione glomerulare. Nei vasi capillari dei glomeruli del corpo renale, l'acqua viene filtrata dal plasma sanguigno con sostanze inorganiche e organiche che hanno un basso peso molecolare disciolto in esso. Questo fluido entra nella capsula del glomerulo renale e da lì nei tubuli dei reni. Per composizione chimica, è simile al plasma sanguigno, ma quasi non contiene proteine. Questa è l'urina primaria.

Il processo di filtrazione è promosso dall'ipertensione arteriosa (idrostatica) nei capillari glomerulari: 9,33-12,0 kPa (70-90 mm Hg) Tuttavia, il plasma nei capillari glomerulari non viene filtrato sotto tutta questa pressione.Le proteine ​​del sangue trattengono l'acqua e quindi impediscono filtrazione delle urine La pressione creata dalle proteine ​​plasmatiche (pressione oncotica) è 3,33-4,00 kPa (25-30 mm Hg). Inoltre, la forza di filtrazione viene ridotta anche dalla pressione del fluido nella cavità della capsula il glomerulo renale che costituisce 1.33-2.00 kPa (10-15 mm di mercurio).

Pertanto, la pressione, sotto l'influenza di cui l'urina primaria viene filtrata, è uguale alla differenza tra la pressione sanguigna nei capillari glomerulari, da un lato, e la somma della pressione della proteina del plasma sanguigno e della pressione del fluido nella cavità capsulare, dall'altro. Di conseguenza, l'entità della pressione di filtrazione è 9,33- (3,33 + 2,00) = 4,0 kPa (30 mmHg). La filtrazione delle urine si arresta se la pressione sanguigna è inferiore a 4,0 kPa (valore critico).

La modifica del lume delle navi in ​​partenza e in uscita causa un aumento della filtrazione (restringimento della nave in partenza) o la sua diminuzione (restringimento della nave che porta). La quantità di filtrazione è anche influenzata da un cambiamento nella permeabilità della membrana attraverso la quale avviene la filtrazione.

Riassorbimento tubulare Nei tubuli renali avviene il riassorbimento (riassorbimento) di acqua, glucosio, parte dei sali e una piccola quantità di urea dall'urina primaria nel sangue. Si forma l'urina finale, o secondaria, che nella sua composizione differisce nettamente dal primario. Non contiene glucosio, amminoacidi, alcuni sali e la concentrazione di urea è nettamente aumentata.

Durante il giorno, nei reni si formano 150-180 litri di urina primaria. Grazie al riassorbimento dell'acqua e di molte sostanze sciolte al giorno dai reni, solo 1-1,5 l di urina finale vengono escreti dai reni.

L'aspirazione inversa può essere attiva o passiva. Glucosio, amminoacidi, fosfati, sali di sodio vengono attivamente riassorbiti. Queste sostanze sono completamente assorbite nei tubuli e sono assenti nell'urina finale. A causa del riassorbimento attivo, le sostanze possono essere risucchiate dall'urina nel sangue anche se la loro concentrazione nel sangue è uguale alla concentrazione nel fluido dei tubuli o superiore.

Il riassorbimento passivo avviene senza costi energetici dovuti alla diffusione e all'osmosi. Un grande ruolo in questo processo appartiene alla differenza tra pressione oncotica e idrostatica nei capillari dei tubuli. A causa del riassorbimento passivo, acqua, cloruri e urea vengono riassorbiti. Le sostanze rimosse passano attraverso la parete dei tubuli solo quando la loro concentrazione nel lume raggiunge un determinato valore di soglia. Il riassorbimento passivo subisce sostanze che vengono espulse dal corpo. Si trovano sempre nelle urine. Tra questi, il più importante è il prodotto finale del metabolismo dell'azoto - l'urea.

Nel tubulo prossimale, gli ioni di glucosio, sodio e potassio vengono assorbiti e il sodio, il potassio e altre sostanze continuano ad essere assorbiti nel distale. Attraverso l'intero tubulo, l'acqua viene assorbita e nella parte distale di esso 2 volte più che nella parte prossimale. Un posto speciale nel meccanismo di riassorbimento di acqua e ioni sodio è occupato dal ciclo nefronico dovuto al cosiddetto sistema rotativo controcorrente. Considera la sua essenza. Il ciclo del nefrone ha 2 ginocchia: discendente e ascendente. L'epitelio della parte discendente passa attraverso l'acqua, e l'epitelio del ginocchio ascendente è impermeabile all'acqua, ma è in grado di assorbire attivamente gli ioni di sodio e trasferirli nel fluido tissutale, e attraverso di esso nuovamente nel sangue (Fig. 40).

Passando attraverso la sezione discendente del ciclo del nefrone, l'urina emette acqua, si addensa e diventa più concentrata. Il ritorno dell'acqua avviene passivamente a causa del fatto che allo stesso tempo nella parte ascendente del riassorbimento attivo degli ioni sodio. Entrando nel fluido tissutale, gli ioni di sodio aumentano la pressione osmotica al suo interno e quindi contribuiscono all'attrazione dell'acqua dal ginocchio discendente nel fluido tissutale. A sua volta, un aumento della concentrazione di urina nel ciclo del nefrone a causa dell'aspirazione inversa dell'acqua facilita il trasferimento di ioni sodio dall'urina al fluido tissutale. Così, nel ciclo del nefrone, grandi quantità di acqua e ioni di sodio vengono riassorbite.

Nei tubuli distali distali viene effettuato un ulteriore assorbimento di sodio, potassio, acqua e altre sostanze. A differenza dei tubuli contorti prossimali e dei nefroni, dove il riassorbimento degli ioni sodio e potassio non dipende dalla loro concentrazione (riassorbimento obbligatorio), la quantità di riassorbimento di questi ioni nei tubuli distali è variabile e dipende dal loro livello ematico (riassorbimento opzionale). Di conseguenza, le sezioni distali dei tubuli contorti regolano e mantengono la costanza della concentrazione di ioni sodio e potassio nel corpo.

Secrezione tubulare Oltre al riassorbimento nei tubuli, viene eseguito il processo di secrezione. Con la partecipazione di speciali sistemi enzimatici, c'è un trasporto attivo di alcune sostanze dal sangue nel lume dei tubuli. Dei prodotti del metabolismo proteico della secrezione attiva, sono esposti la creatinina e l'acido para-amino-ippurico. Questo processo è più pronunciato quando le sostanze estranee vengono introdotte nel corpo.

Pertanto, nei tubuli renali, specialmente nei loro segmenti prossimali, funzionano i sistemi di trasporto attivo. A seconda dello stato del corpo, questi sistemi possono cambiare la direzione del trasferimento attivo di sostanze, cioè fornire la loro secrezione (rilascio) o riassorbimento.

Oltre alla filtrazione, al riassorbimento e alla secrezione, le cellule dei tubuli renali sono in grado di sintetizzare determinate sostanze da vari prodotti organici e inorganici. Quindi, l'acido ippurico, l'ammoniaca viene sintetizzata nelle cellule dei tubuli renali.

La funzione di raccogliere tubi. Nei tubi di raccolta si verifica un ulteriore assorbimento dell'acqua.

Pertanto, la minzione è un processo complesso in cui, insieme ai fenomeni di filtrazione e riassorbimento, i processi attivi di secrezione e sintesi svolgono un ruolo importante. Se il processo di filtrazione procede principalmente a causa della pressione sanguigna, cioè, in ultima analisi, a causa del funzionamento del sistema cardiovascolare, i processi di riassorbimento, secrezione e sintesi sono il risultato di una vigorosa attività delle cellule tubulari e richiedono un dispendio energetico. A questo si deve il grande bisogno dei reni per l'ossigeno. Usano l'ossigeno 6-7 volte più dei muscoli (per unità di massa).

Regolazione dell'attività renale.

Regolazione nervosa I nervi simpatici che innervano i reni sono principalmente vasocostrittori. Quando sono irritati, l'escrezione di acqua diminuisce e l'escrezione di sodio nell'urina aumenta. Ciò è dovuto al fatto che la quantità di sangue che scorre ai reni diminuisce, la pressione nei glomeruli diminuisce e, di conseguenza, la filtrazione delle urine primarie diminuisce. La transezione del nervo simpatico innervando i reni porta ad un aumento della separazione delle urine. Tuttavia, quando si eccita il sistema nervoso simpatico, il filtraggio delle urine può aumentare se si riducono le arteriole esterne dei glomeruli.

Con stimoli dolorosi, la diuresi diminuisce di riflesso fino alla sua completa cessazione (anuria dolorosa). Il restringimento dei vasi renali in questo caso si verifica a seguito della stimolazione del sistema nervoso simpatico e dell'aumento della secrezione dell'ormone vasopressina, che ha un effetto vasocostrittore. L'irritazione dei nervi parasimpatici aumenta l'escrezione dei cloruri nelle urine riducendo il loro riassorbimento nei tubuli dei reni.

La corteccia cerebrale provoca cambiamenti nei reni direttamente attraverso i nervi autonomici o attraverso i neuroni dell'ipotalamo. Un ormone antidiuretico (vasopressina) si forma nei nuclei dell'ipotalamo.

Regolamento umorale. La vasopressina aumenta la permeabilità delle pareti dei tubuli convoluti distali e raccoglie i tubi per l'acqua e quindi favorisce il suo riassorbimento, che porta a una diminuzione della minzione e ad un aumento della concentrazione osmotica delle urine. Con un eccesso di vasopressina, può verificarsi una completa cessazione della minzione. La mancanza di un ormone nel sangue provoca lo sviluppo di una grave malattia - diabete insipido o diabete insipido. In questa malattia, una grande quantità di urina leggera con una leggera densità relativa, in cui non c'è zucchero.

• L'aldosterone (ormone della corteccia surrenale) favorisce il riassorbimento degli ioni sodio e l'eliminazione degli ioni di potassio nei tubuli distali. L'ormone inibisce il riassorbimento di calcio e magnesio nei tubuli prossimali.

QUANTITÀ, COMPOSIZIONE E PROPRIETÀ DELL'URINA

Durante il giorno una persona produce in media circa 1,5 litri di urina. La diuresi aumenta dopo aver bevuto molto, l'assunzione di proteine, i cui prodotti di decadimento stimolano la minzione. L'urina diminuisce con il consumo di una piccola quantità d'acqua, con aumento della sudorazione.

L'intensità della minzione varia durante il giorno. Durante il giorno, l'urina si forma più che di notte. La diminuzione della minzione durante la notte è associata a una diminuzione dell'attività del corpo durante il sonno, con una leggera diminuzione della pressione sanguigna. L'urina notturna è più scura e più concentrata.

L'esercizio ha un effetto pronunciato sulla formazione delle urine. Durante il lavoro a lungo termine diminuisce la diuresi. Ciò è dovuto al fatto che con l'aumento dell'attività fisica, il sangue in grandi quantità scorre verso i muscoli in funzione, a seguito del quale l'apporto di sangue ai reni diminuisce e la filtrazione delle urine diminuisce. Allo stesso tempo, lo sforzo fisico è accompagnato da un aumento della sudorazione, che contribuisce anche alla diminuzione della diuresi.

Colore. L'urina è un liquido giallo chiaro chiaro. Quando si deposita nel precipitato delle urine, che consiste di sali e muco.

Reazione. La reazione dell'urina di una persona sana è prevalentemente debole acido. il suo pH varia tra 5.0 e 7.0. La reazione dell'urina può variare a seconda della composizione del cibo. Quando viene utilizzato cibo misto (di origine animale e vegetale), l'urina umana ha una reazione leggermente acida. Quando si alimentano principalmente cibi a base di carne e altri cibi ricchi di proteine, la reazione urinaria diventa acida; gli alimenti vegetali contribuiscono alla transizione dell'urina a neutrali o addirittura alcaline.

Densità relativa La densità di urina è pari a una media di 1.015-1.020. Dipende dalla quantità di liquido assunto.

Composizione. I reni sono il principale organo di escrezione dei prodotti azotati di degradazione delle proteine: urea, acido urico, ammoniaca, basi puriniche, creatinina, indizio.

Nelle urine normali, la proteina è assente o vengono rilevate solo tracce di esso (non più dello 0,03%). La comparsa di proteine ​​nelle urine (proteinuria) di solito indica una malattia renale. Tuttavia, in alcuni casi, ad esempio, durante un intenso lavoro muscolare (corsa a lunga distanza), le proteine ​​possono comparire nelle urine di una persona sana a causa di un temporaneo aumento della permeabilità della membrana del rene glomerulare vascolare.

Tra i composti organici di origine non proteica nelle urine si trovano: sali di acido ossalico, che entrano nel corpo con il cibo, soprattutto vegetale; acido lattico rilasciato dopo l'attività muscolare; corpi chetonici formati durante la conversione dei grassi in zucchero nel corpo.

Il glucosio appare nelle urine solo nei casi in cui il suo contenuto nel sangue è drammaticamente aumentato (iperglicemia). L'escrezione di zucchero nelle urine è chiamata glucosuria.

L'aspetto di eritrociti nelle urine (ematuria) si osserva nelle malattie dei reni e degli organi urinari.

Nelle urine di una persona sana e gli animali contengono pigmenti (urobilina, urocromo), che determinano il suo colore giallo. Questi pigmenti sono formati dalla bilirubina della bile nell'intestino e nei reni e vengono escreti da essi.

Una grande quantità di sali inorganici viene escreta nelle urine - circa 15-25 g al giorno. Il cloruro di sodio, il cloruro di potassio, i solfati e i fosfati vengono escreti dal corpo. La reazione acida dell'urina dipende anche da loro.

Escrezione di urina L'urina finale scorre dai tubuli nella pelvi e da essa nell'uretere. Il movimento dell'urina attraverso gli ureteri nella vescica viene effettuato sotto l'influenza della gravità, nonché a causa dei movimenti peristaltici degli ureteri. Ureteri, entrando obliquamente nella vescica, formano alla base una specie di valvola che impedisce il ritorno di urina dalla vescica. Nella vescica ci sono i cosiddetti sfinteri o vescicole (fasci muscolari a forma di anello). Chiudono strettamente l'uscita dalla vescica. Il primo degli sfinteri, lo sfintere della vescica, si trova alla sua uscita. Il secondo sfintere - l'uretra sfintere - si trova leggermente al di sotto del primo e chiude l'uretra.

La vescica è innervata dalle fibre parasimpatiche (pelviche) e simpatiche del nervo (ipogastrico). L'eccitazione dei nervi simpatici favorisce l'accumulo di urina nella vescica. Quando le fibre parasimpatiche sono eccitate, la parete della vescica si contrae, gli sfinteri si rilassano e l'urina viene espulsa dalla vescica.

L'urina entra continuamente nella vescica, che porta ad un aumento della pressione in essa. L'aumento della pressione nella vescica a 12-15 cm di colonna d'acqua causa la necessità di urinare. Dopo aver urinato, la pressione nella vescica scende a quasi 0.

L'orinazione è un complesso atto riflesso che consiste nel ridurre simultaneamente la parete vescicale e rilassare i suoi sfinteri.

Un aumento della pressione nella vescica porta all'eccitazione dei meccanocettori di questo organo. Gli impulsi afferenti entrano nel midollo spinale al centro della minzione (segmenti II - IV della divisione sacrale). Dal centro lungo i nervi parasimpatici (pelvici) efferenti, gli impulsi vanno al muscolo della vescica e al suo sfintere. C'è una contrazione riflessa della parete muscolare e il rilassamento dello sfintere. Contemporaneamente, dal centro della minzione, l'eccitazione viene trasmessa alla corteccia cerebrale, dove c'è una sensazione di urgenza di urinare. Gli impulsi dalla corteccia cerebrale attraverso il midollo spinale arrivano allo sfintere uretrale. Si verifica l'orinazione L'influenza della corteccia cerebrale sull'atto riflesso della minzione si manifesta nel suo ritardo, nel suo potenziamento o persino nell'induzione arbitraria. Nei bambini piccoli, non esiste un controllo corticale della ritenzione urinaria. Viene prodotto gradualmente con l'età.

Eseguendo la funzione escretoria del rene quindi contribuire

Il riassorbimento distale in volume è significativamente inferiore al prossimale, tuttavia, cambiando in modo significativo sotto l'influenza di fattori regolatori, determina in gran parte la composizione dell'urina finale. L'acqua e gli ioni di Na +, K +, Ca 2+ e anche l'urea vengono riassorbiti nel nefrone distale.

Insieme al riassorbimento nei tubuli renali prossimale e distale, si verifica la secrezione di alcuni ioni, acidi organici e basi di origine endogena ed esogena. Le cellule epiteliali dei tubuli renali prossimali secernono:

1) acidi organici

2) basi organiche,

Le cellule epiteliali dei tubuli renali distali secernono:

La secrezione H + si verifica nel tubulo prossimale in misura maggiore rispetto alla distale. Tuttavia, è la secrezione distale di H + che svolge il ruolo principale nella regolazione del bilancio acido-base dell'ambiente interno, dal momento che può essere regolato

La formazione di un'urina finale osmoticamente concentrata è fornita dall'attività del sistema di moltiplicazione rotante controcorrente, che è rappresentato dalle ginocchia situate parallelamente dell'ansa di Henle e dai tubuli di raccolta. La concentrazione di fluido in un ginocchio si verifica a causa della diluizione nell'altro e a causa della direzione opposta del flusso del fluido canalicolare.

Il ruolo principale nel meccanismo di replica controcorrente è giocato dall'innalzamento del ginocchio dell'ansa di Henle, il cui muro è impermeabile all'acqua, ma ben permeabile agli ioni Na +. Nel ginocchio ascendente, Na + viene attivamente riassorbito nello spazio della cellula, in conseguenza del quale il liquido interstiziale diventa iperosmotico rispetto al contenuto del ginocchio discendente e la sua pressione osmotica aumenta verso la parte superiore del ciclo. Inoltre, a ogni livello orizzontale, a causa di un singolo effetto del trasporto del sale, il gradiente di concentrazione non supera 200 mosmol / l, tuttavia, gli effetti si moltiplicano lungo la lunghezza del ciclo e il sistema funziona come un moltiplicatore.

La parete del ginocchio discendente è ben permeabile sia per Na + che per l'acqua. Gli ioni Na + passivamente lungo il gradiente di concentrazione entrano nel lume del tubulo e l'acqua viene riassorbita dal gradiente osmotico in un interstizio iperosmotico.

Dal segmento prossimale, il fluido canalicolare di concentrazione isoosmotica di 300 mosmol / l entra nel ginocchio discendente. Al punto di inflessione del cappio di Henle, l'urina diventa iperosmotica con una concentrazione di 1200 mosmol / l. Pertanto, nel ginocchio discendente il volume diminuisce e la concentrazione osmotica dell'urina aumenta.

A causa del riassorbimento di Na +, la concentrazione osmotica nel ginocchio ascendente diminuisce significativamente, raggiungendo 100 mosmol / l, tuttavia, il volume delle urine rimane quasi invariato.

La concentrazione osmotica finale di urina si verifica nei tubuli di raccolta. A causa dell'iperosmoticità dello spazio interstiziale dei tubuli collettori passivamente, l'acqua viene riassorbita attraverso il gradiente osmotico, che porta ad un aumento della concentrazione di urina. In definitiva, si forma l'urina secondaria iperosmotica, in cui la concentrazione osmotica può essere uguale alla concentrazione osmolare del liquido extracellulare nella parte superiore della papilla renale - circa 1.500 mosmol / l.

La quantità di urina che viene escreta al giorno si chiama diuresi. La diuresi umana varia molto a seconda della natura della nutrizione, del regime idrico, dello stato emotivo, dell'attività muscolare e della temperatura ambientale (in media - 1-1,5 l).

Con l'urina del corpo espelle l'acqua, così come le sostanze organiche e inorganiche.

Di sostanze inorganiche derivate principalmente da NaCl, KCl, così come sali solfati e fosfati.

Da sostanze organiche derivano:

1) prodotti azotati del metabolismo proteico - urea (20-30 g / giorno), acido urico (0,5-1 g / giorno), ammoniaca (circa 1 g / giorno), ecc.,

2) prodotti di decadimento proteico - indolo, skatole, fenolo, indican,

3) sali di acido ossalico e lattico, corpi chetonici.

Inoltre, sostanze fisiologicamente preziose vengono escrete nelle urine, ma solo quando il loro eccesso può interferire con i normali processi metabolici.

La regolazione della formazione delle vie urinarie viene effettuata sia attraverso le vie nervose che quelle umorali a causa dei cambiamenti nella velocità di ultrafiltrazione, riassorbimento e secrezione.

La velocità di filtrazione glomerulare dipende dal rapporto del tono delle arteriole portatrici e uscenti dei glomeruli renali. Quando l'arteriola viene ristretta, l'EPD diminuisce e il tasso di ultrafiltrazione diminuisce. Nel caso di una diminuzione del lume dell'arteriola in uscita, l'EPI aumenta e, pertanto, aumenta la velocità di ultrafiltrazione.

Gli effetti nervosi sulle arteriole dei glomeruli renali sono trasmessi dai nervi vasomotori simpatici. Un aumento del tono della sezione simpatica del sistema nervoso autonomo porta ad un restringimento dell'arteriosa, una diminuzione della EFD e una diminuzione della diuresi. Tale reazione può essere osservata in caso di aumento dello stress psico-emotivo e degli stimoli del dolore, inclusi quelli associati alle procedure dentali.

I meccanismi umorali svolgono un ruolo guida nella regolazione della formazione delle vie urinarie. La regolazione umorale viene effettuata principalmente dall'ormone antidiuretico (ADH), che viene rilasciato dal lobo posteriore dell'ipofisi, l'aldosterone - l'ormone delle ghiandole surrenali e le catecolamine.

Le catecolamine hanno un duplice effetto. Con un leggero aumento della loro concentrazione nel sangue, il volume dell'urina finale aumenta, perché un'arteriola retrattiva più sensibile si restringe, il che significa che l'EFD aumenta. Con un grande aumento della concentrazione di catecolamine, il volume dell'urina finale diminuisce, perché l'arteriola si restringe e EFD diminuisce. La caffeina ha un effetto simile.

Quando l'iperosmia e l'ipovolemia aumentano il rilascio di ADH. Quando entra nel flusso sanguigno, l'ormone antidiuretico agisce sui segmenti distali del nefrone, migliorando il riassorbimento dell'acqua e riducendo così la quantità di urina espulsa dal corpo.

L'aldosterone aiuta anche ad aumentare il riassorbimento dell'acqua. Sotto la sua influenza, aumenta il riassorbimento degli ioni Na +, portando all'iperosmia del sangue. Di conseguenza, l'acqua dei tubuli renali entra nel sangue lungo il gradiente osmotico, il che significa che la diuresi diminuisce.

In caso di violazione della funzione escretoria dei reni, le ghiandole salivari diventano compensatorie. A causa della funzione escretoria delle ghiandole salivari dal corpo sono derivati:

prodotti metabolici - acido urico, urea, ammoniaca, creatinina, corpi chetonici,

ormoni e loro metaboliti - ormoni sessuali, ormoni tiroidei, ormoni surrenali,

sali di metalli pesanti - mercurio, bismuto, piombo,

sostanze medicinali - antibiotici, acido salicilico, vitamine.

Il contenuto di acido urico nella saliva può aumentare con la gotta. Nelle malattie del fegato compaiono nella saliva acidi biliari e pigmenti. In caso di insufficienza della funzione pancreatica, che è accompagnata da una diminuzione della produzione di insulina, la comparsa di corpi chetonici sotto-ossidati è nota nella saliva. In connessione con la secrezione delle ghiandole salivari di un gran numero di prodotti metabolici, il paziente è costantemente osservato un odore sgradevole dalla bocca.

Il ruolo dei reni nel supporto vitale del corpo umano e delle loro funzioni

  • Struttura e fisiologia dei reni nel corpo umano
    • Nefrone: l'unità attraverso la quale gli organi funzionano correttamente
  • Le funzioni dei reni nel corpo e il meccanismo del loro lavoro
    • Le principali funzioni degli organi

I reni sono di grande importanza nel corpo umano. Eseguono un certo numero di funzioni vitali. Le persone normalmente hanno due organi. Di conseguenza, ci sono tipi di reni - destra e sinistra. Una persona può vivere con uno di loro, tuttavia, l'attività vitale dell'organismo sarà costantemente minacciata, poiché la sua resistenza alle infezioni diminuirà di dieci volte.

Struttura e fisiologia dei reni nel corpo umano

Un rene è un organo associato. Ciò significa che normalmente una persona ne ha due. Ogni organo ha la forma di un fagiolo e appartiene al sistema urinario. Tuttavia, le funzioni principali dei reni non sono limitate alla funzione escretoria.

Gli organi si trovano nella regione lombare a destra e sinistra tra la colonna toracica e lombare. Allo stesso tempo, la posizione del rene destro è leggermente inferiore a quella della sinistra. Ciò è spiegato dal fatto che sopra è il fegato, che non consente al rene di muoversi verso l'alto.

Le gemme hanno all'incirca le stesse dimensioni: hanno una lunghezza da 11,5 a 12,5 cm, uno spessore da 3 a 4 cm, una larghezza da 5 a 6 cm ciascuna e un peso da 120 a 200 g. Quello giusto, di regola, ha dimensioni leggermente inferiori.

Qual è la fisiologia dei reni? L'organo esterno copre la capsula, che lo protegge in modo affidabile. Inoltre, ogni rene è costituito da un sistema le cui funzioni sono ridotte all'accumulo e alla produzione di urina, nonché dal parenchima. Il parenchima è composto dalla corteccia (il suo strato esterno) e il midollo (il suo strato interno). Il sistema di accumulo di urina è di piccole tazze di rene. Piccole tazze si fondono e formano grandi tazze di rene. Questi ultimi sono anche collegati e formano insieme la pelvi renale. Un bacino si connette con l'uretere. Nell'uomo, rispettivamente, ci sono due ureteri che entrano nella vescica.

Nefrone: l'unità attraverso la quale gli organi funzionano correttamente

Inoltre, gli organi sono dotati di un'unità strutturalmente funzionale chiamata nefrone. Il nefrone è considerato l'unità più importante del rene. Ciascuno degli organi non contiene un nefrone, ma circa 1 milione di essi: ogni nefrone è responsabile del funzionamento dei reni nel corpo umano. È il nefrone responsabile del processo di minzione. La maggior parte dei nefroni si trova nella sostanza corticale del rene.

Ogni nefrone strutturalmente funzionale dell'unità è un intero sistema. Questo sistema consiste nella capsula di Shumlyansky-Bowman, nel glomerulo e nei tubuli che si intersecano. Ogni glomerulo è un sistema di capillari che trasporta sangue al rene. I cappi di questi capillari si trovano nella cavità della capsula, che si trova tra le sue due pareti. La cavità della capsula passa nella cavità dei tubuli. Questi tubuli formano un cappio che penetra dalla corteccia nel midollo. Nel secondo sono nephron e tubuli escretore. Sul secondo tubulo, l'urina viene escreta nelle tazze.

La sostanza cerebrale forma piramidi con vertici. Ogni cima della piramide termina le papille e entrano nella cavità del piccolo calice. Nell'area delle papille, tutti i tubuli escretori sono combinati.

L'unità strutturalmente funzionale del nefrone renale assicura il corretto funzionamento degli organi. Se il nefrone era assente, gli organi non sarebbero stati in grado di svolgere le funzioni loro assegnate.

La fisiologia dei reni comprende non solo il nefrone, ma anche altri sistemi che assicurano il funzionamento degli organi. Quindi, le arterie renali si stanno allontanando dall'aorta. Grazie a loro, l'afflusso di sangue al rene. La regolazione nervosa della funzione degli organi viene effettuata con l'aiuto di nervi che penetrano dal plesso celiaco direttamente nei reni. La sensibilità della capsula renale è anche possibile a causa dei nervi.

Le funzioni dei reni nel corpo e il meccanismo del loro lavoro

Per chiarire come funzionano i reni, è necessario prima capire quali funzioni sono loro assegnate. Questi includono i seguenti:

  • escretore o escretore;
  • osmoregulation;
  • ionoreguliruyuschaya;
  • intra secretory, o endocrino;
  • metabolica;
  • ematopoietico (direttamente coinvolto in questo processo);
  • funzione di concentrazione renale.

Durante il giorno pompano attraverso l'intero volume di sangue. Il numero di ripetizioni di questo processo è enorme. Per 1 minuto viene pompato circa 1 litro di sangue. In questo caso, gli organi scelgono dal sangue pompato tutti i prodotti di decadimento, scorie, tossine, microbi e altre sostanze dannose per il corpo umano. Quindi tutte queste sostanze entrano nel plasma sanguigno. Poi tutto va agli ureteri e da lì alla vescica. Dopo di ciò, le sostanze nocive lasciano il corpo umano quando la vescica è vuota.

Quando le tossine entrano negli ureteri, non hanno più un backstop. Grazie ad una valvola speciale, che si trova negli organi, il rientro delle tossine nel corpo è assolutamente escluso. Ciò è reso possibile dal fatto che la valvola si apre in una sola direzione.

Quindi, pompando oltre 200 litri di sangue al giorno, i corpi sono in guardia per la sua purezza. Da scorie di tossine e microbi, il sangue diventa pulito. Questo è estremamente importante perché il sangue lava tutte le cellule del corpo umano, quindi è fondamentale che venga pulito.

Le principali funzioni degli organi

Quindi, la funzione principale eseguita dagli organi è l'escrezione. È anche chiamato escretore. La funzione escretoria dei reni è responsabile della filtrazione e della secrezione. Questi processi avvengono con la partecipazione del glomerulo e dei tubuli. In particolare, il processo di filtrazione viene effettuato nel glomerulo e nei tubuli - i processi di secrezione e riassorbimento delle sostanze che devono essere rimosse dal corpo. La funzione escretoria dei reni è molto importante perché è responsabile della formazione di urina e garantisce il suo normale rendimento (escrezione) dal corpo.

La funzione endocrina consiste nella sintesi di alcuni ormoni. Prima di tutto, riguarda la renina, a causa della quale l'acqua viene trattenuta nel corpo umano e il volume del sangue circolante è regolato. L'ormone eritropoietina è anche importante, che stimola la creazione di globuli rossi nel midollo osseo. E infine, gli organi sintetizzano le prostaglandine. Queste sono sostanze che regolano la pressione sanguigna.

La funzione metabolica è che è nei reni che i microelementi essenziali e le sostanze essenziali per il lavoro del corpo sono sintetizzati e trasformati in quelli ancora più importanti. Ad esempio, la vitamina D si trasforma in D3. Entrambe le vitamine sono estremamente importanti per l'uomo, ma la vitamina D3 è una forma più attiva di vitamina D. Inoltre, grazie a questa funzione, il corpo mantiene un equilibrio ottimale di proteine, carboidrati e lipidi.

La funzione di regolazione ionica comporta la regolazione dell'equilibrio acido-base, di cui anche questi organi sono responsabili. Grazie a loro, i componenti acidi e alcalini del plasma sanguigno sono mantenuti in un rapporto stabile e ottimale. Entrambi gli organi secernono, se necessario, un eccesso di bicarbonato o idrogeno, grazie al quale viene mantenuto questo equilibrio.

La funzione di Osmoreguliruyuschaya è di mantenere la concentrazione di sostanze ematiche osmoticamente attive a diverso regime idrico, che può essere esposto al corpo.

Funzione emopoietica: partecipazione di entrambi gli organi al processo di formazione del sangue e purificazione del sangue da tossine, microbi, batteri nocivi e scorie.

La funzione di concentrazione dei reni implica che essi si concentrano e diluiscono l'urina attraverso l'escrezione di acqua e soluti (prima di tutto, è l'urea). Gli organi dovrebbero farlo quasi indipendentemente l'uno dall'altro. Quando l'urina viene diluita, viene rilasciata più acqua, non soluti. Al contrario, per mezzo della concentrazione, viene rilasciato un volume maggiore di soluti e non di acqua. La funzione di concentrazione dei reni è estremamente importante per la vita dell'intero corpo umano.

Quindi, diventa chiaro che il valore dei reni e il loro ruolo per l'organismo sono così grandi da non poter essere sopravvalutati.

Ecco perché è così importante al minimo disturbo del lavoro di questi organi a prestare la dovuta attenzione a questo e consultare un medico. Poiché molti processi nel corpo dipendono dal lavoro di questi organi, il ripristino della funzione renale diventa un evento estremamente importante.

Organi che svolgono la funzione escretoria

L'isolamento è la rimozione dal corpo delle tossine formate dal metabolismo. Questo processo è un prerequisito per mantenere la costanza del suo ambiente interno - l'omeostasi. I nomi degli organi di escrezione degli animali sono diversi: tubi specializzati, metanefridi. La persona per l'implementazione di questo processo ha un intero meccanismo.

Sistema di organi di escrezione

I processi di scambio sono abbastanza complessi e si verificano a tutti i livelli, dal molecolare all'organismo. Pertanto, per la loro implementazione richiede un intero sistema. Gli organi di escrezione umana rimuovono varie sostanze.

L'acqua in eccesso viene rimossa dal corpo con l'aiuto di polmoni, pelle, intestino e reni. Sali di metalli pesanti secernono il fegato e l'intestino.

I polmoni sono gli organi respiratori, la cui essenza è l'ingresso di ossigeno nel corpo e la rimozione di diossido di carbonio da esso. Questo processo è di importanza globale. Dopo tutto, le piante di anidride carbonica emesse dagli animali vengono utilizzate per la fotosintesi. In presenza di anidride carbonica, acqua e luce nelle parti verdi della pianta, che contengono pigmento clorofilla, formano glucosio e ossigeno carboidrati. Questa è la circolazione vitale delle sostanze in natura. Attraverso i polmoni, anche l'acqua in eccesso viene continuamente rimossa.

L'intestino porta residui alimentari non digeriti, e insieme a loro, prodotti metabolici dannosi che possono causare l'avvelenamento del corpo.

Il fegato della ghiandola digestiva - un vero filtro per il corpo umano. Prende sostanze tossiche dal sangue. Il fegato secerne uno speciale enzima: la bile, che disinfetta le tossine e le rimuove dal corpo, compresi i veleni di alcol, droghe e droghe.

Il ruolo della pelle nel processo di escrezione

Tutti gli organi di escrezione sono insostituibili. Infatti, se il loro funzionamento è disturbato, sostanze tossiche - le tossine si accumulano nel corpo. Di particolare importanza nella realizzazione di questo processo è il più grande organo umano - la pelle. Una delle sue funzioni più importanti è l'implementazione della termoregolazione. Durante il lavoro intensivo, il corpo produce molto calore. Accumulando, può causare il surriscaldamento.

La pelle regola l'intensità del rilascio di calore, conservando solo la quantità necessaria di esso. Insieme al sudore, oltre all'acqua, vengono rimossi dal corpo sali minerali, urea e ammoniaca.

Com'è il trasferimento di calore?

L'uomo è una creatura a sangue caldo. Ciò significa che la temperatura del suo corpo non dipende dalle condizioni climatiche in cui vive o si trova temporaneamente. Sostanze organiche che provengono dal cibo: proteine, grassi, carboidrati: nel tratto digestivo vengono scomposte nei loro componenti. Sono chiamati monomeri. Durante questo processo, viene rilasciata una grande quantità di energia termica. Poiché la temperatura ambientale è spesso al di sotto della temperatura corporea (36,6 gradi), secondo le leggi della fisica, il corpo rilascia calore in eccesso nell'ambiente, ad es. nella direzione in cui è inferiore. Questo mantiene l'equilibrio della temperatura. Il processo di rinculo e la formazione di calore da parte del corpo è chiamato termoregolazione.

Quando una persona suda di più? Quando fuori fa caldo E nella stagione fredda, la pentola praticamente non spicca. Questo perché non è benefico per il corpo perdere calore quando non ce n'è molto.

Il sistema nervoso influenza anche il processo di termoregolazione. Ad esempio, quando le mani sudano durante l'esame, ciò significa che in uno stato di eccitazione, le navi si espandono e il trasferimento di calore aumenta.

La struttura del sistema urinario

Un ruolo importante nel processo di escrezione dei prodotti metabolici è svolto dal sistema degli organi urinari. Consiste di reni accoppiati, ureteri, vescica, che si apre all'esterno dell'uretra. La figura seguente (la tabella "Organi di selezione") illustra la posizione di questi organi.

Reni - l'organo principale dell'escrezione

Gli organi di escrezione umana iniziano dai reni. Questa è una coppia di organi a forma di fagiolo. Si trovano nella cavità addominale su entrambi i lati della colonna vertebrale, a cui è rivolto il lato concavo.

Fuori, ognuno di loro è coperto da una conchiglia. Attraverso una rientranza speciale chiamata porta del rene, l'organo entra nei vasi sanguigni, nelle fibre nervose e negli ureteri.

Lo strato interno è formato da due tipi di sostanze: corticale (scuro) e cervello (chiaro). Nel rene si forma l'urina, che viene raccolta in un contenitore speciale - il bacino, che entra nell'uretere.

Nefrone - l'unità elementare del rene

Gli organi di escrezione, in particolare il rene, sono costituiti da unità elementari della struttura. È in loro che i processi metabolici avvengono a livello cellulare. Ogni rene consiste di un milione di nefroni - unità strutturali-funzionali.

Ciascuno di essi è formato da un corpuscolo renale, che a sua volta è circondato da una capsula di calice con un groviglio di vasi sanguigni. L'urina è inizialmente raccolta qui. Ogni capsula parte tubuli contorti del primo e del secondo tubulo, aprendo i tubuli di raccolta.

Meccanismo di formazione delle urine

L'urina è formata dal sangue come risultato di due processi: filtrazione e riassorbimento. Il primo di questi processi si verifica nei corpi dei nefroni. Come risultato della filtrazione, tutti i componenti, ad eccezione delle proteine, vengono rilasciati dal plasma sanguigno. Pertanto, nelle urine di una persona sana non dovrebbe essere questa sostanza. E la sua presenza indica una violazione dei processi metabolici. Come risultato del filtraggio si forma un liquido, che è chiamato l'urina primaria. La sua quantità è di 150 litri al giorno.

Poi arriva la fase successiva - riassorbimento. La sua essenza sta nel fatto che tutte le sostanze utili per il corpo vengono assorbite dall'urina primaria nel flusso sanguigno: sali minerali, aminoacidi, glucosio e una grande quantità di acqua. Il risultato è un'urina secondaria - 1,5 litri al giorno. Una persona sana non dovrebbe avere un monosaccaride glucosio in questa sostanza.

L'urina secondaria è il 96% di acqua. Contiene anche ioni sodio, potassio e cloro, urea e acido urico.

Minzione riflessa

Da ogni nefrone, l'urina secondaria entra nella pelvi renale, da cui l'uretere scorre nella vescica. È un organo muscolare spaiato. Il volume della vescica aumenta con l'età e in un adulto raggiunge 0,75 litri. Fuori la vescica apre l'uretra. All'uscita, è limitato a due sfinteri - muscoli circolari.

Per sollecitare il processo di minzione, circa 0,3 litri di liquido devono accumularsi nella vescica. Quando ciò accade, i recettori delle pareti sono irritati. I muscoli si contraggono e gli sfinteri si rilassano. L'orinazione avviene arbitrariamente, cioè un adulto è in grado di controllare questo processo. La minzione è regolata dal sistema nervoso, il suo centro si trova nel midollo spinale sacrale.

Funzioni degli organi escretori

I reni svolgono un ruolo importante nel processo di rimozione dei prodotti finali del metabolismo dal corpo, regolano il metabolismo del sale dell'acqua e mantengono la costanza della pressione osmotica del mezzo fluido del corpo.

Gli organi di scarico puliscono il corpo dalle tossine, mantenendo un livello stabile di sostanze necessarie per il normale funzionamento completo del corpo umano.

Sistema di organi di escrezione

Gli organi di escrezione includono:

  • rene;
  • cuoio;
  • luce;
  • ghiandole salivari e gastriche.

I reni alleviano una persona dall'acqua in eccesso, dai sali accumulati, dalle tossine che si formano a causa del consumo di cibi troppo grassi, tossine e alcol. Svolgono un ruolo significativo nell'eliminazione dei prodotti di degradazione dei farmaci. Grazie al lavoro dei reni, una persona non soffre di una sovrabbondanza di vari minerali e sostanze azotate.

Luce - mantiene l'equilibrio dell'ossigeno ed è un filtro, sia interno che esterno. Contribuiscono all'efficace rimozione dell'anidride carbonica e delle sostanze volatili nocive formate all'interno del corpo, aiutando a liberarsi dei vapori liquidi.

Ghiandole gastriche e salivari: aiutano a rimuovere gli eccessi di acidi biliari, calcio, sodio, bilirubina, colesterolo, nonché residui di cibo non digerito e prodotti metabolici. Gli organi gastrointestinali liberano il corpo dai sali di metalli pesanti, dalle impurità di droghe, dalle sostanze tossiche. Se i reni non affrontano il loro compito, il carico su questo organo aumenta in modo significativo, il che può influire sull'efficienza del suo lavoro e portare a fallimenti.

La pelle svolge la funzione metabolica attraverso le ghiandole sebacee e sudoripare. Il processo di sudorazione rimuove l'acqua in eccesso, i sali, l'urea e l'acido urico, oltre a circa il due percento di anidride carbonica. Le ghiandole sebacee svolgono un ruolo significativo nelle prestazioni delle funzioni protettive del corpo, secernendo il sebo, costituito da acqua e un numero di composti insaponificabili. Previene la penetrazione di composti nocivi attraverso i pori. La pelle regola efficacemente il trasferimento di calore, proteggendo la persona dal surriscaldamento.

Sistema urinario

Il ruolo principale tra gli organi di escrezione della persona sono i reni e il sistema urinario, che includono:

  • la vescica;
  • dell'uretere;
  • uretra.

I reni sono un organo appaiato, sotto forma di legumi, lungo circa 10-12 cm. Questo è il motivo per cui non è suscettibile di lesioni, ma è sensibile ai cambiamenti interni al corpo, alla nutrizione umana e ai fattori negativi.

Ciascuno dei reni in un adulto pesa circa 0,2 kg e consiste in un bacino e nel fascio neurovascolare principale che collega l'organo al sistema escretore umano. Il bacino serve a comunicare con l'uretere e quello con la vescica. Questa struttura di organi urinari consente di chiudere completamente il ciclo di circolazione del sangue ed eseguire efficacemente tutte le funzioni assegnate.

La struttura di entrambi i reni consiste di due strati interconnessi:

  • corticale - costituito da nefrone glomeruli, serve come base per la funzione renale;
  • cerebrale - contiene un plesso di vasi sanguigni, fornisce all'organismo le sostanze necessarie.

I reni distillano da soli tutto il sangue di una persona in 3 minuti, e quindi sono il filtro principale. Se il filtro è danneggiato, si verifica un processo infiammatorio o insufficienza renale, i prodotti metabolici non entrano nell'uretra attraverso l'uretere, ma continuano il loro movimento attraverso il corpo. Le tossine sono parzialmente escrete con il sudore, con prodotti metabolici attraverso l'intestino e attraverso i polmoni. Tuttavia, non possono lasciare completamente il corpo, e quindi si sviluppa un'intossicazione acuta, che è una minaccia per la vita umana.

Funzioni del sistema urinario

Le principali funzioni degli organi di escrezione sono di eliminare le tossine e i sali minerali in eccesso dal corpo. Poiché i reni svolgono il ruolo principale del sistema escretore umano, è importante capire esattamente come purificano il sangue e cosa può interferire con il loro normale funzionamento.

Quando il sangue entra nei reni, entra nel loro strato corticale, dove si verifica una filtrazione grossolana a causa dei glomeruli nefronici. Grandi frazioni e composti proteici sono restituiti al flusso sanguigno di una persona, fornendogli tutte le sostanze necessarie. Piccoli frammenti vengono inviati all'uretere per lasciare il corpo con le urine.

Qui si manifesta il riassorbimento tubulare, durante il quale avviene il riassorbimento delle sostanze benefiche dall'urina primaria nel sangue umano. Alcune sostanze sono riassorbite con una serie di caratteristiche. In caso di eccesso di glucosio nel sangue, che spesso si verifica durante lo sviluppo del diabete, i reni non riescono a far fronte all'intero volume. Una certa quantità di glucosio può comparire nelle urine, che segnala lo sviluppo di una terribile malattia.

Durante la lavorazione degli amminoacidi, accade che ci possano essere diverse sottospecie nel sangue che sono trasportate dagli stessi portatori. In questo caso, il riassorbimento può essere inibito e caricare l'organo. Le proteine ​​non dovrebbero normalmente apparire nelle urine, ma in determinate condizioni fisiologiche (alta temperatura, duro lavoro fisico) possono essere rilevate all'uscita in piccole quantità. Questa condizione richiede osservazione e controllo.

Pertanto, i reni in diverse fasi filtrano completamente il sangue, senza lasciare sostanze nocive. Tuttavia, a causa di un eccesso di tossine nel corpo, il lavoro di uno dei processi nel sistema urinario può essere compromessa. Questa non è una patologia, ma richiede una consulenza da parte di esperti, poiché con sovraccarichi costanti l'organismo fallisce rapidamente, causando gravi danni alla salute umana.

Oltre alla filtrazione, il sistema urinario:

  • regola l'equilibrio dei fluidi nel corpo umano;
  • mantiene l'equilibrio acido-base;
  • prende parte a tutti i processi di scambio;
  • regola la pressione sanguigna;
  • produce gli enzimi necessari;
  • fornisce un normale background ormonale;
  • aiuta a migliorare l'assorbimento nel corpo di vitamine e minerali.

Se i reni smettono di funzionare, le frazioni nocive continuano a vagare attraverso il letto vascolare, aumentando la concentrazione e portando a un lento avvelenamento della persona da parte dei prodotti metabolici. Pertanto, è così importante mantenere il loro normale lavoro.

Misure preventive

Affinché l'intero sistema di selezione funzioni senza intoppi, è necessario monitorare attentamente il lavoro di ciascuno degli organi ad esso relativi e, al minimo fallimento, contattare uno specialista. Per completare il lavoro dei reni, è necessaria l'igiene degli organi delle vie urinarie. La migliore prevenzione in questo caso è la quantità minima di sostanze nocive consumate dall'organismo. È necessario monitorare da vicino la dieta: non bere alcolici in grandi quantità, ridurre il contenuto nella dieta di cibi salati, affumicati, fritti, così come gli alimenti che sono troppo saturi di conservanti.

Anche altri organi di escrezione umani hanno bisogno di igiene. Se parliamo di polmoni, è necessario limitare la presenza in ambienti polverosi, aree di sostanze chimiche tossiche, spazi confinati con un alto contenuto di allergeni nell'aria. Si dovrebbe anche evitare la malattia polmonare, una volta all'anno per condurre l'esame a raggi X, in tempo utile per eliminare i centri di infiammazione.

È ugualmente importante mantenere il normale funzionamento del tratto gastrointestinale. A causa dell'insufficiente produzione di bile o della presenza di processi infiammatori nell'intestino o nello stomaco, è possibile che si verifichino processi di fermentazione con rilascio di prodotti in decomposizione. Entrando nel sangue, causano manifestazioni di intossicazione e possono portare a conseguenze irreversibili.

Per quanto riguarda la pelle, tutto è semplice. Dovresti pulirli regolarmente da vari contaminanti e batteri. Tuttavia, non puoi esagerare. L'uso eccessivo di sapone e altri detergenti può disturbare le ghiandole sebacee e ridurre la naturale funzione protettiva dell'epidermide.

Gli organi escretori riconoscono con precisione quali cellule sono necessarie per il mantenimento di tutti i sistemi vitali e quali possono essere dannose. Tutti gli eccessi tagliarono e rimossero con il sudore, espirarono aria, urina e feci. Se il sistema smette di funzionare, la persona muore. Pertanto, è importante monitorare il lavoro di ciascun organismo e in caso di malessere, contattare immediatamente uno specialista per un esame.

Metodi di escrezione di prodotti metabolici

Come risultato del metabolismo, si formano prodotti finali più semplici: acqua, anidride carbonica, urea, acido urico, ecc. E un eccesso di sali minerali viene rimosso dal corpo. L'anidride carbonica e un po 'd'acqua sotto forma di vapore vengono espulsi attraverso i polmoni. La quantità principale di acqua (circa 2 litri) con urea, cloruro di sodio e altri sali inorganici disciolti in essa viene eliminata attraverso i reni e in quantità minori attraverso le ghiandole sudoripare della pelle. Il fegato funziona anche in una certa misura. Sali di metalli pesanti (rame, piombo), che entrano accidentalmente nell'intestino con il cibo, sono forti veleni e i prodotti in decomposizione vengono assorbiti dall'intestino nel sangue e entrano nel fegato. Qui si neutralizzano - combinano con sostanze organiche, perdendo così la tossicità e capacità di essere assorbito nel sangue - e in uscita bile attraverso l'intestino, polmoni e pelle del corpo vengono rimossi i prodotti finali dissimilazione sostanze nocive, l'acqua in eccesso e sostanze inorganiche e mantenuti ambiente interno costante.

Organi di selezione

I prodotti di decomposizione nocivi (ammoniaca, acido urico, urea, ecc.) Formati nel processo del metabolismo devono essere rimossi dal corpo. Questa è una condizione necessaria per la vita, perché la loro accumulazione causa l'auto-avvelenamento del corpo e della morte. Nella rimozione di sostanze non necessarie al corpo, sono coinvolti molti organi. Tutte le sostanze insolubili in acqua e, quindi, non assorbibili sono escrete nelle feci. L'anidride carbonica, l'acqua (parzialmente), viene rimossa attraverso i polmoni, e acqua, sali, alcuni composti organici - e quindi attraverso la pelle. Tuttavia, la maggior parte dei prodotti di decadimento sono escreti nella composizione dell'urina attraverso il sistema urinario. Nei vertebrati superiori, compreso l'uomo sistema escretore è costituito da due reni con loro condotti escretori - ureteri, vescica e dell'uretra attraverso cui l'urina viene scaricata verso l'esterno riducendo la parete muscolare della vescica.

I reni sono l'organo principale dell'escrezione, in quanto il processo di formazione delle urine avviene in essi.

La struttura e il lavoro dei reni

I reni, l'organo appaiato a forma di fagiolo, si trovano sulla superficie interna della parete posteriore della cavità addominale a livello della vita. Le arterie ei nervi renali si avvicinano ai reni e gli ureteri e le vene si allontanano da essi. La sostanza del rene si compone di due strati: quello esterno (corticale) è più scuro e quello interno (cervello).

Il midollo è rappresentato da numerosi tubuli convoluti che si estendono dalle capsule del nefrone e ritornano alla corteccia dei reni. Lo strato interno luminoso consiste nel raccogliere tubi che formano piramidi, rivolti verso l'interno e terminanti con fori. Sui tubuli renali contorti, densamente intrecciati da capillari, l'urina primaria passa dalla capsula. Dall'urina primaria alla parte capillare dell'acqua, il glucosio viene restituito (riassorbito). L'urina secondaria residua più concentrata entra nelle piramidi.

La pelvi renale ha la forma di un imbuto, il lato largo rivolto verso le piramidi, stretto - al gate del rene. Adiacente ad esso ci sono due grandi ciotole. Piramidi attraverso i tubi, attraverso le papille, l'urina secondario perdite prima in piccole tazze (8-9 unità), seguita da due grandi tazze, e da essi nella pelvi renale, raccolti e tenuti in dell'uretere.

Il cancello del rene è il lato concavo del rene da cui parte l'uretere. Qui, l'arteria renale entra nel rene e la vena renale viene da qui. Nell'uretere, l'urina secondaria fluisce costantemente nella vescica. L'arteria renale porta continuamente il sangue a essere pulito dai prodotti finali dell'attività vitale. Dopo aver attraversato il sistema vascolare del rene, il sangue dall'arteria diventa venoso e viene portato nella vena renale.

Ureteri. I tubi accoppiati hanno una lunghezza di 30-35 cm, sono costituiti da muscoli lisci, sono rivestiti di epitelio e sono coperti con tessuto connettivo all'esterno. Collegare la pelvi renale con la vescica.

La vescica Una borsa le cui pareti sono costituite da muscoli lisci rivestiti con epitelio di transizione. La vescica segna la parte superiore, il corpo e il fondo. Nella regione del fondo, gli ureteri si adattano ad un angolo acuto. Dalla parte inferiore del collo inizia l'uretra. La parete della vescica è composta da tre strati: membrana mucosa, strato muscolare e guaina di tessuto connettivo. La membrana mucosa è rivestita con epitelio di transizione, in grado di riunirsi in pieghe e allungare. Nell'area del collo della vescica c'è uno sfintere (contrazione muscolare). La funzione della vescica è l'accumulo di urina e con la riduzione delle pareti per espellere l'urina attraverso (3 - 3,5 ore).

L'uretra Un tubo le cui pareti sono costituite da muscoli lisci rivestiti di epitelio (multi-fila e cilindrico). All'uscita del canale ha uno sfintere. Visualizza l'urina nell'ambiente esterno.

Ogni rene consiste di un numero enorme (circa un milione) di formazioni complesse - nefroni. Nephron è un'unità funzionale del rene. Le capsule si trovano nello strato corticale del rene, mentre i tubuli sono prevalentemente nel midollo. La capsula del nefrone assomiglia a una palla, la cui parte superiore è premuta nella parte inferiore, in modo che si formi uno spazio tra le sue pareti: la cavità della capsula.

Un tubulo a spirale sottile e lungo si allontana da esso. Le pareti del tubulo, così come ciascuna delle due pareti della capsula, sono formate da un singolo strato di cellule epiteliali.

L'arteria renale, che entra nel rene, è divisa in un gran numero di rami. Un vaso sottile, chiamato arteria trasferente, entra nella parte depressa della capsula, formando una palla di capillari lì. I capillari sono raccolti nella nave che esce dalla capsula, l'arteria uscente. Quest'ultimo si avvicina al tubulo contorto e si disintegra nuovamente nei capillari che lo intrecciano. Questi capillari sono raccolti nelle vene, che, fondendosi, formano la vena renale e trasportano il sangue dal rene.

nefroni

L'unità strutturale e funzionale del rene è il nefrone, che consiste in una capsula glomerulare, che ha la forma di una coppa a doppia parete e tubuli. La capsula copre la rete capillare glomerulare, risultando in un corpo renale (malpigievo).

La capsula del glomerulo continua nel tubulo contorto prossimale. È seguito da un ciclo di nefrone costituito da parti discendenti e ascendenti. L'anello nefronico entra nel tubulo distale contorto, che scorre nel tubo di raccolta. I tubuli collettivi continuano nei dotti papillari. In tutti i canalicoli del nefrone sono circondati da vasi sanguigni adiacenti.

Formazione di urina

L'urina si forma nei reni dal sangue, che i reni sono ben forniti. La base della formazione dell'urina sono due processi: filtrazione e riassorbimento.

La filtrazione avviene in capsule. Il diametro dell'arteria erogante è maggiore di quello in uscita, quindi la pressione sanguigna nei capillari glomerulari è piuttosto alta (70-80 mm Hg). A causa di questa alta pressione, il plasma sanguigno insieme alle sostanze inorganiche e organiche disciolte in esso viene spinto attraverso la parete sottile del capillare e la parete interna della capsula. In questo caso, tutte le sostanze con un diametro relativamente piccolo di molecole vengono filtrate. Le sostanze con grandi molecole (proteine), così come gli elementi formati dal sangue rimangono nel sangue. Pertanto, a seguito della filtrazione, si forma l'urina primaria, che contiene tutti i componenti del plasma sanguigno (sali, amminoacidi, glucosio e altre sostanze) ad eccezione di proteine ​​e grassi. La concentrazione di queste sostanze nell'urina primaria è la stessa del plasma.

L'urina primaria risultante dalla filtrazione in capsule entra nei tubuli. Mentre passa attraverso i tubuli, le cellule epiteliali delle loro pareti vengono riportate indietro, restituendo una quantità significativa di acqua e sostanze necessarie per il corpo al sangue. Questo processo è chiamato riassorbimento. In contrasto con la filtrazione, procede a spese della vigorosa attività delle cellule dell'epitelio tubulo con dispendio energetico e assorbimento di ossigeno. Alcune sostanze (glucosio, amminoacidi) si riassorbono completamente, così che nell'urina secondaria che entra nella vescica non sono presenti. Altre sostanze (sali minerali) vengono assorbite dai tubuli nel sangue nelle quantità necessarie per il corpo e il resto viene espulso.

L'ampia superficie totale dei tubuli renali (fino a 40-50 m 2) e l'attività attiva delle loro cellule contribuiscono al fatto che su 150 litri di urina primaria giornaliera solo 1,5-2,0 litri della forma secondaria (finale). Nell'uomo si producono fino a 7200 ml di urina primaria all'ora e 60-120 ml di urina secondaria vengono escreti. Ciò significa che il 98-99% di esso viene riassorbito. L'urina secondaria differisce dalla mancanza primaria di zucchero, amminoacidi e aumento della concentrazione di urea (quasi 70 volte).

L'urina continuamente formata attraverso gli ureteri entra nella vescica (bacino urinario), dalla quale viene periodicamente espulsa attraverso l'uretra.

Regolazione dell'attività renale

L'attività dei reni, come l'attività di altri sistemi escretori, è regolata principalmente dal sistema nervoso e dalle ghiandole endocrine.

ghiandola pituitaria. La fine dei reni porta inevitabilmente alla morte, a causa dell'avvelenamento del corpo da parte di prodotti metabolici dannosi.

Funzione renale

I reni sono l'organo principale dell'escrezione. Svolgono molte funzioni diverse nel corpo.

Altri Articoli Su Rene